Mattarella sul clima: "Siamo sull'orlo della crisi Salvarlo, per salvare vite"

Il presidente della Repubblica parla del clima, in occasione della commemorazione della tempesta nel bellunese

"Siamo sull'orlo di una crisi globale. Salvare il clima per salavare vite. Occorrono misure concordate a livello globale". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che parla del clima nel bellunese, alla commemorazione della tempesta che mise in ginocchio il Veneto.

È questo il senso "della sollecitazione sottoscritta, nell'autunno scorso, da alcuni Capi di Stato europei. Gli sforzi compiuti nelle conferenze internazionali che si sono succedute hanno, sin qui, conseguito risultati significativi ma parziali e ancora insufficienti".

La tempesta del Veneto ha aperto gli occhi anche all'opinione pubblica, che ha avuto chiaro come "i mutamenti climatici in atto nel mondo comportano effetti pesanti anche sull'ambiente del nostro Paese e sulle condizioni di vita della nostra popolazione". Per la prima volta, i cittadini italiani si sono resi conto della vicinanza di un tema che sembrava lontano, quando si parlava della desertificazione africana o dei cicloni americani.

Mattarella, commemorando le vittime della tempesta dello scorso novembre, mette l'accento anche sulla necessità di tutelare il territorio e le montagne del nostro Paese: "Occorre proseguire sulla strada di iniziative per la salvaguardia degli assetti idro-geologici, perché la tutela ambientale e idro-geologica è amica delle persone, ne salvaguarda la vita e difende così il futuro delle nostre comunità". È necessario, in questo senso, "il rilancio di una politica per la montagna", che miri a salvaguardare l'ambiente, in un impegno condiviso da tutte le istituzioni.

Infine, il presidente della Repubblica ha ricordato anche le vittime del Vajont: "Opere di contenimento e regimentazione, se non suffragate dall'apprendimento delle precedenti esperienze, talvolta ottengono risultati opposti a quelli prefissati, violando equilibri secolari da difendere".

Commenti

Luigi Farinelli

Mar, 12/03/2019 - 16:46

Se non fosse anche lui un "progressista" ideologicizzato, Mattarella ascolterebbe di più gli scienziati veri che mettono in guardia contro la truffa dei cambiamenti climatici dovuti all'uomo perchè: 1) la teoria del riscaldamento antropico non ha alcun fondamento scientifico. 2) anche l'emisfero boreale ha temperature costanti dalla fine degli anni '90 (con tendenza al ribasso). 3) Il principale gas serra è il vapore acqueo (90%) e la CO2 una piccola parte di ciò che rimane. 4) i camb. clim. appartengono ai fenomeni fisici complessi (non lineari) per cui a causa non sortisce solo effetto, ma effetto che agisce sulla causa (per questo le previsioni del tempo, dopo pochi giorni, sono inattendibili anche usando i computer più potenti: FIGURARSI PROGRAMMARE TOT GRADI DI CALO DI TEMP. DOPO TOT ANNI! Siamo nel campo della truffa contro la credulità popolare.

Luigi Farinelli

Mar, 12/03/2019 - 16:59

(2) Gli scienziati veri si sono pronunciati (Rubbia persino in Parlamento ma è stato oscurato dal mainstream di regime). Lo scienziato che formulò per primo il riscaldamento da CO2 fu James Lovelock nel 1975: da scienziato vero formulò un'ipotesi ma nel 2012 scrisse un libro per sconfessarla: "Letti i dati di temperatura planetaria costante dagli anni '90 non ho remore a dire che le mie ipotesi erano errate!" Ma la balla del riscaldamento "antropico" fa comodo a molti farabutti travestiti da benefattori dell'umanità: con questa scusa, per esempio, l'Africa è stata lasciata senza aiuti e investimenti (ne era previsto solo lo sfruttamento delle risorse). Così migliaia di miliardi di euro sono stati dirottati sulle "misure alternative" che hanno arricchito una schiera di multinazionali. (Continua su 3).

