"Io vescovo in campo dico: troppo comodo non esporci"

L'arcivescovo di Campobasso striglia i colleghi assenti e fa appello a Mattarella: "Se passa ddl Cirinnà non lo firmi"

È uno dei pochi vescovi presenti al Family Day, forse l'unico. Senza paura di esporsi o di essere criticato dagli altri vescovi, con coraggio, a fianco delle famiglie, per dire no al ddl Cirinnà sulle unioni civili e fare appello al presidente della Repubblica: «Auspico che la legge passerà al vaglio del capo dello Stato, Sergio Mattarella e che non firmi il decreto: è in contrasto con l'articolo 29 della Costituzione che parla della famiglia come fondata sul matrimonio. Il ddl va completamente rivisto, anzi ritirato».

Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, vescovo di Campobasso-Bojano, è partito alle 5 di ieri mattina, insieme a un gruppo di fedeli della sua diocesi, per partecipare alla manifestazione al Circo Massimo. Come un pastore che non abbandona le sue pecore.

Eccellenza, perché ha voluto partecipare al Family Day?
«Si tratta di una battaglia civica e laica, di una battaglia di dignità necessaria per tre ragioni: prima di tutto perché la famiglia è un valore perenne; secondo, perché le insidie sono cresciute davanti a certe posizioni laiciste di qualche giorno fa; e terzo, perché se noi molliamo sulla famiglia molleremo anche sul piano sociale».

In che senso?
«Perché la libertà non può esistere senza la verità, e la verità significa dire che Dio ha fatto l'uomo e la donna capaci di dare la vita. Se molliamo sulla libertà in famiglia, molliamo anche sulla libertà aziendale. Ci saranno più licenziamenti, più povertà e più sfruttamenti. Questo è il mistero di fondo, è tutto collegato».

Che piazza vede al Circo Massimo?
«Una piazza bellissima, gioiosa, pacifica. Non è la piazza della destra o della sinistra, non è la piazza dei vescovi o dei laici. È la piazza di tante persone che mettono la famiglia al centro della società. E anche io voglio esserci per dire quello che i laici hanno nel cuore».

Cosa non la convince del ddl Cirinnà?
«È un disegno di legge equivoco, terribilmente inquinante. Allora tutto è lecito e tutto è uguale? Questo non va bene. È totalmente da respingere, è sbagliato equiparare l'unione tra omosessuali alla dimensione della famiglia. Ancor più è da respingere l'idea di consentire l'adozione dei figli del partner».

Il governo ascolterà la piazza del Circo Massimo?
«Credo di sì, perché sono due milioni di persone che si sono radunate, tutte insieme nello stesso luogo; non sono numeri virtuali come quelli di sabato scorso (alla manifestazione pro-ddl Cirinnà, ndr), sparsi in qua e là nelle piazze. Qui siamo un tutt'uno, si tocca con mano la presenza di un popolo unito. Questa è la forza e il Parlamento non può credere di essere rappresentante di una realtà che non è capace poi di condividere e di rappresentare».

Si aspetta che il voto cambierà la prossima settimana?
«Penso di sì. Renzi non può non tener conto delle posizioni di tante famiglie. Questa volta non è più possibile barare. Quello che è difficile è mettere insieme tutte le forze cattoliche istituzionali, questo sì. Ma la base laica, senza colore, ha vinto una battaglia infinita. Qui c'è una appartenenza popolare, come ha detto il Papa a Firenze, alla don Camillo... qui il popolo lo senti, quel popolo di cui condivido le gioie e sento le lacrime».

Mons. Bregantini non si sente un po' solo? È l'unico vescovo in questa piazza. La Chiesa è spaccata sul Family Day?
«Nessuno è venuto a nome degli altri; avevamo la libertà di scegliere se venire o meno e io ho deciso di esserci. Io sono venuto perché ho sentito necessario essere a fianco della mia gente e di tante persone che credono nella famiglia. Certamente, sarebbe stato bello vedere altri vescovi in questa piazza».

