Luttwak: "Papa Francesco? Vada a vivere ad Avignone"

Il politologo Edward Luttwak ha attaccato duramente Papa Francesco ai microfoni della Zanzara su Radio 24

Il politologo Edward Luttwak ha attaccato duramente Papa Francesco. Ai microfoni della Zanzara su Radio 24, Luttwak ha tuonato: "Il Papa? Vada ad abitare ad Avignone, così l’Italia sarà finalmente libera".

Il politologo americano poi ha rincarato la dose: "Io non sono cattolico e non lo considero importante. In Italia il Papa è sempre più importante del presidente del Consiglio, il che è uno dei problemi italiani. In America l’idea che il Papa abbia importanza politica è completamente folle. In Italia c’è la maggioranza dei cittadini che dice che non vuole più sbarchi di immigrati in Sicilia, mentre il Papa dice che li vuole. E chi vince? Il Papa. E le guardie costiere italiane vanno a cercare i migranti sotto le coste libiche in obbedienza al Papa. Il posto giusto per il Vaticano è una città stupenda: Avignone. In Francia il governo non divide la sovranità. Il Papa non deve parlare di ius soli, si occupi del territorio del Vaticano. Lui invece parla di territorio italiano, sul quale non ha diritto di parlare perché non è un cittadino italiano”.

Poi la stoccata contro il Movimento 5 Stelle: "In America Di maio non lo conosce nessuno, si preoccupano di Kim Jong Un. Il Movimento di Grillo ha catturato il sostegno di tanti italiani e di tanti giovani che vogliono cambiare l’Italia. Poi questo tizio, questo comico, Beppe Grillo, ha preso questo grande consenso, l’ha messo in una bottiglia e l’ha buttato via. Vada in pensione. Il M5s si è rivelato come la più grande forza conservatrice. E Grillo fa populismo in negativo, cioè cattura i voti e poi non vuole governare”.

Commenti

un_infiltrato

Mar, 26/09/2017 - 17:50

Kist è scem, no problem!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 26/09/2017 - 17:57

Da laica ed atea dico solo che il Papa fa il suo mestiere mentre lo Stato dovrebbe fare il suo.Che in italia i cattolici abbiano un peso politico specifico è arcinoto, è una caratteristica di questa nazione e della sua storia nel bene e nel male.

MOSTARDELLIS

Mar, 26/09/2017 - 18:08

Cara Agrippina, il papa non fa il suo mestiere, fa il mestiere del Governo italiano, si sostituisce a lui (certo per incapacità manifesta di quest'ultimo), e a casa mia si chiama ingerenza.

Accademico

Mar, 26/09/2017 - 18:25

Il politologo (?) Edward Luttwak, più noto per essere stato varie volte pesantemente sbeffeggiato in diretta tv dal comico Maurizio Crozza. Un analista, non si sa bene di cosa, che con incedere da improbabile ipse dixit, questa volta, sputa sentenze gratuite sull'operato del Pontefice, da lui distante anni luce. Che ridicolo!

demetrio_tirinnante

Mar, 26/09/2017 - 18:37

Per giudicare lo spessore di questo "politologo", basti pensare che rilascia interviste a uno "come" cruciani e si lascia prendere in giro in diretta nazionale da Crozza. Ho detto tutto.

PaoloPan

Mar, 26/09/2017 - 18:43

No, no, no ... Avignone è troppo vicina ... Bergolio deve tornarsene in Argentina ... che sollievo per gli italiani....

Ritratto di fioellino

fioellino

Mar, 26/09/2017 - 19:01

Luttwak conosce la Storia, non certo Crozza. Bergoglio è peggio di Clemente V. Eretico e antipapa.

caren

Mar, 26/09/2017 - 20:10

Luttwack ha ragione da vendere.

Ritratto di g02827

g02827

Mar, 26/09/2017 - 20:35

Condivido è ingerenza!! Mi piace il presepe ma Lui non mi piace...

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Mar, 26/09/2017 - 20:44

Luttwak ha sempre ragione.

il nazionalista

Mar, 26/09/2017 - 21:45

Forse il Paese, con i governanti del quale sarebbe in grande, se non in perfetta, sintonia è Cuba!!

quell'io

Mer, 27/09/2017 - 05:02

Un Pontefice che suscita incomprensione, attriti, livore, nascita di fazioni. Mah........

ilpassatore

Mer, 27/09/2017 - 09:28

Il problema di Bergoglio e' di continuare a fare il prete di parrocchia quando fa il sermone alla domenica ma, dimentica che uno Stato e un governo lo ascoltano - pecca di ingenuita' e, nello stesso tempo, di arroganza - in poche parole non e' tagliato per fare il papa.saluti

santecaserio55

Mer, 27/09/2017 - 15:04

LuttwaK dimentica che è da 2000 anni che i papi fanno gli interessi della chiesa e si occupano delle cose terrene. Dovrebbe saperlo lui che è ebreo e fa gli interessi d'Israele

Ritratto di max2006

max2006

Mer, 27/09/2017 - 18:49

Libera Chiesa in libero Stato. Non lo dico io ma lo ha detto un uomo che bene o male ha fatto la storia d' Italia. Che piaccia o meno Camillo Benso conte di Cavour aveva capito che la malattia del Paese era il clericalismo spinto che dopo il ventennio fascista, in piena era democristiana, venne sopito per poi riprendere con il "caro" Jorge Bergoglio. Questo signore fa e disfa, coadiuvato da cardinali che al posto di pensare a Cristo e alle sue pecorelle vivono ma sopratutto vegetano nei palazzi romani mentre il popolo cristiano viene se va bene mortificato (se va male viene ucciso e stuprato) da nemici della fede che niente hanno a che fare con la Croce Santa. Questo non è il mio papa. In nome di Dio facciamo qualcosa.

teopa

Mer, 27/09/2017 - 19:32

Questo Papa non è di sinistra , ma di sinistra estrema.

cir

Mer, 27/09/2017 - 21:20

e' ebreo . basta e avanza...

clapas

Mer, 27/09/2017 - 22:31

Già consigliato bergoglio di andare ad Avignone alcuni mesi fa, ma in Argentina sarebbe meglio...il problema è che non lo vogliono...

Rudy

Gio, 28/09/2017 - 06:52

Se L fosse una persona comune gli darei senz'altro ragione. Ma siccome non la è, mi pare strano non sappia che questo Papa non fa altro che appoggiare una politica decisa proprio a casa di L. Tra appoggiare e determinare c'è una grande differenza. Visto la sua profonda conoscenza dei misteri delle oligarchie, sarebbe più onesto spiegare chi ha voluto questo Papa e quali sono state le modalità della sostituzione di quello precedente.

dagoleo

Mer, 31/01/2018 - 14:47

Per il Papa è facile e comodo sparare balle. Tabto poi i problemi non deve risolverli lui. Lui può solo crearli. Se vuole tanti immigrati può prenderseli in Vaticano e metterseli anche nel letto se gli piacciono tanto.