Le mani di Mafia capitale sull'affare immigrati in Sicilia

A Melilli (Siracusa), Buzzi & C. si sono impossessati del centro di accoglienza "Città giardino". Un business da 2,5 milioni di euro l'anno ora nel mirino dei pm

La palazzina è inconfondibile. Il colore, verdino. L'altezza, tre piani in una zona di bifamiliari basse. La recinzione di acciaio e cemento. Gruppi di ragazzi di colore che parlottano. Nel cortile interno staziona un'auto della Guardia di finanza, i militari stanno all'interno in un locale che fa da portineria. Dalle finestre penzola la biancheria, dal retro giungono le grida di chi gioca a pallone per ammazzare il tempo che non passa mai. Gli stranieri vanno e vengono, a poche decine di metri si può prendere il bus che porta nel centro di Siracusa. Giù, in fondo alla lunga discesa, le ciminiere del petrolchimico di Priolo, moribondo. E le coste dove sbarcano i disperati.

È uno dei maggiori centri di accoglienza per immigrati della Sicilia orientale. La località si chiama Città Giardino, frazione di Melilli, comune decapitato dalla giustizia. Pochi giorni fa la Corte d'appello di Catania ha confermato la condanna (abuso d'ufficio) del sindaco Pippo Cannata (Udc) e di altri quattro consiglieri comunali, già sospesi per effetto della legge Severino. Il comune confinante di Augusta, dove attraccavano le navi militari dell'operazione Mare Nostrum, è commissariato da quasi due anni per mafia. In questo habitat si erano radicate le coop sociali rosse di Salvatore Buzzi.

Da Mafia capitale alla terra delle cosche. Questo centro di accoglienza è cosa loro, della 29 Giugno e delle altre coop travolte da inchieste e arresti. Nel Siracusano gli sbarchi sono cominciati nell'estate 2013 e l'emergenza è esplosa con l'operazione Mare Nostrum che faceva base ad Augusta, lontana pochi chilometri. È allora che Buzzi e la sua cricca hanno fiutato l'affare, si sono accordati con chi aveva la disponibilità dell'immobile vuoto, la cooperativa La Zagara, e si sono offerti alla prefettura di Siracusa.

La struttura era stata costruita nel 2009 per diventare una residenza sanitaria assistita (casa di riposo o per disabili), ma non aveva mai ottenuto le autorizzazioni sanitarie. Era lì, pronta alla bisogna. Il centro è stato inaugurato all'inizio del 2014, doveva ospitare soprattutto nuclei familiari di africani e siriani di passaggio ma per molti migranti i periodi di permanenza sono stati lunghissimi. A Città Giardino non hanno preso bene l'insediamento di una struttura del genere. Come dappertutto, ci sono stati malumori e proteste. La gente del posto si sente già vittima dell'inquinamento del polo chimico e poco protetta dalle forze dell'ordine in una zona priva di caserma dei carabinieri, commissariato di polizia e guardia medica. Ma Buzzi e i suoi sono andati dritti per la loro strada.

Sul primo numero (maggio 2014) di «29 Giugno Magazine», organo ufficiale della coop che in copertina mette una foto di Buzzi accanto al ministro Giuliano Poletti, ex presidente nazionale di Legacoop, il centro di accoglienza è avvolto nell'incenso: 3.200 metri quadrati, ampi spazi aperti, 44 camere con bagno in cui sono state ospitate fino a 250 persone (6 per stanza). Una struttura giudicata dal prefetto siracusano Armando Gradone come «avanzata e moderna» quando andò a Città Giardino per tranquillizzare i residenti. La gestione è affidata alle consorziate Abc di Roma, coop sociale satellite della 29 Giugno, e Domus Felicitatis di Melilli, una srl che ha sede in via Brancati, cioè nel centro di accoglienza stesso.

