Iraq, l'ipocrisia di Onu e Ong "Non giustiziate i militanti Isis"

Consiglio dei diritti umani, Amnesty e Human Right Watch condannano i processi troppo frettolosi contro i jihadisti

Sono i pasdaran della tolleranza, i burocrati del buonismo ad ogni costo. Si nascondono dietro le sigle del Consiglio per i Diritti Umani dell'Onu, di Amnesty International e di Human Rights Watch. In Libia attribuiscono all'Italia condotte disumane con i migranti, ma chiudono gli occhi sul traffico di uomini gestito dalle organizzazioni criminali. In Irak hanno già dimenticato gli orrori dell'Isis e difendono a spada tratta i suoi militanti accusando i tribunali governativi di spedirli alla forca con sentenze frettolose e imparziali. Il più attivo nel denunciare i tribunali di Bagdad e nello scordare le nefandezze dei circa 20mila prigionieri dello Stato Islamico è il Consiglio dei Diritti Umani dell'Onu guidato da quel principe giordano Zeid Raad Zeid al-Hussein già distintosi per le accuse di disumanità al nostro Paese. Dopo l'esecuzione di massa del 25 settembre con 42 militanti dell'Isis sulla forca e quella del 14 dicembre con altre 38 impiccagioni il principe Alto Commissario e suoi portavoce pretendono l'immediata sospensione delle esecuzioni.

«Siamo di fronte alla prospettiva di errori giudiziari irreversibili. L'imposizione della condanna a morte al termine di un processo in cui non sono state rispettate le corrette procedure è una violazione del diritto alla vita» denuncia la portavoce Liz Throssell. E Amnesty International e Human Rights Watch, come già successo per l'Italia in Libia, partecipano al coro. Per Amnesty la pena di morte «non andrebbe usata in nessuna circostanza e soprattutto in Irak dove il governo ha la vergognosa reputazione di mandare a morte gli imputati dopo processi scorretti e dopo averli torturati per farli confessare». Per Human Rights Watch «nei processi, la cui durata a volte non supera l'ora, non si distingue tra chi ha partecipato alle mattanze e chi ha semplicemente militato tra le fila dell'Isis». Accuse rispedite al mittente dai giudici iracheni che ricordano come a novembre i loro tribunali abbiano emesso 449 condanne a fronte di ben 1.490 assoluzioni.

Ma a far strillare ancor di più i talebani del buonismo s'aggiunge la pretesa del premier iracheno Haider al-Abadi di giudicare e mandare a morte tutti i combattenti con passaporto straniero. Il primo a farne le spese è stato un jihadista con passaporto svedese finito sulla forca il 14 dicembre nonostante le rimostranze di Stoccolma. Stando a questi garantisti a oltranza i tribunali di Bagdad non avrebbero giurisdizione per condannare le centinaia di prigionieri stranieri, tra cui parecchi americani e decine di francesi, inglesi, tedeschi e belgi. Tutti i volontari del terrore, stando alle tesi dell'Onu, andrebbero consegnati alla Corte Internazionale di Giustizia dell'Aja dando così il via a un'odissea giudiziaria simile a quella protrattasi per oltre 22 anni davanti al Tribunale per l'Ex Jugoslavia.

Un'odissea che le autorità irachene non hanno nessuna intenzione di veder ripetere. «Sono venuti qui a uccidere i cittadini di questo Paese e verranno giudicati secondo le leggi di questo Paese» ripete il procuratore capo di Mosul Salem Mohammed. Un punto di vista che rispecchia, sotto sotto, quello di molti governi occidentali. La Germania, a oggi, si è fatta avanti solo per discutere la sorte di una volontaria 16enne partita per Mosul dopo essersi innamorata online di comandante dell'Isis e attualmente detenuta in un centro per minori. «Sfortunatamente in quasi tutti i casi l'unico modo di affrontare il problema è quello di ucciderli» ha ammesso lo scorso ottobre il ministro britannico Rory Stewart. Un'opinione a cui s'è immediatamente allineato il ministro della difesa francese signora Florence Party pienamente convinta che la sola soluzione per risolvere il problema dei jihadisti sia quella di «lasciarli morire in combattimento».

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 30/12/2017 - 14:24

niente prigionieri

killkoms

Sab, 30/12/2017 - 16:54

ma prima,quando quei signori scannavano e decapitavano,dove eravate?

