Mattarella: "La democrazia è solida. Servono risposte all'altezza"

Il Presidente della Repubblica invita ad abbassare i toni e a lavorare con "erenità e rispetto reciproco" per rispettare "impegni e scadenze"

"L'alta affluenza al voto, registratasi nel referendum di ieri, è la testimonianza di una democrazia solida, di un Paese appassionato, capace di partecipazione attiva". È il primo commento di Sergio Mattarella che questa mattina ha ricevuto Matteo Renzi, uscito sconfitto dal referendum costituzionale di ieri.

In attesa che il premier torni questa sera al Colle per rimettere il mandato come annunciato, il Presidente della Repubblica ha accolto con soddisfazione la grande partecipazione alla consultazione da parte degi italiani, ma ha chiesto alla politica uno sforzo perché questa "democrazia solida" non venga affossata da instabilità e immobilismo, invitando tutti a moderare i toni che in campagna elettorale si sono alzati forse un po' troppo sopra le righe.

"L'Italia è un grande Paese con tante energie positive al suo interno", ha detto Mattarella, "Anche per questo occorre che il clima politico, pur nella necessaria dialettica, sia improntato a serenità e rispetto reciproco. Vi sono di fronte a noi impegni e scadenze di cui le istituzioni dovranno assicurare in ogni caso il rispetto, garantendo risposte all'altezza dei problemi del momento".

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Lun, 05/12/2016 - 19:07

adesso vedremo a chi darà l'incarico,sicuramente ad un esponente del centrosinistra perchè in sostanza siamo alla pari di cuba in fatto di democrazia......loro almeno hanno il buonsenso di non mascherare il loro regime.