"Non hai idee? Salario cinese"

Il debutto in video dalla Gruber del leader ombra M5S: "Il capo è Grillo, io aiuto. Ma non prendo il posto di papà"

Davide Casaleggio, erede di Gianroberto alla guida dell'azienda omonima e soprattutto del M5s, esce dal silenzio ed appare in tv per la prima volta, a Ottoemezzo (La7). Una novità, e un cambio di strategia politica con la guida di Casaleggio jr. Che però, alla vigilia della kermesse dell'associazione intitolata al padre, nega investiture da numero uno del M5s: «Il capo politico è Grillo. Io ho supportato l'attività del Movimento, dai meetup fino a Rousseau. E continuo a farlo, gratuitamente, perché mi sembra un buon progetto. Non voglio sostituire mio padre, aiuto Beppe Grillo. Mi definisco un disciplinato amante del rischio, la politica la sto lasciando ad altri».

Dice che il M5s sta lavorando a «nuovi modelli di selezione della classe dirigente», una necessità per il M5s visto che «è la prima forza politica in Italia» come aveva previsto quel «sognatore» del padre. Oltre al reddito di cittadinanza («Va finanziato con le pensioni d'oro»), alla Casaleggio Associati («Non si occupa del M5s, lo fa l'Associazione Rousseau») e alla reticenza sulle preferenze politiche pre-M5s («Ho votato per diverse formazioni politiche, ma non dico quali»), Davide Casaleggio preferisce guardare al futuro. E, come il padre, lo fa con accenti visionari, se non apocalittici: «Chi non ha idee è destinato ad avere un salario cinese - spiega -, dobbiamo cominciare a investire in innovazione». Renzi? «Non è credibile». I diktat di Grillo? «È un bene che ci sia la figura del garante».

Il cambio di strategia si conferma anche nella scelta di affidare l'organizzazione della prima «Leopolda grillina» ad un'agenzia esterna, la Visverbi di Milano, ben introdotta nel sistema dei media, un tempo evitati come la peste dai grillini. Non più dunque la comunicazione fatta in casa, con i consigli dell'ex gieffino Rocco Casalino (che comunque ha fatto da preparatore atletico per la prima uscita tv di Casaleggio jr), ma un'agenzia di comunicazione vera e propria, che come mission aziendale ha «la gestione delle professionalità del giornalismo». La Visverbi appunto, guidata da Valentina Fontana (moglie di Gianluigi Nuzzi) e Barbara Castorina, che ha nel suo portafoglio diversi giornalisti-opinionisti influenti, tra cui Nuzzi, uno degli ospiti della kermesse della «Associazione Gianroberto Casaleggio» e co-intervistatore di Davide Casaleggio a La7 insieme al sociologo Domenico De Masi, anche lui sul palco ad Ivrea (e anche lui secondo L'Unità cliente della Visverbi). Tanto che il Pd, col deptato della Vigilanza Sergio Boccadutri, annuncia un esposto all'Agcom sul «conflitto di interessi» per l'intervista a La7 fatta «da un giornalista «che fa parte dell'agenzia Visverbi, la stessa che organizza l'evento M5s a Ivrea».

Proprio con La7 il M5s sembra aver creato un rapporto privilegiato. Non è un caso che il direttore del TgLa7, Enrico Mentana, sia uno dei moderatori del convegno di Casaleggio, e che La7 sia spesso scelta dai pesi massimi del M5s per le uscite strategiche. Il patron di La7, Urbano Cairo (in prima fila a Milano per l'ultimo spettacolo di Grillo), è un editore abituato ad intercettare la pancia del paese, la Gabbia di Gianluigi Paragone (altro giornalista ospite domani del Casaleggio day) affronta temi che piacciono alla pancia M5s. Cairo, poi, è anche l'editore del Corriere della Sera, e proprio su quelle pagine è uscita la lettera di Casaleggio jr sul futuro del M5s.

Il co-leader vuole l'elettorato moderato, e per questo obiettivo serve sia la carta stampata della buona borghesia, sia la tv. Come spiega la direttrice di «Euromedia Research» Alessandra Ghisleri: «Nonostante l'enfasi sulla Rete, i grillini sanno bene che l'80% degli italiani si informa ancora tramite i media tradizionali. Una larga fetta di elettori sopra i 55 anni, particolarmente spaventata da quello che avvertono come un Movimento eversivo, in televisione può essere intercettata, nella speranza di rassicurarla». Basta guerre all'«informazione di regime», meglio farseli amici.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 07/04/2017 - 10:19

Ma perché hanno abolito la 180? Senza quella sciagurata chiusura dei manicomi, tutti costoro non sarebbero in circolazione!

Efesto

Ven, 07/04/2017 - 11:31

Falsi e bugiardi. Nessuna garanzia circa la loro democrazia affidata alla piattaforma "Rousseau". Non tutti sanno che sarà il software della piattaforma a decidere "la democrazia". Chi gestisce il software? Non vi sono garanzie circa la attendibilità della votazione attraverso la piattaforma quando vi è un proprietario (come Grillo) che decide. È sufficiente una subroutine "..if...then.." dentro al programma di gestione del voto che si distorce la volontà popolare a sua insaputa prendendola letteralmente per il c..o. Sono arroganti come i preti dell'inquisizione. SONO LA VERITA'. Ma è certo meglio non fidarsi. 1=1 (cioè Grillo)

manfredog

Ven, 07/04/2017 - 12:43

..mah, casomai 'Apocalesse'..!!..dove caricare, e trasportare, i suoi tac-chini..!! mg.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 07/04/2017 - 14:47

Casaleggio e Grillobeppe il mago Otelma se li mette in un taschino.

