Kim minaccia di colpire Guam. Gli Usa: "Stop o sarà distrutto"

Pyongyang pronta ad attaccare l'avamposto nel Pacifico Trump: noi la nazione più potente, posso usare la forza

New York - Ora che la Nord Corea è entrata di diritto nel club delle potenze atomiche, Kim Jong-un alza ulteriormente il tiro e paventa lo spettro di un attacco nell'avamposto militare americano di Guam. Dopo la notizia degli 007 Usa che Pyongyang è riuscita a sviluppare una testata nucleare miniaturizzata c'è stato un duro botta e risposta, con l'avvertimento del presidente Donald Trump che in caso di reiterate minacce dal regime, Washington risponderà con «fuoco e furia, come il mondo non ha mai visto». La reazione del giovane leader non si è fatta attendere, e tramite l'agenzia di stato Kcna, citata dai media americani, ha fatto sapere che la Nord Corea starebbe «considerando attentamente» un piano per colpire Guam, l'isola nel Pacifico occidentale che dalla fine dell'Ottocento è territorio statunitense. Nella mattinata di ieri, poi, è stato il tycoon a rincarare la dose: «Il mio primo ordine da presidente è stato quello di rafforzare e ammodernare il nostro arsenale nucleare, che è ora più forte e più potente che mai» ha scritto su Twitter. «Speriamo di non dover usare questa forza - ha aggiunto - ma non ci sarà neppure un momento in cui non saremo la nazione più potente del mondo».

Nella dichiarazione diffusa da Kcna, invece, Pyongyang ha parlato di un potenziale attacco alla Andersen Air Force Base (una delle due presenti a Guam) progettato per «inviare un forte segnale di avvertimento». Tra la gente sull'isola del Pacifico, situata a 3.400 km da Pyongyang, dove si trova il sistema antimissile Thaad e una vasta dotazione di cacciabombardieri B-52, cresce la tensione. Pur se il governatore Eddie Baza Calvo ha tentato di tranquillizzare la popolazione dicendo di essere in contatto con la Casa Bianca e di aver ricevuto rassicurazione che il Paese «sarà difeso. Guam è territorio americano - ha detto - e un attacco contro di noi è un attacco contro gli Stati Uniti». Per ora «non ci sono cambiamenti nel livello di minaccia da parte di Pyongyang» ha spiegato. Anche le Hawaii si sentono nel mirino, tanto che il mese scorso la Emergency Management Agency dell'Aloha State ha lanciato una campagna educativa per spiegare ai cittadini cosa fare in caso di attacco missilistico.

«La Corea del Nord dovrebbe smetterla con azioni che potrebbero portare alla fine del suo regime e alla distruzione del suo popolo», ha avvertito da parte sua il capo del Pentagono, James Mattis. «Stiamo lavorando a una soluzione diplomatica» per risolvere la crisi, ha continuato, assicurando che Pyongyang «perderebbe» qualunque conflitto, se venisse iniziato. Mentre il segretario di stato Rex Tillerson, che ieri è arrivato a Guam, ha tentato di abbassare i toni dello scontro. «Non credo ci sia alcuna minaccia imminente da parte della Corea del Nord, gli americani dovrebbero dormire tranquilli», ha detto. Precisando poi come il recente scambio di minacce tra le due potenze non significhi che Washington si stia avvicinando all'opzione militare: «Penso che il presidente Trump stia inviando un messaggio forte a Pyongyang nella lingua che Kim Jong-un capisce, poiché non sembra comprendere il linguaggio diplomatico». E dalla Cina arriva un invito alla moderazione: «Ci auguriamo che tutte le parti parlino con cautela e si muovano con prudenza - ha sottolineato il ministero degli Esteri - evitando di provocarsi a vicenda con un'ulteriore escalation della tensione, e battendosi invece per il ritorno quanto prima al binario del dialogo e dei negoziati».

Commenti

giovinap

Gio, 10/08/2017 - 08:41

cari americani , parlate meno e agite ! a proposito quello in foto dietro chi è il fidanzato ?

