L'eterna agonia dei marò: arbitrato internazionale non prima del 2018

La corte dell'Aja ha definito il calendario del processo arbitrale. Si prevede una conclusione non prima del 2018, ma potrebbe essere rimandata ancora

L'eterna, patetica, vicenda dei marò non finirà prima di agosto 2018. Altri due anni, insomma, nell'attesa che i giudici della corte dell'Aja si pronuncino sulla più grottesca vicenda internazionale degli ultimi anni. Grottesca e offensiva, per l'Italia e per i suoi soldati che si sono trovati all'interno di qualcosa di più grande. Più grande di loro erano le lotte intestine per le elezioni indiane che spinsero il governo di allora a cercare in tutti i modi di processare i marò in India; più grande di loro è stata l'incapacità di tre governi italiani nel gestire la vicenda; più grande di loro, infine, è (e sarà) l'elefantica lentezza della giurisdizione internazionale.

Oggi, infatti, è stato pubblicato il calendario che il Tribunale arbitrale ha redatto il 18 gennaio nella prima riunione procedurale. Per arrivare al verdetto, quale che sia, l'Aja se la prende (molto) comoda. La fine del tunnel non arriverà prima dell'agosto 2018. Esatto: 2018. Altro che "rapida soluzione" come avevano promessa prima Letta, poi Renzi e Pinotti. Quando arriverà la fine dell'estate 2018, i marò spegneranno per la sesta volta le candeline della prigionia in territorio indiano. Sei anni. Vi pare normale? No. Non si conosce precedente simile, con un Paese costretto a lasciare (e incapace di fare altrimenti) due soldati in mano a un Paese estero, quando ogni regola internazionale vorrebbe che a giudicare i marò fosse un tribunale italiano. Inutile ripercorrere tutte le tappe, dalle perizie che scagionano i due fucilieri di marina ai continui rinvii della corte del Kerala. Il passato è passato, ma il futuro è forse peggiore. Se non fosse che rimane la speranza di una conclusione positiva e del rientro in Patria.

Massimiliano Latorre ha pubblicato questa mattina su Facebook una foto con alcuni amuleti, scrivendo speranzoso: "Lunedì 18 Gennaio 2016: oggi inizia un altra fase". Non è servito a molto. Questa, ulteriore fase durerà troppo a lungo. I prossimi appuntamenti che Latorre e Girone sono costretti a segnare in agenda sono il 16 settembre 2016, quando l'Italia dovrà presentare la sua versione dei fatti in una memoria. L'India farà lo stesso il 31 marzo 2017. E così di mese in mese, arriverà la replica dell'Italia il 28 luglio 2017 e la controreplica indiana il 1 dicembre 2017. Ma non è finita qui.

Il governo indiano, infatti, potrà presentare obiezioni di giurisdizione e ammissibilità che potrebbero far slittare tutto. In caso contrario (ma sembra difficile possa accadere), l'Italia potrà mettere subito agli atti la sua contro-replica il 2 febbraio 2018. A quel punto, raccolti tutti i dati e i punti di vista, il Tribunale dovrà emettere un giudizio entro sei mesi. E così si arriva all'agosto del 2018. Bene, ma non benissimo. Una clausola, infatti, permette al Tribunale dell'Aja di allungare i tempi "in accordo con le Parti" per permettere a Roma e Delhi di avere più tempo per presentare le relative dichiarazioni.

Più rapida, invece, dovrebbe essere la decisione sulla sorte di Salvatore Girone, per cui l'Italia aveva chiesto il rientro in Italia. L'udienza è fissata per il 30-31 marzo 2016. Una magra consolazione, in attesa di un giudizio che sembra davvere non arrivare mai. E le colpe di tutto ciò sono diffuse. Soprattutto a livello governativo.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Mer, 20/01/2016 - 12:26

Se imprigionassimo tutte le alte cariche diplomatiche Indiane che sono nel nostro paese, saremmo nella posizione pure noi di dettare i nostri diritti, POI, SIAMO IN EUROPA, OPPURE L`EUROPA """PRETENTE SOLAMENTE QUANDO L`INTERESSE È PER LA GERMANIA"""??? ABBIAMO A CHE FARE CON UNA DEMOCRAZIA, OPPURE CON UN`UNIONE -M-A-F-I-O-S-A- ???

