L'ultimatum di Costa: "No trivelle o mi dimetto"

Alta tensione nel governo. Un ministro (di peso) minaccia l'addio. Si tratta del generale Sergio Costa, ministro all'Ambiente

Alta tensione nel governo. Un ministro (di peso) minaccia l'addio. Si tratta del generale Sergio Costa che di fatto è ministro dell'Ambiente ed è stato fortemente voluto per questo incarico dal Movimento Cinque Stelle. Il ministro adesso non cede alle pressioni sulle trivellazioni e di fatto rinadisce la sua linea che è un "no" secco a nuovi interventi su questo fronte: "Sono per il no alle trivelle, le trivelle passano per la valutazione di impatto ambientale, e io non le firmo. Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei Carabinieri, lo dico con franchezza".

Una frase che di fatto fa discutere e che potrebbe creare non pochi problemi all'interno del governo. Infine il ministro all'Ambiente ha parlato del Daspo per chi inquina: "Ho costituito con la magistratura e con esperti a livello nazionale la riforma dei reati ambientali per arrivare a due cose: il 'daspo ambientale', perché chi inquina vada via dal territorio, non è degno di viverci e se ne deve andare; poi, chi inquina ha prodotto un tale disvalore sociale che lo Stato deve prendersi tutto il suo patrimonio restituendogli solo la parte che lui è in grado di dimostrare di aver guadagnato in modo lecito. Si chiama inversione dell'onere della prova, legge Falcone-Borsellino, che io applico all'ambiente". Alle "minacce" di Costa ha risposto il viceministro dell'Economia, Massimo Garavaglia che all'Adnkronos afferma: "Sulle trivellazioni Costa deve fare il ministro, non quello che vuole lui" visto che ci sono "atti obbligatori e c'è un iter in corso".

Alla fine all'interno della maggioranza non è stata trovata un'intesa su autorizzazioni e canoni e questo ha comportato una serie di sospensioni e rinvii in Senato, fino al nulla di fatto registrato in serata. Le posizioni "restano distanti" e la trattativa è stata "sospesa" almeno fino a domattina, quando si riunirà nuovamente la Capigruppo di Palazzo Madama. M5s - che assicura di non intendere arretrare - e Lega hanno dunque deciso di prendersi altro tempo per provare ad arrivare a un'intesa sul tema che divide i due alleati di governo. Al momento la situazione viene descritta come "di difficile risoluzione". Tra le ipotesi al vaglio, anche lo stralcio del tema dal decreto.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 23/01/2019 - 13:09

Puoi lasciare. Mettersi d'accordo prima no? Paghi il doppio il gasolio? Non non impediamo niente, ma pagate le conseguenze negative.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 23/01/2019 - 13:11

Ciaone....

steacanessa

Mer, 23/01/2019 - 13:13

Bravo, si tolga dai piedi.

kallen1

Mer, 23/01/2019 - 14:18

Meglio arricchire gli Stati produttori di petrolio invece di utilizzare quello che potremmo avere in casa a portata di mano e che ci costerebbe molto ma molto meno? Senza contare i benefici occupazionali! Ma dove lo hanno trovato i 5S questo genio?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 23/01/2019 - 14:27

Vada pure.

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 23/01/2019 - 14:59

Mi sembra di essere tornato alla 1^ repubblica, laddove non per questioni serie e comprovate ma per il pallino di un ministro suscettibile cadevano i governi.

greg

Mer, 23/01/2019 - 15:42

NON PUBBLICATO - Un fasullo in meno . Non ho capito quella minaccia: "Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei Carabinieri, lo dico con franchezza". Ma è così, nell'Arma dei Carabinieri?, uno se ne va quando vuole per diventare un politicante, poi se l'avventura non funziona come vuole lui, se ne torna a fare il generale dei carabinieri. Sinceramente credevo che l'Arma fosse una cosa molto più seria. Che delusione, l'istituzione dei carabinieri è una delle poche cose serie in Italia, ma a questo modo si squalifica

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 23/01/2019 - 16:19

Vattene alla svelta, senza ragliare tanto.

agosvac

Mer, 23/01/2019 - 17:07

In realtà non dovrebbe avere il piacere di "lasciare" dovrebbe essere buttato fuori a calci!!! Che senso ha spendere un casino di soldi in gas e petrolio se c'è la fondata possibilità di averlo gratis??? Ma si rende conto questo sciocco che il bene della Nazione viene prima di ogni altra cosa? Tra l'altro oggi ci sono mezzi per ridurre al minimo gli eventuali danni ambientali.