Buzzi voleva radicarsi nei territori dell'emergenza immigrati. Non ha lasciato nulla in mano ai siciliani. La coordinatrice degli interventi, l'assistente sociale Giuliana Garufi, è stata paracadutata da Roma dove gestiva il centro per minori non accompagnati della Abc in via del Frantoio. E poi la regìa complessiva dell'operazione era saldamente in mano al consorzio Eriches 29, uno dei bracci operativi della 29 Giugno, quello che voleva aggiudicarsi la gestione del Cara (Centro accoglienza richiedenti asilo) di Castelnuovo di Porto, poco fuori Roma. A Melilli Eriches 29 fornisce cibo, vestiti, controlli sanitari con un ambulatorio mobile di Emergency e supporto psicologico. Gli amministratori locali non hanno gradito che fossero calati i romani per aprire un centro di accoglienza, tuttavia il prefetto disse che si doveva dare corso a un'autorizzazione ministeriale.

A Castelnuovo l'appalto è finito al Tar e poi a una cordata concorrente, ma per le coop di Mafia capitale tutto è filato liscio a Siracusa, dove c'è un business di prima mano, c'è il caos, l'emergenza da gestire ed enormi spazi da riempire con migliaia di disperati. Più sbarchi, più soldi. Il primo bando lanciato dalla prefettura nel novembre 2013 per convenzionare strutture di accoglienza non era stato assegnato, il secondo è del marzo 2014: stavolta la Eriches 29 si presenta e vince. Duecento posti (con punte di 250) per 30 euro al giorno fanno un affare da due milioni e mezzo di euro l'anno per il mondo di mezzo delle coop sociali di Buzzi. E soltanto a Melilli, che sarebbe diventata la testa di ponte siciliana di Mafia capitale.

Ora anche questo appalto è sotto la lente della magistratura. Il fascicolo dell'inchiesta di Roma comprende intercettazioni telefoniche in cui Luca Odevaine, ora agli arresti per corruzione aggravata, ex vicecapo di gabinetto del sindaco Walter Veltroni, spingeva per fare accreditare la struttura di Città Giardino. «Ci dovresti mettere... eh... Melilli, provincia di Siracusa, struttura per 200 posti... tra parentesi mettici, per cortesia... ex Rsa... poi Piazza Armerina»: così dettava Odevaine, al quale secondo l'accusa faceva capo il ramo immigrazione del sistema-Buzzi. E aggiungeva: «Se noi gli facciamo prendere... il... gli facciamo aprire i centri... insomma ci... ci coinvolgono nell'operazione...». L'appunto doveva poi essere girato al prefetto Rosetta Scotto Lavina, dal 15 settembre 2014 direttore centrale per le politiche dell'immigrazione e dell'asilo del ministero dell'Interno dopo essere stata direttore centrale dei servizi civili per l'immigrazione sempre al Viminale. Odevaine diceva che sarebbe stato sollecitato da alcuni imprenditori siciliani.

Chi sono questi referenti siracusani degli uomini di Mafia capitale? Costruttori, immobiliaristi, operatori turistici? Esistono legami con il potere politico locale che ha espresso il sindaco renziano Giancarlo Garozzo? Per ora c'è soltanto una nota della prefettura di Siracusa la quale «non mancherà di assumere i provvedimenti che si renderanno necessari in sintonia con le misure che saranno disposte in sede giudiziaria in ordine alla gestione del consorzio di cooperative sociali Eriches 29».

