L'Isis è già qui

Vivono tra noi, alla faccia dei buonisti

Cosa ci vorrà perché il ministro dell'Interno Alfano prenda atto che la guerra del terrorismo islamico è a tal punto globalizzata che ci riguarda direttamente, con aspiranti «martiri» nostrani pronti a immolarsi per fare strage di italiani? Possibile che ai vertici delle forze di sicurezza non ci sia uno in grado di spiegare ad Alfano che è il caso di smetterla con il ritornello che «non ci sono segnali concreti dell'imminenza di attentati», perché semplicemente non ci saranno mai con questo terrorismo micro-cellulare autoctono ed endogeno che non lascia tracce né prima né dopo gli attentati? È proprio necessario che si debbano toccare con mano le conseguenze tragiche dell'attentato, così come è accaduto a Parigi, Copenaghen, Tunisi e Sanaa, per deciderci finalmente ad annunciare che siamo in guerra - una guerra che ci è imposta - e che in una guerra o si combatte per vincere o ci si rassegna, consapevolmente o meno, ma certamente irresponsabilmente, alla sconfitta?

Ora che i nostri servizi segreti, che eccellono professionalmente ma difettano culturalmente perché non si vuole guardare in faccia al fatto che la radice del male è l'islam, sono riusciti ad individuare una cellula nostrana aderente all'Isis, sta al governo indicare la scelta strategica. Che non può che essere una dichiarazione di guerra al terrorismo islamico, a partire da quello dell'Isis, che ci ha già bollato come il nemico «crociato». Cosa aspetta il capo dello Stato a convocare il Consiglio Supremo di Difesa, l'organo preposto a gestire una situazione che Alfano ha più volte definito di «massima allerta»? Cosa si aspetta a imporre un blocco navale a ridosso delle nostre acque territoriali visto che l'Isis sta a 300 chilometri e ha proclamato che, dopo la Libia, toccherà a Roma?

Nel frattempo chiediamo ad Alfano di non combinare altri guai, di non concedere nuove moschee ai Fratelli Musulmani nostrani in cambio della loro collaborazione, ignorando che è stato un tragico fallimento l'illusione che, alleandosi con i taglialingue, si possano sconfiggere i tagliagole. Dire che dobbiamo sostenere quelli che pregano e combattere quelli che combattono, significa non conoscere la preghiera islamica, che il loro «Padre nostro» condanna ebrei e cristiani di miscredenza, che il Corano legittima l'odio, la violenza e la morte. Come italiani esigiamo che al governo ci siano ministri competenti e quantomeno responsabili. La posta in gioco è la nostra vita e la nostra civiltà.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 26/03/2015 - 19:24

signor Magdi, se tutti gli islamici(ora cristiano) fossero come lei, ne vorrei milioni in Italia. Ho molta stima su di lei.

Giacinto49

Gio, 26/03/2015 - 20:29

Siamo in ritardo di almeno trent'anni (Fallaci docet) e per questo non sarà sufficiente un blocco navale nè una stretta all'immigrazione clandestina, che sarebbero forse (magari è proprio questo il motivo dell'attendismo)scatenanti per la reazione dei terroristi. Ormai si tratta solo di dichiarare guerra aperta a chiunque, almeno formalmente, non rispetti le nostre leggi e le nostre consuetudini civili e religiose. Resta il dubbio, purtroppo, che esse, al punto in cui le abbiamo spinte, siano davvero il meglio per una società sana. E' urgente garantire la sicurezza, poi bisognerà pensare anche al resto!!!Grazie.

moichiodi

Gio, 26/03/2015 - 21:00

se un giorno qualcuno mi spiegasse che significa "buonisti"! a me viene da pensare che dovrebbe essere l'opposto dei "cattivisti". ma non credo che il problema di cui si discute sia un fatto di avere bontà o cattiveria. e poi non credo che Allam sia cattivo, sinceramente. penso ci siano fatti molto più complessi e che impongono un approfondimento culturale e storico. così come viene prospettato a pare che più che combattere gli integralisti, li si voglia esorcizzare. purtroppo ci saranno sempre. come ci sono i nazisti, razzisti, i comunisti(coreani), i sionisti(intesi come integralisti), i capitalisti (senza scrupoli). veramente allam pensa che eliminando una moschea si risolva il problema? o il problema è il traditore alfano?

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 26/03/2015 - 21:11

Semplicemente avendo dei politici responsabili, vedono il problema tanto lontano che sembra inesistente. Se ne accorgeranno se gli scoppirà una bomba sotto il c....lo.Allora penseranno di correre ai ripari. In pratica i nosti politici sono talmente miopi da sembrare ciechi.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 26/03/2015 - 21:29

Per parafrasare do-ut-des Gio, 26/03/2015 - 19:24 : Signor alfano, se tutti gli Italiani fossero come lei, ne vorrei milioni fuori dall'Italia. Non ho per niente stima di lei e di quelli come lei!

acam

Gio, 26/03/2015 - 21:54

Si legge che il pilota tedesco sia stato un apostata convertito all'islam, andava forse in cerca di vergini?

