L'idea di Tridico: usare i Tfr per comprare titoli di Stato

Il presidente Inps propone un fondo di previdenza integrativa statale. Investirà in Italia. No dei sindacati

Un fondo pubblico di previdenza integrativa. L'idea è la principale novità alla presentazione del Relazione annuale Inps che si è tenuta ieri a Roma. Il presidente dell'istituto Pasquale Tridico ha auspicato la «creazione di una forma complementare pubblica gestita dall'Inps».

Una previdenza complementare «volontaria e alternativa alle forme private». Che vada oltre Fondinps, fondo residuale che ha raccolto i contribuenti che non avevano optato per i fondi privati o per lasciare il Tfr in azienda.

Quindi un fondo volontario, in concorrenza con quelli privati, nel quale i lavoratori potranno fare confluire le quote di Trattamento di fine rapporto, ma gestito dal gigante pubblico della previdenza.

La proposta ha un valore politico, che emerge dall'obiettivo del fondo Inps che Tridico ha messo in primo piano: «Sostenere una maggiore canalizzazione degli investimenti in Italia».

I fondi privati nel 2018 hanno gestito 167,1 miliardi, pari al 9,5% del Pil, «molti dei quali investiti all'estero». Quindi «la sfida del fondo Inps dovrà essere quella di aumentare il numero delle adesioni attraverso la costituzione di una valida alternativa ai fondi privati, ma anche quella di aumentare gli investimenti diretti nel nostro Paese».

Proposta che ne ricorda un altra lanciata dal Movimento cinque stelle mesi fa e citata dal vicepremier Luigi Di Maio: destinare parte della raccolta dei fondi pensione privati agli investimenti nelle start up.

Ma la natura pubblica dell'Inps potrebbe cambiare radicalmente il tipo degli investimenti realizzati con la «liquidazione» dei lavoratori. Ad esempio investimenti pubblici. Oppure l'acquisto di titoli i Stato, che comunque sono già una parte importante degli investimenti dei fondi privati.

Vista da questa angolazione, la mossa di Tridico sembra rientrare nella strategia del governo per portare il debito pubblico il più possibile dentro i confini nazionali.

Ma la proposta non piace ai sindacati. «Totalmente sbagliata», per il segretario confederale della Uil Domenico Proietti. Una «tentazione» che «non trova alcun fondamento nella realtà. In Italia, abbiamo il miglior sistema dei fondi pensione dell'occidente: un sistema libero, plurale e concorrente.

Il tema è quello di incentivare le adesioni e su questo chiediamo al governo un intervento». Uno dei rischi che vede il sindacato è gli nvestimenti siano scelti con criteri politici. Il fondo pensione Inps dovrebbe comunque essere un soggetto di diritto privato, spiega Giuliano Cazzola, esperto di previdenza, che riconosce alla proposta di Tridico una «visione politica». Ma segnala problemi rilevanti. Ad esempio, «dentro l'Inps non ci sono le professionalità per» gestire il risparmio dei lavoratori con logiche di mercato. «Magari vogliono assumere altri navigator per farlo», scherza.

La relazione è stata l'occasione per fare il punto sulle adesioni a Quota 100, dato rilevante per le finanze pubbliche. Complessivamente alla fine del mese di giugno sono pervenute all'Inps 154.095 domande per la pensione anticipata con la cosiddetta Quota 100. «Alla fine dell'anno il numero atteso delle pensioni in pagamento sarà pari a circa 205.000, per una spesa complessiva annua pari a 3,6» miliardi. L'importo medio delle pensioni anticipate è di 1.900 euro.

Reddito e pensione di cittadinanza sono andati a 840 mila nuclei. L'importo medio è di circa 500 euro».

Commenti

cgf

Gio, 11/07/2019 - 09:01

Questo signorino dove lo hanno trovato? tra i trombati nel campionato del gioco monopoli? si rende conto che una cosa del genere farebbe chiudere tantissime aziende diminuendo le entrate dell'istituto da una parte ed aumenterebbe a dismisura le uscite, per disoccupazione, dall'altra? Metteteci delle persone che abbiano lavorato, che sappiano cosa vuol dire lavorare e non solo teoria, il TFR non è una cosa accantonata sotto il materasso.

HappyFuture

Gio, 11/07/2019 - 09:33

Invece di astrologarsi la mente per raggirare i DIVIETI dell'UE, provocando anche la loro IRA... Perché non dire pane al pane e vino al vino e USCIRE PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE DA QUESTA ASSOCIAZIONE A DELINQUERE?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 11/07/2019 - 09:35

L'idea non è stupida, lo scopo è fare tornare in Italia i BTP che con i loro interessi ci afffossano. Lo Stato potrebbe anche fare una cassa di deposito dove i cittadini invece di lasciare i soldi in banca a tasso 0 si troverebbero a sottoscrivere dei titoli di stato con interesse basso, diciamo 1% ma sempre con un interesse positivo e con quei soldi lo Stato potrebbe acquistare i BTP alle prossime aste cosi da mettere nel sacco gli speculatori che con lo spread si stanno arricchendo. Ovvio che le banche e i signori della finanza globale di certo non apprezzerebbero.

bernardo47

Gio, 11/07/2019 - 10:12

1900 euro lordi di pensione, sono nette 1400 caro tridico e quota cento e’ stata un flop che pochi chiedono perché penalizza! Reddito cittadinanza poi, a quelli al nero, ai truffatori di Isee, a quelli che fanno le rapine o comprano la droga per le fidanzate in carcere ecc.ecc., è una vera vergogna e altro flop,pagato miliardi su miliardi a debito e con le nostre tasse!

bernardo47

Gio, 11/07/2019 - 10:31

Tridico al servizio di di Maio,spara solo grandi buffonate! Inps è dei lavoratori e merita alla guida persone serie!

cgf

Gio, 11/07/2019 - 10:45

@HappyFuture innanzi tutto non sta proponendo di investire in mini-bot, ma buoni del tesoro normali, gli stessi che sono già in emissione. Ha letto l'articolo? nemmeno la normativa UE perché ad oggi nulla vieta i mini-bot che di fatto sfuggirebbero al controllo della BCE, ma è molto peggio il debito delle banche tedesche, il quale con artifizi contabili...

schiacciarayban

Gio, 11/07/2019 - 11:18

Se io avessi potuto versare tutti i miei contributi di 38 anni a un fondo privato invece che all'INPS prenderei esattamente il doppio di pensione! Sarebbe demenziale dare ulteriori soldi all'INPS invece che ai privati, che li investono e te li rendono con gli interessi.

Tip74Tap

Gio, 11/07/2019 - 11:56

Secondo me è un'ottima idea!

Tip74Tap

Gio, 11/07/2019 - 12:01

Questa è un'ottima idea perché è da stupidi prendere 50 da maggiori entrate da fondi privati e spendere 100 in tasse perché lo Stato (noi) dobbiamo affidarci a speculatori per piazzare i nostri Titoli. I titoli di Stato è impossibile che non vengano pagati (altrimenti potremmo chiudere tutti baracca e burattini). Ricordo al barbagianni che schiaccia gli occhiali che il TFR non è la pensione ma una forma di risparmio che altrimenti i dementi italioti si spenderebbero in auto, TV e prostitute per poi finire ad elemosinare wellfare una volta arrivati alla pensione (senza un euro in tasca).

Popi46

Gio, 11/07/2019 - 12:10

Ecco ll primo furbetto del quartierino del rinnovamento..... menomale che il mio Tfr l’ho già incassato e, guarda caso,anche speso.....