(1. Continua)

Commenti

dementina1

Sab, 27/12/2014 - 08:12

non solo in sicilia le coop gestiscono gli emigrati in tutta italia non e un caso se il governo li va a prendere anche nelle coste libiche svegliatevi la sinistra non fa nulla x nulla si sta arricchendo con gli emigrati

rossini

Sab, 27/12/2014 - 08:20

Quello degli immigrati è il nuovo business del 21esimo secolo. Rendono più del contrabbando e del traffico di droga e di armi. Un affare d'oro per tutti: per le Cooperative, per la Chiesa Cattolica, per le Onlus, per la Marina Militare e per le forze di Polizia. Quelli della Marina, in particolare, che si fiondano a tutto vapore al soccorso appena arriva la fatidica telefonata anche da centinaia di miglia di distanza. Che c'è sotto tanta solerzia? Tutti buon Samaritani i nostri marinai? Alla fine del mese quanto guadagnano in busta paga fra straordinari ed indennità varie? E il carburante? Non è che le missioni sono così tante che se ne perde il conto ed allora diventa facile ...?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 27/12/2014 - 08:23

tutti gli "amici" degli immigrati sono mafiosi e sfruttatori. per tutti quelli che vogliono i centri di accoglienza e i campi rom zingari e negri sono una merce. e scommetto che se si guardasse bene il business degli orfanotrofi scopriremmo certi giudici da galera vera...

blackbird

Sab, 27/12/2014 - 08:48

I magistrati inquirenti hanno scoperto l'acqua calda! Se andassero a vedere cosa sta accadendo con il mercato dei clandestini e dei profughi, troverebbero un sistema di corrotti e corruttori che vive, anzi prospera, sulla povera gente! E no mi riferisco a una cooperativa romana, ma a tutto, o quasi, il sistema della cooperazione e della gestione di questi poveretti, sfruttati da tutti e occasione di arricchimento per moltissimi. In alcuni casi sono loro stessi a pagare, in altri casi gli Stati (o meglio lo Stato) che li ospita.

scala A int. 7

Sab, 27/12/2014 - 08:51

Mica e' la prima volta ; negli anni scorsi le coop hanno fatto affari sia con la mafia in Sicilia che con la camorra in Campania ( in particolare nel Lunghissimo dopo terremoto del 1980 ) senza che venissero Mai " Monitorate " .

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 27/12/2014 - 09:00

Classico esempio di come si capisca tardi e male; e forse si finge di non aver capito: le mani stanno già in Libia da tempo, sono state allungate da quelli che in Italia predicano le porte spalancate. Non si pensi che siano soltanto cretini.

Mario Marcenaro

Sab, 27/12/2014 - 09:13

"A Melilli (Siracusa), Buzzi & C. si sono impossessati del centro di accoglienza "Città giardino". Un business da 2,5 milioni di euro l'anno ora nel mirino dei pm." Ora? Ma che cosa facevano, cosa fanno tuttora, i nostri illuminati politici, tanto attivi nel dirci di salvare il mondo e tanto ciarlieri a vanvera nel professarsi custodi Costituzione per la salvezza della Nazione e per il benessere degli Italiani? Sono ormai anni ed anni che loro, i politici, da Capo a Code diverse, continuano a distruggere le poche risorse rimaste alla Nazione e con in più un debito mostruoso, da loro accumulato, e loro continuano imperterriti a pompare soldi per se stessi dissanguando la Nazione. E poi c'é ancora qualcuno che nega la necessità di un fatto, ormai auspicato, che di questa politica faccia solo uno straccio. Italiani, basta dormire: ormai il disastro è drammaticamente in atto.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 27/12/2014 - 09:36

con l' aiuto della sinistra che implora sempre piu migranti è evidente che questo eccezionale affare da Roma sia andato ben oltre e non si sia fermato dove iniziato, in Sicilia, e dove ogni giorno si deve alimentare di nuove speranze di denaro fresco: quindi al caro don Alfano possiamo solo chiedere di potenziare il cosi detto mare nostrum perche se nel 2014 ci son stati almeno duecento mila arrivi, nel 2015, ce ne possano essere almeno 400mila: Faremo belle figure e potranno guadagnare coi nostri soldi, tanti soldini.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 27/12/2014 - 09:36

A leggere il giornale la mattina viene solo il sangue amaro, perché non si muove foglia a livello governativo. Il Grande Pagliaccio dice che va tutto bene, gli italiani onesti possono solo arrabbiarsi, la magistratura è inerte,tutto il business losco continua come prima.