Much63

Gio, 10/08/2017 - 09:16

L'interventismo USA mi fa orrore, primo perchè non ne azzeccano una di giusta, secondo perchè non sono loro i carabinieri del mondo. Assodato ciò io proprio non capisco il comportamento di questo ciccione inguardabile, il suo popolo muore di fame e lui lancia missili come fossero coriandoli. Capisco che tenere alta la tensione possa giovare al suo regime, ma mi sembra veramente che rischi una grandinata di bombe sulla testa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/08/2017 - 09:28

Tacciano i criminali genocidi gangsters

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 10/08/2017 - 09:33

Cicciobombo non sarà soddisfatto sino a quando non avrà scatenato una guerra con gli Stati Uniti. E non mi vengano a raccontare la frottola della necessità di “difesa” della Corea del Nord che, essendo protetta dalla Cina, nessuno si sognerebbe di aggredire, se non per legittima difesa. La Storia ci ha insegnato che tutti i regimi totalitari, fondati sulla violenza, hanno come fine ultimo la guerra e Kim Jong-un non fa eccezione. Solo la Cina potrà risolvere la situazione in modo pacifico detronizzando il dittatore ciccione.

Norberth

Gio, 10/08/2017 - 09:33

Che ci fanno gli americancri a Guam nelle Marianne? Ah già ... una delle tanti basi. Per proteggerci dai soliti cattivi e vegliare sulla democrazia. Kim Jong-Un "non sembra comprendere il linguaggio diplomatico"? Perchè ci si può forse fidare delle lingue biforcute che vogliono il Mondo? Se ancora i Cannibali non sono riusciti a fargli fare la fine di Gheddafi, Saddam, Milosevic è proprio perchè Kim se sarà attaccato è in grado di rispondere e provocare un qualche danno. Dispiacerebbe anche a me vedere la Corea del Sud incenerita. Oltre i telefonini costruiscono delle ottime chitarre. E ho l'impressione che se non ci sganciamo veloci dalla Nato noi invece finiremo inceneriti da Putin.

onefirsttwo

Gio, 10/08/2017 - 09:33

Kim fa il bullo perchè ha le spalle coperte dalla Cina , la quale a sua volta gioca maliziosamente con il piede in 2 scarpe : Cina e Corea del Nord stanno effettivamente giocando con il fuoco : al 1° passo sbagliato la Corea diventerà un'isola . Yeahh .

SAMING

Gio, 10/08/2017 - 09:43

Caro Much 63, è vero, il ciccione nordkoreano rischia una grandinata di bombe sulla testa. Ma chi se ne frega di lui? Lui, CERTAMENMTE LANCERA' ALMENO UN'ATOMICA con gravi conseguenze per noi. E il piccolo delinquente la lancerà mentre gli americani saranno in discussione se lanciarla o meno. Queste sono le differenze. Non bisognava farlo arrivare a quel punto. Ma hanno dato la priorità a Gheddafi.

Angelo664

Gio, 10/08/2017 - 10:23

Dalla Cina dovrebbe arrivare un suppostone incredibile per il KIM ovvero lo stop a qualsiasi commercio con loro, all'invio di beni da e per la Cina tanto per cominciare. Invece la Cina è COMPLICE del Kim in quanto lo copre, è Comunista ed ancora una dittatura perché dopo Tien Ammen nulla è cambiato a livello libertà in Cina. Per cui se il Kim alza la voce la colpa è della Cina che invece fa la gnorry e non dice nulla se non cosette da poco come potrebbe dirle in nostro Mattarella mozzarella.

Much63

Gio, 10/08/2017 - 10:25

x Saming. Con me sfondi una porta aperta, quando parlavo della grandinata non mi preoccupavo per lui ma per il suo popolo. Ben conscio di come gli americani manipolino l'informazione per giustificare le loro vergognose malefatte, in questo caso quel pachiderma sta servendo ai bulli del mondo la scusa per una guerra. Speriamo che quel minimo di deterrenza impedisca agli americani di accendere il cerino, sarebbe bastato un migliore rapporto con Cina e Russia per disinnescare il pericolo, ma da molti anni gli Stati Uniti se ne fregano di tutti e pensano solo a menar le mani, peraltro senza costrutto. Non c'è posto dove le loro manacce non siano arrivate a far scempio, dal Kosovo, all'Iraq, alla Siria, all'Ucraina, alla Libia. Buongiorno.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 10/08/2017 - 11:05

Ehi Donald, secondo me non ce l'hai il coraggio di tirargli un bel petardo...