E perché non è successo?
«Da una parte perché hanno lasciato che fossero i laici a parlare; ma dall'altra, forse fa un po' comodo non essere qua e non esporsi...».

Commenti
Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 31/01/2016 - 08:43

TUTTA LA CHIESA DOVREBBE ESSERE UNITA INTORNO A QUESTO VESCOVO.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 31/01/2016 - 08:54

La chiesa deve esporsi ...sennò che Chiesa è? Come è possibile che la Chiesa abdichi al proprio ruolo di "magistra vitae" nella follia e nella perversione di un valore fondante della società quale è la tutela dei figli?.....altro che lasciare libertà di esserci alla manifestazione e farsi pilatescamente da parte! I lupi ci circondano e il Pastore si fa da parte? brutto messaggio al "gregge"....

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 31/01/2016 - 09:08

Io vorrei capire questo papa da che parte veramente sta una volta per tutte...

elpaso21

Dom, 31/01/2016 - 10:10

Possono esporsi se vogliono, ma non hanno voce in capitolo.

venco

Dom, 31/01/2016 - 10:35

La Chiesa è un'azienda per l'8per1000, se si schiera prende meno soldi, altro che comunità dei cirstiani

Palladino

Dom, 31/01/2016 - 10:42

...povera Chiesa: hanno paura di esporsi. E' la fine della nostra civiltà.

Tarantasio.1111

Dom, 31/01/2016 - 10:44

...è sbagliato equiparare l'unione tra omosessuali alla dimensione della famiglia. Ancor più è da respingere l'idea di consentire l'adozione dei figli...dopotutto per questi omosessuali cui non discrimino, la Cirinnà dovrebbe proporre una legge per aprire case di cura per questi malati, perché di questo si tratta.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 31/01/2016 - 10:49

Concordo con @Giuseppe Zanandrea@ che, fuori dal nostro salotto di casa “Cucù”, saluto con cordialità. Monsignor Bregantini é un vero pastore. E’ uno che non si perde in mille stradine e stradette. Guarda alla strada maestra dettata da Cristo e la segue senza esitazioni. Oggi le parole di Nostro Signore suonano più che mai intonate: “Sia il tuo parlare sì, sì; no, no; il resto proviene dal maligno. Questo sarebbe un grande Papa.

Luigi Farinelli

Dom, 31/01/2016 - 10:50

Stridente il contrasto fra la coerenza dell'arcivescovo di Campobasso, Mons. Bregantini, e l'ignavia del segretario generale della CEI, Mons. Nunzio Galantino il quale ha pure dichiarato di essere in disaccordo con il Card. Bagnasco (favorevole invece al Family Day). Se non altro, questa volta Galantino non si è messo di traverso boicottando la manifestazione, come fece invece con la precedente. Ed ora sarebbe anche da spiegare il VERO motivo per cui il presidente di Comunione e Liberazione (Carron) ha esternato la sua contrarietà al F.D. attraverso il giornale massonico Corriere della Sera, di fatto spaccando in due C.e L. che comunque, per metà, ha invece partecipato criticandolo apertamente.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 31/01/2016 - 10:56

i preti clandestini devono solo stare zitti

treumann

Dom, 31/01/2016 - 11:11

Posso soltanto ringraziare questo Vescovo, che ho potuto apprezzare in altri interventi precedenti. Affermo tranquillamente che non sono d'accordo su tutto con lui, ma in questo caso desidero applaudirlo di cuore.

