Juncker dava casa agli evasori fiscali

Un'inchiesta svela: nel suo Lussemburgo patti segreti anti tasse per 340 aziende. Svaniti 2.000 miliardi

Se pensate che il presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker sia soltanto il capo di una banda di euroburocrati - un po' austeri e un po' cialtroni - vi sbagliate. Juncker a differenza di quanto ripete il nostro premier Matteo Renzi non è solo quello. Juncker è anche l'ideologo e il demiurgo di un sistema di elusione delle rendite che ha consentito al Granducato del Lussemburgo di trasformarsi nel più raffinato e impenetrabile paradiso fiscale d'Europa. E ha garantito a oltre 340 fra aziende e multinazionali di arricchirsi a dismisura sottraendo alle casse dei paesi europei e agli Stati Uniti oltre 2.000 miliardi di euro di tasse.

Non ci credete? Pensate che Juncker sia veramente un gentiluomo impegnato, come prometteva lui stesso a luglio, nel tentativo di «mettere un po' di morale ed etica nel panorama fiscale europeo». Beh allora sarà meglio scendere dall'albero dei sogni e leggere il rapporto del Consorzio Internazionale del Giornalismo Investigativo . L'organizzazione, basata negli Usa e composta da giornalisti di tutto il pianeta, ha spulciato 28mila pagine di documenti riservati usciti dal granducato su cui Juncker ha regnato da primo ministro, dal 1995 al 2013. E ha scoperto che la legislazione introdotta durante i 18 anni di mandato Juncker ha consentito a 340 multinazionali di spostare nel Granducato i profitti realizzati in Europa o Stati Uniti usufruendo di tassi d'imposizione fiscale assolutamente ridicoli. O meglio assai iniqui. «Stando a quei documenti - nota il rapporto già ribattezzato Luxleak - alcune aziende hanno goduto di una tassazione inferiore all'1% sui profitti trasferiti in Lussemburgo».

Insomma un meccanismo studiato ad arte per consentire autentici raggiri «legali» ai danni degli altri paesi europei. Un meccanismo forse non perfettamente in linea con la reputazione di un presidente della Commissione Europea, ma che ha sicuramente garantito a Juncker le simpatie di uomini e aziende assai potenti. Le alchimie legali con cui l'ex premier lussemburghese ha saputo trasformare l'elusione fiscale in profitto e trasformare un minuscolo granducato in una delle più importanti piazze finanziarie del pianeta hanno infatti contribuito a rendere ancor più ricco e soddisfatto il «gotha» mondiale dell'economia e della finanza. Grazie agli accordi ideati dai governi Juncker marchi come Apple, Fiat, Amazon, Heinz, Pepsi, Ikea, Deutsche Bank hanno stretto contratti fiscali privilegiati con il Lussemburgo concordando prelievi infinitesimali rispetto alle tasse pagate nei paesi d'origine da qualsiasi comune mortale. Ma il gigantesco meccanismo d'elusione planetaria messo in piedi nel cuore dell'«austera» Unione Europea grazie al lavoro «pregresso» del Presidente Juncker rischia ora di travolgere il suo demiurgo e i suoi favoriti.

Le rivelazioni del Consorzio Internazionale del Giornalismo Investigativo si aggiungono all'inchiesta, già aperta dall'ex commissario per la Concorrenza Joaquin Almunia, che puntava a far luce sulle operazioni di elusioni fiscale realizzate da Fiat, Apple, Starbucks e Amazon sfruttando i «buchi neri» di Olanda e Lussemburgo. E così ieri la compunta signora Margrethe Vestager, erede di Almunia alla Concorrenza, ha pensato bene di reagire alle rivelazioni sulla cosiddetta «Luxleak» chiedendo al Lussemburgo informazioni sulle pratiche delle multinazionali arricchitesi grazie alla sua piattaforma fiscale. Un intervento degno della peggior ipocrisia di Bruxelles visto che l'ideatore di quella «piattaforma» - e il grande custode dei suoi segreti legali - altri non è se non il numero uno della Commissione di cui la Vestager fa parte. Nonostante le commedie dell'assurdo inscenate nel mellifluo clima di Bruxelles il presidente Juncker rischia comunque grosso. Se le rivelazioni di Luxleak si faranno ancora più pressanti neppure gli «euro-ipocriti» potranno fingere d'ignorare che il gran demiurgo dell'elusione alloggia uno scranno sopra il loro. E allora le richieste di dimissioni, avanzate già ieri da un'implacabile euroscettica come Marine Le Pen, potrebbero diventare inesorabile realtà.

