L'attualità di Craxi e la memoria corta della sinistra

Tante persone, tra cui molti giovani, a 16 anni di distanza si recano sulla tomba di Craxi per deporre un garofano rosso. Tra questi, ancora una volta, mancano gli esponenti di una sinistra vecchia e nuova che con la sua storia e con la sua eredità politica non vuole proprio fare i conti

Ricorre oggi il sedicesimo anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, leader socialista ed antesignano di una sinistra riformista e di governo. Come consuetudine la Fondazione a lui intitolata organizzerà dal 22 al 24 gennaio gli eventi celebrativi in Tunisia, ad Hammamet, che date le circostanze politiche internazionali avranno un significato particolare. Non è solo un omaggio ad un uomo che ha sempre agito nell'interesse del suo Paese ma si vuole ribadire la necessità di un impegno italiano nella vasta area del Mediterraneo allargato come nelle intuizioni di Craxi, la cui incessante opera di dialogo e mediazione rappresenta una speranza ed una via d'uscita per i popoli che insistono nel Mare nostrum. Craxi capì con grande lungimiranza che l'integrazione ed il dialogo avrebbero rappresentato la grande questione del nostro tempo. Quando si prodigò per l'abbattimento del debito dei Paesi del Terzo mondo lo fece perché capì che laddove prospera il bisogno e la povertà attecchiscono gli estremismi.

Craxi disse che in un mondo in cui le disuguaglianze tra Nord e Sud del mondo sono ampie non vi potrà essere pace e lo scontro tra culture sarà ineludibile. Se l'Europa, ed ancor di più l'Italia, vogliono ancora dire con forza e credibilità la loro devono riprendere con decisione la via del Mediterraneo facendosi promotori di un grande piano Marshall per la costruzione di una vasta regione euro-mediterranea. La Tunisia, che garantì a Craxi la sua libertà, che come egli ebbe a dire equivaleva alla sua stessa vita, continua a rappresentare l'unico esperimento positivo nel panorama delle «Primavere arabe» e sono ben chiare le ragioni per cui è diventata un obiettivo sensibile. È quindi ben evidente l'attualità del pensiero di Craxi.

Spiace che se fosse stata seguita con la stessa tenacia la strada da lui indicata ed intrapresa, tante tragedie e tanti conflitti dei nostri giorni si sarebbero risparmiati. È con questo spirito che tante persone, tra cui molti giovani, a 16 anni di distanza si recheranno sulla sua tomba a deporre un garofano rosso. Tra questi, ancora una volta, mancheranno gli esponenti di una sinistra vecchia e nuova che con la sua storia e con la sua eredità politica non vuole proprio fare i conti.

Commenti

pv

Mar, 19/01/2016 - 16:47

Forza ladri !

unosolo

Mar, 19/01/2016 - 17:02

quella sinistra oggi si nasconde dietro il governo , la storia sa che tipi sono stati e sono , Craxi un vero LEADER li sputtanò tutti , che UOMO.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mar, 19/01/2016 - 17:27

bettino craxi,vero statista con gli attributi,non populista ma guerriero di libertà,lungimirante a indicare la giusta via per l'italia con il riequilibrio dei poteri. indimenticabile il referendum sulla responsabilità della magistratura e sulla abolizione della contingenza e sui diritti civili. battaglie vinte che hanno motivato i magistrati di sinistra a scavargli la fossa. ma come si diceva,pagheranno caro pagheranno tutto!

diod

Mar, 19/01/2016 - 17:31

Le prime cose che mi sono venute in mente sono il lancio delle monetine e l'abbraccio con Arafat. saluti

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 19/01/2016 - 17:39

quando la sinistra attuale fa finta di non conoscerlo... :-)

Giorgio1952

Mar, 19/01/2016 - 17:49

Io di Craxi ricordo le monetine che gli hanno lanciato davanti all'hotel Raphael e la fuga in Tunisia, unico politico italiano che si è sottratto ai processi di Mani Pulite.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 19/01/2016 - 17:59

Politico e statista di rilievo riconosciuto tale anche dagli avversari politici in un periodo nel quale il nostro paese poteva vantare veramente grandi figure che un paragone con l'attuale classe dirigente sinistroide risulta impensabile. Il sottoscritto non ha mai votato per il PSI e la sinistra in genere, però bisogna riconoscere la grandezza di quest'uomo e da parte mia merita rispetto. Chi gli ha fatto la guerra fino a estrometterlo con l'aiuto di una magistratura sfrontatamente politicizzata e poi ne ha preso il potere, ha dimostrato tutta la sua incapacità proiettandoci in questa crisi di valori senza possibilità di sbocco, almeno nel breve e medio termine.

moonchild

Mar, 19/01/2016 - 18:25

craxi stava costruendo con berlusconi la vera sinistra, ma siccome erano anti comunisti sono stati perseguitati

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 19/01/2016 - 18:27

GIORGIO1952, e certo che ricordo anche io! nel clima di quegli anni, anche io credetti in quelle accuse, ma poi, ragionandoci sopra, capii che c'erano troppe incongruenze per poter dare retta a quella idea di craxi l'unico colpevole di tutto ciò! troppo comodo! quelli di allora, oggi si sono ben mimetizzati. uno di questi è ciriaco de mita :-) guarda caso, è dalla parte del PD! pochissimi hanno mantenuto coerenza nelle amicizie con craxi, e uno di questi è berlusconi, che non ha mai negato, a differenza di altri, come d'alema, prodi, de benedetti, ecc... :-)

