Lega e M5s ammainano la bandiera anti euro

Addio proclami contro la moneta unica, Bruxelles non è più il nemico di Salvini e Grillo

Roma - L'odore del governo sancisce la tregua tra la Lega Nord e l'Europa. L'addio all'euro sparisce dalla propaganda elettorale del Carroccio. L'ultimo affondo, duro, di Matteo Salvini contro l'establishment dell'Unione europea risale al 21 gennaio: il leader leghista, dal raduno delle destre euroscettiche, a Coblenza, aveva definito l'unione monetaria «un esperimento fallito». Quasi cinque mesi di silenzio assoluto, fatta eccezione per qualche sporadica battuta; uno dei cavalli di battaglia del repertorio salviniano non c'è più nell'agenda politica della Lega. Sono due, ora, i temi su cui, da quattro mesi, si concentra la propaganda del Carroccio: la lotta agli sbarchi incontrollati di clandestini e il ritorno delle battaglie federaliste con i referendum in Veneto e Lombardia. L'Europa, per Salvini, oggi, non è più il nemico da abbattere. E non sembra essere più nemmeno l'avversario numero uno di Beppe Grillo.

Una convergenza politica che potrebbe diventare convergenza di poltrone in un futuro non troppo lontano. L'ipotesi di un governo, post-voto, a guida del M5s con l'appoggio della Lega Nord non è peregrina. I segnali di amore ci sono: Salvini e Grillo stanno uniformando il profilo politico dei due movimenti. Il comico genovese, da settimane, spara sui campi rom, in perfetto stile Salvini. Bisogna preparare la base dei due movimenti a un accordo. Se il M5s arriva primo alle Politiche che ottiene dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella l'incarico di formare un governo. I voti di Salvini e Meloni in Parlamento sono indispensabili per la nascita dell'esecutivo pentastellato. Anche se nel caso della Lega Nord, l'atteggiamento morbido nei confronti dell'Ue lascia aperta la porta a una intesa politica anche con Forza Italia. Le ultime elezioni comunali dimostrano come il centrodestra non sia affatto morto. Anzi, se Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia camminano uniti sono competitivi e in grado vincere le prossime elezioni politiche. In quest'ottica, si inserisce la moral suasion dei governatori di Liguria, Giovanni Toti, e Veneto, Luca Zaia, su Salvini: il leader del Carroccio deve deporre le armi contro l'Europa per dare alla Lega un'impronta più moderata e istituzionale. Toti e Zaia hanno intuito che la partita si vince al centro, il lepenismo non sfonda. Salvini sembra aver recepito il messaggio: se vuole fare della Lega Nord un partito che abbia l'ambizione di governare con le altre forze politiche il Paese ha una sola strada davanti a sé: cancellare gli estremismi.

Non è un caso che in Francia, Marine Le Pen, la musa ispiratrice di Salvini, nelle ultime settimane della campagna elettorale per l'Eliseo contro Macron abbia messo la sordina alla questione euro. Una mossa tardiva che non ha prodotto risultati, sul piano elettorale, positivi per Le Pen. Il Matteo leghista ha anticipato i tempi, abbandonando la strada dell'antieuropeismo.

Commenti
Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mer, 14/06/2017 - 08:46

Meglio tardi che mai. Anche se non per convinzione ma solo per interesse.

Pitocco

Mer, 14/06/2017 - 09:00

Ordini "molto superiori" gli hanno imposto di cambiare registro.

handy13

Mer, 14/06/2017 - 09:07

..finalmente Salvini "forse" l'ha capita,..NON bisogna spaventare l'elettorato,..tanto dice tante altre cose giuste,..e ci son tante altre cose da fare.!!!...quindi moderazione x il FARE NON x il rimandare...ed alcune cose si possono fare subito, come difendere i confini, e fare entrare solo chi ha documenti.!!!!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 14/06/2017 - 09:12

Vergogna! Siete tutti uguali...

jaguar

Mer, 14/06/2017 - 09:16

Non credo e mi auguro che Salvini non abbia cambiato idea sulla eventuale uscita dall'Europa, alle prossime elezioni perderebbe molti consensi. Anche se la Le Pen è stata ridimensionata, non significa che la Lega debba abbandonare la battaglia per uscire dall'euro.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mer, 14/06/2017 - 09:25

Salvini non ha ammainato nessuna bandiera ha detto che darà un ultima possibilità alla UE in termini di RINEGOZIAZIONE dei TRATTATI, cosa sulla quale è piuttosto scettico, e se quest’ultimo tentativo fallirà bye bye UE. È tutto su youtube nel filmato “Matteo Salvini intervista a di martedì 13/6/2017

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/06/2017 - 09:29

meno male che lo ha capito..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/06/2017 - 09:29

il Europa vogliamo l'euro e la Unione..

