Mafia a Roma, scatta l'indagine del prefetto

Sfuma l'ipotesi dello scioglimento del Consiglio Comunale di Roma. Ma ci sarà comunque un controllo diretto sugli atti del Campidoglio

Dopo l'ondata di arresti, parte l'indagine amministrativa. Lo scandalo "Mafia Capitale" rischia di far implodere il Campidoglio e la Giunta Marino. Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha, infatti, delegato il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, a "esercitare i poteri di accesso e di accertamento nei confronti del Comune di Roma". Il prefetto verificherà l’esistenza dei presupposti per chiedere al governo il commissariamento del Comune. Si allontanerebbe, in questo modo, l’ipotesi dello scioglimento, una delle tre possibilità insieme al mancato intervento per non interferire sull’attività giudiziaria. "I corrotti pagheranno tutto - ha assicurato il premier Mattei Renzi - fino all'ultimo giorno, fino all'ultimo centesimo".

La materia dello scioglimento per mafia è l'ipotesi più dolorosa sul tavolo del prefetto. Il testo unico sugli enti locali prevede la possibilità di sciogliere i consigli comunali e provinciali solo quando "emergono concreti, univoci e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori" o su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un’alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi. Per il presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosi Bindi, la scelta di Alfano permetterà di "valutare se ricorrano o meno i presupposti per un commissariamento". "L'obiettivo non può essere quello di punire l'amministrazione - ha commentato la Bindi - ma di individuare e superare le eventuali zone d'ombra per restituire fiducia ai cittadini".

Renzi ha annunciato nuove misure anticorruzione che saranno decise nel Consiglio dei ministri di giovedì: "Quando uno che ruba può patteggiare e trovare la carta di uscita gratis di prigione come nel Monopoli - ha promesso Renzi - questo è inaccettabile. In Italia su una popolazione carceraria di circa 50 mila persone, in carcere per corruzione con sentenza passata in giudicato sono solo 257". Giovedì mattina, insieme al ministro della Giustizia Andrea Orlando, porterà in Consiglio dei ministri quattro modifiche al codice penale.

Anche oggi, in un'aula del tribunale di Roma, sono continuati gli interrogatori di garanzia degli indagati finiti agli arresti domiciliari. Tra oggi e domani, davanti al gip Flavia Costantini dovranno comparire Rossana Calistri, Franco Cancelli, Patrizia Caracuzzi, Raniero Lucci, Sergio Menichelli, Marco Placidi, Emanuela Salvatori e Mario Schina arrestati, a seconda delle posizioni, per reati che vanno dalla turbativa d’asta alla rivelazione del segreto d’ufficio, alla corruzione aggravata. Per il vice presidente del Consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini, "i carabinieri e la magistratura hanno fatto uno straordinario lavoro smantellando la cupola criminale e un sistema di malaffare che ha corroso la società, l’economia romana e del Paese, considerato che Roma è la capitale d’Italia".

La diocesi di Roma ha smentito qualsiasi tipo di implicazione nell'inchiesta sulla cupola mafiosa di Roma. Il cardinale Agostino Vallini ha spiegato che da tempo sta provvedendo a fare chiarezza sulle attività dell’ente ecclesiastico "Arciconfraternita Santissimo Sacramento e di San Trifone". Il cardinale ha predisposto due visite canoniche all’Arciconfraternita e ha disposto da tempo che essa non sottoscriva nuove convenzioni con alcun ente pubblico né con cooperative di qualsiasi genere. "Il nome compare ancora sul sito del Vicariato di Roma - hanno spiegato - perché alcuni contratti stipulati in passato stanno arrivando a conclusione". Ma la decisione adottata è quella di "estinguere l’Arciconfraternita".

Commenti

Agostinob

Mar, 09/12/2014 - 15:54

Figurarsi se qualcuno si prendeva la briga di mandare tutti a casa. Eppoi no si possono mandare a casa i comunisti. Li si lascia, si fa una bella finta indagine e se vien fuori qualcosa la si insabbia. A meno che, ovvio, non salti fuori un nome di destra ed allora zac! tutti a parlarne. In questi giorni c'erano più foto di Alemanno sui media che non la somma di quelle di tutti gli altri. Qualcuno intuisce come finirà la cosa?