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 20/01/2016 - 12:26

Ripeto :FUORI DALLA UE,DALLA NATO,RITIRO IMMEDIATO NOSTRE FORZE ARMATE DA TUTTI I TEATRI DI GUERRA E PIRATERIA ED ULTIMATUM ALL'INDIA CON RELATIVA RAPPRESAGLIA(ESPULSIONE ENTRO 48 ORE DI TUTTI GLI INDIANI IN ITALIA) SE NON RESTITUISCE ALTRO MARO'

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 20/01/2016 - 12:28

Gli faranno scontare anni, senza accuse e senza processo. Era meglio un intervento dei "servizi" per riportarli a casa ma questi vengono usati solo per "Sgrena o simili".

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 20/01/2016 - 12:31

Vergognoso, questi buffoni sinistrati che si permettono di criticare Mussolini, dovrebbero prendere esempio da quel grande uomo.

giosafat

Mer, 20/01/2016 - 12:37

Quando è in gioco la libertà degli individui le decisioni devono essere prese in fretta e furia; invece qui si prende solo per i fondelli. Fuori le palle: a casa i marò, e fuori gli indiani, con le buone o con le cattive e affanc....l'aja e il suo cortile. Purtroppo ci governa il 'bomba-buffone' che troverà, anche questa volta, l'occasione per riderci su. Che Stato vigliacco e verme....

Ritratto di emo

emo

Mer, 20/01/2016 - 12:46

volevo parlare ma appena aperta la bocca ho dovuto vomitare, ma quel delinquente napoletano ora senatore con tutta la pletora di lekka kuli che si è accodata leggasi, Monti,Letta, Fonzie,Pinotti e generali e capi di SM ed infine la magistratura demo possibile che abbiano una faccia tosta tale da non vomitarsi adosso al mattino davanti allo spechhio? VERGOGNOSAMENTE COLPEVOLI, UNO SCHIFO

marco.olt

Mer, 20/01/2016 - 13:28

Un insulto all'Italia e al diritto internazionale. Siamo nella giungla dove le leggi le distorcono paesi come l'India e dove i tribunali per non scontentare nessuno non prende posizioni nette. Con gente seria, con un un Putin al governo i marò erano a casa nostra già da mesi. In questo mondo la democrazia e le leggi internazionali è tutta apparenza, siamo ancora alla legge del più forte. Siamo in mano a ciarlatani.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 20/01/2016 - 13:40

Uno stato serio e degno di questo nome avrebbe bloccato tutte le operazioni di import/export con l'India. Avrebbe arrestato l'Ambasciatore indiano e trattenuto nelle patrie galere sino alla liberazione di Girone. Ovviamente di reinviare Latorre in India non se ne parla!. Coraggio governanti pavidi, coraggio e orgoglio!

Blueray

Mer, 20/01/2016 - 13:42

Si facciano ricatti internazionali e nazionali diretti all'India. Serve, eccome che serve. Serve tanto più quanto più è troglodita la controparte. Vogliono entrare in 4 istituzioni internazionali dove serve il voto unanime. Bene, si neghi il voto italiano, ma per tutte 4 non per una sola! Morale ci vogliono i maroni, e quelli non si inventano!

polonio210

Mer, 20/01/2016 - 13:49

Non sarebbe il caso di predere in considerazione la pratica dell'esfiltrazione?Va bene essere pazienti.Va bene essere rispettosi delle leggi Indiane.Va bene evitare i contrasti,per preservare i nostri affari economici,con il suddetto paese estero.Va bene che i nostri(purtroppo per noi cittadini)rappresentanti politici abbiano la spina dorsale di una ameba.Ma quando è troppo è troppo.Abbiamo il DOVERE MORALE di riportare a casa il marò ancora imprigionato(perché anche se non è in una galera è comunque un prigioniero di fatto)illegamente da un paese che non rispetta nessuna regola.Non servono centinaia di uomini o l'uso della forza.Bastano poche persone decise ed una buona logistica e lo si riporta a casa.Se non lo sapessero fare nostri servizi segreti ci sono agenzie internazionali private che sono esperte in queste operazioni.

