C'è un massone in corsa con M5S per la Camera

"Nel Movimento 5 Stelle razzisti, omofobi e massoni non sono ammessi", aveva detto Di Maio. Ma non aveva fatto i conti con la realtà dei fatti

"In M5S razzisti, omofobi e massoni non sono ammessi". Era stato perentorio Luigi Di Maio, scandendo le regole per chi voleva candidarsi con i grillini, già sotto accusa per questioni non proprio limpide come quella di Frascati, con il candidato Dessì prima accusato di essere vicino al clan Spada e poi di esservi vantato di avere pestato un ragazzino romeno.

Peccato che le linee guida scandidate dal candidato premier del Movimento vadano a impattare duramente con la realtà dei fatti. Quella stessa realtà che dice che Catello "Lello" Vitiello, avvocato candidato all’uninominale in Campania, è esponente della loggia napoletana La Sfinge, aderente al Grande Oriente d'Italia.

È il quotidiano Il Mattino a portare la questione sui giornali, ponendo i grillini di fronte a un dilemma: far finta di nulla o perdere un altro candidato? Se prima era infatti stato Dessì, a cui il Movimento aveva chiesto un passo indietro dopo le polemiche, a seguirlo a breve distanza sono arrivate due ex deputati, Andrea Cecconi e Carlo Martelli, che hanno fatto la stessa fine. Ora Vitiello?

Il candidato, a quanto emerso, sarebbe stato scelto proprio dal candidato premier. Che poteva certo non sapere di questa "piega" della sua vita, ma che ora a maggior ragione dovrà prendere una decisione.

Commenti
Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 11/02/2018 - 15:40

GOMBLOTTOOOOOOOOOO! Se mi avrebbero avvistatttto, non lo avessi permettutto...Il belloccio campano inciampa un giorno si e l'altro pure. Il 4 Marzo gli italiani lo compenseranno come merita.E.A.

kallen1

Dom, 11/02/2018 - 15:59

E meno male che Di Maio doveva, assieme al comico Grillo, controllare chi era degno di essere candidato per i 5 Stelle!!! Ma che cosa ha controllato questo incapace?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 11/02/2018 - 16:18

Qualcuno è andato pochi giorni fa alla city di Londra per "presentare credenziali": lì sono pieni di massoni, ma forse lui, il ragazzo lavato con olà, non lo sa (o, meglio, lo sa ma fa finta di niente? Ambè..). Nel parlamento nostrano ce ne sono di massoni che lavorano trasversalmente: uno più uno meno .. ahahahaha .. Basta correggere l'art. 67 della costituzione al più presto e anche per costoro la pacchia finirà. Dare tempo al tempo, anche con questi "sacerdoti della purezza" (se poi dimostrano capacità politiche questo è da dimostrare) ne vedremo delle belle.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 11/02/2018 - 16:46

Nulla che stupisca. Quando si vede un Di Maio andare a jew York e Londra a prostrarsi agli scherani dei Rothschild si capisce che il M5S è parte del sistema.

ESILIATO

Dom, 11/02/2018 - 17:01

Finalmente una persona seria nelle liste dell'M5S.......

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 11/02/2018 - 17:03

ADESSO SPELACCHIO DI MAIO DIRA' ACHE ANCHE LUI DOPO ESSERE ELTTO SI DIMETTERA'. DI QUESTO PASSO ANCHE SE VINCESSERO LE ELEZIONI NON ENTRERA' IN PARLAMENTO NEMMENO UN GRULLINO. AHAHAHAHAHAHAH !!!

chiara 2

Dom, 11/02/2018 - 17:22

Per inciso: ecco perché le massonerie fanno tanti casini...ma che faccia da babbeo ha mai questo?