Felice48

Mar, 09/12/2014 - 16:01

Come volevasi dimostrare. Soccorso rosso è già in azione e si vedono i primi effetti. Il consiglio comunale non si scioglie. Che figuraccia nel mondo intero. Ma loro va bene così.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 09/12/2014 - 16:05

Non succederà nulla. Il sindaco sarà invitato a restare al suo posto e le cose continueranno ad andare avanti come prima, ovviamente fatti salvi i necessari aggiustamenti per salvare la faccia e dare alla popolazione l'impressione che tutto funzioni perfettamente. Poi si vedrà. Comunque per il resto ci sono da aspettarsi altre divertenti novità.

roliboni258

Mar, 09/12/2014 - 16:06

se il sindaco fosse stato leghista il comune sarebbe gia' stato commissariato seduta stante, sono tutti sinistronzi e l'unico che paghera' sara'Carminati, gli altri delinquenti saranno fuori a rubate ancora,che Italia di mxxxa

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 09/12/2014 - 16:08

spqr: cosa significa?? sempre pederasti questi repubblicani???

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 09/12/2014 - 16:15

Cara bindaccia, la fiducia ai cittadini si dà sciogliendo il consiglio comunale, tutto il resto son solo chiacchiere per far passare il tempo e insabbiare il tutto.I vostri giri di parole non ingannano più nessuno.Marino,ammesso per assurdo che sia onesto, in ogni caso è un incompetente e non ha saputo esercitare il doveroso controllo.E poi ha una faccia di bronzo,perché per dignità avrebbe dovuto dimettersi un minuto dopo.Ma alle vostre facce di bronzo siamo ormai abituati.

Beaufou

Mar, 09/12/2014 - 16:17

Uh, ehm...Alfano, certo. La Bindi, certamente. Ma "quis custodiet custodes?" "L'obiettivo non può essere quello di punire l'amministrazione..." dice la Bindi. Magari, invece, all'amministrazione si concederà, par di capire, una sorta di premio di produzione. Bindi, lei non lo saprà, ma giustizia vorrebbe che chi sbaglia, paghi, ovvero, "venga punito". A lei giunge nuova?

vince50

Mar, 09/12/2014 - 16:31

Semplicemente intoccabili in ogni caso,null'altro da aggiungere.

magnum357

Mar, 09/12/2014 - 16:41

Qui ci sono i presupposti legali per commissariare il Campidoglio !!! Se Alfano non lo fa, significa che pure lui è colluso !!! A casa tutti, per favore .......

un_infiltrato

Mar, 09/12/2014 - 16:51

La giunta capitolina dev'essere sciolta. L'omino con la barba a casa. Signori, stiamo parlando della Capitale !!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 09/12/2014 - 16:53

#Agostinob SI - Come: con il MPS,Penati, Genova, etc...

elgar

Mar, 09/12/2014 - 16:53

Hanno la faccia come il cxxo. E danno lezioni agli altri.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 09/12/2014 - 17:10

Contro "Mafia Capitale" anche il Pecoraro, Prefetto di Roma, è costretto ad alzare le mani! Quanto prima cadrà anche l'accusa di Associazione Mafiosa e non ci sarà da meravigliarsi se Carminati, Buzzi e compagni lasceranno il carcere per riprendere i loro affari miliardari! E' la SINISTRA bellezza!

atlantide23

Mar, 09/12/2014 - 17:13

SPQR , un tempo era l'acronimo offensivo di : Sono Porci Questi Romani .

atlantide23

Mar, 09/12/2014 - 17:15

nonn ho piu' nulla da dire(scrivere) . Rimane solo il fare ma per fare bisogna avere le palle e ora sono tutti delle mammolette.

atlantide23

Mar, 09/12/2014 - 17:56

ma perche' se una giachetti qualunque decanta la moralita' e l'onesta' di marino, qualche giornalista di destra, presente alla grande balla, non dice dello scandalo delle doppie fatture? Come mai ? paura o doppio filo con le doppie fatture? E due !!