Ritratto di depil

depil

Sab, 27/12/2014 - 09:37

la storia si ripete: Le cooperative rosse e la mafia a braccetto in Sicilia, più di 20 anni fa eliminarono gli ostacoli facendo assassinare Falcone e Borsellino e mettendo al loro posto magistrati rigorosamente sui loro libri paga. Oggi che le toghe sono tutte cosa loro chi assassineranno per continuare le loro sporche iniziative?

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 27/12/2014 - 09:38

Quello degli immigrati è il nuovo business. Rendono più del contrabbando e del traffico di droga !!

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 27/12/2014 - 09:44

Questa è la punta dell'iceberg delle schifezze, delle ingiustizie e della concorrenza sleale perpetrata dalle Coop Rosse. In un paese civile sinistre compagini sociali, che non si riesce a capire se sono Onlus, società per azioni, gruppi multinazionali, che pagano le imposte metà di altre aziende gestite dai Padroni non devono esistere. Inoltre non sono sottoposte a controllo avendo revisori e sindaci interni alle loro organizzazioni. Quindi faccio, impegno risorse finanziarie ed economiche, gestisco personale, gestisco materiali e mi autocontrollo, alla faccia dei sani principi della libera concorrenza e della democrazia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 27/12/2014 - 09:50

Non so se leggerà, ma vorrei mandare un messaggio al lettore @David71, con il quale mesi fa ebbi un vivace scambio di idee, per dirgli che abbiamo nostalgia del suo 'buonismo' a 360 gradi. Sono curiosa di sapere se persiste nel suo 'j'accuse' contro gli italiani che erano contrari all' "accoglienza" indiscriminata e indisponibili a vivere in povertà pur di aiutare i fratelli africani. David71,batta ora il suo colpo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:52

Il potere criminale mondialista ha sempre visto nell'Italia il ventre molle dell'Europa. La usò contro l'Austria e contro la Germania (senza la scelta di Mussolini di entrare in guerra, Hitler avrebbe vinto). Ora il nuovo fronte è l'invasione... di feccia araba, islamica, del terzo mondo.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Sab, 27/12/2014 - 09:52

Abbiamo capito il perchè della dabbenaggine delle "frontiere aperte"; è solo una truffa. Nel conto aggiungiamo anche questo. Sarà un bel 2015.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:53

Prosegue il piano di genocidio dei popoli europei. La mafia oligarchica ebrico-americana mondialista vuole renderci terzomondo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:54

Nessuno si illuda.. l'italiano medio non ha senso di patria né lungimiranza.. accetterà tutto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:56

La chiesa è ormai una organizzazione sovversiva venduta alla mafia mondialista.

gillette

Sab, 27/12/2014 - 09:56

Non solo il PD imvischiato nell'accoglienza ai migranti... C'è anche un Ministro dell’Interno che asserisce che “c’è qualche mela marcia, ma non bisogna generalizzare”. Naturale chiedersi cosa intenda con “generalizzare”, considerato che il suo partito è quanto meno “assai contiguo” al sistema troppo semplicisticamente definito “Mafia Capitale”. Lo stesso Ministro dell’interno che presiede una fondazione (la Fondazione De Gasperi) che ha già avuto € 30.000 dal Buzzi ma che, da una lettura superficiale della trascrizioni, pare fosse solo un anticipo di quanto pattuito. Chissà perchè l'Alfano dai media viene dimenticato? Forse perchè conta poco?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:56

Si ritornerà alle città murate e fortificate... vedrete... quando scoppierà il caos della guerra civile tra razze.. si tornerà a città-stato medievali.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/12/2014 - 09:59

