Il governo blinda la manovra: la Camera è tagliata fuori

Il deputato leghista attacca il governo sulla manovra: “La Camera tagliata totalmente fuori dalla legge di Bilancio”

Apportare tutte le modifiche alla manovra al Senato, così da silenziare la Camera e procedere a Montecitorio soltanto con un voto confermativo in Aula.

È questo lo scenario sinistro evocato dal leghista Claudio Borghi, presidente della commissione di Bilancio alla Camera. Durissimo lo sfogo del deputato del Carroccio su Twitter: “Come volevasi dimostrare. Uno scandalo. Uno schifo. Platealmente incostituzionale. La Camera tagliata totalmente fuori dalla legge di Bilancio. Ci vediamo alla Consulta”. Nel caso in cui dovesse verificarsi quanto ipotizzato, il governo giallorosso farebbe in modo che la manovra eviti l’esame nella commissione presieduta dallo stesso Borghi.

La situazione rischia di essere alquanto paradossale. L’accordo è stato trovato e la manovra può essere chiusa con due letture senza il rischio di ritrovarsi con l’acqua alla gola. Il testo approderà in aula giovedì 12 dicembre, per poi essere licenziato venerdì 13 dopo aver incassato la fiducia. Dovrebbero dunque esserci due letture, anche se in realtà ci sarà un vero e proprio esame, dal momento che in Senato si chiuderanno anche "le istanze della Camera", bloccando così ogni tipo di modifica.

L’ira di Borghi

Questo è l’iter auspicato dall’esecutivo, anche se le opposizioni non sono affatto d’accordo. Ieri è stato ancora Borghi a incalzare Roberto Fico affinché “le prerogative di questa Camera siano rispettate. Non vorrei che sulla manovra il governo voglia procedere con un maxi emendamento al Senato, chiudere lì il testo e farlo arrivare qui con la fiducia. Se succedesse non ci sarebbero precedenti e allora altro che l'intervento della Consulta dell'anno scorso".

In altre parole, il forte ritardo sulla manovra causato dal negoziato in seno alla maggioranza costringerà la Camera a non toccare palla. Il testo, blindato con la fiducia al Senato, passerà sì a Montecitorio, ma quest’ultimo avrà modo solo di applicare un timbro sui provvedimenti già approvati. Non c’è infatti tempo per la terza lettura.

Le parole di Conte e Misiani

Nel frattempo, a margine del Med2019, Giuseppe Conte ha parlato con soddisfazione del risultato ottenuto sulla manovra: “Non c'erano premi in palio, abbiamo vinto tutti. Ci siamo seduti al tavolo per discutere nell'interesse degli italiani. Iv ha dato un contributo come tutte le forze politiche, alcune cose sono state accolte, altre no, come non sono state accolte proposte del Pd, del Movimento. È normale”.

Intano il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, ha detto che sulla manovra le cose “vanno bene” e che lunedì verranno ripresi gli approfondimenti sugli emendamenti: “Sono convinto che termineremo il lavoro di discussione venerdì in aula. Ieri abbiamo raggiunto un buon accordo sulla revisione fiscale e sulle risorse aggiuntive ai comuni che segnano una svolta".

Commenti

gpetricich

Sab, 07/12/2019 - 19:31

La manovra è incostituzionale? E cosa volete che sia, se lo è anche il governo e nessuno fa niente.

magnum357

Sab, 07/12/2019 - 19:51

Solite porcate all'italiana !!!!!!!

bernardo47

Sab, 07/12/2019 - 20:25

il governo in carica puo' mettere la fiducia.....senza calpestare pero' le preogative parlamentari delle Commissioni; Peraltro, e' naturale che la Lega faccia la opposizione, cercando di strumentalizzare ogni questione il piu' possibile.E' nelle sue prerogative.

istituto

Sab, 07/12/2019 - 20:33

E quel signore saggio, moderato, super partes, Salvatore della Patria,che prende un sacco di soldi , che dice? Perché tace ?

Giorgio5819

Sab, 07/12/2019 - 20:40

Porcata rossa.

FRANGIUS

Sab, 07/12/2019 - 20:47

PURTROPPO IL GUAIO GROSSO DELL'ITALIA E' DI NON AVERE UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

machimo

Sab, 07/12/2019 - 20:59

Il governo l’ha messo mattarella e lui che è incostituzionale

Altoviti

Sab, 07/12/2019 - 21:22

Golpe permanente di sisnitra dal 2011 da quando l'Ue ha depostitato Berlusconi! I responsabili vanno giudicati e non bisognerà pasare la spugna su coloro che affossano l'Italia, giudici o politici che siano.

Ritratto di mailaico

mailaico

Sab, 07/12/2019 - 21:45

E' tutto incostituzionale... mmh mmh E mattarella che ne pensa ?