Anonimo (non verificato)

LiberoDiPensare

Mar, 09/12/2014 - 17:59

E' il 20 febbraio 2013. "Glie dici alla tua rete di scrutatori de rispettamme?", domanda Michele Baldi, capogruppo della Lista Zingaretti alla Regione Lazio, non indagato. "Cento per cento, stai tranquillo, certo che sì... ", risponde Luca Gramazio, consigliere di Forza Italia iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di associazione mafiosa. L'intercettazione ha destato l'attenzione degli inquirenti che hanno svelato l'intreccio tra il potere romano e la Mafia Capitale perché solo pochi giorni prima lo stesso Gramazio aveva spiegato a un conoscente: "Finite le operazioni di voto i ... le urne vanno in alcune ... in alcune sedi (...) non si tratta della classica operazione di ... di controllo delle schede ... inc ... quello c'abbiamo ancora il tempo per fa' degli inserimenti". Dichiarazioni che fanno pensare agli inquirenti della Procura di Roma che Gramazio e la "cupola" volessero truccare l'esito del voto.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 09/12/2014 - 18:04

Non esiste la mafia del Campidoglio, visto che il sindaco non è stato toccato e nemmeno uno degli assessori. Siate seri ed onesti nel fare i titoli se siete giornalisti di tale nome!!!!!!!! Esiste una banda comandata da uno di DESTRA e il personaggio più importante indagato per associazione mafiosa è Aledanno. Forse questo intendete per mafia del Campidoglio? Quando parlate della vecchia amministrazione?

Ritratto di wiwajma$$on1

wiwajma$$on1

Mar, 09/12/2014 - 18:16

mafia capitale, mafia itaglia

masaniello

Mar, 09/12/2014 - 18:34

Non confondete la gente con titoli impropri. La Mafia è in Sicilia e quindi, quando parlate di Roma, non usate quella parola. A Roma, Milano, Venezia, L'Aquila, Genova, Bologna, Fitìrenze ed in ogni altra delle 100 città d'Italia imperversa la banale criminalità dei politici nostrani.

atlantide23

Mar, 09/12/2014 - 18:39

non "una giachetti" ma "un giachetti" giornalista e parlamentare....non si sa come. L'ho visto qualche giorno fa, mi pare da mentana e li' descriveve un marino onesto e probo. INTOLLERABILE CHE NESSUNO L'ABBIA SMENTITO. Mi chiedo perche' .Possibile che le menzogne piu' sfacciate riescano sempre a passare ?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 09/12/2014 - 18:43

@andrea626390 - Lei è proprio irrecuperabile. Vorrebbe provocare, ma riesce solo a dare uno spettacolo poco edificante di se stesso.

gian paolo cardelli

Mar, 09/12/2014 - 18:47

Andrea626390, ho salvato il suo intervento, e ne riparleremo tra qualche tempo... Si ricordi anche lei le boiate che ha scritto qui alle18.04:, così quando la verità sarà nota a tutti il suo dolore sarà minore...

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 09/12/2014 - 19:00

Le macerie non fanno in tempo a depositarsi, che adesso è panico a destra. Il tam tam degli sviluppi giudiziari, l’ipotesi di nuovi avvisi di garanzia, altri arresti, lascia col fiato sospeso tutto ciò che si muove da Forza Italia all’estrema destra romana. Cosa accadrà da qui a qualche giorno in Campidoglio e alla Pisana, sede del Consiglio regionale? Le urla e le irruzioni di ieri sera in Assemblea capitolina amplificano il clima da caccia alle streghe. E soprattutto nessuno sa chi possa essere il candidato nel caso di elezioni anticipate. Tutto azzerato: dalla Meloni a Tajani, da Gasparri a Marchini. Silvio Berlusconi prova a giocare d’anticipo, non ha la più pallida idea di quale piega prenderà l’inchiesta di Pignatone, ma gli hanno spiegato che non sarà delle migliori.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 09/12/2014 - 19:06

che mafiosi! anche il prefetto è mafioso, visto che non vuole sciogliere un ente gestito da mafiosi.... che sempre piu schifo!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 09/12/2014 - 19:33

andrea.... ma quante seghe se ne fa al giorno? :-) non le è bastato il fatto di essere un complice di questi mafiosi che ora governano roma e l'italia? :-)

