Jobs act, sì ai quattro decreti: restano i controlli a distanza

Il consiglio dei Ministri ha approvato gli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act. La riforma adesso passerà in Parlamento per un ultimo passaggio

Sono stati approvati dal Consiglio dei Ministri gli ultimi quattro decreti attuatitivi del Jobs Act, la riforma del lavoro, fortemente voluta dal Governo Renzi, ma anche fortemente contenstata durante il suo iter parlamentare.

I testi licenziati dal CdM adesso andranno in Parlamento per un ultimo passaggio e poi la riforma potrà dirsi conclusa a tutti gli effetti.

"Abbiamo rimesso al centro il lavoro a tempo indenterminato" è il commento del ministro Poletti, "con il contratto a tutele crescenti adesso centinaia di migliaia di precari hanno un contratto stabile".

A far discutere sarà la norma secondo cui per i datori di lavoro sarà possibile controllare a distanza i propri dipendenti, utilizzando i dati raccolti attraverso smartphone, pc e tablet, per interventi disciplinari. Un punto che aveva già trovato la forte opposizione dei sindacati.

In merito, il ministro ha commentato: "Quello che serviva era una legge chiara e rispettosa della privacy e la norma li rispetta entrambi", ma si attendono le reazioni delle organizzazioni sindacali pronte a dare battaglia per difendere i diritti dei lavoratori.

Tra le novità degli ultimi decreti attuativi, anche quella che riguarda il problema delle dimissioni in bianco. Firmare una lettera di dimissioni senza data, al momento dell'assunzione, è un problema denunciato da tanti lavoratori. Dopo l'approvazione definitiva del Jobs Act, questo escamotage utilizzato dai datori di lavoro non sarà più possibile.

Infatti, per le dimissioni sarà necessario scaricare online un modulo dal sito del Ministero del Lavoro che verrà datato e certificato con la data in cui si accede al sito. Impossibile dunque firmare dimissioni con una data che non corrisponde alla realtà.

Commenti

Paparosso

Ven, 04/09/2015 - 14:47

Un collega : "facciano quello che vogliono,ormai......schiavi ci vogliono bisogna vedere chi ci rimette.Se applicano il JA a me ci rimette il mio datore di lavoro, sicuro al 100%. Licenziati, demansionati e controllati ??? la mia dignità non la vendo neanche al padre eterno figurati che c*** me ne frega di una legge schiavista ?! " Io penso che i datori di lavoro avranno grandissimi problemi di sicurezza...

unpadre

Ven, 04/09/2015 - 15:04

Mi sta bene tutto... quindi essendo noi i datori di lavoro di questi scienziati (li paghiamo noi, giusto?) dobbiamo accedere ai loro smartphone, pc e tablet, anzi.. Renzi, Padoan e Poletti, se ci firmate le dimissioni in bianco...

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 04/09/2015 - 15:05

Il "ministro" Poletti è si e no adatto a fare il mungitore di vacche (senza offesa per le vacche), altro che ministro.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 04/09/2015 - 15:16

benvenuti nell'era DEL NUOVO ORDINE MONDIALE DOVE I MASSONI LUCIFERINI PROVVEDERANNO A TUTTO E QUANDO NON SERVITE ALLO SCOPO VI STERMINERANNO PRIVANDOVI DI CURE MEDICHE ED INDUCENDOVI AL SUICIDIO. IL NUOVO MEDIOEVO SCENDE SUI POPOLI RENDENDO SCHIAVI LE GENTI E POTENTI GLI OPERATORI DI SATANA

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 04/09/2015 - 15:35

Alla comunista, ti spio ma la privacy è tutelata.

rokko

Ven, 04/09/2015 - 15:49

Mi sembrano provvedimenti di buon senso. Non sposteranno tuttavia un euro di pil.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Ven, 04/09/2015 - 15:51

Il Jobs Act ci riporterà velocemente al medioevo. Entro un paio di anni andare in giro per strada, in Italia, sarà meno sicuro che farlo in Siria.

mariolino50

Ven, 04/09/2015 - 16:27

Fecero un film sulla DDR, le vite degli altri, gli stessi metodi, ma con mezzi tecnici molto superiori, verranno applicate nelle aziende per controllare i lavoratori, senza neanche uno straccio di autorizzazione dalla magistratura, lo spionaggio dato in licenza ai privati, e quel buffone parla di privacy. Sono veri traditori, se una cosa dle genere la faceva Silvio i sindacati bloccavano tutti. Il jobs act, non stabilizza un bel niente , rende tutti precari, è solo questione di tempo, ma nessuno avrà più un lavoro sicuro, ricattabile ogni giorno.

