Il manuale del Califfato: "Ecco il piano segreto per conquistare Roma"

Scoperto dagli inquirenti di Brescia un testo dell'Isis: prima attacchi piccoli poi la presa delle fabbriche di armi

La marcia su Roma delle bandiere nere è già stata pianificata con una strategia delirante, ma pericolosa, descritta in uno dei manuali dello Stato islamico indirizzato ai propri adepti in Europa.«L'offensiva verso Roma» è l'ultimo capitolo di un libro elettronico del Califfato sulle «bande islamiche» da reclutare a casa nostra. La pubblicazione era una delle letture preferite di un pachistano ed un tunisino arrestati lo scorso luglio nel Bresciano perché stavano progettando attentati. L'allucinante capitolo sulla conquista di Roma inizia con le istruzioni per «piccoli attacchi come rappresaglia agli attacchi del nemico» in Siria e Iraq. L'obiettivo, però, è un'escalation che faccia «scoppiare una guerra senza quartiere» nel vecchio continente. I combattenti di questa insurrezione islamica sarebbero i «mujaheddin» reclutati nelle comunità musulmane in Europa, soprattutto «quelli che hanno esperienza con le armi da fuoco».Il manuale spiega che i miliziani dovranno occupare le fabbriche di armi e assaltare arsenali «come lo Stato islamico ha fatto in Iraq». Nella prima fase il folle obiettivo non sarà marciare subito su Roma, ma «creare un corridoio attraverso i paesi confinanti (in Europa nda) dove ci sono gruppi musulmani». Poi bisognerà consolidare i contatti e aumentare il reclutamento «fino ad arrivare alla capitale, la città di Roma».Il folle stratega del Califfo che ha redatto il manuale di guerra in perfetto inglese sostiene che i mujaheddin «entreranno nell'Italia settentrionale. I musulmani del Regno Unito si uniranno a quelli della Francia, poi la Spagna, la Germania e la Scandinavia fino a quando non avremo circondato l'Italia da Ovest e da Nord. Da Est i nostri fratelli dei Balcani, bosniaci, albanesi e kosovari» chiuderanno il cerchio.Secondo la profezia del Califfo «la guerra santa in Europa» scoppierà quando le forze occidentale combatteranno lo Stato islamico in Siria. La parte finale della profezia prevede che la Nato verrà sconfitta «ed i musulmani conquisteranno Roma». Oltre alle infiltrazioni da Nord, Est ed Ovest «lo Stato islamico entrerà in Italia da sud con missili e navi» probabilmente dalla Libia.Nel frattempo la propaganda jihadista in rete è sempre «libera». Al Giornale è stato segnalato l'ennesimo estremista on line, avvocato a Roma e vicino ai Fratelli musulmani egiziani. Walid Fayez, il 14 novembre, un giorno dopo la carneficina in Francia, scriveva sulla sua pagina Facebook: «Il messaggio degli attentati parigini è chiaro. La vostra società deve provare il sapore del terrore ed i dolori che la nostra società prova quando lanciano le bombe dai vostri caccia sulle teste dei nostri civili... Russi e francesi hanno pagato dazio per il loro intervento di forza in Siria».Fayez ha il dente avvelenato con Israele. Il 30 novembre posta la foto di una strada di Bologna, Via de' coltelli. E commenta: «Questa via fa tremare i vigliacchi di Tel Aviv». Il riferimento è all'intifada dei coltelli che ha già provocato 150 morti in Israele negli ultimi tre mesi.L'immagine di una bambina moribonda in Siria, che sarebbe stata uccisa nei raid aerei alleati o dai governativi, scatena il 21 novembre un chiaro «bastardi crociati». L'altro chiodo fisso dell'avvocato Fayez è l'intervento di Mosca in Siria. Il primo ottobre prevede che «la violenza e lo spargimento di sangue si sposteranno prossimamente in Russia». Due giorni dopo insiste scrivendo che «con l'intervento militare in Siria Putin sta esponendo i cittadini e gli interessi russi al repentaglio ovunque nel mondo». Il 31 ottobre una bomba a bordo fa precipitare un aereo passeggeri russo sul Sinai uccidendo 224 persone. Sabato Fayez commenta un post su un altro profilo Facebook, che denuncia il presunto bombardamento dell'aviazione di Mosca di una scuola con immancabili bambini morti. L'avvocato di Roma non ha dubbi riferendosi ai russi: «Poi si lamentano quando ricevono dei colpi duri e saltano per aria».