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 09/12/2014 - 19:33

@andrea626390 - Visto che c'è, aggiunga anche che i bambini nascono sotto i cavoli.

swiller

Mar, 09/12/2014 - 19:57

Politici = delinquenti.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 09/12/2014 - 20:05

In Italia le indagini o i processi delle istituzioni che devono provvedere al controllo delle altre istituzioni, scattano sempre quando ormai i lupi hanno finito di fare razzia. In altre parole tali istituzioni non servno allo scopo per cui sono state create, si limitano a prenderci in giro e a favorire, in tutti i modi possibili, coloro che avrebbero il dovere di controllare. Nel caso in questione cosa dovrebbe scoprire il Prefetto? Che hanno svuotato la cassa sotto il suo naso? Che hanno derubato a man bassa gli italiani mentre lui guardava da un'altraq parte invece di controllare? Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere. Sono tutti quanti dei buffoni! Non hanno alcun senso morale del bene pubblico. Italia e italiani, per loro, sono vuote parole prive di significato.

Nonlisopporto

Mar, 09/12/2014 - 20:27

insabbiamento ladri mafiosi PDduisti

mifra77

Mar, 09/12/2014 - 20:27

ma a chi serve questa sfilata di verginelli? Inchiesta? ma dov'era il prefetto fino alla settimana scorsa? e Marino? ed Alfano? e Renzi? Paga Alemanno e se è colpevole è giusto! Mi lascia perplesso che il PD grazie a giudici compiacenti, casca sempre in piedi. Dal MPS al MOSE, all'EXPO, a Manfredonia , a Lampedusa ed ora a Roma . Complimenti culi rossi, chissà che uno di quegli ordigni spostati abusivamente uno di questi giorni possa fare le vittime giuste!

mifra77

Mar, 09/12/2014 - 20:36

Bravi i carabinieri ed adesso ci penseranno i giudici a scagionarli. D'altronde se omicidi e stupratori girano a piede libero, cosa vogliamo mettere in galera qualche ladrone? Tutto all'insegna del vogliamoci bene....! e mentre leggiamo del ladrone perdonato sulla Croce, assistiamo all'abbraccio di Papa FRaancesco a Marino, il ladrone romano.

killkoms

Mar, 09/12/2014 - 21:49

@andre626390,il pidiota in libertà!c'era gente che agiva nel comune di roma già ai tempi di veltroni!

Démos_Cràtos

Mar, 09/12/2014 - 22:07

Renzi, essendo il padrone del PD, invece di scusarsi pubblicamente con gli italiani e assumersi la responsabilità di quelle nomine fatte da lui, cade dalle nuvole dicendo che non vuole lasciare Roma ai ladri. Beh, lo ha già fatto! La tanto famigerata rottamazione, non era rivolta ai "vecchi" della politica, ma soltanto ai "vecchi" che non erano d'accordo con la sua leadership (per non dire dittatura). Silenzio assordante anche dal Presidente della Repubblica che, in genere abituato lanciare moniti su tutto, fa finta di nulla. E per non parlare di FI: se dal PD è arrivato un finto commissariamento, nel partito di centrodestra si è cercato solo di incolpare gli avversari senza nessuna ammissione di responsabilità (evidentissima). E' da sciocchi e ciechi puntare il dito contro l'avversario per difendere gli altrettanto colpevoli beniamini. Scusate lo sfogo, Saluti.

antiom

Mar, 09/12/2014 - 22:16

Roma non è solo la capitale d'Italia, è, sopratutto, anche la capitale politica e di conseguenza del potere con tutto quello che ne deriva per i romani, sia per cose pulite, che quelle malavitose. Il sindaco Marino sarà pure una persona per bene, ma al di là dell'incapacità, sta dimostrando di essere senza dignità. Perchè si ostina a sostenere una grande incogruità, quella di una Roma non malavitosa. Non intenzionato a dimettersi per questa stolta convizione fa la figura del cxxxxxo.