Annunci

Altri articoli
Commenti

giovanni951

Ven, 07/11/2014 - 08:48

lo facevano bere e lui firmava.

gigi0000

Ven, 07/11/2014 - 08:57

Le norme fiscali lussemburghesi sono state sempre benevole con talune forme societarie ed è noto a tutti l'espatrio verso tale Paese di moltissime imprese italiane, per pagare meno tasse. Se tali operazioni fossero state illegali, vi sarebbero gravi negligenze da parte di chi avrebbe dovuto vegliare, Se invece tutto fosse conforme alle leggi europee, non vi sarebbe alcuno scandalo da sbandierare. La delocalizzazione non è stata inventata ieri, ma esiste da sempre, spesso sotto forma dell'illegale esterovestizione, che è però sempre stata tollerata, con rarissime denunce eclatanti, a scapito di qualcuno, tanto per avere qualche premio di produttività in busta paga.

luwasa

Ven, 07/11/2014 - 09:14

Era ora di dare una spulciatina negli armadi, pieni di scheletri, dei nostri amici del Benelux... consiglierei un'occhiata anche in Austria e magari sull'isola di Man o altre dipendenze britanniche...

buri

Ven, 07/11/2014 - 09:47

aveva ragione di affermare di non essere a capo di una banda di buricrati, era a capi di una banda di evasori fiscali, per premio l'hanno eletto presidente della commissione europea, che bella gente!

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 07/11/2014 - 09:49

Lo avessero fatto i nostri governanti, avremmo più infdusria, più lavoratori, più commercio e, quindi, più entrate fiscali.

Mechwarrior

Ven, 07/11/2014 - 09:50

Intanto in lussemburgo gli stipendi sono il triplo dei nostri..da noi ormai regna solo la disoccupazione

Howl

Ven, 07/11/2014 - 10:00

contiamo quanti imprenditori italiani c'erano ?

edo1969

Ven, 07/11/2014 - 10:04

Questo è uno scandalo gigantesco e immondo, per le cifre coinvolte: denaro indirettamente rubato a tutti noi. Giusta la richiesta di dimissioni, l’Italia la appoggi subito. È bello fare la morale ai soliti italiani caciaroni indebitati, incasinati, indisciplinati, spaghetti mandolino, cascamorti ecc. Gli stupidi del villaggio (europeo) insomma. Molto meglio rubare con stile, nel silenzio ovattato di una banca. 2000 miliardi di qua (toh, ma è proprio il nostro debito! ecco dov’era finito...), 2000 di là e poi fare le faccine serie e compunte tipo van rompuy, junker che ridacchiano alla faccia nostra. Attenzione burocrati di Bruxelles, attenzione... quest’immondizia deve finire, giocate col fuoco e vi ritroverete ben altro che Salvini o Marina la francesina, che sono due buontemponi. Verranno fuori altri tipi ben più radicali e sarà molto peggio. A casa questo Junker e tutti i suoi accoliti della piovra della mega-finanza: sono peggio della mafia, ci stanno affamando.

fafner

Ven, 07/11/2014 - 10:08

Ognuno per sè e Dio per tutti .

edo1969

Ven, 07/11/2014 - 10:11

Mechwarrior .. vero quello che dici, pero' è facile dare stipendi alti rubando soldi no? perchè di questo si tratta. Però concordo che se fosse successo da noi tutto sarebbe finito nelle tasche dei politici.

edo1969

Ven, 07/11/2014 - 10:20

E ovviamente un bel grazie da tutti noi anche alla Fiat, che ci sguazza. Un bell'esempio di finanza pulita e di legame con l'Italia. ma che se annassero tutti a...