Annunci

Commenti

giolio

Lun, 28/12/2015 - 08:20

Il piano segreto lo abbiamo sotto gli occhi ,Si prenderanno Roma con il piano dell‘invasione attuale

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 28/12/2015 - 09:01

attenzione ai negozi ben forniti di armi. Ci sono poliziotti a sorvegliare, all'interno e ben protetti? Perchè inutile presidiarli all'esterno, sarebbero dei facili bersagli. Poi questa politica di dare espulsioni che servono ad una m..kia. Prenderli ed internarli.

buri

Lun, 28/12/2015 - 09:41

bene siamo avvertiti. intanto ci sono ancora qui chi ci predica l'accoglienza indiscriminata e mandiamo i nostrri militari all'estero in missioni UE o NATO, i quali se succede un guai, come ai nostri marò ci lasciano soli senza sostefno, quindi riportiamoli a casa, non aiutiamo chi non ci aiuta

linoalo1

Lun, 28/12/2015 - 09:48

Segreto o meno,se vogliono colpirci,lo possono fare quando e dove vogliono!!!Non esiste la possibilità di un controllo minuzioso per tutte le persone in Italia!!Se un Pazzo Islamico,volesse farsi saltare durante un Angelus in Piazza S. Pietro,lo potrebbe fare quando vuole!!!Non esiste prevenzione!!Per ora,esiste solo la speranza che non succeda!!!!

Ritratto di Rames

Rames

Lun, 28/12/2015 - 09:48

E noi pensiamo al pil che sale che scende, allo 0, alle tasse a tippiti e tappete, quando invece dovremmo addestrare tutti i ragazzi al combattimento e servizio militare obbligatorio,i profughi richiedenti asilo devono essere arruolati nell'esercito e farli diventare soldati,la marina italiana e di altre nazioni europee deve schierarsi davanti le coste libiche e su tutto il mediterraneo,forze di terra ai confini in montengro e in serbia,soldati sul campo ai confini di Siria,l'esercito israeliano deve andare subito in guerra contro l'Isis,cosi come tutti.Non si puo' piu' perdere tempo in Libia bisogna attaccare immediatamente.E questo deve avvenire senze tregua h24.E'solo una questione di tempo, se noi pensiamo e siamo presi da tante cose, loro hanno solo una cosa in testa, un unico obiettivo,annientarci.

sergioilpatriota

Lun, 28/12/2015 - 09:52

Ma veramente avete paura di questa gente? Allora non avete capito quale arma abbiamo in mano: noi siamo difesi da Alfano e Gentiloni! Al solo sentire i loro nomi l'isis sta già tremando di paura.

vince50_19

Lun, 28/12/2015 - 09:55

Hanno rinforzato la sorveglianza delle nostre fabbriche di armi? Angelì, tutto a posto? Tanto lo sa tutto il mondo che l'Italia è il più grosso produttore al mondo di armi comuni da sparo. Lo sanno tutti tranne i soliti fancazzisti di pacifinti e il governicchio che promette benefici per i cittadini ma solo sulla carta (igienica).

giorgiandr

Lun, 28/12/2015 - 10:10

Quello che mi preoccupa di più è che noi contribuiamo facendo da cassa di risonanza ai loro piani, che sono soprattutto degli incitamenti alla rivolta degli islamici che sono a casa nostra. Non a caso sono scritti in inglese, non nella loro lingua.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 28/12/2015 - 10:28

Mi pare che l'invasione del bel paese sia in atto da anni! Quella più evidente è l'invasione attraverso la marea di musulmani che giornalmente viene sbarcata sulle spiagge ed ormai nei nostri porti. Ma quella più qualificata segue le vie legali, come dovrebbero insegnare le storie francesi e belghe, nonché i movimenti di "ignoti" nell'ombra, evitando accuratamente i contatti diretti con moschee e simili raggruppamenti: per capirlo dovrebbe bastare leggere i giornali, al riguardo più informati del Viminale.

Mechwarrior

Lun, 28/12/2015 - 10:39

Questi sono dei babbei. Non hanno capito che hanno già vinto. 1°passo prendere la cittadinanza. 2° formare un partito islamico "moderato" 3° prendere i voti in massa da italioti e arabi italiani e governare senza colpo ferire. Sun Tzu :Chi è veramente esperto nell’arte della guerra sa vincere l’esercito nemico senza dare battaglia, prendere le sue città senza assieparle, e rovesciarne lo Stato senza operazioni prolungate

altair1956

Lun, 28/12/2015 - 10:45

Qualcuno li avvisi che a Roma c'è il più grande buco nero dell'universo. Tutto quello che arriva a Roma sparisce in un vortice senza fine. Tutto entra nulla esce. Non vale la pena, si prendano Parigi che fanno prima.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 28/12/2015 - 10:52

Se cominciassero attacchi(speriamo di no!!) e le nostre risposte si rivelassero carenti (fatto certo), niente paura,della situazione precaria, basterà incolpare i governi precedenti in generale e quelli di BERLUSCONI in particolare.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 28/12/2015 - 10:54

Certo la fantasia non gli manca.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 28/12/2015 - 10:58

@Mechwarrior il loro problema é proprio quello, sono limitati in intelligenza e strategia. Il massimo che sanno fare é farsi scoppiare inneggiano ad Allah, non capendo che questo genera paura e quindi reazione.

