Gli italiani alla canna del gas: ora svendono anche la casa

Sempre più italiani in bolletta ricorrono al meccanismo della "nuda proprietà": il record nel Veneto e in Liguria

Milano - Malgrado gli spot elettorali del premier, e le sue ipocrite iniezioni di ottimismo, la povertà in Italia continua a dilagare. Cinque milioni di poveri, un decimo della popolazione. Basta mettersi una mattina davanti alla Caritas e osservare la fila che si allunga per avere un pasto, andare alla stazione a vedere in quanti ricevono il pacco con i generi alimentari e cercano un posto dove dormire. Non solo stranieri.

Ma c'è anche chi, pur avendo un tetto sopra la testa, fa fatica a mettere insieme il pranzo con la cena. Anzi, sceglie per necessità di effettuare un solo pasto al giorno. E a farne le spese sono soprattutto gli anziani. Sono questi, sempre più spesso, che ricorrono al meccanismo della «nuda proprietà», specchio di un pezzo della società italiana. Questo sistema consente ai proprietari di una casa di avere liquidità immediata derivante dalla cessione del proprio immobile, pur continuando a vivere nel loro appartamento per il resto della propria vita. Ciò consente a chi vuole investire nel «mattone», a volte anche ricchi speculatori, di acquistare immobili a prezzi inferiori a quelli di mercato, che vanno in rapporto all'età del venditore. Se il venditore ha tra i 45 e i 50 anni, lo sconto rispetto al valore di mercato sarà circa del 75%, mentre se il venditore è oltre i 50 lo sconto per il compratore si riduce al 25%. Solo il 10% se il proprietario ha oltre 80 anni. Di solito chi ricorre alla nuda proprietà è un uomo (60%), ha un'età vicina ai 70 anni, vive nelle grandi città e nel 60% dei casi è rimasto solo.

Secondo i dati dell'Agenzia delle Entrate - Omi, nel 2015 le compravendite di abitazioni in nuda proprietà sono state quasi 21.600 (+1,9% rispetto al 2014). Secondo il Centro Studi di Casa.it, resta molto alto l'interesse per l'acquisto di abitazioni con questa formula, con la domanda cresciuta negli ultimi tre anni in media del +35% e che vede il Veneto(+45%), la Liguria (+44%) e la Toscana (+38%) ai primi posti per tasso di crescita. Stabile, invece, il numero di proprietari che decidono di mettere in vendita l'abitazione con la nuda proprietà: le regioni con la crescita maggiore dell'offerta sono la Liguria (+8% negli ultimi tre anni), il Piemonte (+7%), l'Emilia-Romagna(+6,4%) e il Veneto (+5,2%).

I motivi che spingono i proprietari a vendere la propria abitazione in nuda proprietà sono diverse e toccano sia la sfera socio-economica che quella personale. «Chi decide di ricorrere alla nuda proprietà - afferma Alessandro Ghisolfi, responsabile del Centro Studi di Casa.it - nel 70% dei casi lo fa perché, trovandosi in difficoltà economica, ha la possibilità di avere liquidità immediata per mantenere un certo tenore di vita, nel 22% dei casi per far fronte ad esigenze legate all'avanzare dell'età o per sostenere i figli nell'acquisto della casa, e l'8% dei casi, non avendo eredi, decide di regalarsi una sorta di pensione integrativa per migliorare la qualità della propria vita».

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 18/11/2016 - 21:34

Tutta gente che NON vede la LUCE in fondo al TUNNELLL!!!!AMEN.

istituto

Ven, 18/11/2016 - 22:34

"L'Italia riparte",vero Renzi ?

Jimisong007

Ven, 18/11/2016 - 22:35

Quando

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/11/2016 - 22:58

@Hernando - Monti, Letta e Renzi la stanno ancora cercando la luce in fondo al tunnel, insieme ai loro sinistri amici. Ma stanno ancora brancolando nel buio più tetro.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 18/11/2016 - 23:27

svendono casa? Proprio quello che vogliono i sinistroidi. Siccome hanno passato la vita a far le feste dell'unità, in pratica cicale,e vivere in affitto, ora non vedono l'ora di vedere i suoi vicini, formiche, vederli piangere perchè hanno avuto una proprietà.

Tarantasio

Ven, 18/11/2016 - 23:40

qualcuno abbia il coraggio di dire che siamo in guerra e che sarà una guerra lunga... bisogna si sappia, che lo sappiano in tutte le case.

Marcolux

Sab, 19/11/2016 - 00:36

Certo, ho dovuto farlo anch'io, quella lasciata dai miei genitori. O la svendevo o pagavo l'affitto ai ladri aguzzini di Stato. Siamo alla rovina, per colpa di questa sinistra ladra e assassina!

seccatissimo

Sab, 19/11/2016 - 02:05

Bel Paese l'Italia !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E piuttosto imbecilli gli italiani ! Sta per sprofondare nel Mediterraneo e nonostante ciò sceglie di far annegare i propri cittadini in difficoltà e di salvare invece i negri o similari, invasori clandestini che daranno il colpo di grazia agli italiani ! Boooooooooooooooooooh ????????????????????????????????????

