L'amarcord del "compagno" Salvini: ​"Ero rivoluzionario, poi son guarito"

Il leader leghista ricorda di quando era di sinistra "prima di crescere"

È il Matteo Salvini che non t'aspetti. Quello un po' Che Guevara, un po' Luca Casarini, un po' Robespierre, un po' Mao Tse Tung, con Kefiah al collo e jeans, Clarks marroni (finte ovviamente), fumogeno in una mano e megafono nell'altra. È lui stesso a rivelarlo, giovedì sera, alla trasmissione W l'Italia su Rete 4.

«Al liceo uno deve essere rivoluzionario, se uno non è rivoluzionario quando c'ha 15 e vent'anni...Tutti, alle medie e al liceo, sono un po' rivoluzionari. Poi cresci, ti confronti con la vita vera e allora diventi più normale e la smetti di essere un compagno (e mostra il pugno chiuso a favore di camera, ndr), torni coi piedi per terra. Anche io ho smesso di fare il compagno quando sono diventato adulto».

Un Salvini inedito che ironizza sul suo sconosciuto passato di sinistra, durante l'intervista con Gerardo Greco. Quando il conduttore gli chiede di fare di nuovo il pugno chiuso, Salvini ci scherza su: «Per carità, non fatemi fare pugni o gesti con le braccia, altrimenti qui ci arrestano, ci indagano tutti».

Il vicepremier leghista è stato omaggiato poi con una clip: un Salvini story confezionato dalla redazione che ripercorre il suo passato, dal Pranzo è servito con Davide Mengacci, quando lo sbarbatello diceva di essere un «nullafacente, iscritto all'Università (Lettere moderne alla Statale di Milano, ndr) in attesa di dare esami quando gli sviluppi lo permetteranno» (una frase che ha capito solo lui, ndr), alle prime comparsate con quelli della Lega quando diceva di essere «di sinistra nella vecchia maniera intesa» (anche questa, frase che ha capito solo lui, ndr), alle manifestazioni del Carroccio con megafono in mano: «Ero orribile alle medie e al liceo, capisco perché le ragazze mi stavano lontane...», ride e continua a scherzare prima di virare sull'argomento vero dell'intervista. Il decreto sicurezza promulgato da Mattarella che ha portato stampato con sé in studio: «Stasera prima di andare a nanna se lo legga, sono una quarantina di articoli».

Anche Luca Casarini, un tempo leader dei No Global e a capo dei «Disobbedienti» al G8 di Genova, una volta ha detto «I disobbedienti sono al capolinea ora sto con la piccola impresa contro le tasse e lo Stato. Prometto di dare battaglia insieme a loro». Se è diventato «adulto» pure lui c'è speranza anche per Salvini.

Anche se per qualcuno, il ministro è più rivoluzionario adesso che a vent'anni. Ancora non è del tutto guarito.

Commenti

palandrana

Sab, 06/10/2018 - 16:23

Jean Jaurès ha detto:"Chi non é socialista a vent`anni non ha cuore,ma chi lo é ancora a quaranta non ha testa".Giusto,on.Salvini?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 06/10/2018 - 17:18

Il leader leghista ricorda di quando era di sinistra "prima di crescere". Secondo me sei cresciuto male così male che nessuno ti potrà più curare.

INGVDI

Sab, 06/10/2018 - 17:26

Sposando i 5s ed essendo complice dei provvedimenti del governo di chiara ispirazione marxista, Salvini è ritornato ad essere il rosso (tendente al giallo) comunista di un tempo. Spiegata la sua metamorfosi.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Sab, 06/10/2018 - 17:51

Io a vent'anni non ero né socialista, né komunista, ma ugualmente conservatore come sono rimasto fino ad oggi. Tutto e tutti sono cambiati, io no, e ci si sente solo come un albero ben piantato nel terreno in mezzo a un mucchio di foglie e rametti spezzati, che vorticano con il vento... Vabbè, sarò sbagliato io.

cir

Sab, 06/10/2018 - 18:11

perche' non e' una rivoluzione quella che stai facendo ???

frabelli1

Sab, 06/10/2018 - 18:20

Come tutti i giovani intelligenti. Può succedere che in gioventù ti ribelli, hai quella voglia FI rivalsa, poi però cresci e capisci. È ti vergogni FI quello che sei stato. Succede.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 06/10/2018 - 18:58

A parte che bisognerebbe vedere dove e come sei cresciuto. Per me sei solo ingrassato tanto da essere bolso. Andreotti diceva che il potere logora chi non lo ha, ma con te fa l'effetto contrario. Sembri mi nonno... perché non cerchi di mangiare meno salamelle e cipolle? A parte la traspirazione e la saliva che si condensa agli angoli della bocca, mi sembra che il poco potere che ti lascia Di Maio ti stia facendo male assai. Stavi meglio quando lanciavi uova dai retta. Se nasci rotondo non puoi morire quadrato.

sparviero51

Sab, 06/10/2018 - 19:25

MAH ,SPERIAMO BENE !!!

MOSTARDELLIS

Sab, 06/10/2018 - 21:14

Infatti è proprio vero che a 20 anni bisogna essere comunisti, se lo sei a 40 c'è qualcosa che non va nel tuo cervello e se lo sei ancora a 60, sei da manicomio.

Ritratto di Evam

Evam

Sab, 06/10/2018 - 21:39

Nessuno nasce maestro. Possiamo solo auspicarci che lo diventi.