Ritratto di Evam

Evam

Sab, 30/12/2017 - 20:30

Certo, li dobbiamo maneggiare con cura per poterli mantenere eternamente integri come i sopramobili e per poterli ammirare anche nei secoli a venire.

giovannibid

Dom, 31/12/2017 - 17:15

sono due pseudo organizzazioni da MODIFICARE totalmente Così come operano non SERVONO a niente creano solo i presupposti per un caos che favorisce l'anarchia totale in cui emergono i peggiori istinti delle belve umane

roberto zanella

Lun, 01/01/2018 - 21:54

Questo conferma da quale laboratorio sono stati prodotti , ONU , Pentagono e CIA ...daltronde RT.com ,Russiatoday ,lo diceva già tre mesi fa quando gli Americani andarono a raccogliere con dei Bus tutti i capi Isis in fuga da Deir Er Zor , con tanto di filmati su YouTube . I Servizi di Assad dissero di aver scoperto che gli USA li spostavano nelle aree di combattimento sopratutto per rallentare l'avanzata dei Siriani regolari.

tosco1

Lun, 01/01/2018 - 21:56

l'unico commento che riesco a fare anche io è:"niente prigionieri" ONU e ONG chi?- Organizzazioni da radere al suolo, completamente.

roberto zanella

Lun, 01/01/2018 - 21:56

..comunque si ha notizia di processi sommari ...come hanno fatto gli eroici partigiani rossi nel famoso triangolo dell'Emilia o no ??...

cgf

Lun, 01/01/2018 - 21:59

Nessuna voce per i Processi di Maduro, prima ancora Chavez?? Tanto meno per i loro maestri, Fidel e Guevara, veri esperti in processi frettolosi, imputati sempre colpevoli e spesso/volentieri eseguivano subito la condanna, a morte, non di terroristi sanguinari, ma di gente la cui sola colpa era pensarla diversamente.

roberto.morici

Lun, 01/01/2018 - 22:03

Non giustiziateli, mi raccomando. Possono venir buoni per eventuali future occasioni...

zeuss

Lun, 01/01/2018 - 22:07

Iraq, l'ipocrisia di Onu e Ong "Non giustiziate i militanti Isis" Consiglio dei diritti umani, Amnesty e Human Right Watch condannano i processi troppo frettolosi contro i jihadisti Gian Micalessin - Lun, 01/01/2018 - 21:40 IPOCRITI E MASOCHISTI DIBENEPENSANTI OCCIDENTALI. QUANDO SGOZZERANNO TUTTI, SARETE CONTENTI.

amicomuffo

Lun, 01/01/2018 - 22:08

ma c'è ancora qualche persona sensata ed intelligente che ha ancora fiducia in queste organizzazioni?

venco

Lun, 01/01/2018 - 22:08

Abbiamo capito, la pena di morte deve stare solo in America e Arabia.

faman

Lun, 01/01/2018 - 22:25

#roberto zanella - sempre commenti a sproposito vero? anche tu hai gli occhi foderati di rosso.

nunavut

Lun, 01/01/2018 - 22:28

@roberto zanella 21:56 Dunque Trump ha ragione tagliando i sussidi all'ONU? poi perché sempre gli americani ? la nostra boldrini nazionale é un prodotto e ha lavorato per queste organizzazioni, eppure é italiana puro sangue,rossa e partigiana (anche se non ha nemmeno visto la guerra).

giosafat

Lun, 01/01/2018 - 22:32

Spero che chi si trova nelle condizioni di eliminare la feccia jihadista non presti orecchio ai lai di questi quaraquaquà e che lavori di falce per sfoltire il più possibile la mala erbaccia. A chi ha seminato terrore e morte non va nemmeno lasciato il tempo di respirare....

killkoms

Lun, 01/01/2018 - 22:33

che,al l pio guevara,medico,piaceva sentire con lo stetoscopio quanto tempo ci metteva a finire di battere il cuore di un fucilato a cui era stato dato il colpo di grazia alla testa!

Ritratto di alichino

alichino

Lun, 01/01/2018 - 22:49

E con quella gente non occorre alcun processo, basta un semplice interrogatorio e verifica della affiliazione all'esistenza.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 01/01/2018 - 22:58

L'ONU è un covo di fiancheggiatori dell-isis.

ziobeppe1951

Lun, 01/01/2018 - 23:04

Metteteli nelle carceri norvegesi come consiglia elpirla

Una-mattina-mi-...

Lun, 01/01/2018 - 23:18

ESTENDERANNO LA "DENUNCIA A PIEDE LIBERO", ATTUALE FLAGELLO ITALICO?

