La Lav accusa il governo: "Finanzia i circhi condannati per le violenze sugli animali"

I fondi per lo spettacolo a imprese nel mirino sotto processo: ecco il dossier della Lav che fa tremare Palazzo Chigi

Sevizie, lesioni e crudeltà contro gli animali. Nel dossier della Lav c'è dentro un po' di tutto. Brutalità contro elefanti, giraffe e tigri. Violenze che fanno inorridire. Eppure, nonostante siano sotto gli occhi di tutti (e in particolar modo dei giudici), il governo continua a erogare i soldi pubblici del Fondo unico dello spettacolo. Negli ultimi cinque anni i circhi sono stati "aiutati" con una pioggia di denaro pubblico. Quasi 30 milioni di euro che, stando a quanto riportato da Repubblica, sarebbero finiti anche nelle tasche di dieci circhi condannati o ancora sotto processo per maltrattamenti.

Secondo il dossier redatto dalla lega antivivisezione, il circo Aldo Martini avrebbe ricevuto dal governo 92mila euro nonostante sia condannato dal tribunale di Bologna per sevizie nei confronti di una giraffa. Il circo Città di Roma, invece, avrebbe portato a casa quasi 300mila euro pur essendo stato condannato in via definitiva "per aver detenuto elefanti in condizione di quasi immobilità". Il circo Folloni, condannato dal tribunale di Milano per "aver immobilizzato un elefante sotto il tendone a una tavola di legno di mq 6 circa, legandolo con due catene (una alla zampa anteriore sinistra, l'altra alla zampa posteriore sinistra) fissate alla tavola", avrebbe ottenuto 70mila euro. E ancora: 518mila euro al circo Darix Togni, 53mila euro al circo Caroli, 1.884.483 euro al circo Medrano, 1.447.228 euro all'American Circus e 68mila euro al circo Martin. Tutti quanti sotto processo per "maltrattamenti e detenzione incompatibile".

"La legge - denuncia il presidente della Lav Gianluca Felicetti - prevede che i circhi non possano essere beneficiari di finanziamenti pubblici, esclusivamente se condannati in via definitiva per maltrattamento di animali o se riconosciuti colpevoli di violazioni di disposizioni normative statali e dell'Unione Europea in materia di protezione degli animali". Peccato che questa norma sia puntualmente disattesa. In Italia ci sono un centinaio di strutture che tengono gli animali in cattività. Da qui l'appello al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini affinché riduca i contributi fino al completo azzeramento entro il 2018.

Commenti

angelomaria

Lun, 09/03/2015 - 10:41

BASTANOO QUELLI CHE RISIEDONO A MONTECITORIO E PERCHE NO!AL QUIRINALE!!!

vince50

Lun, 09/03/2015 - 11:09

Probabile che ci siano brutalità sarebbe da accertare in modo serio,però prima di eliminare i circhi,andrebbero eliminati quelli della lav e simili.Sono loro e altri ancora i peggiori nemici degli animali,e per di più se ne strafottono e ci campano pure bene con donazioni e finanziamenti.

luigitos

Lun, 09/03/2015 - 11:56

Ma la LAV non s'accorge che ci sarebbe qualcos'altro da proteggere, prima, molto prima degli animali? Si guardino in giro tutti i LAVBISTI.

fiorentinodoc

Lun, 09/03/2015 - 12:10

BASTA CON QUESTI FALSI ANIMALISTI MANGIATORI DI POLLI ALLEVATI IN BATTERIA.BASTA CON LA BRAMBILLA (QUANDO ERA GIOVANE NON PENSAVA A CERTI TIPI DI ANIMALI).BASTA CON GLI STOPPA DEL MOMENTO.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 09/03/2015 - 12:12

Togliere subito ogni forna di finanziamento a questi personaggi anacronistici,(siamo nel 2015!!!), così vediamo se riescono a camminare senza la stampella governativa! Poi vietare immediatamente ogni forma di utilizzo di animali, e magari si troverà qualche minus habens di antianimalista pronto a sostituirli, aha aha...

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 09/03/2015 - 13:18

Fino a prova contraria vengono prima gli umani e poi, eventualmente, se ci sono soldi, animali e piante. Con buona pace di tutti i fanatici animalisti. L'unico dubbio che sorge spontaneo da questa classifica di rilevanza è stabilire chi sia più importante tra un animale nostrano e un rom o un clandestino extracomunitario.

Pisslam

Lun, 09/03/2015 - 13:39

"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali" (Ghandi)...con buona pace dei deficenti che si ergono, in quanto "umani", a razza superiore rispetto agli animali e che reclamano precedenza su di essi. Italioti ridicoli....

Paul Bearer

Lun, 09/03/2015 - 13:55

Quei poveretti della LAV riescono a farmi stare simpatici anche i vivisettori.

fiorentinodoc

Lun, 09/03/2015 - 14:10

GHANDI...CHI!!!!! PRIMA I PIU' DEBOLI (ANZIANI-BAMBINI-DONNE)POI GLI ANIMALI

BlackMen

Lun, 09/03/2015 - 14:16

Siete veramente confusi

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 09/03/2015 - 14:20

Tanto tuonò che cureggiò. E poi tutto torna come prima : i circhi e le varie autorità nell'arte della moina,dove tutto viene contrallato per non controllare.Sino alla prossima notizia.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 09/03/2015 - 14:22

Bravo CaptainHaddock,togliere i finanziamenti,ma non solo al circo ma anche ad un certo cinema pecoreccio.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 09/03/2015 - 15:46

Pisslam Può essere anche vero ma solo se gli umani, nel frattempo, vivono la bella vita e non, al contrario, si dimenano nell'angoscia giornaliera per tirare avanti come avviene da diversi anni per parecchi italiani. Fame e morale sono incompatibili. Un animalista mi sembra più un annoiato vanitoso che antepone la propria noia alla fame degli altri. Insomma trattare bene gli animali è diventato un lusso che l'Italia attuale non può permettersi. In realtà la vita è brutale selezione che è avvenuta e avviene tuttora attraverso l'evoluzione delle specie. Se gli umani, da scimmie che erano, sono diventati quello che sono mentre gli animali sono rimasti tali evidentemente i primi si sono dimostrati più forti di tutti gli altri animali. E chi vince in natura è destinato a dovere dominare. Gli altri giustamente a soccombere. Alla faccia di tutti gli animalisti che, evidentemente, pensano di essere rimasti parenti stretti delle bestie.

zucca100

Lun, 09/03/2015 - 18:22

ma vince 50, ci sei o ci fai? ti rendi conto delle idiozie che scrivi? La Lav nemica degli animali...

zucca100

Lun, 09/03/2015 - 18:24

ma mi spieghi perchè trattare bene gli animali sarebbe un lusso? cosa c'entra la selezione naturale? cosa c'è di naturale nei circhi?

giovaneitalia

Lun, 09/03/2015 - 18:27

Sono d´accordo a eliminare il circo se questo significa maltrattamenti di animali e simili. Sono convinto che gli animali devono essere trattati a modo e magari senza strapparli al loro habitat. Sono invece a favore ad aprire al pubblico Italiano, il circo dei politici e metterli alla gogna...sarebbe la nostra rivincita. Viva l´Italia.