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 12/03/2019 - 17:14

Sono davvero felice sentire che il nostro presidente sia preoccupato per gli eventi successi nel Veneto, ma sa anche che poi dovranno fare la TAV sui nostri territori?

steacanessa

Mar, 12/03/2019 - 17:24

Che tristezza. È evidentemente andato.

carpa1

Mar, 12/03/2019 - 17:27

Un altro che fa coming out sulla bufala delle condizioni climatiche causate dall'uomo! Pensate piuttosto a ridurre l'inquinamento e consumare solo il necessario eliminando il superfluo. Questo sì che si può fare; imballaggi il più delle volte inutili (1 Kg. di riso racchiuso in plastica sotto vuoto e poi inserito in scatola di cartoncino: ambedue ricilabili, ma uno dei due è superfluo); obbligare all'acquisto di auto nuova per ridurre le emissioni senza tener conto di quanto il proprietario la utilizza (come se poi produzione e smaltimento di un veicolo sia a costo zero); tassare in egual modo i consumi di beni primari senza tener conto di chi, avendo più quattrini a disposizione, si permette di sprecare ciò che per altri è vitale, ecc.

Luigi Farinelli

Mar, 12/03/2019 - 17:27

(3) Oltre il mancato sviluppo dell'Africa, la "lotta al criscaldamento climatico" (in pratica, come voler svuotare il Mediterraneo con un secchio) ha fatto comodo a saltimbanchi come Al Gore e al suo gruppo di pseudo-scienziati premiati col Nobel (l'unico scienziato vero presente nel gruppo ha restituito il premio) per dare la colpa al "parassita uomo" che fa la bua a Gaia (la Terra in chiave panteista, femminista e massonica). Così per sterminare il "parassita" ecco l'ONU che predica la deindustrializzazione e de-natalizzazione planetaria. E giù propaganda all'aborto e alle famiglie LGBT sterili dando addosso alla faiglia naturale (prolifica)(sono ormai miliardi di bambini assassinati nei ventri materni per far felici Cirinnà e Bonino e l'esercito di femministe antagoniste col cervello di galline starnazzanti)! Perchè Mattarella si fa complice di tutto questo?

Carlo36

Mar, 12/03/2019 - 17:58

Leggo l'articolo e vedo che il Pdr ha parecchia confusione in testa. I cambiamenti climatici ed i cicli delle glaciazioni nonchè delle miniglaciazioni sono sempre esistiti sul nostro pianeta da prima che ci fossero Neanderthal e l'Homo sapiens. Mille anni fa le Alpi rimasero quasi senza ghiaccio e le migrazioni di alcuni popoli come i walser si fece passando le Alpi con carri trainati da cavalli e buoi. A metà del quattordicesimo secolo ci fù una miniglaciazione testimoniata molto bene dal pittore Bruegel il Vecchio. I veri danni fatti dall'uomo sono l'uso della plastica, la deforestazione, i pesticidi e la sovrapopolazione del pianeta!!!!!!! Non il carbone e la Co2 in cui un solo vulcano in un ciclo eruttivo ne genera più di tutte le centrali a carbone nel mondo!!

glasnost

Mar, 12/03/2019 - 18:05

@Farinelli : Mattarella non "si fa complice di tutto questo" E' tutto questo; un vero esponente della sinistra progressista e buonista che ripete tutte quante le ovvietà del pensiero unico e politicamente corretto.

Carlo36

Mar, 12/03/2019 - 18:17

Quanti degli pseudo-scienziati dimenticano il periodico ciclo conico dell'asse terrestre? Quanti hanno potuto vedere le carote estratte nell'Antardite dalla perforazione dal continente sottostante i ghiacci con le foreste equatoriali fossilizzate? Al diavolo gli speculatori sulla favola del cambio climatico e bene ha fatto Trump ad ascoltare i veri scienziati e non gli Al Gore da strapazzo che si sono arricchiti su questa stupida teoria.

Carlo36

Mar, 12/03/2019 - 18:38

Ottimi e veri gli argomenti di Luigi Farinelli. Credo però che la popolazione sia cresciuta troppo e so che i mari si stanno svuotando soprattutto con i supersofisticati pescherecci giapponesi che con imbarcazioni dotati di strumentazioni da guerre stellari non sbagliano un colpo. Sono sempre in coppia. Una imbarcazione pesca e la seconda lavora e congela tutto. Ne ho visti tanti attraversare il Canale di Panama. La terra coltivabile è sempre di meno e quindi ...... non darei più di cento anni all'essere umano se continua a crescere al ritmo africano o indiano. Più intelligenti i cinesi.