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 19/11/2016 - 05:45

Chissa' che gioia per gli eredi.....

mv1297

Sab, 19/11/2016 - 06:59

Mi ricordo che qualche giornalista di una testata diversa da questa, usava il termine Ricco NorEst. Guarda caso adesso siamo messi peggio rispetto ad altre regioni. Credo sempre più che il Veneto debba diventare uno Stato indipendente. Basta il coraggio di essere liberi.

lento

Sab, 19/11/2016 - 07:54

Siamo arrivati a un punto che essere nullatenente e' un privilegio !

linoalo1

Sab, 19/11/2016 - 09:44

E questo era l'obietivo dei Sinistrati!!!Tutti Poveri Uguali

linoalo1

Sab, 19/11/2016 - 09:49

Saranno contenti i Sinistrati perché hanno raggiunto l'Obiettivo di uno dei loro Comandamenti:Tutti Poveri Uguali e la Proprietà non deve esistere!!!!

rossini

Sab, 19/11/2016 - 09:54

Certo, siamo alla canna del gas. E nonostante ciò ci permettiamo il lusso, grazie alla follia di gente come Renzi, Alfano, la Boldrini e Bergoglio, di buttar via miliardi di euro ogni anno per accogliere e mantenere centinaia di migliaia di migranti che vengono qui da noi per vivere alle nostre spalle e che, invece di esserci grati, CI ODIANO.

uberalles

Sab, 19/11/2016 - 10:02

Quisquilie!! Il PIL sta salendo, i consumi si impennano, le aziende dovranno assumere i rom perché non si trova più mano d'opera; la pubblica amministrazione è un modello di efficienza, la sanità e la scuola sono due capolavori che tutto il mondo ci invidia e orde di nordici calano in Italia per stabilirvisi definitivamente, merito anche del fisco che ha abolite tutte le tasse, escluso il canone RAI...Dal film "Sogno di una notte di mezz'inverno", regia di Matteo Frottolo

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 19/11/2016 - 10:35

la sinistra ha talmente a cuore la povera gente che tutti i giorni ne aumenta il numero.

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 19/11/2016 - 11:38

certo che da quando hanno fatto fuori Berlusconi l'hanno proprio fatta rifiorire quest'italia

Ritratto di viotte17121957

viotte17121957

Sab, 19/11/2016 - 11:55

"Gli italiani alla canna del gas"purtroppo e' cosi, quanta rabbia abbiamo dentro in ognuno di noi, chi dobbiamo ringraziare?? sicuramente i nostri politici, barcaioli, nani, della politica che non hanno saputo affrontare con serieta'le nostre difficolta' ma aggiungo che subiamo l'arroganza e la sovranita'di Berlino e Bruxelles questa e' una europa di banche e societa' finanziarie, inoltre, purtroppo si sta africanizzando - ribelliamoci!!!!!!!!

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Sab, 19/11/2016 - 12:57

"raoul pontanti", dove sei?

Ernestinho

Sab, 19/11/2016 - 12:57

"raoul pontalti", dove sei?

Raoul Pontalti

Sab, 19/11/2016 - 13:42

Ma cosa c'entrano i poveri con la vendita della nuda proprietà della casa? Qui pauper est non habet et qui non habet dare non potest! Il povero non ha una casa in proprietà e se l'ha da dare in vendita non è povero! Ognuno fa i suoi conti: valore dell'immobile, valore dell'usufrutto da cui si deduce il valore della nuda proprietà, ricordando che la somma degli ultimi due non restituisce il primo valore, ma uno notevolmente inferiore, di qui la necessità di ponderare bene la questione: potrebbe essere preferibile vendere l'immobile e con il ricavato acquistarne uno più piccolo, meno oneroso da mantenere e più confacente per l'anziano ad es., oppure andare in affitto, magari addirittura emigrando verso lidi più economici (per l'anziano vi sono però problemi di di affettività e radicamento ambientale). Chi acquista la nuda proprietà lo fa con intenti speculativi peraltro leciti.

il sorpasso

Sab, 19/11/2016 - 13:53

Anch'io ho svenduto un appartamento che mi aveva lasciato mio babbo per le troppe tasse, e poi l'inquilino non pagava il canone e al termine l'arredamento era da buttare nonostante gli fosse stato consegnato in gran parte nuovo!!!Grazie ai governi della sx che non voterò mai più neppure da morto!

Una-mattina-mi-...

Sab, 19/11/2016 - 14:40

QUESTA E' "l'italia col segno piu'" renziana, quella che PERSEGUE IL SACCO DELLA PATRIA, L'INVASIONE DI UOMINI SELVATICI E IL TRADIMENTO DEI VALORI RISORGIMENTALI e DI TUTTE le conquiste sociali ed economiche SUSSEGUENTI. I BOIARDI, SERVI DEI POTERI CHE LI FORAGGIANO, SI PREPARINO; LA GENTE NON DIMENTICA

Raoul Pontalti

Sab, 19/11/2016 - 16:17

Tutti a lamentarsi sulle tasse immobiliari che in realtà sono tra le più basse dell'Europa occidentale (complice anche la mancata revisione catastatale) e nessuno che si lamenti della tassa di proprietà sui veicoli ben più onerosa e che colpisce allo stesso modo utilitarie ed auto di lusso (a parità di potenza beninteso), veicoli nuovo fiammanti e catorci da avviare alla demolizione.

Raoul Pontalti

Sab, 19/11/2016 - 17:15

Il sorpasso è il solito beneficiato dalla Fortuna che è cieca e sbaglia a concedere le sue grazie...Alloggio ereditato, non conseguito con il sudore della fronte, prontamente locato con l'arredamento (e in questo casi si redigono appositi contratti: in genere si tratta di locazioni temporanee, anche turistiche, o a studenti, pur essendo possibili contratti a canone libero e a canone concordato) in cui saggiamente dovrebbero prevedersi clausole per la salvaguardia del mobilio (ma in genere il deperimento del mobilio, anche al di là del dell'usura ordinaria, è ampiamente previsto dal locatore con idoneo aumento del canone rispetto all'appartamento non arredato). Con le ridicole tasse sulla casa gli immobili possono tenersi sfitti giocando sull'incremento del valore (ed è il gioco degli speculatori, gli sprovveduti invece... svendono).