Di Maio: "È la prima legge non scritta da Ue, normale che a loro non piaccia"

Il vice presidente del Consiglio, Di Maio, su Facebook commenta la bocciatura dell'Unione europea. E chiede rispetto

Non si stupisce e chiede rispetto, su Facebook, il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio. Ed è proprio dai social che commenta la bocciatura della legge di Bilancio da parte della Commissione dell'Unione europea. I commissari, infatti, hanno chiesto al governo di "presentarne una nuova versione il più presto possibile e, al più tardi, entro tre settimane".

Per l'Unione, infatti, "L'Italia sta apertamente e deliberatamente andando contro gli impegni che aveva preso". E secondo il parere dei commissari, il documento programmatico di bilancio italiano presentato configura "una inadempienza particolarmante grave" rispetto alle regole europee.

"È la prima manovra italiana che non piace alla Ue. Non mi meraviglio: è la prima manovra italiana che viene scritta a Roma e non a Bruxelles!", ha esordito il vice presidente del Consiglio. Che, nel suo post, ha aggiunto: "Con i danni che avevano fatto quelli di prima, non potevamo certo continuare con le loro politiche". Il capo politico del M5S ha spiegato, poi, ai suoi sostenitori la volontà di continuare a raccontare alla Commissione quali sono gli obiettivi del governo "con rispetto". E ha concluso: "Ma altrettanto rispetto ci deve essere nei confronti del popolo italiano e del governo che, oggi, lo rappresenta. Continuiamo a lavorare a testa alta per il bene dei cittadini".

Commenti

ex d.c.

Mar, 23/10/2018 - 21:13

Non piace, a ragione, chi l'ha scritta!