L'Economist promuove la Raggi: "Con lei il M5S diventa più normale"

L'Economist dedica un articolo alla Raggi: "Ha una chiara chance di vittoria". E sul M5S: "Sta sempre più assomigliando a un partito normale"

Virginia Raggi "ha una chiara chance di vittoria" nelle elezioni comunali a Roma e dimostra come il Movimento 5 Stelle "sta sempre più assomigliando a un partito normale". L'Economist dedica un articolo alla candidata del Movimento 5 Stelle a sindaco della capitale e all'evoluzione della formazione politica fondata da Beppe Grillo.

Nel servizio, intitolato Smartening up ("mettersi in ghingheri", "migliorare la propria immagine"), il settimanale britannico analizza come "un gruppo politico anti-establishment" sia diventato "leggermente più convenzionale", si paragona lo stile Raggi a quello di "un'aspirante parlamentare democratica in America o di un politico Tory (conservatore, ndr) in Gran Bretagna". L'avvocatessa 37enne viene definita "talentuosa nei dibattiti". L'Economist cita il video in cui si è presentata subito dopo la vittoria nelle Comunarie online per selezionare il candidato sindaco. Il filmato "è arrivato come uno shock - scrive l'Economist - colonna sonora muta, nel video Raggi dichiara 'possiamo di nuovo essere una città del mondo'".

Nell'articolo il settimanale ricorda che i sondaggi continuano ad accreditare al Movimento 5 Stelle un quarto dei voti a livello nazionale (25%), otto punti sotto il Pd, ma ben dieci sopra la Lega Nord. "A Roma, una città che ha sofferto a lungo di trascuratezza e corruzione nelle mani dei partiti tradizionali - si legge nell'articolo - Raggi ha una chiara possibilità di vittoria quando si andrà a votare, molto probabilmente a giugno. Il fatto che abbia un video pronto prima dei suoi rivali indica sia l'importanza dei consiglieri del Movimento 5 Stelle per la sua campagna sia la crescente professionalità" dello stesso Movimento 5 Stelle.

Commenti

sottovento

Ven, 11/03/2016 - 17:13

Senza dubbio a Roma i 5 stelle hanno un buon margine di vittoria. Cosa importante è che il Pd perda Roma alle amministrative e possibilmente (ma mi pare scontato), anche Milano e certamente anche a Napule. Sarebbe per il Pd il colpo di grazia per questo governo non eletto dai cittadini! Speriamo sia la volta buona che vanno a casa.

moranma

Ven, 11/03/2016 - 18:00

non so se per il m5s sia un complimento affermare che è diventato un partito più normale, paragonabile agli latri....e cmq il fatto che questo giornale pubblichi un articolo ocmpiacente con la Raggi la dice lunga su quale sarà l'indicazione di voto della destra nel caso in cui al ballottaggio dovessero andare il centrosinistra con il m5s..meditate stellini, meditate!

Ritratto di alice..

alice..

Ven, 11/03/2016 - 19:40

a mafiacapitale e nel resto dello stivale il M5S è l'unica vera alternativa al sistema mafioso, cosa sceglieranno i romani e gli italiani al voto?

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 11/03/2016 - 20:28

Visto che effetto fa il formato PdF? (traduzione: pezzo df...) Boschi docet.

kayak65

Ven, 11/03/2016 - 20:50

Se lo dice l'economist anche sta volta gli americani piloteranno l'Italia

greg

Sab, 12/03/2016 - 00:58

Quando mai l'Economist ha saputo dare giudizi obiettivi sulle persone e sulle situazioni? D'altra parte, quando un giornale si definisce Economist, e poi è di sinistra, c'è una evidente idiosincrasia fra le due definizioni

unz

Sab, 12/03/2016 - 02:42

anche se fosse vero sarebbe una rondine che non fa primavera. Sino a che Casaleggio/eletto seguirà lo stile Boncompagni/Ambra il M5S continuerà ad essere nulla.