Ritratto di francefin

francefin

Mer, 20/01/2016 - 13:51

NON AURO SED FERRO RECUPERANDA EST PATRIA. è del tutto inutile che il sig renzi in questi giorni fa lo splendido ovvero il forte e cazzuto con junker per alienarsi le simpatie degli italiani. è e sarà sempre un buffone, una caricatura e un masanieloo da niente. traditore in combutta con altri dell'attuale svendita agli invasori ed alla deriva che ha preso questo disgraziato paese in mano alla dittatura pedero-disfattista-comunista. detto ciò, le chiacchere stanno a zero. O MI DAI I MIEI SOLDATi ORA, O IO RITIRO TUTTI I MIEI DA TUTTI I TEATRI E ARRESTO TUTTI I CONSOLI INDIANI. TERZIUM NON DATUR. e che mxxxxxa diamine, basta!

canaletto

Mer, 20/01/2016 - 13:58

E' UNA GRANDE VERGOGNA. GOVERNI FARLOCCHI E IMBROGLONI INCAPACI ED INETTI CHE NULLA HANNO FATTOE NULLA FARANNO SE NON DISCORSI. GRAVE E NEGLIGENTE L'ASSENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. DOVREBBE INTERVENIRE IN PRIMA PERSONA SENZA TELEFONARE O MANDARE MESSAGGINI. D'ORA INNANZI AI MARO' SE CHIAMA QUALCUNO DEL GOVERNO O PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, NON RISPONDERE. SONO SOLO BUFFONI. GRAVE E' ANCHE IL COMPORTAMENTO UE CHE SE NE FREGA DELL'ITALIA. SE FOSSE LA GERMANIA AVREBBERO GIA PROVVEDUTO. RECUPERIAMO IL MARO' IN ALTRA MANIERA E SOPRATTUTTO NON MANDIAMO PIU NESSUNO IN INDIA E' UN PAESE DI PIRATI

Armandoestebanquito

Mer, 20/01/2016 - 14:06

sonó colpevoli e quindi devono fare la galera .Finitela di alimentare fantasie e tirando fuori nacionalismi di buon mercato

giovanni PERINCIOLO

Mer, 20/01/2016 - 14:08

Io nel frattempo metterei in galera fino a conclusione del processo il signor Loden, al secolo sua eccellenza il senatore a vita mario monti, come primo colpevole del pasticciaccio inverecondo!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 20/01/2016 - 14:18

E' da tempo che vado affermando che i marò torneranno in Italia con la barba bianca. L'incapacità dei nostri governicchi è stata totale così come è stato totale il vergognoso comportamento indiano. Latorre può giustamente rifiutarsi di tornare in India ma per Girone, a meno di una fuga, con rottura dei rapporti diplomatici tra Italia e India, non c'è speranza. La sua situazione disgraziata sta incominciando a sparire dalle prime pagine e si sta diluendo continuamente. Morirà d'inedia in India o di consunzione spirituale o una delle malattie, che lo hanno già colpito in quei luoghi, si ripeterà in forma più grave. Temo che il finale finirà per essere uno di questi. Un Italia vergognosa che non merita d'avere un uomo così coraggioso e pieno di dignità.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 20/01/2016 - 14:33

Date ampio mandato al Mossad, nel giro di poche settimane saranno nuovamente a casa.

Ritratto di frank60

frank60

Mer, 20/01/2016 - 14:41

Io propongo di dare tutti gli indiani che ci sono in Italia...in cambio dei Maro'....

Cheyenne

Mer, 20/01/2016 - 14:48

ma che vogliamo siamo considerati meno del burundi grazie ai pidioti e a monti

Luigi Farinelli

Mer, 20/01/2016 - 14:50

All'anima della decisione da prendere in tempi "molto, molto comodi"! Ormai tutto ciò serve a far venire il sangue amaro a chi si vede crollare il mondo attorno, ostinatamente creduto ancora capace di rispettare Giustizia e sani principi (laici o religiosi)! Ma il mondo è ormai diretto da sporchi, squallidi burattini al guinzaglio di sporche istituzioni e sporche Agenzie internazionali, a loro volta prostituite agli sporchi interessi di chi le ha costruite e può corrompere a piene mani e comprare e imporre tutto ciò che aggrada. Ma anche così, il male peggiore è l'ignavia, la mancanza di volontà e la vigliaccheria congenita di chi non si vuole compromettere per non perdere il proprio tornaconto. Perché l'Italia continua ancora a impegnarsi in missioni per le quali non è adeguatamente tutelata, in caso di necessità, nemmeno dalla Corte dell'Aja?

