L'appello degli accademici: "Ecco perché il ddl Cirinnà va bocciato"

Un gruppo di 30 tra professionisti e accademici ha firmato una petizione contro l'approvazione del ddl Cirinnà sulle unioni civili

Il ddl Cirinnà, le nozze gay, le unioni civili e la stepchild adoption non sono solo principi relegati al mondo della politica o all'universo, eterogeneo, delle piazze contrapposte. Anche il mondo accademico e quello dei professionisti si mobilita. Sbaglia Renzi a minimizzare il dibattito è a ridurre il tutto ad un semplice "siamo indietro rispetto al resto d'Europa".

Il tema è delicato, tanto che ritrovarsi un passo indietro potrebbe significare rimanere saldamente sulla terraferma piuttosto che gettarsi nel mare. La questione investe i diritti dei bambini (ad avere un padre ed una madre) e quelli degli adulti (che vogliono a tutti i costi un pargolo anche quando natura non lo permette). Quale dei due farà prevalere la legge voluta dal Pd? Il secondo. In barba ai bisogni dei piu piccoli. Perché, parliamoci chiaro: la legge così com'è impostata non va incontro solo il riconoscimento del diritto all'assistenza sanitaria di un partner (e altre richieste delle coppie gay), ma paragona le unioni al matrimonio; e coinvolge in questo anche l'adozione dei bambini. Oggi con la stepchild adoption, domani con quella classica.

Per questo 30 tra professionisti e accademici hanno firmato una petizione ("Con la ragione, oltre gli steccati") contro il ddl firmato e sostenuto dalla senatrice Monica Cirinnà. Sono "pedagogisti, giuristi, filosofi, sociologi, medici e altre figure competenti in ambito antropologico". Una bocciatura senza se e senza ma. Quindi senza possibili mediazioni. Quelle che invece si stanno cercando in Parlamento in questi giorni, sempre che il governo non decida di tirare dritto senza modificare nulla dell'impianto della legge. Una norma "non adeguatamente esaminata nei suoi fondamenti antropologici". Quindi ideologica e mal impostata. Se non pericolosa.

"Affermiamo - si legge nell'appello - la priorità del nucleo familiare madre-padre-figli rispetto ad una visione atomistica in cui si viene di fatto ridotti a consumatori di diritti fruibili in base alle leggi del mercato". Poi l'affondo contro l'utero in affitto: "Ribadiamo il valore del corpo umano che non può essere ridotto ad oggetto di mercificazione; e il rifiuto di una concezione che considera gameti, organi e il corpo delle donne come 'cose', beni giuridici disponibili e mezzi utilizzabili a fini riproduttivi".

Infine, si sottolinea come per la corretta formazione del bambino che diventa uomo sia necessario che la società si sviluppi intorno alla famiglia così come stabilita dalla Costituzione: "Bisogna riabilitare l'evidenza, oggi oscurata, che è nella rete bio-psico relazionale inter e intrafamigliare che si sviluppa la persona umana".

I firmatari dell'appello hanno deciso di non indicare l'Università di appartenenza perché "è la persona che pensa, scrive e firma il suo pensiero e va distinta dal suo eventuale ruolo ricoperto in fondazioni, Università o altro". "Ciò di cui stiamo parlando - dice a IlGiornale.it la dott.ssa Chiara Atzori - sono fondamenti antropologici, pre-confessionali, pre-partitici, di ragione. Non questioni universitarie".

E dopo l'allarme dei giorni scorsi diramato dal presidente della Società italiana di pediatria, secondo cui "non sono da escludere danni per i bambini adottati da coppie omosessuali", forse sarebbe il caso di riflettere sugli interrogativi posti da esperti e studiosi. Invece di farsi guidare dalla fretta renziana e dall'ideologica volontà di piantare a tutti i costi la bandierina dei diritti civili.

I firmatari

Giovanna Arminio, avvocato,
Chiara Atzori medico infettivologo
Alessandro Benigni, docente di Filosofia
Monica Boccardi avvocato
Paola Bonzi
Lorenzo Borrè, avvocato
Belinda Bruni
Samuele Cognigni psicologo
Serena Del Zoppo medico ginecologo
Mariella Ferrante, insegnante
Luisa Fressoia pedagogista
Michael Galster
Giuliano Guzzo, sociologo
Giorgio Gobbi, psicologo
Gianluca Marletta, antropologo
Nicola Natale, medico ginecologo
Giuseppe Noia, ginecologo
Maristella Paiar, avvocato
Enzo Pennetta, biologo e dottore in farmacia
Piercarlo Peroni, avvocato
Furio Pesci , pedagogista
Giancarlo Ricci, psicoterapeuta, saggista
Giovanna Rossi, sociologa
Giancarlo Rovati, sociologo
Paolo Scapellato, psicologo
Paolo Sorbi , sociologo
Giovanni Stelli, filosofo
Luca e Paolo Tanduo, ingegneri
Aldo Vitale, avvocato bioeticista