edo1969

Ven, 07/11/2014 - 10:33

bravo Junker punta il ditino, ora arriva la Marine e te lo stacca a morsi

Mechwarrior

Ven, 07/11/2014 - 10:35

@ Mr Edo1969 : esattamente quello che intendevo: in lussemburgo fanno le gabole ma almeno anche il popolo se la cava meglio che in italia dove prendiamo solo legnate e ringraziamo pure ;-)

DIAPASON

Ven, 07/11/2014 - 10:36

Questo e' il vero volto dell'Europa, un comitato d'affari. Gente dal passato oscuro e criminale gente che camuffata da dispensatori di democrazia e pace, vuole unificare 500 millioni di cittadini per farne utenti e clienti. Tutto il resto e' retorica.

filder

Ven, 07/11/2014 - 10:40

A prescindere i presunti intrighi che questo alcolizzato ex banchiere ha messo in campo, adesso capiamo perché Cameron primo ministro Inglese si opponeva a votarlo a capo UE- Il pesce puzza sempre dalla testa!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 07/11/2014 - 10:42

superciuck, ruba ai poveri per dare ai ricchi

Giovy99

Ven, 07/11/2014 - 10:54

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6957

paco51

Ven, 07/11/2014 - 11:19

Ho sempre saputo che per " i coglioni" non c'è medicina! Noi cosa stiamo a fare in europea a prenderci solo cavoli amari (il termine esatto è più classico e scientifico).. Ma a me non interessano, voglio tornare all'Italia. possibilmente divisa in tre, il più possibile lontano dal Sig . Crocetta dopo quel poco che ho potuto sopportare ieri sera dalla TV.

vince50_19

Ven, 07/11/2014 - 11:19

Altro che abbonato al cicchetto, semmai abbonato allo speciale club dei furbetti in casa propria con il culo degli altri. E sostiene pure il rigore della Merkel! E bravo Jean-Claude..

Tumb

Ven, 07/11/2014 - 11:28

Viene fuori soltanto ora questa "scoperta" dei vantaggi fiscali usufruibili in Lussemburgo, nessun stupore per favore! La cosa era arcinota e costituisce una delle piu' palesi discrasie della U.E. di cui nessuno dei media ha voluto far emergere per ovvii motivi di convenienza. Per certi aspetti Lussemburgo è piu' "dannosa" degli altri paradisi fiscali extra UE perché si ammanta di un velo di legalità quando è uno dei veicoli di elusione maggiore. Qui torniamo al solito discorso: ma come si può consentire ad accogliere nell'UE uno stato del genere, come può l'U.E. reggersi con tali "diversità" al proprio interno? Questo è uno dei tanti problemi che dovevano essere risolti prima dell'introduzione dell'Euro e di cui dobbiamo ringraziare i vari Prodi e Ciampi.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 07/11/2014 - 11:44

Mancano, in questo articolo, i nomi (peraltro reperibili facilmente su internet) delle aziende italiane coinvolte e citate nel rapporto del Consorzio Internazionale del Giornalismo Investigativo: per esempio Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi Banca, Banca Sella e perfino Finmeccanica, controllata dallo Stato! Come mai questa reticenza, eh?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 07/11/2014 - 11:46

Più di lui mi fanno schifo coloro che ora fanno finta di non sapere..... Juncker, ex primo ministro di un paradiso fiscale...il granducato-banca.... come stupirsi che Cicciolina non è vergine.. Oh Mio Dio !!! Davvero?

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 07/11/2014 - 11:49

Gigi000 e Tumb pienamente d'accordo

tormalinaner

Ven, 07/11/2014 - 11:51

Ci chiedono sacrifici e sangue con le tasse e poi il presidente europeo è il peggior evasore, uno schifo. Questa unione europea non è più credibile, usciamone fuori o finiremo schiavi.

mezzalunapiena

Ven, 07/11/2014 - 11:59

e questo stronzo è presidente della commissione europea dunque questa è l'ennesima conferma che i politici si assomigliano un pò tutti a prescindere dal paese di origine.

atlantide23

Ven, 07/11/2014 - 12:03

mi chiedevo nei giorni scorsi, per quale motivo lo sbruffoncello del governo avesse dato addosso all'europa e indirettamente a juncker , senza alcun motivo APPARENTE, almeno in quel momento. Sicuramente renzie sapeva in anticipo di questo pasticciaccio e quindi non temeva la reazione di juncker, che avrebbe avuto ben altro a cui pensare.Pero' lo sbruffoncello ha fatto un'ottima figura con gli italioti .