Luigi Farinelli

Mer, 20/01/2016 - 14:53

Azo-12:16: abbiamo a che fare con una Unione massonica. Il che è molto peggio di una SEMPLICE Unione mafiosa.

Libero1

Mer, 20/01/2016 - 14:57

Ormai del caso maro'non se ne puo' piu'.Che poi tre governi fantocci non eletti dagli italiani ma orchestrati dal kompagno giorgio e quattro ministri degli esteri e la mogherini non sono riusciti a riportarli a casa dimostra che l'italia nel mondo conta quanto un fico secco.

Silvio B Parodi

Mer, 20/01/2016 - 15:16

c'e' sempre un Armando scemunita che rema contro l'Italia Armandooo non bere la mattina a digiuno te viene l'ulcera e te fa' straparlare.

27Adriano

Mer, 20/01/2016 - 15:27

Governo senza palle, senza dignità, senza rispetto per gli Italiani e traditore nei loro confronti. Un governo canaglia!

Carboni oreste

Mer, 20/01/2016 - 15:56

Storia di vita vissuta. Quando un vecchio sardo separatista convinto,magrolino(1.70 x 62Kg.)ha piu' palle di un'intera nazione. Quando abitavo a Pui O(Lantau Island)ero costretto a prendere il pullman x tornare a casa. Azzo,il piu' delle volte ho notato questo indiano(circa 1.85x90)con tanto di barba da sikh,che oltrepassava tutta la fila e si metteva davanti alla portiera d'ingresso.E tutti sopportavano. Una bella sera,mi trovo primo.Ed eccoti il barbuto indiano sorpassare tutta la fila e piazzarsi al solito primo posto. Mica feci niente,mi intromisi fra lui e la portieraSEGUE

Carboni oreste

Mer, 20/01/2016 - 16:01

Il barbuto sikh spiaccico' qualcosa(non so bene l'inglese ne tantomeno l'indiano)Con calma mi son girato e all'italiana dissi.Che kazzo vuoi? you arrival last e last enter. Infatti feci passare tutti,anche se l'indiano ha tentato di spingermi,non sapendo che applico un teorema di Pitagora. Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. Tanto da sbatterlo x terra.

Raoul Pontalti

Mer, 20/01/2016 - 16:08

Il governo dei tecnici si fece scoppiare tra le mani il caso e sbagliò al riguardo a monte avendo dato applicazione ad una sciagurata legge che istituiva i cani da guardia pubblici su navi privati e per giunta scelti tra i meno adatti (soldati digiuni di norme e tecniche di polizia) e a valle rivendicando diritti incerti in modo arrogante e villano, ossia antidiplomatico. Per sovrammercato il destricolo amico di Fini tentò di trattenere i marò dopo la seconda licenza compromettendo i rapporti con la Corte suprema indiana. I governi successivi si trovarono il terreno compromesso ma di loro ci misero la perseveranza nel braccio di ferro con l'India teso a evitare il processo penale. Resosi inevitabile il processo si è fatto ricorso infine all'arbitrato al fine di guadagnare tempo per le trattative diplomatiche. Obiettivo raggiunto: ora vi è tempo fino al 2018 e forse oltre...

senzasperanza

Mer, 20/01/2016 - 16:14

solo in un paese come l"italia puo succedere questo. via tutti i nostri soldati dalle missioni. pensateci gente quando torneremo a votare(pensateci),se torneremo. tronbetta pavone,cosa dira".che rimangono per un corso di sopravivenza.servi di un paese del 4 mondo.

Libertà75

Mer, 20/01/2016 - 16:14

Mi domando a che serva un processo quando il sommo Pontalti ha già espresso condanna senza possibilità di appello.

MOSTARDELLIS

Mer, 20/01/2016 - 16:29

Poveretti. La Corte dell'Aja si sta rivelando peggiore dei tribunali indiani. Andiamo bene.....

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Mer, 20/01/2016 - 16:35

Mi piacerebbe i ns militari se ne ricordassero quando sfilano davanti a vecchi, raggrinziti, panzuti, inutili, ignoranti, traditori rappresentanti politici… Traditori del popolo Sfruttatori del popolo Traditori delle forze armate. Menefreghisti della vita di due soldati, probabilmente (la perizia balistica sembra stabilirlo) estranei ai fatti. Ripeto, probabilmente INNOCENTI. Nulla è cambiato da quell’8 settembre del ’42. Nulla! Con le debite proporzioni, i capi se ne fregano, e la truppa sta a farsi macellare. 70 anni fa a Cefalonia, oggi a marcire anni in una cella indiana.