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 14/06/2017 - 09:31

Che pena questi leghisti, vanno dove li porta il vento (dell'opportunismo politico).

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mer, 14/06/2017 - 09:35

@tulapadula Jacques Attali disse un giorno “ma cosa crede la PLEBAGLIA EUROPEA che l’euro lo abbiamo creato per la loro felicità?” Parlava senz’altro di persone come lei.

Giorgio1952

Mer, 14/06/2017 - 09:43

I leghisti e i cittadini del M5S ammainano la bandiera anti euro! Chissà forse visti i risultati di FN in Francia, la Le Pen mazzolata due volte nel giro di poco tempo, nel Regno Unito dello Ukip 0 seggi in casa ma Farage mantiene il suo cadreghino a Bruxelles, anche il Movimento Nazionalista Scozzese perde, meno 19 seggi dai 54 agli attuali 35, aggiungiamo gli exploit olandesi di Wliders e austriaco di Hofer, unito a quello precedente di Tsipras alias Salvini greco e Varoufakis alias Borghi greco, Borghi chi? Ah il portabandiera anti euro, l’economista che ha detto “Con il ritorno alla lira gli italiani comprerebbero più Ferrari che Porsche”. Prendo a prestito una battuta di Verdone che rivolto alla moglie psicologa, interpretata dalla Morante tra l’altro nota attrice “comunista”, “Ma chi te l’ha data la laurea, chi è quello scienziato che te l’ha data? No perché vorrei conoscerlo!”. Lo domando a Borghi ma dove si è laureato, a Tirana con il Trota?”

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 14/06/2017 - 09:44

L' ho sempre pensato che nel m5s ci sono in tante persone degne che vorrebbero dare una spallata ad un sistema corrotto, inadeguato, da seppelire e rifare da capo, ma è anche vero che vi sono in tanti con poca esperienza non ancora maturi per affrontare sfide così grandi e l' insuccesso sarebbe dietro l' angolo. Sarebbe auspicabile che dialogassero di più con forze valide e serie come la LEGA, FDI, e molti FI se vogliamo raggiungere risultati positivi per l' ITALIA e i suoi cittadini che poi sono obbiettivi comuni. Propio per non trovarsi presto anche nella stessa situazione di Francia e Inghilterra. Ottima occasione sarebbe già a cominciare da legge elettorale e votazioni per proseguire anche nel miglioramento di Eurolandia.

Alessandro84

Mer, 14/06/2017 - 09:48

Quindi adesso Salvini non è più antieuropeista? Allora si prepara all'alleanza con Berlusconi.

antipifferaio

Mer, 14/06/2017 - 09:55

tulapadula...concordo, anche se vorrei ricordare che i politici, a qualsiasi latitudine, hanno solo interessi che corrispondono al potere. In ogni caso meglio così, almeno finisce questa inutile manfrina e si va avanti...

roberto zanella

Mer, 14/06/2017 - 09:59

La vera questione già sperimentata con le elezioni di Wilders e LePen è che la gente di destra è impaurita sul cambio dell'euro perchè c'è l'Elite finanziaria e i Burocrati di Bruxelles e la Germania , che spaventano con notizie difficilmente contestabili perchè bisognerbbe che un Paese sperimentasse l'uscita dall'Euro per rendersene conto . Il Regno UNito è riuscito con la Brexit ma aveva già la sterlina , grand scelta della Thatcher all'epoca . Per cui Salvini è evidente che sospende la questione euro ma dovrebbe mantenere almeno l'impegno per un referendum consultivi se rimanere in Europa o meno

jaguar

Mer, 14/06/2017 - 10:04

franco-a-trier, evidentemente Europa ed Euro a lei hanno portato dei gran benefici.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mer, 14/06/2017 - 10:09

@antipifferaio bravi, andate avanti che mi scappa da ridere, quando vi avranno portato via anche le mutande come stanno facendo con i Greci ne riparliamo.

gustinet

Mer, 14/06/2017 - 10:24

Se parlano contro l'Euro e l'Europa fanno la fine della Le Pen, che pur avendo ragione riguardo ai cosiddetti "migranti" ha sbagliato tutto sull'Euro e sull'Europa. Adesso stiamo assistendo invece all'ipocrisia della sinistra italiana ed europea che vorrebbe condannare Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia soltanto perché gli italiani vanno a prendere in Libia i "migranti" e non i "rifugiati", per poi rifilarli all'Europa ... Così la sinistra italiana intasca soldi senza prendersi impegni ... ah, però!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 14/06/2017 - 10:50