Rossana Rossi

Ven, 07/11/2014 - 12:04

E cosa vuole insegnarci questo qui che si è offeso se gli danno del burocrate? Forse a dargli del disonesto...........

vince50_19

Ven, 07/11/2014 - 12:07

fritz1996 - Bravo, ottima osservazione! Ma.. sa, certi nomi è meglio non farli: oltre a tirar dentro anche la nostra "beneamata" Italietta, costoro potrebbero chiudere i rubinetti in casa nostra e allora..

Ritratto di ...vivalitaglia

...vivalitaglia

Ven, 07/11/2014 - 12:31

grazie ai servi ed ai traditori la nostra sovranità è stata svenduta a gentaglia come questo massomafioso ubriacone e ladro

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 07/11/2014 - 12:35

Dov'è il problema? basta abbassare le tasse anche il Italia e tutti verranno da noi a pagarle. Londra ha fatto lo stesso con la Fiat. In Svizzera se non è zuppa è pan bagnato. Una volta anche noi avevamo San Marino e il Vaticano che reggevano bene la concorrenza fiscale, ma i soliti sinistrati di cervello hanno rotti il giocattoli... e non solo.

narteco

Ven, 07/11/2014 - 12:42

Capo di una banda di burocrati?ahah,juncker è il re dei massoni megaevasori al soldo di banke e squali della finanza sporca.Juncker è superservo modello mariomonti verso banche e gruppi come bilderberg, habitué di complotti,artifizi fiscali notturni da rodato affarista in paradisi fiscali come il suo lussemburgo di cui fu primo ministro,Re di laide combines ,unpremier massone che ha guidato il governo del granducato per 18 anni e costretto a dimettersi per lo scandalo 007 perchè messo al muro dal Parlamento,un alcolista,fumatore,eminenza grigia dell’Unione Europea come e peggio dei suoi omologhi Barroso e Van Rompuy,buzek o patcox ora ne assume il comando come fosse una verginella casta e pura.Definito dal Sun "l'uomo più pericoloso d’Europa è un vero pendaglio da forca al soldo dei poteri forti.Nel suo gran ducato o mega paradiso fiscale doc emergono ora patti segreti anti tasse per 340 aziende. Svaniti 2.000 miliardi ed è solo la punta dell'iceberg.Da patibolo!!!

Il giusto

Ven, 07/11/2014 - 12:44

oh mio dio...il giornale che si batte contro gli evasori?Ma signori,siete a libro paga del più grande frodatore italiano,siete sicuri di quello che fate?Poi non vi lamentate se nell'elenco dei ladri figurerà ancora una volta il solito vecchio!

agosvac

Ven, 07/11/2014 - 12:48

Il problema principale dell'UE è che in un modo o nell'altro nei posti più delicati ci vanno solo ed esclusivamente quelli designati da cruccolandia: lussemburghesi, finlandesi, olandesi ed altri da loro scelti accuratamente nei paesi che, tra l'altro, sono tra i meno influenti di tutta l'UE, essendo tra i meno popolati e tra i meno industrializzati!!! L'unica eccezione è il nostro Draghi che è l'unica difesa che ha l'UE contro lo strapotere di cruccolandia, infatti è inviso dal governatore della bundesbank nonché dai ministri dell'economia di cruccolandia!!! Non è vero, come dicono alcuni dementi, che Draghi è portavoce dei poteri forti, Draghi difende l'UE dai poteri forti che, tra l'altro, non sono più tanto forti!!!

Antares46

Ven, 07/11/2014 - 13:10

E questo cog...ne era uno di quelli che puntava il dito verso la Svizzera....un po come il vostro ex ministro Tremonti che da noi si è fatto tutti i suoi porci comodi per poi scagliarsi contro la Svizzera una volta ministro!!!! Ma tutti i nodi vengono al pettine prima o poi!!! Gentaglia che non esita un solo istante a vomitare sentenze contro terzi pur di nascondere il loro lerciume.....

moshe

Ven, 07/11/2014 - 13:13

Una persona indecente come lui, nonchè un santo bevitore, è quella giusta per rappresentare una indegna UE che fa gli interessi delle banche e dei politici corrotti ma massacra i cittadini, nel nostro caso, con la spudorata complicità di uno schifosissimo governo partorito come i due precedenti, da re giorgio. Per rimanere ancorati alla UE, bisogna essere in malafede oppure deficienti mentali.