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Mer, 20/01/2016 - 16:38

Volete scommettere che quando sarà finita li radieranno dall'Esercito, in quanto imbarazzanti testimonianze viventi della incapacità di politici, diplomatici, ed alti papaveri dell'esercito stesso? A cosa servono gli incursori, se non si usano in questi casi? Santo cielo, mandate il COMSUBIN a riprenderlo stasera!!

vince50_19

Mer, 20/01/2016 - 16:40

Che sconcio! Non ho altre parole (educate) da scrivere e non vorrei pensare che in quei luoghi sia arrivata certa finanza che ha investito miliardi in commesse con l'India e non vuole perderli.

ilbelga

Mer, 20/01/2016 - 16:45

e come mai nessuno fa niente, se io fossi Latorre e Girone mi sarei già tolto la divisa e l'avrei buttata nel cesso.

ilbelga

Mer, 20/01/2016 - 16:47

cacciare via dall'italia una famiglia di indiani al giorno. Rhaus

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 20/01/2016 - 16:55

L'Italia non vuol proprio contare una mazza, i suoi rappresentanti se la fanno sotto, non sono mai adeguati a rappresentare un paese, un grande paese, se hai carte le fai VALERE..anche malta..quando serve alza la voce! Con l'India c'e solo una via : RITORSIONI, primo abbiamo noi piu' indiani che Italiani loro, secondo, bene o male la nostra ESPERIENZA e vecchio lignaggio nei rapporti coi grandi CONTANO, terzo SIAMO NELLA NATO, quarto abbiamo la terza forza Onu (soldati impegnati) quarto, la questione dell'agenzia nucleare..dove l'India vuole entrare, quinto muoviamo la Ue altrimenti e' un motivo base per farla saltare, a che cxxx serve, se un paese membro della Ue non viene duramente tutelato nei confronti di extra europei??? Sesto RITORSIONI, per portarsi alla PARI E TRATTARE da PARI, fermare un funzionario diplomatico indiano e SCAMBIARLO, mettetegli la "bustina" in tasca...ci si inventi qualcosa..ma basterebbe fermarlo per "accertamenti" SVEGLIA E PALLE!!!

Raoul Pontalti

Mer, 20/01/2016 - 17:04

A quello che vorrebbe fare sparare i marò ad alzo 45° con un fucile-obice per la migliore gittata (e la mira?) sommessamente ricordo che il principio di azione e reazione (terzo principio della dinamica) pertiene a Newton e non a Pitagora. Ma forse il Carboni oreste nell'episodio citato aveva fatto strani calcoli per determinare, date le posizioni di autobus, lui stesso e l'indiano, il valore della ipotenusa (distanza dell'indiano dalla portiera) sommando i quadrati dei cateti (distanze sue dall'indiano e dalla portiera) ed estraendo infine la radice quadrata, in applicazione appunto del teorema di Pitagora.

Giorgio5819

Mer, 20/01/2016 - 17:11

Flex, concordo, i nostri servizi servono per andare a raccattare qualche i.mbecille rossa, lasciandoci anche la pelle, se necessario. Ma il pres della repubblica dov'è ? In vacanza su plutone o in officina a registrare i fili che lo manovrano?

Raoul Pontalti

Mer, 20/01/2016 - 17:16

A quello che invoca il COMSUBIN ricordo che gli incursori della Marina del Teseo Tesei operano per definizione nell'acqua, sotto l'acqua e nei pressi dell'acqua e dunque è inconcepibile il loro impiego a oltre un migliaio di km dalla costa in ambiente semiarido quale è quello di Nuova Delhi (pregasi di consultare l'atlante geografico). Più in generale ricordo che operazioni simili quando furono tentate fallirono (ambsciata USA a Teheran) e negli altri casi l'idea fu riposta nel cassetto per impraticabilità oggettiva, come accade agli israeliani con Gilad Shalit, il soldatino catturato da Hamas che rimase prigioniero per 5 anni e fu liberato in cambio di 1.000 prigionieri palestinesi a seguito di trattative.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 20/01/2016 - 17:17

x Armandoestebanquito: Sono colpevoli di che? Se tutte dico TUTTE le prove sono a loro favore. Informati, leggi un pò, non leggere solo l'umidità , repubblilecca e lo strafatto quotidiano. CAPRA!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/01/2016 - 17:36

Lo sappiamo tutti di chi sono le colpe. Ricordatevene, amici del centro-Destra, quando farete la vostra campagna elettorale per le prossime elezioni. E soprattutto ricordatelo agli elettori!