Veramente Salvini parla di "controllo di moneta nazionale" visto che il PD prendeva solo ordini per "fare i compiti a casa". Ora il controllo monetario, consiste nello stampare o ritirare Lire o Euro quando ce n'è bisogno, faccenda a cui Romano Prodi si è sempre opposto. Invece il Carroccio rompeva il tabù e proponeva se necessario la stampa delle banconote in Italia senza il permesso di Bruxelles. Tale faccenda che ora la compie direttamente il PD scimmiottando gli insegnamenti leghisti.

giancristi

Mer, 14/06/2017 - 11:16

Il fatto che Salvini non parli più dell'euro mi trova pienamente d'accordo. Non avrò quindi remore a votare per la Lega alle Elezioni Politiche, perché è l'unico partito che combatte apertamente l'invasione degli africani.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 14/06/2017 - 11:16

... Ovviamente sul Romano Prodi grava l'ombra del sospetto di tangenti internazionali per aver "regalato" l'Italia alla Merkel, così come l'Alfa-Romeo all'Agnelli, per cui entrambi finanziariamente ne hanno fatte più di Bertoldo. Vai tranquillo Salvini.

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 11:16

In realtà, oggi sarebbe il momento migliore per uscire dall'euro. L'euro è già svalutato al livello utile per la nostra economia, quindi uscire dalla moneta unica (oggi) vorrebbe dire mantenere un valore costante e al riparo da speculazioni. Anzi, per assurdo, oggi la Lira si rivaluterebbe pure sull'Euro. Ma questa è economia, cosa diversa dall'ignoranza diffusa di cui tutti parlano.

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 11:23

@giorgio52, e un solo successo del PD in questi 5 anni lo avrebbe da pubblicizzare? Non è che siete belli perché gli altri sono brutti, è che siete più brutti degli altri, ma cercate di sviare l'attenzione!

mariolino50

Mer, 14/06/2017 - 11:28

Può darsi siano stati minacciati, anche di ritorsioni fisiche terminali.

eras

Mer, 14/06/2017 - 12:11

Veramente in dibattiti tv più recenti di gennaio parlava dell'uscita dall'euro. Un articolo di pura disinformazione. Ma chi potrebbe essere contro gli immigrati e l'apertura dei confini ed essere europeista che è un pezzo di globalismo? Idioti e ignoranti nei commenti.

investigator13

Mer, 14/06/2017 - 12:23

è vero in campagna elettorale non si deve parlare "fuori dall'euro", ciò non significa abbandonare l'idea, tempo al tempo. il problema urgente per il Paese oggi è l'invasione che va fermata immediatamente non appena il nuovo governo si sia insediato, oltre naturalmente la soluzione di altri problemi lungamente evidenziati da Salvini. Cmq uscire dall'euro si può e pure senza farsi male.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 14/06/2017 - 12:24

--Il dollaro naviga nelle acque incerte determinate dall’enorme produzione di biglietti verdi generata dalla Federal Reserve che stampa a gogò--lo yuan cinese non ha ancora la forza della moneta con cui condurre gli scambi internazionali--lo yen giapponese è perennemente afflitto da un’economia incapace di decollare-la sterlina poi- dopo la Brexit- è diventata una moneta da collezione---in un panorama del genere l'euro--a dispetto di quello che credono gli ignorantoni---è una moneta forte --l'unica in grado di competere col dollaro in un rapporto di uno a uno---dato che per molti paesi europei il debito pubblico è superiore al 90 per cento del pil--in simili condizioni senza una moneta credibile-il costo del collocamento dei titoli di tali debiti-solo in termini di “manutenzione”-sarebbe difficilmente sostenibile per i conti delle varie realtà nazionali perché per attrarre i compratori sarebbero necessari tassi di interesse stellari---swag ganja

Tarantasio

Mer, 14/06/2017 - 12:50

STATO DI EMERGENZA SALVA ITALIA: Salvini, Grillo e Berlusconi è l'ora che concentrate tutte le vostre forze sul problema n.1, il problema dei problemi - l'africanizzazione - oppure non ci sarà più nessuna Italia da salvare, dimenticate per un pò di essere stati acerrimi nemici, vi saremo grati... !!!

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 14/06/2017 - 12:58

Leghista da sempre, tuttavia non voterò Lega le prossime politiche, se non ci sarà una marcia indietro di Salvini sull'uscita dall'Euro, che considero una vera iattura, dato il nostro enorme debito e la nostra storica incapacità di ridurlo.

investigator13

Mer, 14/06/2017 - 13:12

in campagna elettorale è prudente non parlare "fuori dall'€" ma dell'impiego della doppia moneta cioè la moneta nazionale da usare solo per prodotti italiani e questioni all'interno del Peese che non coinvolgono direttamente l'€. Le due monete viaggerebbero in contemporanea e sarebbe un sospiro di sollievo per tutti girando più moneta. Cmq Fuori dall'€ richiederebbe maggiore spiegazione, se ne può parlare anche a Goveno di destra una volta insediato.