Giorgio1952

Ven, 07/04/2017 - 16:33

Ben poca cosa Davide Casaleggio, è apparso impacciato ed evasivo nelle risposte, un dilettante come lo sono la maggior parte dei 5 Stelle. La stessa cosa dicasi per la Piattaforma Russeau, ieri sera ho sentito Belpietro criticare le primarie del PD, in fondo appena 300mila persone al voto, ma sono solo le sedi del partito poi ci saranno quelle a livello nazionale, ricordo che alle ultime 3 milioni di persone hanno votato. Tornando invece alla democrazia diretta sul web, su 140 mila iscritti (dato fornito da Casaleggio) a partecipare alla stesura sono stati in media 140 cittadini per ogni legge, C’è poi un altro dato, ancora più significativo: su 281 proposte discusse, soltanto 18 sono state prese in carico dagli onorevoli pentastellati e depositate nelle relative commissioni parlamentari, di che cosa vogliamo parlare, volgiamo far governare l’Italia da quattro “cittadini” in croce senza arte ne parte?

manente

Ven, 07/04/2017 - 19:41

Non è possibile affidare le sorti dell'Italia ad un personaggio ambiguo, con un musetto da roditore e con in testa poche idee ma confuse.

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Ven, 07/04/2017 - 22:05

L'ho trovato molto interessante visto l'andamento posmoderno della politica che la visione più lontana di paese siano le prossime elezioni o come fare per rimanere al timone pur senza mandato o programma. Capisco che la cronaca politica sia il pane per il giornalismo moderno, ma una forza che si vede a governare senza la visione di futuro di sessanta milioni di persone é il minimo sindacabile capire a chi ci si affida. I partiti ormai sono centrati nelle coalizioni e nelle diatribe interne che ormai non rappresentano nessuno ne giovani ne anziani ma solo quei pochi che sono rimasti legati a questo sistema politico misero e miope se non per il loro mero interesse. Mi auguro che sia reale e leale la discussione mentre i media continueranno a centrare l'attenzione tra chi comanda e chi no, chi sarà il premier e chi no senza però capire nulla in realtà del programma.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 08/04/2017 - 03:39

Ma per Davide Casaleggio che stipendio si può proporre ???? Data la completa mancanza di idee suggerisco uno stipendio di 100 yuan cinesi, cifra che in Cina è un OTTIMO stipendio !!! Da Romano de ROMA dico BASTA M5S !!!

claudioarmc

Sab, 08/04/2017 - 07:36

Il Comm. Borghi fondatore dell' IGNIS usava dire che i figli delle persone di successo di solito sono delle SOTTOMARCHE.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 08/04/2017 - 08:18

@Giorgio1952 - non è che la sinistra e in particolare il PD siano meglio. Vogliamo far governare l'italia da quattro falsi cittadini con una pletora di gente che vota perchè ha benefici o per sentito dire da gente che finora ha soltanto messo in ginocchio l'Italia, subissandola di tasse e facendola invadere?

soldellavvenire

Sab, 08/04/2017 - 08:34

secondo me quello che più vi rode è che questi cosiddetti "capi" del m5s facciano di tutto, fuorché candidare se stessi al potere: semprechè ovviamente non consideriate "potere" il fatto di avere idee

Giorgio1952

Sab, 08/04/2017 - 10:10

Leonida55 il PD non sarà meglio degli altri ma almeno fa le primarie, c'è chi non le fa (leggasi Berlusconi), chi le fa sul web portando in Parlamento persone con qualche decina di like, chi certifica le parlamentarie del M5S la piattaforma Rousseau? Io ho votato Renzi nel 2013 alle primarie versando due euro con tanto di ricevuta e sono andato a votare nel municipio di mia residenza, non alle "gazebarie" per strada della Lega.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 08/04/2017 - 10:25

Parole da vero mondialista. A parte il fatto che i salari cinesi sono in ascesa e hanno maggior potere d'acquisto visto che le tasse in Cina sono bassissime. Insomma, DEFICIENTE E IGNORANTE

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 08/04/2017 - 10:26

Fantoccio nelle mani del compare Sassoon, ossia Soros.

Ritratto di menesonoandatovia

menesonoandatovia

Sab, 08/04/2017 - 11:49

salve a tutti, c'è chi in 20 anni non ha fatto niente ( dice che non è riuscito a fare niente ma il risultato non cambia ) e chi in meno di una legislatura ha fatto molto ma nelle direzioni sbagliate, venga avanti il nuovo, sono in attesa di conoscere la data delle elezioni per ritornare in Italia e votare M5S, questa volta sento che si cambia davvero !

soldellavvenire

Sab, 08/04/2017 - 12:52

ausonio: tutto sbagliato! casaleggio é maoista e soros è anticomunista, il m5s se riceve sovvenzioni le riceve da putin, schiarisciti le idee

Cheyenne

Sab, 08/04/2017 - 16:41

QUESTO E' COMPLETAMENTE FUORI DI TESTA