M5S, dopo l'addio Borrelli rivela: "Aderisco a nuovo movimento"

David Borrelli rompe il silenzio su Facebook dopo la decisione di lasciare il Movimento Cinque Stelle: "Nessun problema di salute, aderisco a un nuovo movimento"

Dopo quasi 24 ore di silenzio, David Borrelli torna a parlare. E lo fa, nello stile del Movimento Cinque Stelle, sulla sua pagina Facebook. Nessun problema di salute, come invece era stato annunciato ieri dalla capogruppo all'europarlamento del M5S, dietro la scelta di aderire al gruppo misto e lasciare la compagine grillina. Borrelli entrerà in un nuovo movimento ("lo devo agli imprenditori e risparmiatori") che dovrebbe nascere a breve.

La dichiarazione di Borrelli farà discutere. È evidente. Luigi Di Maio era rimasto incredulo nel leggere il comunicato del gruppo M5S a Bruxelles: possibile che per "motivi di salute" ci si iscriva al gruppo misto?, era la domanda ricorrente in ambiente pentastellato. I dubbi si sono trasformati in realtà. Borrelli, da sempre nel Movimento, consigliere comunale "più povero d'Italia", uomo di fiducia di Gianroberto Casaleggio (prima) e Davide (poi), uno dei tre soci della neonata associazione Rousseau, se ne va in una nuova formazione politica. La trasformazione è compiuta. "Ieri ho preso una decisione difficile che merita qualche spiegazione, perché sto leggendo troppe fantasiose ricostruzioni. Non ho problemi di salute e non ne ho mai accennato - scrive su Facebook l'eurodeputato - Auguro al MoVimento 5 Stelle una strada costellata di ambiziosi traguardi e grandi successi".

La separazione, arrivata all'improvviso, lascerà strascichi di polemiche. "Per tredici anni il Movimento è sempre stato la mia casa - dice Borrelli - l’ho visto nascere ed ho avuto il privilegio di assistere molto da vicino a tutte le tappe di questa avventura. Ora è arrivato per me il momento di cambiare percorso". Un percorso che guarda agli "imprenditori e risparmiatori". Per loro Borrelli ha deciso di "aderire ad un nuovo progetto: un movimento che nascerà a breve".

In molti, soprattutto sulla pagina dell'eurodeputato, gli contestano però la scelta dei tempi. Oltre che la decisione di non dimettersi. Borrelli infatti è già al secondo mandato e in base alle regole del Movimento non potrebbe ricandidarsi. Possibile sia questa la motivazione dell'addio? Le cronache di questi giorni avevano invece collegato l'adesione al gruppo miso a Bruxelles all'inchiesta delle Iene sulla rimborsopoli grillina.

"Bisognerebbe chiedergli qualcosa in più al riguardo", aveva detto all'Adnkronos il professor Aldo Giannuli, vicino a Casaleggio, prima del post su facebook di Borrelli. "Fra un anno ci sono le elezioni europee e in teoria, per le regole del Movimento, avendo fatto due mandati, non dovrebbe più essere ricandidabile. A meno che non stia pensando di ricandidarsi da qualche altra parte". Parole profetiche.

Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 14/02/2018 - 21:29

Borrelli ha ragione in pieno. E' stato eletto e non ha vincolo di mandato. Incassa soldi dei contribuenti di cui può fare quel che vuole. Borrelli ha ragione. Ha torto chi lo ha eletto. Ha torto chi è andato a votare.

franzisko

Mer, 14/02/2018 - 23:10

anni fa mi bannarono dal sacro sito del grullo, chiedevo a quegli euforici esaltati cosa sapessero fare e come si sarebbero comportati alla guida di un grande ed impegnativo dicastero! Feci un esempio: mettiamo due aerei o due supertreni, uno viene condotto da un equipaggio di fig.. di putt.. (tipo politici nostrani)però con anni e anni di esperienza Sull'altro ci sono gli 'onestissimi' grulli, non capiscono niente di nulla, sono alla loro prima esperienza, ecc. ecc. - domanda: su quale aereo/treno salirà e si sentirà sicura la maggioranza dei sudditi tagliani?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 15/02/2018 - 08:58

L'importante è avere una cadrega!!!!!!

schiacciarayban

Gio, 15/02/2018 - 11:36

Come nella migliore tradizione grillina ha detto tutto e niente, ma è chiaro che cambia casacca per mantenere la cadrega, dove trova un altro stipendio come quello europeo? Il M5S è la sua casa, come dice lui, ma i soldi sono soldi...