Holmert

Mer, 23/01/2019 - 17:23

A questo regalategli una fionda ed una clava e rispeditelo nel giurassico.

killkoms

Mer, 23/01/2019 - 18:36

lascia no?

Joe Larius

Mer, 23/01/2019 - 18:39

Indagate per favore se l'illustre personaggio illumina i suoi spazi abitativi con candele e li riscalda con i classici camini o stufe a legna e circola in macchina a carbonella come nei nostri tempi sanzionguerreschi.

maurizio-macold

Mer, 23/01/2019 - 19:01

Io non me la prendo con lui, ma con chi lo ha messo in un ministero del genere conoscendo le idee medioevali della persona.

sparviero51

Mer, 23/01/2019 - 19:25

IL 5STELLISMO DEVE ESSERE UN VIRUS SUBDOLO E INVISIBILE CHE SI INSINUA NELLE MENTI SANE A TUTTI I LIVELLI DI CETO SOCIALE . PRATICAMENTE ,IN ITALIA ,È ORMAI PRESENTE IN TUTTE LE REALTÀ DELLA VITA CIVILE ,DALLA RELIGIONE ALLA POLITICA PASSANDO PER LO SPORT E LO SPETTACOLO .DISGRAZIATAMENTE ANCORA NON SI È TROVATO UN ANTIDOTO O VACCINO MA PRESTO ,PENSO ,SARÀ DEBELLATO DAI SUOI STESSI PORTATORI PER MANIFESTA INCAPACITÀ!!!

Antenna54

Mer, 23/01/2019 - 19:31

No nucleare e comperiamo energia elettrica prodotta da nucleare, no al TAP però vogliano riscaldarci, non alla TAV però vogliamo treni veloci e puntuali, no ai degassificatori perché deturpano ambiente ma ci serve il gas... L'Italia è il paese del no a tutto ma fortemente si vuole ciò che si nega. Poveri noi ...

ectario

Mer, 23/01/2019 - 19:52

L’Italia si sa: è unica! …e fessa. I NIMBY, 4 gatti spelacchiati, bloccano una nazione.Trovi il petrolio e gas? Per carità!!!, Nel mondo proprio tutti esulterebbero, MLD possibili per una qualità di vita più efficiente?più sana? Più tante cose? Ma te se mat?. Siamo invasi da clandestini paragnosti? Quà, venite quà, se magna e tutto a sbafo, volemose bene, tutto equo e solidale (catzzate pelose comuniste, ma che vuol dire?).Tutto il pianeta alza muri e muretti di ogni tipo, noi no , per carità. TAV, ma siete matti, avanti con la diligenza? TAP, ma arisiete matti? Termovalorizzatori? Inquinano l’aria, però incrementiamo la popolazione sorcina per le strade in mezzo la monnezza, vero faina sindaca di Roma?. Ma andate a F.C. spostati del menga.

paolinopierino

Mer, 23/01/2019 - 20:04

Costa lascia , lascia smetti di rompere i coyotes agli italiani bloccando le trivellazioni a mezzo mare in realtà sono solo sondaggi nella nostra porzione di mare nel frattempo che tu blocchi e rompi gli stati confinanti trivellano davvero Per fare il ministro dell'ambiente è richiesta la laurea in idiozia ??Torna in caserma a fare il generale nessuno con intelligenza media ti rimpiangerà .

Ritratto di niki 75

niki 75

Mer, 23/01/2019 - 23:12

Non penso sarebbe un danno!!!!!!!!

Ritratto di niki 75

niki 75

Mer, 23/01/2019 - 23:13

Non penso sarebbe un danno!!!!!

Nofakenews

Gio, 24/01/2019 - 00:47

Io me ne intendo di perforazioni (preferisco questo termine...) e vi assicuro che l'impatto ambientale e' minimo se non nullo...Ho sentito parlare di terremoti (? ...chissà chi perforava in Sicilia nel 1908...), bombe d'aria nella perforazione offshore (mare) (? questa e' bella e mi piacerebbe saperne di più e magari noi miglioriamo la qualità della perforazione), eccetera... poi chi parla di perdite di petrolio dovrebbe sapere che dai fondali fuoriesce petrolio in continuazione ed il mare possiede batteri che lo processano....ed intanto dipendiamo oltre il 95% dall'estero...avanti così

seccatissimo

Gio, 24/01/2019 - 02:31

A parte ogni considerazione economica, di utilità e di cocciutaggine, mi interesserebbe sapere perché questo tizio sia così contrario alle trivellazioni !