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 13:26

@elkid, farla un'università le fa proprio schifo? Capisco che il suo riferimento culturale sia la Fedeli, ma almeno sui temi economici non fate sempre quelli che non sanno niente e si vantano di saperlo meglio degli altri. Poi capisco che lei con un tiro di ganja si sente padrone della verità, ma almeno rilegga le sue scemenze. Prima critica il dollaro e poi lo usa come riferimento per l'euro (quindi già non sa di cosa sta parlando con esempi farlocchi). Non c'è nulla di vero in tutto ciò che dice, persino nel ricollocamento del debito. Cmq anche oggi lei dimostra che fumare fa male! Cordiali saluti

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 14/06/2017 - 13:34

Dopo averci massacrato con panzane formato famiglia, ecco la retromarcia del felpato che più padano non é: contro-ordine! l'Euro adesso ci va bene... Ma come si fa a fare delle giravolte sulla poltica federale (lega nazioonale) e la poltica economica (euro) senza rendersi profondamente inaffidabli, irremediabilmente inaffidabli? bocciati su tutta la linea!

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 13:35

@elkid, in breve, tutte le monete che lei ha citato sono state oggetto di espansione monetario, quindi la considerazione sui biglietti verdi è sterile, lo yuan è in fase di apprezzamento per l'endorsment russo, lo yen è una moneta, l'andamento dell'economia riflette il combinato con la leva fiscale, Inoltre sul Giappone l'austerity iniziò prima che in Europa ed è la dimostrazione SCIENTIFICA che non funziona. L'euro è in svalutazione, tanto che i diversi Paesi ci hanno speculato su, dall'est Europa alla Svizzera (che probabilmente lei considera arretrata). Infine, la maggior parte dei debiti sono in mano alle banche centrali, a seguire le banche private e poi fondi pensione (tutti elementi governabili tramite leggi). Come vede, anche oggi la sua incommensurabile ignoranza è stata palesata!

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 13:39

@lp77, lei che si è sempre definito "filo-governativo" si permette di giudicare l'opportunismo altrui? Rilegga Luca 6,41

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 13:42

@giorgiopulici, in realtà l'ultima diminuzione fu a cura di Romano Prodi grazie ad un dumping sui titoli di stato stranieri (possibile grazie ad una svalutazione monetaria). Il punto è che senza sovranità monetaria, deve esserci qualcuno che si adoperi nel sterilizzare il tuo debito nazionale. E finora, se è pur vero che Draghi ha fatto quello che poteva fare, non vi è banca centrale al mondo che abbia iniziato un percorso di sterilizzazione e cancellazione dei debiti nazionali. Questo è il vero problema.

Nick2

Mer, 14/06/2017 - 13:44

Salvini! Che fine ha fatto il tuo economista Borghi Aquilini Viendalmare? E il suo libriccino Basta Euro, ritenuto il Vangelo economico della Lega? E Becchi, ex ideologo dei 5 Stelle, preso a calci nel culo da Grillo, accolto alla tua corte per deridere i sostenitori dell’Europa e della moneta unica? Lo prenderai a calci nel culo pure tu? Le tue giravolte nel corso degli ultimi anni non trovano eguali in tutto il mondo occidentale. W il fantastico mondo dei sovranisti padani all’amatriciana!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 14/06/2017 - 13:53

Arrivera' ora zilvio con la momenta parallela, hahahahhaha.

diwa130

Mer, 14/06/2017 - 13:57

Ci ha messo un po' , ma finalmente c'e' arrivato Meglio tardi che mai. Questo spiana la strada ad un alleanza di centro-destra. FI ha avuto Taiani alla presidenza del parlamento EU promettendo di rompere con questi estremisti. Restano solo i M5S su posizioni anti-euro, anche se molto ambigue e come sempre confuse. Visto che ormai questo tema non appassiona piu' nessuno (con un minimo di cervello), non mi sorprenderebbe se anche i 5S, finalmente la piantino con questi piagnistei anti EU/euro.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 14/06/2017 - 14:08

un commento estetico sulla foto dell'articol: (1) non usate delle foto di salvini adolescente o quasi,(2) in quella posa sembra Anthony Quinn che balla il sirtaki o un derviscio danzante ... mica un barbaro sognante ....