Paparosso

Ven, 04/09/2015 - 16:29

rokko : spero tu sia un datore di lavoro.......

unosolo

Ven, 04/09/2015 - 16:33

la privacy , quella del privato o del ministeriale ? si spieghi in quanto per il ministeriale non cambia nulla ,mentre per il privato potrebbe cambiare , quindi a cosa è servito ? a imprimere timore solo ai privati quelli del PIL vero.

baio57

Ven, 04/09/2015 - 16:52

Poletti è un uomo Coop ,quindi ex Pci ,Ds,ora Pd, in perfetto stile con la Stasi. Non mi stupirei che ripristini e si possa avvalere persino dei Vopos.

Zizzigo

Ven, 04/09/2015 - 17:23

Hanno inventato la "fabbrica robotica" composta da "ex esseri umani"... sono all'avanguardia, nella retroguardia.

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 04/09/2015 - 18:14

Controllare i dipendenti attraverso sistemi di video sorveglianza, è comodissimo alle MIGLIAIA di Cooperative di cui lui prima, era il PRESIDENTISSIMO. I sindacati promettono battaglia? PAROLE-PAROLE-PAROLE, soltanto parole. Diversamente se al governo c'era Berlusca, allora fermavano l'Italia almeno per tre giorni. Lede i diritti dei lavoratori, viene meno la dignità dell'operai, sapersi controllati crea problemi psicologici, mette in risalto la riservata personalità dell'individuo, chiara violazione contrattuale, perché in data contrattuale questa clausola non era esistente. Crea dissidi e contrasti tra gli operai, sempre pronti a mettersi in mostra con i soliti raccomandati del padrone.

carvan1234

Ven, 04/09/2015 - 21:50

Bisogna ammetterlo. Renzi sta facendo quello che noi non siamo mai riusciti a fare.

Gioa

Ven, 04/09/2015 - 21:53

CON TUTTE LE CENE FATTE INSIEMA A BUZZI ANCORA PARLI?..... POLETTI, CENA CON BUZZI...POI IL JOBS ACT, SEI SICURO SIGNOR POLETTI CHE STA RIFORMA SIA VENUTA BENE?...MANGIARE CON BUZZI E RIUSCIRE A FARE UNA RIFORMA...TRA UN BOCCONE E UN ALTRO...TRA UNA SALSINA E UN'ALTRA NASCE IL JOBST ACT POLETTI, RENZIANO E BUZZI?. DACCI UNA RISPOSTA!!. VOGLIAMO SAPERE COME VENGONO INVESTITI I NOSTRI SOLDINI PUBBLICI...PERCHE' NOI COMMENTATORI E ITALIANI SIAMO STUFI DI MANTENERVI ICOLLATTI CON IL POSTERIORI SULLA POLTRONA!!.

alfa2000

Sab, 05/09/2015 - 00:00

e nessuno dice niente , complimenti, ricordo quando zio SILVIO ha toccato l'articolo 18, .............LA GUERRA, ben vi sta adesso li avete votati ? e adesso teneteveli, ma il discorso è un'altro chi controlla i ministeriali? quelli che saltavano i tornelli per andare a fare jocking sapendo che le telecamere erano rotte, e che il giudice ha reintegrato perchè andavano avvisati che le suddette telecamere erano state riparate?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 05/09/2015 - 00:23

Il signor Poletti non ci ha ancora spiegato cosa ci faceva a una cena IN COMPAGNIA DEI MALAVITOSI DI MAFIA CAPITALE. Quando si deciderà a fornirci spiegazioni sarà sempre troppo tardi.

rokko

Mar, 08/09/2015 - 18:18

alfa2000, ti ricordo che i sindacati hanno fatto la guerra anche al Job Acts. La differenza tra Renzi e Silvietto è che il primo è andato avanti e li ha sfiancati, il secondo si è sfiancato lui. Non che il Job Acts sia granché, beninteso, anzi direi che si tratta di una goccia d'acqua nel mare, visto quanto è timida come riforma.