Di Maio: "Decreto per voto a giugno". Giorgetti: "Non c'è trattativa"

Di Maio a DiMartedì, su La7: "Forze politiche ipocrite. Noi abbiamo fatto di tutto per risolvere la crisi, ora si deve tornare a votare. Il M5S può recuperare oltre l'8% dai delusi del Pd e da altre forze"

«Noi possiamo recuperare, da quello che ho visto dagli analisti, oltre l’8% dal Pd, dalle forze politiche che non si ripresenteranno perché andate sotto soglia. Finalmente potremo avere l’occasione per governare autonomamente". A DiMartedì, su La7, Luigi Di Maio ostenta fiducia e prova a mostrare i muscoli, facendoc vedere che il suo partito non ha paura delle elezioni, anzi, è sicuro di aumentare ancora di più i consensi. E insiste, sempre rivolgendosi ai democratici: "A che serve votare Pd se all'opposizione non può stare - visto che non ha la credibilità per combattere contro quelli che affrontano il tema delle pensioni - e non vuole stare al governo... questo sarà molto interessante da raccontare agli elettori del Partito democratico". Precisa che durante la fase del dialogo con il Pd non ha parlato direttamente con Renzi "perché abbiamo seguito tutti i processi istituzionali presentati da Mattarella". E chiude una volta per tutte la porta al partito di Renzi e Martina: "Con il Pd non voglio avere mai più nulla a che fare, per come si sono comportati. Mi è costato tanto andare dal Pd perchP noi abbiamo fatto tante battaglie contro le loro leggi ignobili - spiega -. Loro sono andati dal presidente Fico a dire che aprivano mentre Renzi è andato da Fazio a chiudere".

Una nuova legge elettorale "è necessaria - ammette Di Maio - ma non credo si possa fare in questa legislatura. Io non voglio portare l’Italia in due anni di discussioni sugli sbarramenti, i premi, e liste. Ci sono problemi più seri da affrontare", ha aggiunto il leader M5S. In questo periodo è venuto fuori "lo spaccato di chi pensa al Paese. Abbiamo avuto di fronte una classe politica che dovrà pagare qualcosa alle prossime elezioni oppure il voto resta invariato nonostante nessuno di loro abbia pensato prima ad un contratto di governo e poi alle questioni interne".

Un messaggio lo manda alla Lega. "Dopo 65 giorni ho smesso di sperare che ci possa essere una svolta. Certo, potevamo fare un po' di cose per gli italiani... con il programma della Lega avevamo cose in comune. Non hanno voluto. Se ci dovessero essere delle novità devono andare dal Presidente della Repubblica a spiegargli per filo e per segno di che novità si tratta. Se c'è una persona di cui stiamo minando la pazienza è il Presidente della Repubblica, che è stato fin troppo paziente".

Di Maio punta il dito contro tutte le forze politiche. "Ci rendiamo conto dell’ipocrisia delle forze che dicono 'siccome dobbiamo pensare agli affari nostri, lasciamo parta un governo neutrale e poi ci accordiamo in Parlamento con M5s, dietro le quinte'. Uscite allo scoperto e dite con chi volete stare per aiutare le persone, senza fare questi giochetti".

E sul tema del voto anticipato, il Movimento Ciqnue Stelle fa un ulteriore passo in avanti: "Qualunque sarà il governo, abbiamo intenzione la prossima settimana di chiedere di emanare un decreto di emergenza per modificare un parametro del voto degli italiani all'estero e quindi andare a votare ancor prima di luglio anche a giugno". L'insistenza sul voto anticipato di fatto irrita la Lega e il capogruppo al Senato, Giorgetti risponde per le rime: "Di Maio vuole votare a giugno? Vede che non c’è la trattativa. Noi non auspichiamo di andare al voto ma vogliamo fare un governo espressione del voto degli italiani".