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 14/06/2017 - 14:09

-l'italia con l'euro è sempre stata in attivo nella bilancia commerciale-non è mai andata in deficit-l'italia con l'euro ha fatto sempre registrare un export in attivo--esso è cresciuto di un miliardo di euro ogni anno-è vero che con l'euro non possiamo pilotare da soli la svalutazione-ma il mito che svalutando risollevi le esportazioni è appunto un mito-perchè rovina tutto il resto-per esempio la svalutazione porta al crollo dei salari reali-la benzina e gasolio però salgono ed è difficile sostituirli-si riduce quindi il reddito disponibile per le famiglie per altri acquisti-è vero che con l'euro l'italia non governa la propria moneta-ma questo in fin dei conti non ci ha portato degli svantaggi-ricordate quant'era il tasso di interesse prima dell'euro?circa il 10--ora invece si è stabilizzato sul 3 per cento e potrei continuare all'infinito-ma chi si nutre a pane e sole 24 ore e crede che ciò basti a sostituire l'uni-non c'ha capito una beata cippa--

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 14/06/2017 - 14:37

Molto male...

Giorgio1952

Mer, 14/06/2017 - 14:56

Libertà75 Lei è una persona attenta, io ho scritto più volte di essere liberale, i cardini della teoria politica, impostata con rigore logico dal filosofo Locke, propongono una struttura istituzionale caratterizzata da due punti : 1) Fondazione del sistema politico e giuridico esclusivamente sulla difesa dei diritti individuali e di quelli da essi derivati in modalità deduttiva; 2) Scetticismo nei confronti del potere politico, con la conseguente necessità di opporsi all'arbitrio politico mediante la separazione dei poteri politici e la severa responsabilità diretta del funzionario pubblico. Io non credo ai politici perché quando sono al governo “fanno quello che possono” al netto di alleati e traditori, vedi Prodi con Bertinotti/Mastella o Berlusconi con Alfano/Fini; quando sono all’opposizione promettono tanto non c’è la controprova (es. restituzione dell’Imu 2012, Flat Tax al 15%, reddito di cittadinanza). Renzi non PD : Jobs act, abolizione Senato e province …

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 14/06/2017 - 15:01

@liberopensiero - ci sentiremo fra qualche anno per vedere dove ci ha portato quest'Europa dei parrucconi. Finora, insieme ai vostri amici c..ocomunisti, abbiamo visto solo tasse, niente lavoro, mancanza di sicurezza, invasione spropositata. Ne riparleremo, ma voi da buoni comunisti negherete sempre anche l'evidenza.

Libertà75

Mer, 14/06/2017 - 15:02

@elkid, non continuare perfavore, basta, mi ricordi quell'altro tuttosapiente di wikipedia, il supereconomista liberopensiero77. Ti ricordo che l'euro è in svalutazione, difatti la nostra bilancia commerciale è in continuo miglioramento grazie a questo. Quindi non è un mito! Il crollo dei salari reali è anch'essa una stupidità pedissequale che spacciano gli ignoranti di storia. Fatti le ricerche sulle rivendicazioni salariali, un po' di cultura di sinistra non fa male, almeno tra un tiro e l'altro. Infine, se per te sta bene una disoccupazione al 12% invece che al 6%, per me vuol dire che sei un classista. Continua pure, forse prima o poi dirai qualcosa di intelligente, ancora però non è successo!

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 14/06/2017 - 15:07

Che Salvini ammaini la bandiera del No Euro mi sta bene. Se usciamo dall'Euro l'Italia si ritroverebbe automaticamente in compagnia con il Burkina Faso o il Togo. Che Salvini si allei con un Buffone di corte come Grillo sarebbe una grande fesseria. Mettersi con Grillo sarebbe una mossa suicida dato che il M5S è un movimento demenziale alla stregua del PD discendente dell'altro partito demenziale che era il PCI. Ma vogliamo scherzare?

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 14/06/2017 - 15:13

Solo una Cosa buona fecero Ciampi e Prodi: fregare l'Europa facendo entrare l'Italia nell Zona Euro. Se non fossimo nell'Eurozone saremmo allo stesso livello di Paesi dell'Africa Sub-sahariana. La Lira che valeva come carta straccia nel 1999 oggi varrebbe peggio della carta igienica usata e il debito pubblico sarebbe ad altezze siderali sull'ordine di 40.000 miliardi di Euro (non 2.300 come attualmente).