Reip

Lun, 01/01/2018 - 23:20

Ma si in effetti l’errore è di giustiziare soltanto i jiadisti... Dovrebbero gistiziare anche chi è a capo delle ONG!

MOSTARDELLIS

Lun, 01/01/2018 - 23:27

Ma questi sono proprio dei farabutti e delinquenti, accecati dallo stupido buonismo senza senso. Andrebbero messi loro alla forca perché non hanno nessun rispetto per le migliaia di morti assassinati da parte dell'ISIS. Che farabutti. E le loro organizzazioni andrebbero sciolte immediatamente perché non rappresentano nessuno se non loro stesse.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 01/01/2018 - 23:33

Trump, manda a casa tutti quei buffoni dell'ONU. Chiudi la borsa e che vadano a lavorare i parassiti buonisti del cavolo! Tra l'altro poi un musulmano a capo del Consiglio per i diritti umani é come Dracula a capo dell'Avis!

sibieski

Lun, 01/01/2018 - 23:38

non giustiziateli, metteteli sui barconi verso di noi...

19gig50

Lun, 01/01/2018 - 23:39

Le ong si fanno scrupoli perchè così perdono clienti. Eliminare le ong e quelpezzodimerda di soros che le finanzia.

@ollel63

Mar, 02/01/2018 - 00:03

i soliti mascalzoni sinistrati fannulloni fanfaroni ignorantoni e non "buonisti", ma assolutamente "buoni a nulla". Gentaglia di fanfaroni arricchiti sulla pelle dei soliti pantaloni che pagano e lavorano. Aprite gli occhi, spalancate le orecchie, liberatevi una volta per tutte, di questi mascalzoni buoni a nulla.

ottobrerosso

Mar, 02/01/2018 - 01:16

Le loro rimostranze mi sembrano legittime; sono loro a farli mangiare

Controcampo

Mar, 02/01/2018 - 01:20

I tagliagole dell'Isis andrebbero consegnati ai parenti delle vittime e dare il consenso, per via di eccezione, di giustiziarli come loro hanno sentenziato le vittime.

Nick2

Mar, 02/01/2018 - 06:40

Il rispetto dei diritti fondamentali dell'uomo contraddistingue la civiltà democratica occidentale. Le esecuzioni di massa sommarie vanno sempre e comunque contro questi diritti. Uno dei principali compiti dell'ONU è battersi affinché questo non succeda. Il vostro giornale, al pari di Libero sta facendo una vergognosa campagna denigratoria nei confronti di ONU e altre organizzazioni internazionali, per aizzare i beceri razzisti suoi lettori. Mi date il voltastomaco.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 02/01/2018 - 07:08

QUESTI FATTI DIMOSTRANO CHE DONALD TRUMP HA RAGIONE AL 100% QUANDO LUI VUOLE TAGLIARE I SUSSIDI ALL;ONU?!ORAMAI QUESTO ORGANISMO É DIVENTATO UN COVO DOVE I TERRORISTI ISLAMICI TROVANO PROTEZIONI É AIUTI!HUMAN RIGHT!AMNESTY!É IL CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI SONO DIVENTATI ARTOPARLANTI DI TERRORISTI TAGLIAGOLE CHE NON DIFENDONO CHI HA SUBITO SUL SUO TERRITORIO ATTI DI TERRORISMO!MA SOLO I TERRORISTI CHE POVERETTI SI CHE HANNO TAGLIATO LA GOLA A GENTE INNOCENTE MOSTRANDO AL MONDO LE LORO TESTE MOZZATE!MA MICA QUESTA GENTE DEVE ESSERE GIUSTIZIATA MA NO!DIAMO LORO ANCHE UNA MEDAGLIA PER QUESTO!QUESTA GENTE É COMPLETAMENTE PAZZA!.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 02/01/2018 - 07:28

Ma da che parte è l`ONU??? Se veramente sono pro il terrorismo, facciamo saltare la loro sede centrale, da parte di Trump non penso che avremo problemi.

Ernestinho

Mar, 02/01/2018 - 07:47

E quando costoro bruciavano vivi od altre azioni nauseabonde, ce lo dobbiamo dimenticare?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 02/01/2018 - 07:54

Dopo la guerra con l'Iran, le sanzioni contro Saddam, l'invasione stile "il giorno più lungo" a seguito del "caso Kuwait" e successiva sgretolazione dello Stato Irak gli attuali dirigenti irakeni come lo trovano il tempo di guardare se hanno le unghie presentabili gli accoliti dello Stato Islamico dopo tutto quello che è successo e ha provato la popolazione irakena sotto il tallone dei barboni?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 02/01/2018 - 08:11

Ipocriti, fa benissimo Trump a ridurre fortemente i finanziamenti all'Onu, maramaglia di cialtroni approfittatori.