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 20/01/2016 - 17:47

Tranquilli il caso è sempre in cima all'agenda dell'addetto alle faccende estere. BUFFONI E CALABRAGHE.

strausss

Mer, 20/01/2016 - 17:55

buonasera.qui tutti sembrano dimenticare che i nostri baldi e strampalati eroi sono accusati di aver assassinato due inermi disarmati poveri pescatori....

giorgiandr

Mer, 20/01/2016 - 17:57

@Pontalti : non ci sono più parole per definire la tua insipienza, solo una : vergognati.

Fossil

Mer, 20/01/2016 - 17:58

Oltre a non avere una politica estera inesistente (e non solo per le relazioni con l'Europa di cui siamo vassalli) ma dietro questa vicenda c'è senz'altro qualche altro magheggio di cui non siamo a conoscenza. Certo è che se si fosse trattato di militari americani o magari francesi sarebbero stati a casa dopo "10 minuti"!

ClaudioSaggini

Mer, 20/01/2016 - 18:06

Dovremmo cercare di non fare il tifo da Stadio e vedere le molte sfaccettature e matasse politiche. Appare certo che hanno sparato a delle barche di pescatori in acque territoriali indiane. Gli eventuali barchini veloci dei pirati sono molte ma molte miglia marine distanti dal luogo dell'incidente. La legislazione marittima indiana, senz'altro ripresa da quella inglese non vede di buon occhio militari sceriffi stranieri che sparano di fronte alle loro coste. Effettivamente non appare assolutamente facile con quale metro di legge giudicare. Non si vede altra soluzione che una richiesta di grazia a livello di stati sovrani, previa ammissione di errori di colpa, con promessa che i due saranno poi processati nel suolo Italiano. ClaudioSaggini

sparviero51

Mer, 20/01/2016 - 18:10

Purtroppo li nostri vertici militari sono in maggioranza eunuchi appecoronati ai politici per poter fare carriera.Tutto cominciò negli anni 70 con la scusa di isolare " i fascisti",la frase in voga era "dare garanzie di democrazia " per poter essere promossi.Ci fu una EPURAZIONE ,chi aveva le "00" fu isolato,boicottato,ridicolizzato se non addirittura congedato.I successivi governi SINISTRI hanno fatto il resto è questa è la triste realtà odierna!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 20/01/2016 - 18:28

Io continuo a domandarmi ed a domandare a chi li ha gia condannati, cosa ci facessero due INERMI DISARMATI POVERI PESCATORI, sotto la fiancata di una PETROLIERA!!!! Pax vobiscum.

Fermantiport

Mer, 20/01/2016 - 19:04

E' ora di fare lo scambio: loro ci ridanno Girone e noi mandiamo Monti.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Mer, 20/01/2016 - 19:36

Monti, Letta e Renzi siete dei grandissimi ... buffoni!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 20/01/2016 - 20:18

Claudio Saggini, la non diha hoglionerie. Primo, i fori sono stati prodotti da un calibro 7,62,ed é un fatto. Secondo, i nostri militari avevano armi di calibro 5,5 ed é un fatto. Terzo, si trovavano fuori dalle acque territoriali, ed é un fatto. Quarto, quegli eunuchi che governavano allora il nostro paese, il presidente della rep. capo spirituale delle ff.aa., appecoronato agli eunuchi, perché ordinarono il dietro front mettendoli nelle mani di quei pezzenti e puzzolenti??? Quinto, perché ordinarono loro di rientrare in India dopo le feste natalizie passate a casa??? I novelli attili regoli della politica italiana, presidente demerito compreso, li tradirono subdolamente.

soldellavvenire

Mer, 20/01/2016 - 20:34

La corte dell'aja! Ma son quelli che ridaranno l'agibilità politica a sylvio! Urrà è certo che sono dalla nostra parte, vedrete che ci proporranno di scambiare sylvio coi marró, accetto

soldellavvenire

Mer, 20/01/2016 - 20:35

La corte dell'aja! Ma son quelli che ridaranno l'agibilità politica a sylvio! Urrà è certo che sono dalla nostra parte, vedrete che ci proporranno di scambiare sylvio coi marró, a patto che fondi forza India