Griscenko

Mar, 09/12/2014 - 22:58

Il problema non sono i ladri. Bisogna cambiare il sistema basato sui diritti umani dei parassiti e sulla servitù dei lavoratori. Fino a quando vi saranno associazioni che con i soldi dei lavoratori si prodigano per i diritti dei parassiti questi episodi accadranno inesorabilmente. I referenti politici di queste associazioni di parassiti sono incentivati alla corruzione. Sono loro a decidere a chi far affluire il denaro dei lavoratori. E' inevitabile che accontentino amici e compari di merenda. I lavoratori devono ribellarsi. Guadagnano una miseria, sono stati rienpiti di debiti e continuano a foraggiare con le tasse parassiti che si vantano di tutelare i diritti umani dei carcerati, dei migranti, dei Rom, dei buoni a niente, ecc..

pbartolini

Mar, 09/12/2014 - 23:43

Perché i giornalismo nostrano parla di mafia? non si tratta di corruzione per favorire guadagni illeciti con truffa verso la PA? Poi chi ci legge all'estero si convince che in italia c'e' solo la mafia, in realtà si tratta di politici corrotti e deliquenti che lucrano sulle PA; questo ci aiuta à capire meglio perché i nostri politici stanno affossando il paese.Con il termine Mafia si rende troppo nebuloso il fatto:RIPETO trattasi di politici della PA di ROMA capitale. Corrotti da deliquenti che si sono arricchiti sulle spalle dei contribuenti senza alcun ritegno. Lasciate stare la mafia....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/12/2014 - 23:44

Questa sinistra è davvero vergognosa. Se una simile porcheria fosse accaduta sotto il governo Berlusconi SAREBBERO SCESI IN PIAZZA TUTTI I TRINARICIUTI, compresi quei quattro intellettualoidi scalzacani che ora tacciono e si guardano bene dall'aprire bocca. MA LORO HANNO IL VATE CHE DICHIARA LAPALISSIANAMENTE: PUNIREMO I RESPONSABILI. Che mente eccelsa. Siamo abbacinati da tanta manifestazione di intelligenza.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 09/12/2014 - 23:47

Anche l'utile idiota al Ministero dell'Interno si sta dando da fare per mettere cerotti che coprano le piaghe purulente dei trinariciuti. SE CADONO LORO LA SUA POLTRONA GLI SFUGGE DA SOTTO.

un_infiltrato

Mer, 10/12/2014 - 03:38

Renzi: i corrotti pagheranno. Aahahahahahahahahah !!!!!

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 10/12/2014 - 07:50

Inizio con una domanda: ma che fine hanno fatto i soliti sinistrorsi? spariti? in letargo? nascosti sotto un metro di letame?. Quanto sta accadendo al comune di Roma è l'ennesima prova che i comunisti (indipendentemente se teneri o duri) hanno il vizio di autoassolversi sempre; se Renzi fosse veramente cio che dice di essere, avrebbe gia spedito a casa quel buono a nulla di medico/chirurgo/sindaco. A parte le gaffes di poco conto ne ha combinate di tutti i colori oltre ad essere bugiardo e non accorgersi di cio che lo circondava.

marcomasiero

Mer, 10/12/2014 - 08:12

ullallàaaa !!! udite udite plebei ! sua nanezza ha detto che chi ha rubato pagherà ! il problema con i politici è sempre uno solo L' USO SMODATO DEL FUTURO SEMPLICE MODO INDICATIVO !!! avete ROTTO !!! lasciate spazio ad un generale e andate a zappare la terra !!! sarete molto più utili !!!

vince50_19

Mer, 10/12/2014 - 08:24

Capirai: mandare un rappresentante del governo a controllare, assomiglia a un rifarsi il trucco.. Mah! Tenete duro compagni tutti d'un pezzo, mi raccomando: la gente comune non è così boccalona come immaginate. In questi casi valgono molto di più segnali forti e rapidi per estirpare certa gramigna: ovvero mandare tutti a casa sarebbe un gesto molto più apprezzato da TUTTI, in attesa che la magistratura faccia chiarezza e in tempi rapidi. Per un comune come Roma certi tempi biblici vanno solo a suo detrimento.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 10/12/2014 - 08:36