Due sono le spinte alla rinascita per un popolo: l'onore e la fame. L'onore è perduto tra noi. Rimane solo la fame: la gente si sveglierà solo quando le mancherà da mangiare.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 27/12/2014 - 10:15

cè dentro anche la guardia di finanza? Brava depil e voi continuate a votarli mi raccomando....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 27/12/2014 - 10:18

con 5 anni di governo della Merkel in Italia dopo 5 anni la Italia sarebbe dietro alla Germania in,,,tutto.Seconda in Europa.Dimenticavo che le evasioni fiscali le bustarelle la corruzione in Italia sono meglio della Markel.

ilritornodigesù2000

Sab, 27/12/2014 - 10:18

Questi affari non sono solo in Sicilia e solo sui clandestini sono su tutto. Se ci mettessimo a controllare quanto si spende per esempio per l'archeologia e leffettivo risultato che si ottiene da questo investimento ci renderemmo conto del magna magna che c'è sotto. Adesso grazie ad internet a queste intercettazioni e alla nuove tecnologie di investigazione saltano fuori tutte ste magagne e si scopre che gli Italiani sono un popolo di fannulloni e ladroni. E qui voglio dire che non siamo solo noi italiani ladroni ma qui in più siamo fannulloni al massimo livello. Non solo questi si fregano i soldi ma se ne fregano che tutto va a scatafascio. Quindi italiani fannulloni e menefreghisti che non fanno niente per migliorare la situazione di questa nazione.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 27/12/2014 - 10:26

Se ci sia la mafia o non ci sia poco importa. Una cosa è certa non c'è lo Stato! O meglio manca lo Stato sovrano che impone le regole e difende il suo territorio ed i cittadini. Basta pensare ai marò in India per rendersene conto.

elgar

Sab, 27/12/2014 - 11:10

Che bel conflitto di interessi per la sinistra. Mangia sull'immigrazione per la quale ci fa le leggi. E,se dall'opposizione qualcuno denuncia una bella accusa di razzismo non gliela leva nessuno.Ha sempre funzionato.Forse adesso il giocattolo si è rotto.

luigi1947

Sab, 27/12/2014 - 11:18

e un errore associare la mafia con gli emigrati ! gli affaristi della carne umana sono le cooperative rosse e i partiti di sinistra!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 27/12/2014 - 11:33

Chiedo scusa della ripetizione: quando ascoltate qualcuno, specie se col piglio spocchioso impoltronato, predicare la teoria suicida delle porte spalancate, riflettete un attimo: o è un cxxxxxo o è uno del giro mafioso del business immigrazione. Riuscite ad immaginare una terza ipotesi?

mnemone44

Sab, 27/12/2014 - 12:22

Spero ardentemente che la legge del karma faccia giustizia subito o in un futuro prossimo o,anche,in un futuro anteriore dei soprusi sociali,economici,culturali e sanitari che hanno subìto i cittadini di questa strampalato Paese a causa della cecità di una idea politica incompatibile con la realtà.Questa classe politica non starà sempre nelle torri dorate nè i loro figli nè i figli dei figli!Prima o poi impatteranno con i frutti del loro buonismo sulla pelle altrui.

Cassandraprof

Sab, 27/12/2014 - 12:39

20 ANNI FA LA LEGA AVEVA AVVISATO TUTTI CHE I CLANDESTINI LI MANDAVA LA MAFIA MA ..... ERANO RAZZISTI. ORA CHE TOCCA AI ROMANI E AI SICILIANI PRENDERE ATTO DELLA SITUAZIONE I SUDDETTI ROMANI E SICILIANI .. NON SONO RAZZISTI..MA PATRIOTTI. TANTO ORMAI E' TROPPO TARDI. L' INVASIONE E' INCONTROLLABILE SPECIE AL NORD. TRA POCHI MESI IL RENZUCCINO POMPOSAMENTE DICHIARERA' CHE TUTTI GLI IMMIGRATI DA ALMENO 2 ANNI AVRANNO IL DIRITTO DI VOTO. AHAHAHAHAH W L' EQUITA' LA CRESCITA IL RIGORE COME DISSE IL SUPERPROFESSORONE E SUPERGENIO DELLA BOCCONI MONTI. (I RISULTATI DELLE SUE GENIALI POLITICHE GLI ABBIAMO VISTI TUTTI) AHAHAHAH MONTI UNO CHE SI BECCHERA' UNA SUPERPENSIONE DA SUPERESPERTO DA ALMENO 15.000 EURINI AL MESE.. AHAHAHAH PROPRIO PERCHE' E' UN ESPERTO. AHAHAHAH