Antares46

Ven, 07/11/2014 - 13:16

x il giusto - Guarda nel tuo orticello che da voi gli evasori spuntano come i fili d'erba.....(gramegna)!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 07/11/2014 - 13:17

il giusto @ io mi farei curare questa fissazione,e poi se per caso non risultasse?? Cosa meriterebbero i coglioni che l'hanno criticato??

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 07/11/2014 - 13:24

Ma, data per buona la cifra di sgravi alle aziende, si è fatta una stima di quante sono le entrate dovute al maggior numero di stipendi, di commerci, di produzioni?

gian carlo galli

Ven, 07/11/2014 - 13:28

1° regola : affermare la verita' !! E allora le richieste di dimissioni, avanzate già ieri da un'implacabile euroscettica come Marine Le Pen, potrebbero diventare inesorabile realtà. Madame Le Pen ha perfettamente ragione : mandare a casa quel cialtrone di Junker ed obbligare il Lussenburgo a normative fiscali europeee !!

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 07/11/2014 - 13:53

Allora, caro Galli, obblighi anche noi a abbassare le nostre tasse.

Giuseppe Borroni

Ven, 07/11/2014 - 14:20

complimenti!!! che notizia!! ci siete arrivati anche voi!!! Le notizie o le inventate o le copiate dagli altri giornali. Bravo Sallustone.

luna serra

Ven, 07/11/2014 - 14:44

mi dite perché le multinazionali portavano le sedi in Lussemburgo cosi tanto per farlo era risaputo che facevano queste cose all'Italia MULTE a raffica a questi qua niente

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 07/11/2014 - 15:06

Cose note .D ´altronde si sa in Belgio questa piccola simigliante Italia hanno sempre giocato a cattocomunisti tale e quale come qui.

magnum357

Ven, 07/11/2014 - 15:12

Ma allora Berlusconi è un poppante in confronto !!!

roby651

Ven, 07/11/2014 - 15:15

MA COSA PENSATE....CHI L'HA ELETTO E PARTE DELLA STESSA BANDA....E POI PARLANO DELL'ITALIA SGHIGNAZZANDO. VIA DA QUESTA PORCHERIA, VIA...

kallen1

Ven, 07/11/2014 - 15:17

Ho il timore, ma forse è certezza, che come al solito sarà tanto rumore per nulla e noi saremo costretti a pagare pagare pagare ..... per mantenere questi cialtroni!

sergio_mig

Ven, 07/11/2014 - 15:28

E noi dovremo avere fiducia in un tanghero simile, questo mister illegalità lo devono sbugiardare pubblicamente devono farlo dimettere con disonore, e poi critica l'Italia? Basta ordini da questi burocrati cialtroni, prima mettono le sanzioni a Putin e poi la Merkel e compagni vanno in Russia alla chetichella con il cappello in mano, questo infido Junker che ci dà ordini e poi è il primo intrallazzatore, possibile che noi non abbiamo una spina dorsale e opporsi senza se e senza ma a questi ignobili personaggi? Basta dare soldi a Bruxelless!

sergio_mig

Ven, 07/11/2014 - 15:28

E noi dovremo avere fiducia in un tanghero simile, questo mister illegalità lo devono sbugiardare pubblicamente devono farlo dimettere con disonore, e poi critica l'Italia? Basta ordini da questi burocrati cialtroni, prima mettono le sanzioni a Putin e poi la Merkel e compagni vanno in Russia alla chetichella con il cappello in mano, questo infido Junker che ci dà ordini e poi è il primo intrallazzatore, possibile che noi non abbiamo una spina dorsale e opporsi senza se e senza ma a questi ignobili personaggi? Basta dare soldi a Bruxelless!