Commenti
Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mar, 08/05/2018 - 20:21

Chi è il più eversivo? Renzi che rifiuta Di Maio o Di Maio che rifiuta Berlusconi? Non dimenticatelo alle prossime elezioni-

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 08/05/2018 - 20:25

Sulla base di un contratto non ambiguo un accordo si può fare con chiunque : in ogni caso Forza Italia è un partito , e perciò non può essere escluso dall'eventualità di adesione al contratto : se il problema è la singola persona di Berlusconi è un falso problema : in un'eventuale riunione Berlusconi può anche stare all'impiedi se seduto non è gradito : si tratta di una finezza superabile . Perciò datevi da fare , imbranati ! . Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

lavieenrose

Mar, 08/05/2018 - 20:27

ma brutto sxrxnxo ondivago e opportunista

forzanoi

Mar, 08/05/2018 - 20:36

ma che male abbiamo fatto per meritarci questo cosino arrogante egocentrico senza nè arte nè parte! Cosa sa fare costui? cosa ha fatto nella vita costui? da dove è venuto fuori costui che sa soltanto fare esternazioni ( quasi sempre offensive e distruttive )e nessun vero discorso politico con riferimenti logici culturali degni di un vero statista ! Era meglio la peggiore DC di questi omini volgari robotizzati tinti di finto moralismo ! c'è da essere seriamente preoccupati se una parte dell'Italia ha dato la sua fiducia a un così qualunquemente populista !Ma ci si rende conto dell'arroganza e del voltagabbana giornaliero di costui che pur di arrivare al governo a qualunque costo, si allea anche con chi fino a ieri definiva il male assoluto? Come è possibile che gli Italiani abbiano dato fiducia a un tipo cosi ! D'altronde siamo in democrazia e ci tocca! Speriamo però sempre nel buon senso degli italiani che amano davvero il paese!

liberty+life

Mar, 08/05/2018 - 20:54

Non vorrei che questo Di Maio facesse la fine di Renzi, che è partito come il paladino del popolo italiano, e ha finito come il peggior servo di Bruxelles.

jaguar

Mar, 08/05/2018 - 21:09

Di Maio dice che il M5S può recuperare l'8%, si vede che la batosta presa in Friuli è stata solo un brutto sogno.

VittorioMar

Mar, 08/05/2018 - 21:22

..CON IL VOTO ELETTRONICO NON CI SAREBBERO PROBLEMI E ...LA PARTECIPAZIONE SAREBBE DEL 90% !!!

Dordolio

Mar, 08/05/2018 - 22:12

Temo che Di Maio guardandosi allo specchio, o influenzato da propri cortigiani e laudatores si sia convinto dell'immensa scempiaggine che racconta. Se la canta e se la suona. Ma non ha visto la mazzata che ha ricevuto nelle elezioni delle ultime settimane? Semmai la Lega farà il pienone, non certo lui se si va a rivotare. Soprattutto quando si comprenderà che uno stipendio senza lavorare non lo avrà mai nessuno.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 08/05/2018 - 22:17

Questi oramai sono in pieno delirio d'onnipotenza. Triptizol e serenase ad libitum.

ClioBer

Mar, 08/05/2018 - 22:36

Di Maio pensa al voto, l'allampanato, invece, riflette sull'acciaio biodegradabile.

rokko

Mar, 08/05/2018 - 22:42

Sono ridicoli entrambi, Salvini e Di Maio. Io credo che i loro elettori siano molto più intelligenti di loro due, ragion per cui ritengo che ambedue confidino troppo sul risultato elettorale. Sono sicuro che ben presto gli elettori di entrambi si chiederanno come mai nonostante un exploit a livello elettorale non siano riusciti a formare un governo, specialmente se saremo costretti a subire le clausole automatiche di salvaguardia relative a IVA e accise.

rokko

Mar, 08/05/2018 - 23:07

MaddyOk, la storia completa è questa: Salvini rifiuta Renzi; Renzi rifiuta Salvini e Di Maio; Di Maio rifiuta Renzi e Berlusconi; Berlusconi rifiuta Di Maio e di staccarsi da Salvini, e si può ricominciare dall'inizio. Se fossimo un paese con un debito pubblico al 90% ed un PIL in crescita del 3%, ci sarebbe da sedersi in poltrona e gustarsi lo spettacolo offerto da questi deficienti. Peccato che siamo con le pezze al sedere e questi passano il tempo a darsi veti reciproci.