roberto zanella

Sab, 27/12/2014 - 12:46

ma non mi si verrà a dire che lo Stato,il Governo non sapessero? Il problema è che ormai c'è una mafia ufficiale ,lo Stato, che attraverso gli immigrati vuole destabilizzare una Nazione probabilmente su ordini internazionali , la seconda mafia non ufficiale ma ufficiosa perchè stra conosciuta , che vuole la sua parte e quindi tra le pieghe del business degli immigrati fa i suoi affari. Sugli immigrati SI CHE C'E' UNA TRATTATIVA STATO - MAFIA

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/12/2014 - 12:47

E poi mi dovrei scandalizzare e indignare di mafia camorra ndrangheta che trafficano in droga. Qui siamo di fronte ad un traffico peggiore, quello di esseri umani, che destabilizza la nazione, ingrassa le mafie africane, ingrassa i terroristi, tuttolegalizzato dallo stato, fatto pagare ai cittadini alla fame a suon di tasse. Gestito da associazioni mafiose legali, le coop, con stecca di ritorno al pd. E esaltato e coperto da media compiacenti. Le parole sentite ieri sera su rai3 sono vergognose. Avanti Alba dorata.

rossini

Sab, 27/12/2014 - 12:53

A noi piacciono i Marò come GIRONE e LATORRE non come quelli che si scapicollano per andare a prendere i migranti a domicilio per portarli in Italia!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 27/12/2014 - 12:59

ho sempre detto che i governanti ci mangiano sopra mi raccomando voi votateli....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 27/12/2014 - 13:00

dementina1 si sta arricchendo con voi polli.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 27/12/2014 - 13:23

Sono anni che scriviamo che per le mafie nostrane e straniere l'invasione in atto è un affare enorme, se a queste si aggiungono le coop rosse, le onlus papaline, la "gloriosa" marina militare, il ministero dell'interno e le varie istituzioni buoniste, la distruzione del popolo italiota sarà inevitabile.

Magicoilgiornale

Sab, 27/12/2014 - 14:23

Servizi e sedi per gli immigrati gestiti dalla malavita! Ma adesso ci sono arrivati?

Ritratto di LITTORIANO

LITTORIANO

Sab, 27/12/2014 - 14:35

Coraggio, da questi segnali i presupposti per battere il record dei 200.000 sbarchi nel 2015 ci sono tutti ed i politicanti di sinistra, insieme ad Alfano e ai suoi seguaci, già si stanno strofinando le mani per la gioia: vuoi per gli affari che faranno le cooperative rosse, vuoi per il futuro serbatoio di voti a loro favore. Sono altresì felici i trafficanti, i terroristi, i fautori del'islamizzazione dell'occidente, perché hanno trovato la nazione dei fessi. Per un africano, per un musulmano, basta investire 5.000 € e si sistema per tutta la vita, mentre i nostri connazionali vanno in rovina. Quando gli islamici parlano davanti a noi dicono che hanno ragione i cattolici fautori del dialogo interreligioso, mentre quando sono soli ridacchiano soddisfatti: "ah, ah, ah, ma come fanno ad essere così ingenui, tra poco ci prenderemo il Vaticano e lo trasformeremo in moschea, esaudendo così la volontà del nostro profeta!"

Ritratto di Loudness

Loudness

Sab, 27/12/2014 - 14:48

Io sono per i ragionamenti semplici. Se è vero che le cooperative fanno affari con la mafia sul discorso immigrati. E se è vero che lo Stato impiega uomini e mezzi per andare a recuperare invasori clandestini. Significa in pratica che le cooperative fanno affari con lo Stato e lo stato è mafioso.

