M5s, pure a Padova chiesto l'annullamento delle comunarie

Non è un momento facile per il Movmento Cinque Stelle. Dopo il caso Cassimatis a Genova si apre un altro fronte a Padova

Non è un momento facile per il Movmento Cinque Stelle. Dopo il caso Cassimatis a Genova che ha ottenuto nuovamente il simbolo del Movimento per la sua campagna a sindaco di Genova, un'altra grana arriva da Padova. E a far discutere i grillini padovani è la mossa di Leonardo Forner arrivato secondo dietro Simone Borile. Forner ha scritto alla Casaleggio Associati chiedendo l'annullamento delle comunarie perché non è stato dato il preavviso di 24 ore per l'avvio delle procedure. Infatti in tanti hanno ricevuto la mail per esprimere il loro voto già ad "urne virtuali" aperte. "Se a Genova si è deciso di annullare tutto per questo motivo, va fatto lo stesso pure qui", ha detto. "Non possono infatti esserci due pesi e due misure a seconda dell’esito delle comunarie: non si possono certo annullare soltanto perchè le ha vinte chi non doveva vincerle e, allo stesso tempo, non si possono valutare legittime soltanto perchè le ha vinte chi le doveva vincere", ha aggiunto parlando col Corriere del Veneto. E già lo scorso 29 marzo, lo stesso Forner era stato polemico: "Ce l’abbiamo fatta, siamo riusciti a portare un voto quando i giochi sembravano già conclusi. Siamo riusciti con le nostre forze a portare trasparenza, confronto, e alternanza. Hanno fatto di tutto per escludere me e la mia squadra, andando in TV dicendo menzogne, escludendomi dallo streaming online e non partecipando ai confronti da me convocati". Insomma adesso per il Movimento si apre un nuovo fronte di veleni e accuse che mettono in dubbio la trasparenza della comunarie...

Commenti
Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 10/04/2017 - 11:28

Siamo al parossismo.

rexgialla

Lun, 10/04/2017 - 11:50

Questa storia che si ripete, mi sa che votare 5* stia assumendo dei connotati poco edificanti .

grazia2202

Lun, 10/04/2017 - 11:56

questo il concetto della democrazia di Grillo & c. buffoni e fanfaroni vi vantate non sio di cosa ma la democrazia non si calpesta se le regole vengono modificate in corsa o se a vincere non è un vostro seguace messo a zerbino. ma ancora qualcuno crede in questi signori che sono lontano anni luce dal popolo ma con le grida i latrati notturni ci vorrebbero confermare del contrario. ipocriti

alfiuccio78

Lun, 10/04/2017 - 12:28

@rexgialla: "mi sa che stia" sinceramente non si puo' leggere...

demetrio_tirinnante

Lun, 10/04/2017 - 13:33

Anche in questo caso sarebbe interessante conoscere cosa ne pensa il giornalista in pensione, Emilio Fede.