Aegnor

Lun, 28/12/2015 - 11:15

L'invasione è pianificata dal governo di Fantozzi,Sboldry e co

amicomuffo

Lun, 28/12/2015 - 11:16

Ma se la prendano pure Roma! Unitamente a questo governo di fancazzisti! Dalle loro parole si vede che sono rimasti al tempo del medioevo, quando prendere Roma era prendere tutto! Adesso alla maggior parte degli italiani (me compreso!) non gliene può fregar de meno! Può importare solo ai politici che là ci sguazzano a più non posso!

Atlantico

Lun, 28/12/2015 - 11:56

E' davvero un piano segretissimo !

giorgiandr

Lun, 28/12/2015 - 12:01

E pensare che quando Berlusconi si piegava alle stramberie di Gheddafi pur di bloccare l'invasione dei mussulmani dalla Libia, gli intelligentoni di sx lo prendevano per i fondelli.

pasquinomaicontento

Lun, 28/12/2015 - 12:43

Era, me pare, il 1937 ciavevo 12 anni mio padre portò a casa un giornaletto chiamato Rugantino...mi rimase impressa una frase:-La vita nun ciamanca,er core ce l'avemo,c'è poco da rugà,semo o nun semo? Una frase che m'arisona nder cervello, come 'na litania :-Semo o nun semo? Noi Romani che abbiamo conquistato tutto quello che c'era da conquistare, portando la civiltà dove non esisteva,dobbiamo aver paura di quattro scalzacani,armati,fatemelo dire,da un annacquato premio Nobel per la Pace che fa sorridere...di scherno.Quel semo o nun semo? di Rugantiniana memoria mi risuona dentro la capoccia come il tic e tac di un orologio a pendolo...Sveja Romani,le cosidette civiltà o inciviltà che vengono e vanno secondo il vento che tira, non attecchiscono in questa città,ce fanno solo er tinticarello

agosvac

Lun, 28/12/2015 - 13:12

Un piano perfetto ma di una demenza unica!!! Infatti questi estremisti non prendono neanche in considerazione il fatto che ciascuna delle nazioni che dovrebbero invadere ha degli eserciti in grano di resistere ed attaccare!!! Che cosa pensano? che noi si stia lì a farci uccidere senza alcuna resistenza armata??? Lasciamo stare gli altri paesi, ma in Italia abbiamo delle forze dell'ordine, polizia, carabinieri, finanzieri, tutti armati nonché un esercito che si è addestrato proprio nei paesi islamici, forse pensano che resterebbero a guardare?????

marygio

Lun, 28/12/2015 - 13:23

ma che razza di piano sarebbe? da morirci dal ...ridere....ahhhhhh

aqualung56

Lun, 28/12/2015 - 15:04

L'invasione è già in atto e i nostri governanti fanno finta di niente. Tempo passerà, nemmeno tanto,che avremo delle brutte sorprese, vero Renzi e Alfano?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 28/12/2015 - 15:06

@pasquinomaicontento (12:43) Fantastico! Si capisce al volo che sei romano...., ma de roma però.

clamor

Lun, 28/12/2015 - 16:04

Straegia inutile, basta aspettare solo un po' di tempo e potranno entrare tranquillamente con tutti gli onori, grazie ai buonisti italici e radical chic, con tanto di alti e bassi prelati. Pisapia a Milano, De Magistris a Napoli e, se ci fosse ancora il buon Marino a Roma, avrebbero consegnato loro le chiavi della città in pompamagna !

venco

Lun, 28/12/2015 - 16:20

Certo che possono conquistarci, se tutti quelli che entrano vengono messi negli alberghi, e poi accontentati e assecondati in tutto, e quando fanno reati vengono subito rilasciati.

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Lun, 28/12/2015 - 16:42

pasquinomaicontento 12:43. Lei è un sognatore. Lo sono un po' anch'io e quindi spero che gli italiani si diano una svegliata, prima che gliela diano gli altri. Semo o non semo? La domanda può essere pronunciata in tutti i dialetti d'Italia. Forza.