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 14/06/2017 - 15:18

@Libertà75, le citazioni religiose le lascio ai credenti come lei, che così dimostrano, una volta di più, il loro dogmatismo, che si contrappone alla capacità di ragionare. Essere filo-governativi è una necessità, non solo per chi lavora per il governo, ma per chi tiene al Paese in genere, perché senza governo c'è solo l'anarchia. Viceversa essere sempre all'opposizione è una caratteristica dei demagoghi inconcludenti. E se i partiti perennemente all'opposizione si "convertono" alle tesi governative, viene il sospetto che, appunto, si tratti solo di opportunismo pre-elettorale, ché altrimenti dovrebbero farlo in modo chiaro, e convertirsi anche su altre questioni, non solo su quelle più estreme che appaiono sempre più irrealizzabili.

dakia

Mer, 14/06/2017 - 15:21

Credo invece, e poche volte mi sono sbagliata che se Salvini dovesse cambiare registro tornarà al posto come figura di partito. Lui ha portato avanti una battaglia contro cose che non nomina più ,legge fornero, uscita dall'Eu e sua moneta, lotta alla clandestinità e rimpatri. Se ne esce fuori associandosi solo per la poltrona credo sia terminata anche la sua passeggiata politica. L'italia non è la francia ma,un cesso di sporcizia gentaglia e dimenticanza, frontiere aperte a chiunque e cerca chi può aiutare a che riprenda la sua dignità! Pensaci bene amico Salvini,poltronari ne abbiamo visti già troppi e voltagabbana di più.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 14/06/2017 - 15:34

@elkid, se posso darti un consiglio, è inutile cercare di ragionare con Libertà75, tanto ha sempre ragione lui. Il personaggio, sedicente economista, da tempo immemorabile sostiene le tesi degli economisti leghisti relative all'utilità di uscire dall'euro e di svalutare subito dopo la "nuova lira" allo scopo di abbassare il debito pubblico, ripagando i titoli di Stato con la nuova moneta farlocca. Adesso, se è vero che la Lega abbandonerà questa posizione (e non è detto che lo faccia veramente), lo vedremo forse, confluire in Forza Nuova, se vorrà restare coerente con le sue idee antieuropeiste...

jaguar

Mer, 14/06/2017 - 15:59

Elkid, in parole povere noi comunissimi cittadini che benefici abbiamo avuto con l'euro? Mi sembra che operai, pensionati, insomma i più deboli siano stati massacrati. Vorrei ricordare che un milione e mezzo di lire era una bella pensione, mentre adesso con circa 800 euro si fa la fame.

zingozongo

Mer, 14/06/2017 - 16:35

e degli squilibri causati dalla moneta unica dollaro , nessuno ne parla'?? perche esiste una moneta comune mondiale che e' il dollari , e vi pare normlae che il petrolio e le materie prime siano quotate nella valuta di un paese con 300 milioni di persone? nel pianeta siamo 7 miliardi, e ora di riprogettare al 100% il sistema monetario mondiale

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 14/06/2017 - 16:36

Non credo proprio che la battaglia contro l'europa di Juncker e Merkel sia stata abbandonata da Salvini, né quella contro l'euro. Probabilmente l'articolista vuol far credere agli sprovveduti che ci sia alle porte una comunanza di strategia tra Lega e M5S, tanto per accreditare a Berlusconi il fatto di muoversi da solo per una eventuale intesa con il Genio politico di Rignano. Il tentativo è maldestro.Naturalmente, in questo forum, abboccano in pieno solamente i soliti grandi politici anti-Salvini filo-RenzAlfano.

ziobeppe1951

Mer, 14/06/2017 - 17:40

Nahum..14.08....sappiamo che a te piace vedere mamma vendola con figlio in braccio o luxuria all'isola dei famosi...testosterone a mille!!!

Nick2

Mer, 14/06/2017 - 17:57

Jaguar, ti sei mai chiesto come saremmo messi senza euro? Voi credete che, usciti dalla moneta unica, torneremmo di colpo agli anni 90. Ma da allora fuori dall’Italia tutto è cambiato. La Cina esportava per 100 miliardi, ora per 2200. Da soli ci avrebbero stritolato e saremmo scivolati in pochi anni nel terzo mondo. Tutti i teorici del no euro non hanno mai considerato questa semplice ipotesi, segno della loro malafede. Hanno avuto qualche anno di gloria, ora cadranno in disgrazia…

cir

Mer, 14/06/2017 - 18:24

Benchè Hitler sia citato con infamia nei libri di storia, egli fu popolare presso il popolo tedesco. Stephen Zarlenga, in The Lost Science of Money, afferma che ciò era dovuto al fatto che egli salvò la Germania dalle teorie economiche inglesi. Le teorie secondo le quali il denaro deve essere scambiato sulla base delle riserve aurifere in possesso di un cartello di banche private piuttosto che stampato direttamente dal governo. Secondo il ricercatore canadese Henry Makow, questo fu probabilmente il motivo principale per cui Hitler doveva essere fermato; egli era riuscito a scavalcare i banchieri internazionali e creare una propria moneta. Makow cita un interrogatorio del 1938 di C.G.Rakowsky, uno dei fondatori del bolscevismo sovietico e intimo di Trotzky, che finì sotto processo nell’URSS di Stalin. Secondo Rakowsky, “[Hitler] si era impadronito ,,,,segue

cir

Mer, 14/06/2017 - 18:25

del privilegio di fabbricare il denaro, e non solo il denaro fisico, ma anche quello finanziario; si era impadronito dell’intoccabile meccanismo della falsificazione e lo aveva messo a lavoro per il bene dello Stato. Se questa situazione fosse arrivata a infettare anche altri Stati, potete ben immaginare le implicazioni controrivoluzionarie” (Henry Makow, “Hitler Did Not Want War”, www.savethemales.com).