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 20/01/2016 - 20:51

Diamo tutto in mano al somaro sapiente che ha scritto tante cagaxxxte sopra. Lui sa!!!! Lui conosce!!!! Lui é la veritá assoluta, Anzi il depositario delle veritá assolute. Chiudiamo tribunali, chiudiamo investigazioni, sono inutili, c'é il somaro sapiente che provvederá. Il somaro sapiente di cui sopra metterá a posto tutto. Non preoccupatevi piú. La direzione é pregata inviare le dissertazioni tecnico giuridiche dell'asino sapiente agli enti preposti.

Ritratto di mino1969

mino1969

Mer, 20/01/2016 - 21:40

bisognerebbe avere le palle di esfiltrare Girone con qualche sotterfugio tipo chiuderlo in una cassa diplomatica( già fatto dagli Israeliani, dall' Argentina fino ad Israele) riportarlo a casa e poi chi si è visto si è visto, questione chiusa.

Ritratto di mino1969

mino1969

Mer, 20/01/2016 - 21:44

X HERMANDO45: è quello che sostengo anche io, soprattutto se discuto appunto con qualcuno che li ha già condannati, ma chi lo fa è antimilitarista a prescindere, mentre magari difende i compagni che sbagliano.

Ritratto di mino1969

mino1969

Mer, 20/01/2016 - 21:46

PER MARE PER TERRAM: tenete duro ragazzi

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mer, 20/01/2016 - 21:54

Se fossi al posto dei familiari dei 2 marò, mi divertirei a querelare. Da uno come Pontalti, miserrimo, almeno riesci a prendere qualcosa. Da uno come il bimbominkia di Armandoecceteraeccetera, sfigato dalla nascita, non prendi nulla ma almeno la soddisfazione di vederlo davanti ad un magistrato, me la toglierei. L'mxxxxxxxe scrive: "sonó (con l'accento sulla o) colpevoli e quindi devono fare la galera .Finitela di alimentare fantasie e tirando fuori nacionalismi di buon mercato". Questa ixxxxxxxe, fino a prova contraria è calunnia. E se, tramite avvocati, chiedessero il tuo vero nome, ixxxxxxxe devi sapere che la Redazione è tenuta a fornirlo. Per lo scemo del villaggio invece, non è necessario. E' noto alle cronache. Dalton Russell.

roberto zanella

Mer, 20/01/2016 - 23:42

Ringraziamo questi due somari : Monti e Passera

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 20/01/2016 - 23:46

h20e35,Il solito (NON SOL) COCOMERIOTA DELLAVVENIRE non ha capito un TUBO. La corte dei DIRITTI DEL MARE è ad Amburgo, NON a L'AIA AHIAHIAHIAHI!!!lol lol Pax vobiscum

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 21/01/2016 - 03:10

Leggo : "16 settembre 2016, l'Italia dovrà presentare la sua versione dei fatti in una memoria. L'India farà lo stesso il 31 marzo 2017. . . . replica dell'Italia il 28 luglio 2017 e la controreplica indiana il 1 dicembre 2017" – Non capisco perché l'Italia debba presentare i suoi dossier rispettivamente 6,5 mesi (versione dei fatti) e 4 mesi (replica/controreplica) prima dell'india . Forse per dar modo agli indù di accomodare diligentemente la loro versione dei fatti e controreplica in funzione di quanto esporrà l'Italia. Mah

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 21/01/2016 - 03:11

Raoul Pontalti 16:08 scrive : "Per sovrammercato il destricolo amico di Fini tentò di trattenere i marò dopo la seconda licenza compromettendo i rapporti con la Corte suprema indiana" - - - Infatti, sarebbe bastato trattenere entrambi in Italia durante la 1a licenza natalizia. - Vattelappesca perché non un solo solerte magistrato che abbia azionato il noto atto dovuto trattenendo i marò per motivi giudiziari. Si sarebbe spiegato agli indiani che, come da loro sempre reiterato, anche la giustizia italiana è "libera, giusta e indipendente". Gli indù si sarebbero stracciati le vesti, pardon turbanti e sari durante una o due settimane poi sarebbe finita lì, contenti e giulivi di non dover più pelare la patata bollente.