Cheyenne

Mar, 19/01/2016 - 18:42

La sinistra l'unica e vera era il PSI di CRAXI grandissimo statista che precorse i tempi e quindi da liquidare sommariamente. Il paradosso è che il komunista inneggiatore ai carri armati il criminale de napule ancora comanda e il grande CRAXI è rinnegato dai cialtroni che ha, purtroppo, cresciuto

Oraculus

Mar, 19/01/2016 - 19:09

Craxi?? , come Berlusconi!! , fatti fuori dalla magistratura rossa fatta di uomini con licenza di...uccidere , la moltitudine di Partiti e Partitini hanno obbligato nuomini come Craxi e Berlusconi a doversi alleare con dei veri delinquenti della politica italiana...Craxi se ando'??...e fece bene...Berlusconi rimase e lo ridussero a...nulla politicamente spogliandolo di meriti per vestirlo di umilianti accuse e con poi degradanti condanne. Per entrambi molti piu' meriti che demeriti...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 19/01/2016 - 21:06

Statista dal nobilissimo carattere. Certamente molto intelligente. Nemo profeta in Patria. -r.r.- 21,06 - 19.1.2016

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 19/01/2016 - 22:56

Bettino Craxi: "...un uomo che ha sempre agito nell'interesse del suo Paese...". Un articolo assolutamente imparziale a firma di... Stefania Craxi!

acam

Mar, 19/01/2016 - 23:17

come sempre ho sostenuto Craxi è stato vittima dell'ingenuità, che Berlusconi aveva solo in piccola parte e a cui ha soggiaciuto quando non ha fatto attenzione a quello che diceva.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 20/01/2016 - 00:16

Penso sarebbe stato meglio subappaltare l'articolo commemorativo a qualcun altro. Purtroppo non posso non commentare. "Un uomo che ha sempre agito nell'interesse del suo Paese"...? Gia`: nell'interesse di ogni cittadino; per esempio Berlusconi e` un cittadino di questo Paese, quindi e` giusto che sia stato beneficiato in modo molto particolare dal suo compare d'anello... "La Tunisia, che garantì a Craxi la sua libertà". Diciamo che un ricercato internazionale fu protetto dal dittatore Ben Ali`, che venne poi rovesciato dalla "Primavera Araba" evocata dalla signora Craxi. Mi sembra una logica un po' confusa. E nessun cenno all'ammissione di colpevolezza in Parlamento, quell'inquietante "Tutti colpevoli tutti innocenti"?

Nordici o Sudici

Mer, 20/01/2016 - 04:01

"I politici africani non si dimettono neanche quando gli trovano i resti umani nel frigorifero."

Fab73

Mer, 20/01/2016 - 06:32

Facciamo così: io entro in casa vostra, vi rubo un po' di soldi e gioielli.Uso il ricavato per una mia associazione (di cui sono capo indiscusso)che mi serve per acquisire potere e prestigio. Ovviamente poi mi aspetto che voi, i derubati, capiate che lo facevo per il vostro bene (a proposito? Chi l'ha pagata la villa di Hammamet??? Chi ha mantenuto la cosiddetta signora Stefania Craxi per una vita? Sarebbe carino saperlo...) e mi difendiate a spada tratta. Va bene così? Mortimermentecatto, sei proprio un minorato...

Gasparesesto

Mer, 20/01/2016 - 08:17

COL SENNO DEL POI . . ! Craxi è stato punito dalla Politica " corrotta " per aver detto in Aula e in Tribunale le cose come stavano . . non facendo sconti a nessuno ! Ma . . soprattutto per essere stato l'unico ad alzare la voce con gli yankee e sottolineare lo Stato di Diritto della Repubblica Italiana !

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 20/01/2016 - 09:51

Curioso come la commemorazione di Craxi, da parte del Giornale di proprieta` di chi gli deve TUTTO, sia ridotta ad un trafiletto in fondo alla pagina, peraltro gia` sparito...Racconta una certa storia. Spietata. Del resto riflettiamo: CHI ha tratto il massimo vantaggio dalle disgrazie giudiziarie di Craxi, potendo scendere in campo una volta svanito il compare...? Chissa` se LUI si rechera` sulla tomba a deporre un garofano?

maxmello

Mer, 20/01/2016 - 10:12

L'Italia è un paese dove tutti sono magistrati ed allenatori. Basta andare da un barbiere prendere un taxi o leggere i commenti sui giornali.Tutti sanno tutto e gli altri niente. La gente considera le proprie opinioni fatti ed i fatti opinioni. Craxi: 10 anni per corruzione e finanziamento illecito, altri 10 per tangenti, più altri processi estinti per morte del reo. Sfuggì alle condanne dandosi latitante ed ad oggi sono stati accertati introiti pari a 150 miliardi di lire sparsi per il Mondo a intestati a vari prestanome. Ognuno è libero di pensarla come vuole, anche che la Luna e un enorme formaggio ma i fatti, le carte, le prove sono quelle che resistono agli anni ed alle faziosità.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 20/01/2016 - 11:29

maxmello - Ha dimenticato di dire che chi oggi si gode bellamente quel bottino dovrebbe tenere un profilo bassissimo. (Pero` lei poteva risparmiarsi la rivelazione che la luna non e` un formaggio, sa quanti delusi ora tra i craxiani?).

santecaserio55

Mer, 20/01/2016 - 14:43

L'elogio ai ladri . Questa è l'Italia !