cir

Mer, 14/06/2017 - 18:26

L’economista inglese Henry C.K. Liu ha scritto sull’incredibile trasformazione tedesca: “I nazisti arrivarono al potere in Germania nel 1933, in un momento in cui l’economia era al collasso totale, con rovinosi obblighi di risarcimento postbellico e zero prospettive per il credito e gli investimenti stranieri. Eppure, attraverso una politica di sovranità monetaria indipendente e un programma di lavori pubblici che garantiva la piena occupazione, il Terzo Reich riuscì a trasformare una Germania in bancarotta, privata perfino di colonie da poter sfruttare, nell’economia più forte d’Europa, in soli quattro anni, ancor prima che iniziassero le spese per gli armamenti.“

cir

Mer, 14/06/2017 - 18:26

Nell’arco di due anni, il problema della disoccupazione era stato risolto e il Paese si era rimesso in piedi. Possedeva una valuta solida e stabile, niente debito, niente inflazione, in un momento in cui negli Stati Uniti e in altri Paesi occidentali erano ancora senza lavoro e vivevano di assistenza. La Germania riuscì anche a ripristinare i suoi commerci con l’estero, nonostante le banche estere negassero credito e dovesse fronteggiare un boicottaggio economico internazionale. Ci riuscì utilizzando il sistema del baratto: beni e servizi venivano scambiati direttamente con gli altri paesi, aggirando le banche internazionali. Questo sistema di scambio diretto avveniva senza creare debito nè deficit commerciale. L’esperimento economico della Germania lasciò alcuni durevoli monumenti al suo processo, come la famosa Autobahn, la prima rete del mondo di autostrate a larga estensione.

Anonimo (non verificato)

jaguar

Mer, 14/06/2017 - 18:33

Nick2, avendo una certa età ti posso garantire che da quando c'è l'euro, quindi circa 16 anni, la condizione economica di milioni di italiani è diventata una tragedia, complice anche il cambio lira-euro molto sfavorevole. Certo, chi non ha problemi economici, non ne ha minimamente risentito e comunque l'errore è stato entrarci. Se ben ricordi uno dei padri fondatori di questa moneta, cioè Prodi, disse: con l'euro lavoreremo un giorno in meno alla settimana, ma guadagneremo come se lavorassimo un giorno in più. E sappiamo tutti come è andata a finire....

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 14/06/2017 - 19:03

ziobeppe: non so perché mi metti sempre nei tuoi sogni più intimi, cominci ad inquietarmi ...

Libertà75

Gio, 15/06/2017 - 10:32

@liberopensiero77, la sfido, in quanto uomo, a dimostrarmi dove io abbia scritto che bisogna stampare per ripagare il debito. Vorrei capire se io ho poca memoria o se lei è solo un millantatore e qualunquista. Lei è quello che ancora non ha capito che l'euro in fase di espansione monetaria. Tanto penso sia sufficiente a dimostrare chi di noi 2 sia con scarsa conoscenza in materia.

Libertà75

Gio, 15/06/2017 - 10:41

@lp77, aggiungo, che il suo pensiero delle 15.18 tocca il massimo dello squallore antidemocratico. Lei è convinto che solo chi è d'accordo con chi governa allora è nel giusto. In pratica, per lei si potrebbero non fare le elezioni e svolgere i compiti di Bruxelles senza fiatare. Piccolo e gretto. Capisco perché tu non abbia fede, non può essercene dove non c'è morale!