fottosinistrati

Ven, 07/11/2014 - 15:36

beh, è ben accompagnato ed i suoi compagni sono dei veri compagni della nostra sinistra ....questo è un dato di fatto ... ora domando : fab73,xgerico e tanti altri cojlioni patentati come vi sentite ora , dopo che li avete foraggiati per farvi togliere di mezzo chi vi stava sulle palle ??????? ora zitti e fame ...(infatti se ne guardano bene dal postare certi articoli) cojlioni

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Ven, 07/11/2014 - 15:44

l'evasione fiscale in paesi che chiedono troppe tasse non era giusta? Almeno cosi' ci avevate detto....

beale

Ven, 07/11/2014 - 15:49

quanto denunciato è frutto di giornalismo investigativo. quando si cominciò a parlare di Juncker come presidente dell'UE ed il designato amava pontificare su etica e valori, sostenni che essendo il Lussemburgo un paradiso fiscale era da ingenui(?) credere che il capo del governo dal '95 al 2013 fosse vergine del peccato quanto meno di elusione fiscale. un mugnaio non infarinato? Sarebbe però interessante continuare l'investigazione per conoscere i motivi che hanno portato alla sua designazione nella UE. Ritenere che non si sia formata una cordata interessata e come sostenere che Mussari fu votato alla presidenza dell'ABI poichè era bravo.

fottosinistrati

Ven, 07/11/2014 - 15:55

Il giusto - guarda che siamo nel giornale del primo contribuente italiano e non del primo evasore ....se vuoi demente ti elenco i veri evasori d'Italia: Fiat (da sempre con operazione estero su estero) De Benedetti , telekom, enel, saipem, tod's, cioè chiunque abbiamo un mercato estero evita di farsi inculare dalla gente del tuo stampo ....e chi evade in Italia fa solo bene , fattene una ragione bifolco

Libertà75

Ven, 07/11/2014 - 15:57

bene, se a Berlusconi l'hanno cacciato per aver frodato il fisco per qualche milione di euro, questo che ha sottratto al fisco, di vari paesi in giro per il mondo, la cifra di 2.000.000.000.000,00 di euro, allora andrebbe impiccato sulla pubblica via (in un mondo in cui le pene sono proporzionali ai torti sociali creati)

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 07/11/2014 - 16:04

Quindi, ora che si fa? Questo governo di pupazzi infami che fa? Ne chiede la testa o sta zitto a cuccia?

Triatec

Ven, 07/11/2014 - 16:05

Questa è l'Europa unita. Ognuno giustamente pensa al proprio interesse, senza curarsi, anzi a discapito, degli altri. Paesi svegli come la Germania che fa accordi sottobanco con Putin, o il Lussemburgo che ospita gli evasori... poi ci sono paesi un po' pirlotti, sempre proni ai voleri di Angela. Chissà da quale parte sta l'Italia.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 07/11/2014 - 16:10

Con quale faccia un bevitore, illetterato, capo di burocrati ( non uso la parola banda ), ministro dell' elusione fiscale miliardaria a quanto risulta, primo ministro ( sarebbe meglio sindaco visto le dimensioni della ...nazione ) di una ...città, potrà presentarsi in Italia ?

filatelico

Ven, 07/11/2014 - 16:19

Hanno nominato capo della polizia AL CAPONE!!!

Il giusto

Ven, 07/11/2014 - 16:28

gianniverde di rabbia...bella quella della sua possibile innocenza!Peccato che ci crediate solo tu,il mortimer e pochi altri!Ricordi quando negavate che andasse a zoccole?O la corruzione di giudici e testimoni?O che lui si facesse leggi per evitare la galera?Hanno calcolato in un miliardo e 300 milioni di € il furto del pregiudicato ai danni della nazione!Cioè a noi,ma anche a voi babbei che lo avete votato!Il tempo è galantuomo e finalmente ha permesso anche a voi struzzi di vedere la vera faccia del vostro idolo!SEMPRE SE SI HA VOGLIA DI APRIRE GLI OCCHI!!!