A.A.A.. Sabbia cercasi in quantità industriale.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Mer, 10/12/2014 - 08:37

Egregio Signor Presidente del Consiglio, "I corrotti pagheranno". Grande frase, grande effetto. C'è però un'area grigia di connivenza e di omertà per opportunità politica. Si fa finta di non aver visto, di non aver saputo. Il sindaco Marino ha sostituito un assessore della sua giunta, chiamando Marta Leoni. Tale signora occupava una poltrona in Parlamento. Quella poltrona è stata occupata dal signor Di Stefano. Un signore accusato di aver preso una mazzetta di 1,8 milioni di euro. Per se? Per il partito? Non si sa. Si sa che il suddetto si era notevolmente arrabbiato per essere stato estromesso dal giro delle poltrone e minacciava denunce e dossier. Nessuno sa, nessuno ha visto, nessuno parlerà. Ci sono poltrone o speranze di poltrone da difendere.

Duka

Mer, 10/12/2014 - 08:41

"I CORROTTI PAGHERANNO" Certamente ma le sue "primarie" truccate NON sono il frutto della corruzione. Oppure per le SUE primarie tutta va bene madama la marchesa?

morghj

Mer, 10/12/2014 - 08:56

Il parolaio di Firenze, che sembra aver preso una posizione ferma ed intransigente contro la corruzione, dovrebbe spiegare ai cittadini incazzati, perché ha proposto l'aumento di "ben 2 anni" per la pena per reato di corruzione e non l'ha porta per esempio a 20 anni, come sarebbe doveroso e giusto. Forse perché molti suoi compagni di merenda sono fortemente contrari, dicono che l'inasprimento della pena non incide come deterrente sulla perpetrazione dei reati. E ti credo, passano la vita a rubare e ad arricchirsi indebitamente, ci mancherebbe altro che ritenessero le pene severe un deterrente. Ma andate a quel paese, che la gente è stufa di voi, ed è ora che vi prenda tutti a legnate, anziché non andare a votare.

linoalo1

Mer, 10/12/2014 - 09:04

Per favore!Fate stare zitto il Marinaio Renzi!Ogni volta che apre bocca,regolarmente,fa una promessa che,sempre regolarmente,resta solo tale,ossia solo una promessa!Fare pulizia a Roma,vorrebbe dire mandare a casa quasi tutto il Governo,Cariche Statali comprese!Magari fosse vero!!!Renzi,verrebbe acclamato come Eroe Nazionale,con tutte le positive conseguenze del caso!Lino.

Mr Blonde

Mer, 10/12/2014 - 09:05

Luigi.Morettini e andrea626390, due su tutti che si stanno litigando l'oscar del più cieco, non è sinistra e non è destra. Qui si è scoperchiato un pentolone che coinvolge roma tutta, perche dietro 2 personaggi principali ce ne sono a piramide decine centinaia e migliaia anche di cittadini qualunque ma moralmente complici, magari quelli che hanno ficcato un nipote o un figlio dentro la cooperativa o un cuginetto di alemanno. L'unica fiducia in questa m..da è che renzi non sta accusando la magistratura ma vuole alzare le pene. Se poi lo farà vedremo ma è una differenza enorme rispetto a chi ha distrutto il sistema giudiziario italiano tra condoni indulti prescrizioni varie

Gioa

Mer, 10/12/2014 - 09:57

renzi i corrotti pagheranno....lui santo?.... marino deve sciogliere il consiglio comunale...se non lo fa lo deve fare il Prefetto...il comune di Roma non è più un comune è: MAFIA!!

amtitti

Mer, 10/12/2014 - 15:46

Ma vorrei capire: che senso ha chiedere lo scioglimento di un Consiglio Comunale nel quale non c'è nemmeno un indagato? Forse, invece che fare processi di piazza, sarebbe bene colpire i colpevoli e capire perché i potentati romani sono così ansiosi di mandare a casa Marino...