Ritratto di Blent

Blent

Sab, 27/12/2014 - 15:45

è evidente che il governo è complice di questi malfattori e si celano dietro le stronzate dell'accoglienza e della bontà. Italiani sveglia facciamoci sentire in questi affari ci guadagnano in pochi scaricando i costi sulla collettività. Komunisti una volta tanto aprite gli occhi.

AVO

Sab, 27/12/2014 - 17:31

Mi dispiace per loro, ora basta tutti a casa loro. Vanno rinandati indietro con gli stessi barconi.

Settimio.De.Lillo

Sab, 27/12/2014 - 17:39

Egregio BLENT, come si fa a svegliare i KOMUNISTI? Loro il salame NON lo mangiano, se lo mettono sugli occhi.

Ritratto di primulanonrossa

Anonimo (non verificato)

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 27/12/2014 - 18:17

!!!!, se ci si guardasse seriamente a casa loro ne spunterebbero a iosa oltre a quelli già emersi, con la loro superiorità morale ed i valori della resistenza ci hanno imposto tutta questa accoglienza, a detta loro esclusivamente solidale, multiculturale per una fratellanza mondiale, si ciao un'altra volta e risalutami tutti a casa !!!!!! si sta intravedendo appena di che pasta è fatta (il bello deve ancora venire)questa spaparazzata solidarietà targata comunista ! una volta dissi che la loro superiorità morale ed i valori della resistenza erano come le palle dei cani SEMPRE IN MOSTRA, lo ribadisco ora aggiungendo: A SPROPOSITO

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 27/12/2014 - 19:02

Il compagno ci sbatteva sempre in faccia la sua superiorità morale, i valori della resistenza, quando era amico dell'URSS che aveva i missili balistici SS20 puntati contro l'Italia( un'inezia dai erano solo a testate multiple nucleari),ancora la superiorità morale ed i valori della resistenza quando ci parlava di pace ma plaudiva le invasioni sovietiche in Cecoslovacchia Ungheria ecc ecc...con dalema bombardarono la Serbia,sempre con la loro superiorità morale ed i valori della resistenza l'hanno menata per 20anni col conflitto d'interessi di BERLUSCONI come se loro fossero vergini, si ciao salutami tutti a casa!!!!,

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 28/12/2014 - 08:51

come?' solo le mani sui migranti in sicilia??? Io direi a renzi di instaurare un ponte aereo con almeno 4 jumbo giornalieri in partenza dalle coste libiche e destinati a Palermo ed a Catania con la possibilità di rimpatrio per chi non risultasse in regola con i regolamenti imposti dalle Coop: i soldi che i migranti spendono per il transito in mare potrebbero essere recuperati per il volo e l' operazione potrebbe essere ulteriormente redditizia qualora questi charter venissero organizzati da uomini accettati da con le solite coop. Ecco un'altra attività in attivo pronta ad offrire posti di lavoro: Renzi ne sarebbe fiero!

fedelisssimo

Dom, 28/12/2014 - 21:30

Bisogna stare attenti a chi combatte la mafia perchè a quanto mi risulta ci sono parecchi strozzini che sono interessati solo a costruire case. Ci sono porci di governo che poi uccidono economicamente il popolo con multe e tasse salate che se sono calcolate generano interessi tali e quali a quelli degli strozzini, dunque questi sono dei camorristi che attaccano la mafia ma non i traffici di droga, distruggono il verde e ci costruiscono palazzi. Questi tipo di politici vanno appresso ai social networks dove spesso ci sono giovani simpatizzanti per la droga ed a loro interessano solo i voti ed il supporto per combattere i mafiosi. In realtà i mafiosi contro la droga non sono un dannno sociale quanto lo sono questi strozzini della legge.