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 26/03/2015 - 21:54

il Sig. ALFANO ha la mente troppo impegnata gli occhi chiudi per vedere cosa REALMENTE sta accadendo. A questo punto non è solo lui a mancare ma chi non lo ha ancora destutuito. E' più redditizio infinocchiare il Popolo Italiano visto che grazie al posto che occupa ha i media pronti a fare notizia!

anna.53

Gio, 26/03/2015 - 22:07

Stima incondizionata e grazie a Lei Magdi, coraggioso e limpido uomo. I nostrani Alfano (un po' meno Gentiloni) e compagnia sono sempre ambigui , colombe fasulle e irresponsabili , escludono persino nei colloqui di mediazione i veri islamici moderati dando udienza a fratelli Musulmani e simili. Inoltre, hanno manifestato patente evidenza di non fare alcun serio controllo sui molteplici ingressi di questi mesi , con (falso) e deleterio buonismo.

mtolover

Ven, 27/03/2015 - 06:01

Grazie per il suo lucido articolo. Avendo letto il Corano non posso che essere d'accordo con lei. Bisogna far conoscere e capire questo libro che è alla base di tutti i nostri problemi.

Franco Ruggieri

Ven, 27/03/2015 - 07:35

Magdi Cristiano conosce bene il corano e sa benissimo che è pieno di incitamento al terrorismo, non solo, ma che insegna la dissimulazione e la falsità (come la hudna che maometto firmò con i meccani assicurando che per dieci anni non avrebbe invaso la Mecca e dopo due anni era lì). Insomma: non ci sono islamici e islamisti, ma solo islamici che non aspettano altro, come diceva maometto, di essere in gran numero e potenti per aggredire le vere religioni (l'islam non è una religione o se lo è è satanica). Leggete il corano commentato da Feltri, nel 2001/ 2002, e da Allam adesso!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/03/2015 - 08:30

Alfano? Chi è Alfano? Magdi lei vuole essere ascoltato da Alfano? Non capisce, non è in grado di farlo. Come ministro e come membro del trio ABC (a Roma lo si direbbe "monnezza") ha dimostrato ripetutamente la sua incapacità. Se fosse nel privato sarebbe iscritto nella lista dei "licenziabili". Invece ce lo dobbiamo tenere e sentire i suoi risibili "comunicati". Uno dei tanti errori di Silvio. Imperdonabile.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 27/03/2015 - 08:42

Caro Sig. Allam, purtroppo come anche Lei può constatare, siamo governati da una banda di incapaci, altrimenti l'Italia non sarebbe messa così.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/03/2015 - 09:04

Pare che in una classe di una scuola italiana, alla domanda provocatoria di che cosa farebbero se fosse loro imposto di aderire all'Islam, quasi tutti gli alunni abbiano risposto che si convertirebbero subito a Maometto. Magdi prenda atto con noi che nel bel paese abbiamo già perso. Del resto il popolo italiano ha già ceduto rovinosamente alla politica ed a Renzi: agli italiani manca la spina dorsale, da tanti anni, difficile fare il conto.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 27/03/2015 - 23:09

Non abbiamo nella costituzione una regola di salvaguardia del paese che metta in discussione l'operato di un ministro che risulti dannoso per il bene della nazione? COSA SI ASPETTA A CHIEDERE LE DIMISSIONI DI QUESTO INUTILE DANNOSO IDIOTA?

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 07/06/2015 - 11:08

Magdi, se agli Italiani parli di CALCIO e di FERRARI sanno tutto e tutti vorrebbero fare i Manager. Ma portali FUORI da questi DUE BINARI è IGNORANZA PURA e SUPERFICIALITA'. Per questi CIALTRONI che governano il nostro paese, dobbiamo dire : Dio salva TU l'ITALIA.

seccatissimo

Dom, 28/06/2015 - 21:46

Se avessi alcuni lustri di meno, tenendo conto della gravità della situazione italiana dal punto di vista economico ed ora ancora di più dal punto di vista della sicurezza, considerando che il nostro stato è diretto e governato da gente totalmente incapace, incompetente, in malafede, deliquenziale, fraudolenta e ladra, me ne andrei seduta stante! Purtroppo ad una certa età è molto difficile e quasi impossibile prendere una simile pesante decisione! L'unica cosa che rimane a me come a molti altri nelle mie stesse condizioni è di sperare che il famoso stellone d'Italia ci salvi in extremis prima di soccombere del tutto!