M5S, Nogarin si candida alle europee

Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin ha annunciato la sua intenzione di non correre per un secondo mandato come primo cittadino del capoluogo toscano, preferendo candidarsi alle parlamentarie grilline per le elezioni europee di maggio.

Nuovi problemi in casa dei cinquestelle. Dopo le aspre polemiche sorte in merito alla votazione sulla piattaforma Rousseau, per negare l'autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno Matteo Salvini, il Movimento deve ora fare i conti con quella che ha tutta l'aria di essere una ritirata strategica del Sindaco di Livorno Filippo Nogarin. Nella giornata di oggi infatti il primo cittadino della città labronica ha annunciato, tramite una diretta sulla sua pagina Facebook ufficiale, la sua intenzione di non correre per un secondo mandato alle prossime elezioni amministrative, preferendo invece candidarsi alle europee di maggio di comune accordo con i vertici del Movimento: "Martedì prossimo leggerete il mio nome tra quelli della lista dei candidati alle prossime parlamentarie europee, e in conseguenza di questo non sarò candidato alla carica di sindaco di Livorno per la prossima tornata delle amministrative. Ho parlato di questa cosa con Di Maio di persona a novembre e mi ha appoggiato, così come Grillo che ho sentito e dal quale ho ricevuto il suo incoraggiamento".

Una decisione che Nogarin definisce sofferta e che giustifica con la volontà di portare a livello europeo il lavoro fatto in questi cinque anni a Livorno: "Questo è un lungo percorso, anche sofferto, che ha visto un lavoro intenso e che ho dovuto svolgere con i miei collaboratori più stretti con la mia famiglia, con il gruppo di maggioranza e con il meet up. Perché l'Europa? Perché io sono ancora più convinto dopo questi cinque anni di amministrazione che se vogliamo in qualche misura andare ad intercettare i finanziamenti che possono realmente cambiare la prospettiva di questa città lo possiamo fare andandoli ad intercettare in Europa". Durante la conferenza, Nogarin ha poi indicato come suo successore, in caso di vittoria alle amministrative, l'attuale vice sindaca Stella Sorgente: "La mia speranza è che Stella possa continuare il percorso che abbiamo intrapreso in questi cinque anni e che ha la sua forza nel gruppo e non nei singoli".

Non si fanno attendere le critiche alla scelta del Sindaco da parte del Partito Democratico, che per bocca del deputato Andrea Romano accusa Nogarin di voler semplicemente godere dell'immunità parlamentare, scappando così dalle numerose inchieste giudiziarie che lo vedono coinvolto, non ultima quella per l'alluvione che colpì Livorno il 10 settembre del 2017 e per la quale è indagato con l'accusa di omicidio colposo plurimo: "Filippo Nogarin scappa da Livorno senza neanche avere concluso il primo mandato da Sindaco, cercando riparo dai propri fallimenti (e dalle inchieste che lo coinvolgono) nella poltrona e nell’immunità da europarlamentare. L’annuncio della sua candidatura alle prossime elezioni europee è la fotografia più clamorosa del fallimento del MoVimento 5 Stelle nell’amministrazione della città".

Accuse dalle quali però Nogarin prende immediatamente le distanze, sottolineando comunque il forte impatto emotivo che le tragiche vicende dell'alluvione hanno avuto sul suo ruolo da Sindaco, tanto da fargli affermare come egli stia già svolgendo il suo secondo mandato, iniziato proprio quel fatidico 10 settembre di due anni fa: "Io non scappo dal processo, sono assolutamente convinto della mia innocenza e pronto a dimostrarla e anche se arrivassi ad avere l’immunità parlamentare sono pronto a rinunciarci subito, questa non è una scorciatoia".

Commenti

Divoll

Mer, 20/02/2019 - 18:36

Tanto sa che non verrebbe mai rieletto. Spero che resti fuori anche dalle europee.

lupo1963

Mer, 20/02/2019 - 20:55

Purtroppo,abitando a Livorno, sono testimone diretto ed una viitima del malgoverno di Nogarin .Il quale e’ riuscito ,impresa non da poco, a fare peggio del pd ...portando le addizionali comunali e le tasse sulla casa alll’aliquota massima , rendendo caotico il traffico della citta’ con scelte di piste ciclabili inutili e restringimenti di carreggiata , creando ovunque parcheggi a pagamento con gestione affidata ad una societa’ pisana .Il tutto condito da arroganza,spocchia e presunzione.Senza mai accettare dialogo o critiche . Adesso questo soggetto,che mai verrebbe riconfermato alle elezioni, fugge dalla probabile sconfitta elettorale a Livorno , cercando un lauto incarico a Bruxelles , inseguito anche da un probabile rinvio a giudizio per omicidio colposo .Otto morti nell’ alluvione di Livorno .Da ingegnere dichiarava un reddito nel 2013 di 40.600 euro ,a Bruxelles guadagnera’ 15.000 euro al mese ...Onesta’, onesta’ .

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Gio, 21/02/2019 - 07:51

Paura di non farcela sig. ex Primo Cittadino???

Duka

Gio, 21/02/2019 - 08:50

FURBO!!! da sindaco non ha storia perciò prima di perdere poltrona e stratosferico stipendio ha pensato bene di "VOLARE" - Questa è la vera banda dei 5Stalle: La truffa il loro mestiere

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Gio, 21/02/2019 - 09:58

Quando la nave affonda i topi scappano.....

ginobernard

Gio, 21/02/2019 - 12:25

beh la vita a Bruxelles non è male se hai un bello stipendio. Ci sono un sacco di diversivi ... pieno di locali ristoranti discoteche.

dagoleo

Gio, 21/02/2019 - 12:51

Sa benissimo che non sarebbe stato rieletto e stà cercando di sistemarsi da qualche parte. Che furbillo stò Nogarino.