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 31/01/2016 - 11:17

VI SIETE GIA' ESPOSTI, E MOLTO BENE. AVETE FATTO NEGLI ULTIMI 20 CAMPAGNA ELETTORALE A FAVORE DEL PD EX PCI ESTREMISMO DI SINISTRA. LE FACCIO UNA DOMANDA: CHI HA AIUTATO BOLDRINI AD ESSERE PRESIDENTE DELLA CAMERA? VOI FACENDO ELEGGERE PRIMA MORTADELLA E POI TUTTI I CATTOCOMUNISTI. AVETE INDOTTO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CATTOCOMUNISTI, E POI, IL COMUNISTA NAPOLITANO AD OCCUPARE TUTTI I POTERI IIN ITALIA. VENDOLA HA IMPOSTO IL SUO GIOCO. ORA VIENE E PIANGE? FACCIA IL SERIO E ABBIA DIGNITA' PRIMA COME PRETE E POI COME VESCOVO. ORMAI TUTTO E' FINITO L'ITALIA DEI VALORI CRISTIANI E CATTOLICI QUELLI VERI NON ESISTE, O MEGLIO MAI ESISTITO. NESSUNO E' ESCLUSO PER QUESTA ITALIA SENZA ONORE. LA PRIMA E' LA CHIESA. NEGLI ORATORI E PARROCCHIE CHI VIENE ELETTO? SE LO CHIEDA.

luciano32

Dom, 31/01/2016 - 11:19

In ogni Chiesa (in quasi tutte oramai) si và pregare il nostro Dio e non ci si va assiene ai mussulmani. Gesu se ci si crede creo un uomo e una donna, se si vuole vivere trà due uomini e due donne lo si faccia pure siamo in democrazia , ma non si confonde questo con il matrimonio.Wuesto vale anche sopratutto per Mons Galantini e 2quani preti la pensano come lui.

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 31/01/2016 - 11:22

LEI DOVE SI TROVAVA NEGLI ULTIMI 20 ANNI? FACEVA COMODORO INGINOCCHIARSI DAVANTI A MORTADELLA O ALTRID, VERO? LEI CHE INIZIATIVE HA INTRAPRESO PER DIRE IN PASSATO CIO' CHE LEI OGGI PROPONE? ERA A MARE O IN MISSIONI ALL'ESTERO MAGARI IN PADAGONIA. SENTA IL TEMPO DELLE ROMANZINE E DELLE FRASI DELLA VECCHIA ZIA DEL SECOLO XVIII E' FINITO. CI COMUNICHI QUANTE INTERVISTE O INTERVENTI A FAVORE DELL'ITALIA CATTOLICA CONTRO LA DERIVA SINISTRONZA E DI INVASIONE DEI CULI IN ARIA SI E' RESO PROTAGONISTA? LA SUA DIOCESI SI E' DISTINTA PER LA DIFESA DEL VERO CRISTIANESIMO? OPPURE ANCHE LEI ERA UNO DEI PROTAGONISTI DELLA CAMPAGNA DENIGRATORIA CONTRO I CATTOLICI NON DI SINISTRA? ORA VI BRUCIA IL DEREDANO?

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 31/01/2016 - 11:29

1) la chiesa per sua natura non conosce per nulla la famiglia naturale- 2)costringe i suoi sacerdoti al voto del celibato che è la cosa più innaturale che ci sia e che produce mostri- 3)una grossa percentuale di sacerdoti ha amanti segrete spesso e volentieri donne sposate-quindi di fatto rovinano famiglie naturali- 4)nella chiesa vi è una altissima concentrazione di preti gay rispetto ad altri gruppi sociali e questi sono ben lungi dal fare voto di castità- 5)non voglio parlare per carità di patria di quei preti che rivolgono le loro attenzioni verso i minori e che sono sempre coperti da un sistema connivente- -DOPO TUTTO ciò- si prendono pure il lusso di partecipare al family day e di lanciare direttive e dare consigli- della serie ...non c'è limite all'ipocrisia...

routier

Dom, 31/01/2016 - 11:34

Monsignor Bregantini: "Vox clamantis in deserto"! La sua è saggia voce che urla nel deserto delle coscienze.