Ritratto di adonf

adonf

Gio, 10/08/2017 - 11:31

Anche gli ammerigani hanno le armi nucleari, chimiche e non convenzionali e minacciano tutti quelli che non mangiano hamburghers e non bevono coca cola, che facciamo ? Gli mandiano fuoco e fiamme ? Banda di ipocriti ignoranti, si credono ancora nel Far West. Appena la RUssia e la Cina capiranno che si devono alleare ed a loro si unirà l'India, noi europeucci faremmo bene a mollare il pesante alleato.

Ritratto di adonf

adonf

Gio, 10/08/2017 - 11:34

Dopo il 1945, citatemi un solo Paese dove gli americani siano riusciti a portare la pace e la democrazia, uno solo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 10/08/2017 - 11:37

Verrebbe da chiedersi se le sue mire espansionistiche siano conseguenza di insoddisfazioni d'altro tipo,tra cui anche quelle sessuali. Oppure fa da se'?

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Gio, 10/08/2017 - 11:42

Insisto : vorrei sapere chi è il barbiere che gli taglia i capelli a questo ..........

Ritratto di veronika

veronika

Gio, 10/08/2017 - 11:55

dai Pig, tira 'sto missile, cosí la facciamo finita una volta per tutte

Ritratto di makko55

makko55

Gio, 10/08/2017 - 12:10

@Pippo1949, te lo dico io, Edward mani di forbice! :):):):) cordialità.

delio100

Gio, 10/08/2017 - 12:13

Questa storia è a dir poco stucchevole, quello che preoccupa è che assomiglia sempre di più a un vecchio film di molti anni fa , The day afther, in cui da una scaramuccia tra Germania Ovest e Germania est, è esploso un conflitto nucleare, con l'atomica non si scherza, anche perchè Russia e Cina rimarrebbero indifferenti alla distruzione della Corea del Nord, per questi due paesi sarebbe peggio del fumo negli occhi,l'unica soluzione sono le trattative su trattativw

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 10/08/2017 - 12:33

Kim è un pazzo furioso ma non oserà muovere un dito . Credo cerchi attenzione tipico di certe anomalie psichiche. Quindi per un anno i media occidentali dovrebbero ignorare tutte le imprese di Kim . Rimane il fatto che qualcuno deve rimuoverlo perchè non è bello avere un tipo così a capo di un paese con atomica.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 10/08/2017 - 12:55

----caro trump ---ripassati la storia--lo so che è difficile per un minus come te ---ma fai uno sforzo-fatti aiutare da un badante che sa leggere--ritorna all'ottobre del 62 --alla crisi dei missili cubani --ed alla quasi guerra nucleare tra stati uniti e russia---ma al tempo c'era kennedy come presidente americano---un presidente 1000 volte più saggio di te---che optò per la scelta diplomatica con l'allora antagonista Kruscev--le mosse di kennedy furono un capolavoro --e lo stesso Kruscev capì che si rischiò la fine di tutto--fu proprio questa circostanza che portò poi le due superpotenze a studiare un sistema di disarmo nucleare costante nel tempo da ambo le parti---caro trump---magari avessi un decimo della testa di kennedy---swag

acam

Gio, 10/08/2017 - 12:56

La cina nnon detrnizzerà nessuuno se non le conviene non è ancora gli usa la sua convenienza è vedere trump far brutte figure e lei l'ago della bilancia e putin spettatore mentre sorgono le isole artificiali, un bel panorama da gurra dei mondi

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 10/08/2017 - 16:09

Ma intanto ditemi la flotta americana che doveva raggiungere la Corea in pochissimo tempo e arrivata? E se e arrivata che fa di bello?

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 10/08/2017 - 16:34

Elkid, per Kennedy è stato relativamente facile arrivare ad un accordo con Kruscev che, in fin dei conti, era una persona sensata. Ma Kim Jong-un è MATTO come un cinghiale e, come le bestie feroci, capisce solo il linguaggio della forza. Fattene una ragione!