Commenti

isaisa

Sab, 13/02/2016 - 19:43

Grazie al cielo .. qualcuno si mobilita !! La smettessero con la tiritera che gli altri hanno emanato leggi e noi no. Se gli altri si buttano a fiume non è detto che bisogna seguirli. La proposta di legge ideata da gattare et similia non può essere che una gran boiata !!

pv

Sab, 13/02/2016 - 20:07

Sicuramente i firmatari sono mussulmani e talebani.

m.nanni

Sab, 13/02/2016 - 20:17

il centrodestra tutto deve politicamente insorgere. il popolo italiano non vuole questa legge e neppure una che le rassomigli!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 13/02/2016 - 20:25

Sai che paura che gli fanno al cialtrone fiorentino? Tirerà dritto come un siluro, perché sa di potercela fare, e così darà l'ennesima dimostrazione di forza e un'altra spallata alle opposizioni.

Sabino GALLO

Sab, 13/02/2016 - 20:25

L'economia italiana precipita. I risultati economici de 2015 sono deludenti. Il sole dell'avvenire non concede molte speranze. Dobbiamo cercare qualcuno che scelga dei semi vitali da introdurre in un "utero economico" sano ed accogliente. Ma non bisogna distrarre l'attenzione di coloro che possono farlo.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Sab, 13/02/2016 - 20:29

Per adesso sembrerebbe che la stiano rimandando di un mese...Ufficialmente.Senza ombra di dubbio ci sarà il voto segreto,concepito come semplice pro-forma.Per il fatto che si mettono d'accordo prima.Sanno che se passa la legge di questa camiciaia saranno cavoli del Pd e di tutta l'associazione a delinquere governativa.Per cui,per non essere massacrati comunque,sia alle elezioni amministrative che più pesantemente a quelle politiche,quando le faranno credo che tutta la banda del Porcile faccia solo fumo e niente arrosto,CON DUE IPOTESI:o non la fanno passare,oppure,nel malaugurato che passi sarà stravolta. Saluti.

fisis

Sab, 13/02/2016 - 21:18

Non condivido questa battaglia del Giornale contro le unioni e le adozioni gay. O meglio, me l'aspetterei da un giornale clericale tipo l'Avvenire, non da chi reputavo liberale. Se proprio vogliamo essere obiettivi, allora pubblichiamo i pareri opposti di altri esperti.

fisis

Sab, 13/02/2016 - 21:18

Non condivido questa battaglia del Giornale contro le unioni e le adozioni gay. O meglio, me l'aspetterei da un giornale clericale tipo l'Avvenire, non da chi reputavo liberale. Se proprio vogliamo essere obiettivi, allora pubblichiamo i pareri opposti di altri esperti.

forbot

Sab, 13/02/2016 - 21:20

Aggiungere alla lista dei firmatari: Fortunato Bottiglieri Orologiaio in pensione

frafancofo46

Sab, 13/02/2016 - 21:41

Ma cosa volete, alle teste vuote che circolano in parlamento questi pareri non interessano, a loro interessa solo il consenso per mantenere i loro privilegi tutto il reso è nulla come il loro cervello.

greg

Sab, 13/02/2016 - 21:48

Meno male che c'è ancora gente, come i firmatari di questo appello, che usa il cervello, il raziocinio e la logica, per pensare e ragionare, e non il fondo schiena e il glande. E' sempre più evidente che dietro alla fretta Renziana (del PD) ed alla smania iconoclasta della Cirinnà (del PD) ci siano ben altri interessi, che non pretendere di dare parità di diritti a coppie dello stesso sesso, per fare finta che non esistano differenze , fra etero e omosessuali, nel formare una famiglia e a mettere al mondo dei figli. Ed i ben altri interessi hanno due nomi precisi e non confondibili: potere politico e denaro, fiumi di denaro con cui vengono comperate coscienze, menti e scrupoli. Un indegno mercato di vacche!

forbot

Sab, 13/02/2016 - 21:50

Gent.mo Presidente Renzi : Lei non è un fringuello alle prime armi; mi dica per cortesia, dove è scritto che dobbiamo per forza seguire il resto dell'Europa. Non dobbiamo e non possiamo . Se mio fratello, volesse un giorno deviare dalla retta via, sono forse tenuto a seguirlo?- Precipitare con lui in un baratro? A cosa serve? Lasciamo che siano stesso fra di loro a darsi delle regole. Evitiamo altri guai, tipo la chiusura delle " case " che ha portato ad un aumento indiscriminato di altri crimini.