01Claude45

Mar, 02/01/2018 - 08:34

3 associazioni al soldo della MASSONERIA e di un certo SOROS, non nuovo a DESTABILIZZAZIONI di nazioni e popoli, ma MAI INCRIMINATO e posto sotto processo da queste organizzazioni nonostante i crimini successivi ai suoi interventi. Azzerare queste associazioni e organizzazioni e mandare a dissodare i deserti i loro iscritti

Giorgio Rubiu

Mar, 02/01/2018 - 08:58

Forse che quelli del ISIS si fanno scrupoli per giustiziare i propri nemici? Diventiamo barbari come sono loro e scanniamoli senza alcun processo!

Tommaso_ve

Mar, 02/01/2018 - 09:06

Non capisco perché non si è detta la vera causa di tutto ciò. Queste organizzazioni, pesantemente finanziate dall'asse medio orientale il quale finanzia anche le attività terroristiche. Questo corto circuito deve essere denunciato. Da tutti.

alberto_his

Mar, 02/01/2018 - 09:13

Stato di diritto significa anche garantire processi regolari ed equi: su questo hanno ragione le ONG. Scritto questo, ritengo che i jihadisti debbano essere processati in loco, mentre faccio presente Trump (e il suo predecessore) è dalla parte degli imputati, avendo svolto (o tentato di svolgere) da terzisti il compito loro assegnato

Rudy

Mar, 02/01/2018 - 09:25

Mica c'è bisogno dell'ONU per capire che i nemici si catturano una volta arresi. Manco i nazisti ammazzavano i nemici sconfitti. Poi c'è la questione tattica: il nemico catturato può fornire informazioni. Il sospetto è che si vogliano far fuori testimoni scomodi. Non c'è civiltà nè strategia in questo modo di procedere. Un pò come quando si va a prendere il novantenne contabile nazista a settant'anni dalla fine della guerra. Che bisogno c'è ? Quale giustizia si fa ? Questi tagliagole manco esisterebbero se non fossero stati creati dai servizi occidentali.

paco51

Mar, 02/01/2018 - 09:32

Esatto.. nulla di affrettato, dicono fuoco lento....

donald2017

Mar, 02/01/2018 - 09:48

niente di nuovo sotto il sole, tra delinquenti questo ed altro

bobots1

Mar, 02/01/2018 - 10:49

Quanta ipocrisia! Militanti jadisti devono essere giudicati in Iraq e giustiziati o meno a seconda delle regole di quel paese. Punto. I partigiani italiani, che ancora oggi in Italia vengono rappresentati e persino ascoltati, hanno giustiziato un sacco di gente senza regolare processo (per dirne una la Petacci) eppure la stessa gente che critica gli iracheni sostiene associazioni come l'Anpi.

Ernestinho

Mar, 02/01/2018 - 13:20

X "bobots1" Invece i nazifascisti e fascisti hanno fatto processi regolarissimi!

killkoms

Mar, 02/01/2018 - 13:24

amnesia inc.,quella che voleva (nemmeno troppo velatamente) la condanna per i poliziotti per il caso del facchino milanese,assolti in tutti i gradi di giudizio!

Giorgio Colomba

Mar, 02/01/2018 - 14:29

Abele sia massacrato senza pietà, ma guai a toccare Caino, specie se muslim.

mariod6

Mar, 02/01/2018 - 17:05

Quelli che fanno più schifo sono le organizzazioni come save the Children e MSF che, in televisione, chiedono finanziamenti per salvare i bambini africani dalla fame e dalle malattie e poi usano i fondi per andare a raccattare i terroristi davanti alla Libia, pretendendo che le future vittime di questi parassiti criminali gli diano i soldi da buttare per andarli a prendere. Vergognatevi, sfruttatori e scrocconi.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 02/01/2018 - 17:55

Quarto invio. Prego indicarmi cosa c'é di censurabile, grazie - 01.02 – irak – 07.40/../13,00 Ma certo, è assolutamente consequenziale ! Più confusione, illegalità, incertezza regna per e nel Popolo, più le redini possono essere tenute dai poteri forti, soprattutto se lo esercitano dietro le quinte. Una Speranza ? Una Europa Unita ... con Vladimir Putin, o uno come lui, per Presidente. I terroristi ? Niente processo formale, ricalcare l'ultima scena del film: Il Bambino n° 44 (capisci a mme !)