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Ven, 07/11/2014 - 16:29

Capito di chi sarebbe quel ditino alzato a minacciare gli evasori fiscali? È di un bandito. Questo tizio andrebbe processato per associazione a delinquere dedita a crimini multipli del "valore" totale di almeno un 100anni di galera. Questo infame è attualmente il più potente dei vari caporioni dell'organizzazione criminale chiamata "Unione Europea". Purtroppo per liberarci da questo giogo, ci vorrà ua guerra.

Nik88nk

Ven, 07/11/2014 - 16:46

Ah sì? Dava casa al berlusca?

massapino

Ven, 07/11/2014 - 16:46

su una superfice di 2585 kmq il lussemburgo non avrebbe potuto ospitare nemmeno 1/3 delle 500 aziende che hanno avuto ospitalità fiscale. junker ( senza maiuscola e sig.) non ha quindi speso un bel niente in infrastrutture e facendo pagare delle percentuali irrisorie di tasse a queste multinazionali ha incassato migliaia di miliardi di cui hanno beneficiato i cittadini lussemburghesi ( i redditi più alti d'europa: ha dimostrato di avere un 'intelligenza mafiosa ,riina, provenzano sono dei piccoli dilettanti e avrebbero dovuto andare a scuola da questo personaggio e forse oggi starebbero al suo posto. junker tu hai ragione non sei un burocrate, ma un mafioso delinquente ubriacone ed hai la facca come il culo.

enzo1944

Ven, 07/11/2014 - 16:47

il giusto,sei proprio un povero coglione e PECORONE ROSSO!!Svegliati che è ora,somaro!!

Luigi Farinelli

Ven, 07/11/2014 - 16:51

Se i commenti debbono essere lunghi 1000 caratteri, che ci sia almeno un contatore per vedere quando la riserva è terminata!

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 07/11/2014 - 16:52

Per me il più sano ha la rogna.

Luigi Farinelli

Ven, 07/11/2014 - 17:05

Il presidente Junkers è lo scagnozzo della Merkel e la Germania, riunificatasi anche con i nostri soldi, ha fatto sempre di tutto per toglierci di mezzo nella spinta dell'asse franco-tedesco ad accaparrarsi il mercato dell'Est. Nonostante la puzza al naso e le denigrazioni continue, l'Italia è sempre stata la VERA spina nel fianco di questi sporchi farabutti globalizzatori (assassinio di Mattei, di Moro, di De Mauro, persino di Pasolini, strategia della tensione) e nel 1989, le trame massoniche internazionali avevano già indebolito l'Italia come competitor internazionale, grazie anche ai traditori interni. Altri colpi della massoneria negli anni '90 (il panfilo "Britannia") e poi il golpe contro Berlusconi. Junkers è un farabutto come la maggior dei politici europei e americani e l'Italia sopravviverà solo se uscirà SUBITO dall'Eu.

eloi

Ven, 07/11/2014 - 17:05

Mario Monti a confronto è un pivellino.

Luigi Farinelli

Ven, 07/11/2014 - 17:12

Non ci sono stati "commenti duplicati", come asserito con messaggio in automatico. Mi pare che anche "il Giornale" stia cominciando a dare i numeri. Forse l'Ordine dei Giornalisti sta cominciando a stoppare i commenti scomodi, contro la massoneria europea, contro il suo laicismo e contro i suoi imbrogli in campo economico?

Libertà75

Ven, 07/11/2014 - 17:12

@il giusto, mi sta dicendo che un istituto vicino al PD ha calcolato che SB ha creato danni per 1,3 miliardi di euro? cioè in 20 anni ha sottratto meno di un terzo di quanto il PD si è preso nella sola operazione MPS? senza aggiungere il resto? E lei ancora sostiene il PD? Lei è strano forte. Comunque, perfavore, mi direbbe dove si può verificare tale corbelleria? Certo ora che siete al governo da 3 anni e avete aumentato la disoccupazione del 5% va tutto molto meglio, finalmente le cose sono a posto.

accanove

Ven, 07/11/2014 - 17:54

..tratta dalla legislazione europea "Una concorrenza libera è un elemento cardine di un’economia di mercato aperta. Stimola la performance economica europea e offre ai consumatori una scelta più ampia di prodotti e di servizi di migliore qualità e a prezzi più competitivi" la concorrenza fiscale tra stati è un reato forse perchè lede alle loro tasche?