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 15/06/2017 - 12:23

Prodi e Ciampi truccarono i bilanci per far si che l'Italia entrasse nella Zona Euro. Il trucco riuscì perchè altrimenti se gli altri 'apartners' si fossero accori delle falsificazioni avrebbero impedito all'Italia l'ingrsso nella Eurozone. Va da se che l'Italia fosse rimasta con la sua Liretta, oggi sarebbe al livello die peggiori Paesi del terzo o quarto Mondo. L'Italia non era la Gran Bretagna, nè la Svezia nè la Svizzera, tutti Paesi con una moneta robusta alle spalle. Con la liretta sinistra e con governi sinistri saremmo finiti nelle fogne del pianeta.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 15/06/2017 - 12:33

@Libertà75, ma sa leggere? Non ho scritto che lei vorrebbe "stampare per ripagare il debito", ma che è d'accordo a far uscire l'Italia dall'euro e far nascere una nuova moneta nazionale, che sarebbe una moneta debole, e quindi verrebbe svalutata sui mercati internazionali. Per lei questa sarebbe un'operazione positiva, perché "uscire dall'area euro sarebbe un toccasana per il debito pubblico". Questa affermazione, ed altre elucubrazioni cervellotiche, sono contenute nei suoi commenti all'articolo del 28/06/2016, intitolato "Dopo Brexit sarà l'Italia a lasciare l'UE, dice il Financial Times". In sostanza lei mi sembra allineato con le tesi dello pseudo-economista della lega Claudio Borghi Aquilini, che appunto sostiene la necessità dell’uscita dell’Italia dall’euro. Fortunatamente le cose stanno prendendo una piega diversa.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 15/06/2017 - 12:40

@Libertà75, leggo ora il nuovo commento aggiuntivo delle 10:41. Vedo che, non avendo argomenti validi, il vizio di insultare, oltre a sostenere tesi farlocche, e far dire cose non dette alle persone, non te lo toglie nessuno. Ti invito quindi ad evitare di contro-commentare i miei interventi.

Libertà75

Gio, 15/06/2017 - 13:50

@lp77, ore 12.40 dici che sbaglio a riassumere il tuo bagaglio culturale antidemocratico e poi mi dici di stare zitto. Bene, direi che siamo d'accordo. Ore 12.33, lei non sa nulla di economia e se ne vanta, mi rammenti quando mi ha fatto le sue scuse in merito all'espansione monetaria nella quale siamo e lei ha più volte negato. O quando le ho dimostrato che l'espansione monetaria genera a sua volta un aumento di gettito fiscale. Attendo, l'unica cosa che sa fare è "non hai letto bene". Nell'articolo da lei citato, io ho menzionato una possibilità di azione, una delle tante. Tu sei iscritto ai disfattisti dei brexit, disastro che non è avvenuto. Tanto dovrebbe bastarti per farti comprendere che non hai capacità di comprensione dei fenomeni. Io non ti consiglio di stare in silenzio, ti chiedo di costruire un pensiero argomentato e dei passaggi logici in materia economica. Non voli pindarici stile "abbiamo il 130% debito/pil -> quindi siamo spacciati". Attendo contenuti!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 15/06/2017 - 14:17

@Libertà75, dopo quest'ultimo sproloquio senza capo né coda, caro pseudo-economista dei miei stivali, mi convinco sempre di più che è inutile discutere con te, che avresti bisogno più che altro, non di studiare (operazione inutile per chi ha scarso raziocinio), ma di una buona visita da uno psicanalista, ma meglio ancora da uno psichiatra. P.S. la Brexit non c'è ancora stata, quindi, ulteriore dimostrazione che non sai di cosa parli...

Libertà75

Gio, 15/06/2017 - 15:48

@lp77, per fortuna che saresti quello che non insulta. La Brexit è in corso, non è conclusa. Allora ho una domanda per te. Quando (e naturalmente se) ci sarà la Brexit e qualora (come io ritengo) non ci sarà nessun disastro economico in UK, tu mi farai le tue scuse? Io già premetto che se tu dovessi avere ragione (come gli altri disfattisti antibrexit) ti farò le mie scuse. Ma aspettarsi da te un comportamento da uomo. A proposito, in passato negavi l'espansione monetaria in cui siamo, ora ti sei reso conto della verità?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 15/06/2017 - 16:13

Ritengo che non ci sarà nessuna uscita della GB dall'UE, quindi per me è inutile discuterne. Di questioni economiche preferisco discutere con persone che non "abboccano" a tesi estremistiche.

Libertà75

Gio, 15/06/2017 - 16:39

@lp77, e quando mai sostieni una discussione? Le tue conclusioni passano sempre attraverso l'insulto o il tentativo di svilire la controparte. Non si è mai visto che tu sostenga le tue posizioni approfondendo i ragionamenti. Continuo a ricordarti che negavi l'espansione monetaria così come i vantaggi fiscali derivanti da essa. Cosa che ti ho dimostrato già più volte. Se preferisci credere a tesi false, fai pure, non sono io ad obbligarti a ricercare la verità. P.S.: non sono un fan dell'economista Borghi, ho solo detto che ci sono varie strade che si possono percorrere, al contrario dei fobici misfattisti che dicono il contrario. Amo solo la verità.