Nauseato60

Sab, 07/12/2019 - 22:02

Mattarè....ci sei? o stai pensando all'impaccio del discorso di fine anno prima del cenone di mezzanotte?....

m.m.f

Sab, 07/12/2019 - 22:05

l'esistenza di questa specie di governo formata da poltronai da una parte e scugnizzi dall'altra la si deve a coloro i quali li hanno votati.

HARIES

Sab, 07/12/2019 - 22:49

Borghi ha pienamente ragione. Forza Claudio, non mollare. Fai valere la tua competenza che è 100 volte di più di quella di Gualtieri.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Sab, 07/12/2019 - 23:50

Tecnicamente non riesco a dare una valutazione, non conoscendo la materia. Ma non ho dubbi sulla completa mancanza di scrupoli governativa. Renzi aveva, teoricamente, il 4,5% circa al momento della creazione di I.Viva. Il suo permanere al governo con questi Pd e 5stelle lo ridurrà al 1%. Sta diventando bolso ed ottuso anche Renzi. Io vedo ora la sua massima convenienza a staccare la spina al governo conte. Se anche protestando rimane in squadra con tutte le porcate previste per il popolo dei produttori e dei risparmiatori, se rimane in squadra ne diventa complice a pieno titolo, e le parole coi distinguo che vuole non contano. La gente vede di esser sotto torchio. Renzi, 1%.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 08/12/2019 - 00:59

Questione di procedure su cui è possibile eccepire. Quando cambierà il governo e ve ne sarà uno di cdx, si adotti lo stesso iter così vediamo come andrà a finire.. Tanto sta manovra l'hanno compreso anche i più sprovveduti che le tasse sono state posticipate non eliminate. Il punto nodale sarà il Mes, l'approvazione definitiva oppure eventuali correzioni su quanto sostenuto da Centeno, che siano state avallate (non significa firmate) a giugno u.s. dal BisConte+Tria, nonostante vi fosse una risoluzione [Molinari (Lega)-D’Uva (M5s) del 19.6.19 n.192 M5s+Lega sula quale il p.d.c. ha glissato] che impegnava il pugliese a riferire al parlamento. L'ometto con pochette, al contrario, ha tirato dritto. Peggio di così..

ST6

Dom, 08/12/2019 - 05:32

Ah, la Lega delle Commissioni: "sarà un Vietnam", "vi bloccheremo qualunque cosa", ... Forza adesso vediamo come fate i gradassi. Cretini verdognoli anti-Italuani

Iacobellig

Dom, 08/12/2019 - 08:04

Verso questa gente nessun riguardo, attivare il ricorso alla consulta ancora prima che Mattarella firmi la legge di bilancio.

VittorioMar

Dom, 08/12/2019 - 08:52

..gli ILLUMINATI (SPENTI e al BUIO) hanno sempre SPIEGATO al POPOLO IGNORANTE, che siamo un REPUBBLICA PARLAMENTARE dove....E' PROIBITO PARLAMENTARE...ZITTI !! lo pretende la UE !!...così E' se vi pare e.... se non vi pare e...lo stesso...!!..i VERI DEMOCRATICI sono LA LEGA e FdI che chiedono "ELEZIONI"...CHI SONO GLI ANTI DEMOCRATICI E ANTI ITALIANI ?? che domanda IMPERTINENTE !!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 08/12/2019 - 08:56

Ma volevo dire Mattarella che fa,non è il presidente di TUTTI gli italiani????????????????? Spero di non annoverarlo fra i peggiori degli ultimi anni,nel quale caso l'Italia non si salverà.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 08/12/2019 - 10:13

Non capisco sta manfrina per rinviare il tutto di 180 giorni! Queste sarebbero le soluzioni epocali? Mi sembra più una soluzione per preparare le valige arraffare il più possibile, poltrone comprese, per non perdere il volo verso qualche isola caraibica!

Papilla47

Dom, 08/12/2019 - 10:14

Lo sguardo dei predatori, i cui depositi si trovano alle cayman, è puntato sugli oltre 2.000 miliardi dei risparmiatori italiani. In un solo colpo si potrebbe azzerare il debito pubblico per poi ripartire alla grande.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 08/12/2019 - 11:19

Papilla47---Incomincia a mettere i tuoi soldi e poi faremo la nostra parte per azzerare il debito pubblico.Ripartire alla grande non tanto perchè questo governo aumenta di pari passo le tasse ed il debito.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 08/12/2019 - 16:27

Papilla47 - 10:14 Per la verità i risparmi degli italiani sono circa il doppio della cifra da lei scritta (4.200 mld di euro nel 2019) e a quella mirano alcuni stati Ue (attraverso governi italici compiacenti) per risolvere loro problematiche. Sul resto le ricordo che trattasi di esproprio: vanno coolpiti quelli che hanno fatto il "buco" non i cittadini. Vada a leggersi l'art. 47 della costituzione prima di scrivere ulteriori sciocchezze.