Popi46

Mar, 12/03/2019 - 18:50

Quando si dice che uno vola alto.... Perentorio pensare al clima, che è argomento planetario su cui il microscopico bipede umano dovrebbe avere un qualche potere di controllo, e ignorare le attuali condizioni socio-economiche e politiche che vive l’Italia....

istituto

Mar, 12/03/2019 - 20:24

Siamo sull'orlo della crisi....salvare vite....Questo signore che prende un sacco di soldi da noi e poi fa l'arbitro partigiano, parlasse meno di fuffa e di più delle violenze quotidiane delle risorse protette dalla Sinistra. La Tav non esiste vero ? I francesi e tedeschi che ci vogliono magnare non esistono vero? Mi ricorda il fatto storico dei teologi bizantini che nel 1453 disputavano a Costantinopoli sul sesso degli angeli anche quando i turchi di maometto erano alle porte e stavano per fare cadere l'impero Romano d'Oriente. Ecco il nostro grande rappresentante mentre tutto è in pericolo e sta crollando, si mette a parlare di fuffa come nel 1453 facevano i teologi bizantini.

stefano751

Mar, 12/03/2019 - 20:42

Presidente, gli italiani non hanno paura di morire per colpa del clima, ma di morire a causa della povertà e già muoiono vittime della delinquenza nostra ed extracomunitaria. Perciò la priorità è contrastare la criminalità con fermezza.

stefano751

Mar, 12/03/2019 - 20:47

Luigi Farinelli complimenti per la tua disamina, sei veramente una persona colta e onesta. Dovresti fare tu il Presidente della Repubblica.

HARIES

Mar, 12/03/2019 - 21:22

Siamo alle solite. Il Presidente della Repubblica che parla alla Nazione, su argomenti di attualità mediatica. Mi chiedo: ma i discorsi che fa il Presidente sono suoi, oppure qualcuno glieli impone? In entrambi i casi, siamo davvero sull'orlo della crisi, sì certo! Crisi di conoscenza! Un grande plauso a quello che ha scritto Luigi Farinelli. Concordo completamente.

celuk

Mer, 13/03/2019 - 00:01

andiamo bene….

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/03/2019 - 00:05

Forse bisogna partire dalle nascite. Non può aumentare la popolazione vertiginosamente, non ci sarà cibo e acqua per tutti. Oltre al contenimento della demografia, occorre certamente avere rispetto del pianeta.

portuense

Mer, 13/03/2019 - 06:56

finchè la razza umana cresce a dismisura non vi sarà soluzione....abbiamo distrutto quasi tutto....

Duka

Mer, 13/03/2019 - 07:27

Meglio di niente: si è accorto che qualche cosa che non va-

Tobi

Mer, 13/03/2019 - 08:42

Sono gli esperimenti di geoingegneria (deliberata manipolazione climatica) che gli americani stanno facendo in mezzo mondo (anche nei cieli del nostro paese) che stanno distruggendo l'ecosistema ed avvelenando la natura e le persone. Il riscaldamento globale dovuto alla CO2 è una bugia usata come pretesto per condurre la geoingegneria (per fini militari e comunque sporchi, lo stanno facendo da anni e non ce lo dicono). Fermate la geoingegneria.

Tobi

Mer, 13/03/2019 - 08:55

A causa della geoingegneria (esperimenti di manipolazione climatica con sostanze tossiche) negli Stati Uniti d'America le malattie respiratorie sono salite al 3° posto come principale causa di morte dopo cancro e malattie cardiovascolari (anch'esse legate all'inquinamento). Anche qui in Europa l'asma ed altre malattie respiratorie stanno dilagando dappertutto. Guardate il cielo, non è più limpido azzurro come una volta, ma quasi sempre coperto da velature bianchicce artificiali causate dalle sostanze addizionate per fini di geoingegneria negli scarichi degli aerei e disperse in cielo.

Carlo36

Mer, 13/03/2019 - 10:42

Tobi,tobi, l'hai letto su Topolino?