DADDY

Mar, 08/05/2018 - 23:18

I grillini sono solo sobillatori. Non sanno fare altro. Non vogliono governare, perchè ne hanno paura. Paura che gli italiani si accorgano di quanto poco valgono.Come si fa a dire "noi abbiamo fatto di tutto per risolvere la crisi" . Ma scherziamo. !!!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 08/05/2018 - 23:25

Inadeguato buffone! E.A.

nunavut

Mer, 09/05/2018 - 00:40

Il belgio nel 2013 (se ricordo bene ) rimase senza governo per 1 anno e mezzo e a quanto sembra quasi tutto funzionò meglio.Perché non ci proviamo pure noi mettendo al governo una persona che gestisca solo le faccende essenziali e null'altro,levare il salario a tutte le persone elette alle ultime elezioni ma che non vogliono-non possono lavorare e vedrete che troveranno in fretta un compromesso.La necessità (mancanza di salario) aguzzerebbe in fretta il cervello.

pisopepe

Mer, 09/05/2018 - 05:45

MENO MALE CHE NON VOGLIONO GOVERNARE S

pisopepe

Mer, 09/05/2018 - 05:53

MENO MALE SAI CHE DISASTRO NON CAPITE CHE CON I TERRONI NON C'E FUTURO SE NON QUELLO DI CONTINUARE A PAGARE PER LORO!!! CHI E CAUSA DEL SUO MAL.....

cangurino

Mer, 09/05/2018 - 06:22

in realtà temo che l'elettorato dei 5* sia ancora più determinato: chi ha votato 5* a marzo, tornerà a votarli a giugno, luglio o settembre, poco cambia e rinuncerà alle vacanze. E' anche vero che alcuni elettori PD li seguiranno e molti altri non andranno a votare, come molti moderati di FI. Stesso discorso dei 5* per le Lega, quindi? Rispetto ai sondaggi, 5* 33%, Lega 24% prenderanno parecchi punti in più, mentre PD 17% e FI 10% qualche punto in meno. Alla fine cdx e 5* intorno al 40%, con vantaggio cdx.

rokko

Mer, 09/05/2018 - 06:45

Di Maio, perché aspettare fino a giugno per votare? Se non hai nulla da fare stasera, usciamo ci prendiamo una birretta e poi andiamo a votare, che dici?

Nick2

Mer, 09/05/2018 - 07:18

A Di Maio tutto si può dire tranne che non vuole governare. Era disposto ad allearsi sia con la Lega, sia con il PD, ma non con Berlusconi. Ma come avrebbe potuto, visto che il movimento, a torto o a ragione, è nato proprio in contrapposizione al berlusconismo? Io credo sia la Lega a non voler governare e a dimostrare che, rimanendo legata a Forza Italia non abbia la minima intenzione di cambiare le cose, ma di continuare la politica delle leggi ad personam, dei conflitti di interesse, degli inciuci, dei privilegi, della corruzione che ha caratterizzato il berlusconismo e che ci ha portati ad un passo dal default.

gabriella.trasmondi

Mer, 09/05/2018 - 07:45

come dire muoia Sansone con tutti i flistei.

acam

Mer, 09/05/2018 - 07:56

di mai " Io non voglio portare l’Italia " si sente già PM dei nostri stivali". aggiungo a quanto prima questa figura scelta da 11Mni di intellettualmente incapaci, che pragmaticamente, se nel caso si può usare questa parola, vengono inoltrati al precipizio sociale, un sink senza fondo da dove non usciranno più. Il sentore di un aumento repentino del debito pubblico alla renzi. è li alla portata di tutti che poi dovranno pagare con le tasse, si fa sempre più forte, à questo che propongono, grillo sa governare così da dietro le quinte, è pericoloso

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 09/05/2018 - 08:45

Premetto di essere un semplice osservatore la cui cultura Costituzionale non va molto oltre l'art. 1. Come tantissimi, ritengo. In passato, per lavoro, mi è capitato spesso di dover elaborare una strategia (parola grossa, diciamo piuttosto 'strologare un modo per risolvere problemi'...). Ho sempre, obbligatoriamente, previsto almeno un PIANO B, una via d'uscita in caso di fallimento dell'idea iniziale che NON consistesse nel ricominciare tutto daccapo. La cosa, vi prego di credermi, funzionava. Ora, per favore: si acquisti qualche migliaio di badili, li si distribuisca agli ineffabili e, visti i risultati (e gli stipendi per ottenerli), si inviti gentilmente costoro a cambiare mestiere. Quanto ai distinguo, le imposizioni, i veti incrociati, i ricattuzzi: signori, avete voluto la bicicletta, quindi organizzatevi e PEDALATE!