CALISESI MAURO

Dom, 31/01/2016 - 11:57

Perche' non ci sono gli altri vescovi? Domanda simpatica a cui si puo' rispondere con facilita' tanto e' l'evidenza.... perche' lavorano per l'"altro":)) ecco perche'! Altro che qualche spiffero in vaticano... li e' passato Katrina:)) Solo gli ortodossi ormai sono dalla parte della Verita' e i grandi eccellenti carismatici.... il resto e' pu..a

wciano

Dom, 31/01/2016 - 12:01

La famiglia tradizionale è uomo/donna/figli. I divorziati mentono a DIO e vanno contro la famiglia tradizionale. Andrebbero tutti scomunicati. Subito. Cosa ne pensate?

chiara 2

Dom, 31/01/2016 - 12:07

La Chiesa?! Quale Chiesa?!

aitanhouse

Dom, 31/01/2016 - 12:09

troppo comodo non esporsi... la chiesa ha interpretato in un modo sempre molto particolare la sua funzione nello stato italiano : ha esercitato il controllo sulla DC addirittura condizionando l'elezione di parlamentari, ha impedito una normale evoluzione democratica del paese con la nascita di una socialdemocrazia,ha sempre fatto balenare che il partito da lei protetto fosse il rappresentante divino sulla terra, fino poi a capovolgere la sua politica non opponendosi a quel mostro che è stata l'unione dei cattolici con gli ex comunisti atei sempre demonizzati.Oggi il "non esporsi" ha delle ragioni molto diverse dalla fede e viaggia su binari di grossi interessi....

moshe

Dom, 31/01/2016 - 13:26

... uno dei pochissimi prelati con le palle che sostiene i valori della famiglia ed è coerente con se stesso. E questo lo scrive un ateo, che comunque il credo nei valori della famiglia l'ha ben presente, al contrario di una lurida schiera di kattokomunisti indegni del loro credo e dei loro figli.

semprecontrario

Dom, 31/01/2016 - 13:27

ecco un vescovo con le palle non come quello di Mazara che parla parla ma non conclude un cazzo

Tuthankamon

Dom, 31/01/2016 - 14:00

Ho apprezzato la presa di posizione della Chiesa, dal Papa al Card. Bagnasco. Tuttavia non basta più dare "qualche indicazione", servono le facce e le firme. A cominciare da ognuno di noi.

Totonno58

Dom, 31/01/2016 - 14:12

Su, ancora 2 giorni e la parola passerà al Parlamento, così finirà questa giostra di parole in libertà...grazie,Francesco, per non aver sprecato l'Angelus dietro questo delirio (errore che commise il Nostro Santo Giovanni Paolo II)...grazie di cuore:)

edo1969

Dom, 31/01/2016 - 14:42

Noi siamo l'Italia, siamo uno Stato indipendente e libero. La Chiesa è un altro Stato. Non devono interferire. Si è visto qualsiasi altro rappresentante di uno Stato estero dire a noi Italiani cosa dobbiamo decidere in merito? Tacciano i vescovi e i pretucoli vari. Altrimenti siamo costretti ad interferire noi per difendere i diritti dei bambini distrutti da tanti loro rappresentanti. E la Religione di cui si proclamano rappresentanti non c'entra niente.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 31/01/2016 - 15:20

Sulla "pedofilia" si sono sempre mantenuti defilati ora, invece, pretendono di essere ascoltati e alcuni "assoggettarci" all'Islam.