Tuthankamon

Sab, 13/02/2016 - 22:47

Hanno il mio rispetto per sostenerlo in barba a Renzi e a tutti quelli che dicono che siamo indietro rispetto a quanto chiesto dall'Europa. Ma indietro rispetto a cosa e in riferimento a quali valori? Se essere "moderni e avanti" significa negare l'evidenza o affermare il falso, voglio restare come sono!

Giorgio Mandozzi

Sab, 13/02/2016 - 22:50

Il peccato originale di tutta questa tiritera è più vecchio: risale all'errata legalizzazione della fecondazione artificiale. Il desiderio di genitorialità si è trasformato in "diritto" alla genitorialità che non è scritto da nessuna parte. In natura se non puoi avere figli ti metti l'animo in pace e, al massimo, fai lo zio. Tra gli umani si può soddisfare il desiderio con la prevista adozione, senza inventare altri istituti. Mentre è corretto regolamentare le unioni civili, "non c'azzecca" niente l'adozione di chicchessia!

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Sab, 13/02/2016 - 22:59

Condivido in pieno le motivazioni degli esperti firmatari della petizione, persone che sanno quello che dicono, ben più della Concia, Del Giudice e compagnia. Questa gente ingloba e trasforma in armi etica e ragione, spara arroganza, disprezzo, scherno, vittimismo, per ridurre al silenzio chi non si allinea alla dittatura ipocritamente corretta. La legge Cirinnà passerà, perchè questa gente è il governo italiano.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 13/02/2016 - 23:03

OHHH MAMMA ora a TOTONNO verra uno SVENIMENTO!!!lol lol Se vedemuuu.

Ritratto di bombosilver

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bombosilver

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bombosilver

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 14/02/2016 - 00:55

Va bocciata perchè in natura 2 maschi o 2 femmine di mammiferi non pssono generare un cucciolo.nopecoroni.it

Silvio B Parodi

Dom, 14/02/2016 - 06:21

non c'era bisogno degli accademici per sapere che e' contro natura quello che ci vogliono far fare,pero' e' un bene che gli italiani si sveglino e incomincino a contrastare le scemate del governo abusive, tanto una volta decaduto, si cambiera' la legge.

MgK457

Dom, 14/02/2016 - 08:05

Renzi: "siamo indietro rispetto all'Europa". IPOCRITA, CLASSICA FRASE PER FREGARTI.

INGVDI

Dom, 14/02/2016 - 08:22

Una legge figlia di becere ideologie che considerano l'essere umano un grumo di cellule da alimentare.

Carta-carbone

Dom, 14/02/2016 - 08:36

TUTTI quelli che difendono la legge Cirinnà non l'hanno letta. Provate a cercare il testo e vedrete quanto è contorto, confusionario e ininterpretabile. Il governo appoggia questa legge perchè tanto poi la modificheranno a colpi di decreti legge. Dovrebbero essere le stesse associazioni gay a protestare contro quell'obbrobrio.

pinolino

Dom, 14/02/2016 - 09:27

@fisis, la destra liberale in Italia ha sempre avuto percentuali largamente minoritarie sia nel paese che nell'area anticomunista. A questa testata, come a Berlusconi in politica, va riconosciuto il merito di averci provato, poi anche loro si sono resi conto che "l'audience" tirava da un'altra parte.

Ritratto di yalen

yalen

Dom, 14/02/2016 - 09:40

grazie al cielo sono solo 30! ancora non capisco cosa spaventi dei matrimoni gay. per BingoBongo (nomen omen), nessuno mette in dubbio che i bambini nascano dall'unione di un uomo e di una donna ma la stepchild adoption vuole regolare le adozioni di bambini già nati e che si trovano ad avere un genitore omosessuale. Non vedo perchè non permettergli di disporre anche dello stipendio di quello che per lui è un genitore extra a tutti gli effetti. I bambini crescono bene comunque. Il mondo è pieno di orfani, di ragazzi cresciuti dalla nonna e dalla mamma, etc. Davvero non vedo il problema.

Ritratto di salvo38

salvo38

Dom, 14/02/2016 - 11:28

adesso si comincia e raggionare

Tuthankamon

Dom, 14/02/2016 - 13:47

yalen Dom, 14/02/2016 - 09:40 ... continuate a non capire. Se si approva l'adozione dei figli (naturali o adottivi o di fatto) dell'altro, accadrà sempre più spesso che uno dei due va a "comprarsi un bambino" (da donna compiacente) da qualche parte, lo porta in Italia e, DI FATTO, l' "utero in affitto" è una realtà tollerata anche da noi! In ogni caso, il simil-matrimonio omosex resta una figura giuridica contro la morale naturale e contro il buon senso per cui tutto il pacchetto è da rispedire al mittente! Convivenza quanto si vuole, ma non vadano a scomodare ... l'impossibile.