ben39

Dom, 31/01/2016 - 16:26

Penso che in nome della democrazia tutti abbiano diritto a manifestare in piazza e votare a favore o contro una determinata legge. Invece come credente riconosco gli sbagli fatti dalla Chiesa in passato quando cercava di inculcare la fede agli atei con la forza. Cosa che andava contro tutti gli isegnamenti evangelici di Gesù, il quale ha sempre lasciato la libertà all'indiviudo di fare la propria scelta di seguirlo oppure no.I farisei che si dicevano credenti lo condannarono a morte anche perché frequentava i peccatori e chi sa anche gli omosessuali oltre alle prostitute. Gesù probabilmente avrebbe convinto con il dialogo e soprattutto l'amore coloro che sbagliavano e non certo con la forza. Non dimentichiamo che esiste una chiesa in uno stato e non viceversa e da credente ne sono più che consapevole. Per fortuna c'è stato il concilio vaticano II a rimettere le cose a posto.

ben39

Dom, 31/01/2016 - 16:27

Per me il Regno di Dio verrà un giorno forse presto e solo allora non ci saranno inseminazioni artificiali e altre cose del genere. I cattolici non ricomettano lo sbaglio storico di mettersi sul trono che appartiene a Dio e invece seguano il vangelo che isegna di amare il prossimo e secondo me manifestazioni del genere di Family day aumentano le distanze tra gli esseri umani e l'odio tra loro con la conseguenza che sempre meno giovani si avvicineranno alle chiese perchè considerate totalitarie al pari dell' islam fanatico.

pastello

Dom, 31/01/2016 - 16:36

vescovo ma ingenuo. Alla chiesa interessano molto di più l'otto per mille e prebende varie. Della famiglia non gliene può fregare di meno.

stefano erbonio

Dom, 31/01/2016 - 16:41

Penso che sia giusto che si siano mossi i laici,che le famiglie o non le gerarchie ecclesiastiche abbiano preso l'iniziativa. Trattasi di una questione italiana e gli italiani devono indirizzare la politica. Ora al parlamento l'onere di produrre una legge equilibrata, che non confonda cose diverse, matrimonio ed unioni ci vili sono cosa diverse.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 31/01/2016 - 16:44

Un indecente opportunismo da parte di una massa di ignavi, con tanto di riserva mentale, per potersi schierare, poi, e fare i maestrini. son contento, usciamo del tutto dalle zone grige dell' ambiguità, dal beneficio del dubbio: l' autosfuttanamento ha raggiunto livelli tali da non lasciare margini all' incertezza. QUESTA HA POCO A CHE VEDERE COL CONCETTO DI CHIESA;gli accoliti vanno puniti in quanto hanno di più sacro: i soldi. Via l' 8 per mille!Vadano a zappare.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Dom, 31/01/2016 - 16:52

Vi sono posizioni contrastanti nei commenti. Ho guardato questo sito in cui si dice che Mons. Bregantini, da sempre ha una posizione molto chiara contro la NDRANGHETA. Rendo onore a lui. https://it.wikipedia.org/wiki/Giancarlo_Maria_Bregantini Tale coerenza è in contrasto con la On. Bindi che (riciclata) occupa una poltrona di comodo nell'Antimafia.

milope.47

Lun, 01/02/2016 - 10:53

Tho? Un prete che sa fare il suo mestiere! Stà quasi diventando raro trovare un prete che ha il coraggio di esprimere le proprie vere convinzioni ad avallare la sua professione.

CzzC

Lun, 01/02/2016 - 16:14

Grazie Mons. Bregantini per questa bella testimonianza! Mi piacerebbe che fossi tu il nuovo Vescovo atteso a Trento, anche per aiutarci a sdubbiare un po' di confusione catechetica montante incorretta in scuole di formazione dove si insegna, ad esempio, che l'ecumenismo funziona meglio a partire dall' «aveva ragione Lutero» quantomeno sulla chiesa democratica, la particola quando si spezza "non fa ahi", la moderna teologia ha ormai acclarato che Gesù venne al mondo come tutti gli uomini e capì solo crescendo la missione cui era stato chiamato. Ho l'impressione che la tua fede e la tua catechesi siano meno confondenti al riguardo. O sbaglio? Comunque, anche se non verrai nostro Vescovo, prega per la nostra Diocesi, tua terra natale. Grazie. Ciao.