Di Matteo infanga Berlusconi Ira di FI: "In Rai è inaccettabile"

Le dichiarazioni choc del pm: "Patto tra clan e Berlusconi". Insorgono gli azzurri: "Quello di Di Matteo un vaniloquio da mitomane"

Ancora una volta bufera sulla Rai. E questa volta tocca a Rai Tre e all'Annunziata. A scatenare una vera e propria bufera sono state le parole del pm Di Matteo ospite a In Mezz'Ora. Nel corso del suo intervento, il magistrato ha parlato anche del processo Dell'Utri lasciandosi andare a commenti che non hanno alcun fodnamento giudiziario. Di Matteo ha affermato: "Evidentemente questo paese sconta deficit di memoria su questi fatti. Voglio riferirmi alla sentenza di Cassazione che ha condannato il senatore Dell'Utri per concorso in associazione mafiosa. In quella sentenza viene consacrato un dato: nel 1974 venne stipulato un patto tra le più importanti famiglie mafiose palermitane e l'allora imprenditore Berlusconi, questo patto è stato rispettato almeno fino al 1992 da entrambe le parti. Dell'Utri è stato condannato come intermediario di quel patto che ha visto protagonista anche l'allora imprenditore Berlusconi". Parole molto pesanti che di fatto hanno scatenato l'immediata reazione di Forza Italia.

Il primo a criticare fortemente l'intervista andata in onda sul servizio pubblico è Andrea Ruggieri, deputato di Forza Italia e membro della Commissione di Vigilanza Rai che all'Adnkronos afferma: "Oggi su Rai Tre è andato in onda un vaniloquio da mitomane, protagonista il dott. Nino Di Matteo, sedicente magistrato, di sicuro membro del Csm con l'ossessione per Silvio Berlusconi, che cita a casaccio dati giudiziari e si duole -a che titolo, non si sa- della presunta superficialità degli italiani. È la prova (televisiva), che chiunque a casa ha potuto per fortuna apprezzare, di quanto male possano intendere il loro delicatissimo e rispettabile lavoro alcuni magistrati vanitosi, a caccia di protagonismo personale e politico. Non solo inventano processi ridicoli e squalificanti persino per uno studente di giurisprudenza (figuriamoci per un magistrato) ma pretendano pure che diventino, per tutti gli italiani, unico elemento di discriminazione politica verso chi, evidentemente, qualificano loro avversario politico. Fossi un magistrato, mi guarderei la puntata di Mezz'Ora in più, prenderei appunti per capire come non ci si comporta se si vuol bene alla magistratura, e poi chiederei a Di Matteo i danni d'immagine".

Poi è intervenuto anche il portavoce dei gruppi alla Camera e al Senato, Giorgio Mulè: "Oramai in Rai siamo all’anarchia informativa: oggi pomeriggio è stato il turno di Rai Tre di incaricarsi di lordare impunemente Silvio Berlusconi attraverso un’intervista a un magistrato nella trasmissione di Lucia Annunziata. Accostare il presidente Berlusconi e Forza Italia addirittura alle stragi di Cosa Nostra degli anni Novanta - aggiunge - merita solo un’espressione: fa schifo. Perchè significa bestemmiare la storia e l’impegno di Berlusconi, dei governi a sua guida e di Forza Italia per fare in modo di arrestare i boss e far pagare ai mafiosi in carcere ogni loro responsabilità. Un impegno straordinario che oggi non ha trovato spazio in Rai, neanche sotto forma di dubbio, durante l’inginocchiamento davanti al magistrato intervistato. Questa Rai delle marchette al governo e della crocifissione dell’opposizione merita la stessa espressione dell’intervista di oggi: fa schifo".

Commenti

ferdinando55

Dom, 03/11/2019 - 21:32

UNA PAROLA SOLA: VERGOGNA!!!!!!!!! Non è la prima volta che questo individuo vomita il suo odio e il suo astio verso quello che considera un nemico, dimostrando una volta di più, semmai ce ne fosse bisogno, come la magistratura di sinistra faccia un uso politico e distorto del proprio ruolo. URGE UNA PROFONDA E INCISIVA RIFORMA DELLA MAGISTRATURA!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 03/11/2019 - 21:42

E queste sarebbero le nostre toghe.Ma che razza di magistratura abbiamo???????????????????????????????????????????????????????

pilandi

Dom, 03/11/2019 - 21:50

Ha solo citato sentenza passate im giudicato. La realtà è quella cosa che, anche se non ci credi, non cambia. (P.K.Dick)

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 03/11/2019 - 21:51

Un simile magggistrato, a mio avviso, dovrebbe essere licenziato in tronco, meglio se con effetto retroattivo. - (2° invio)

gringo

Dom, 03/11/2019 - 22:02

Non vedo lo scandalo. Ha citato delle sentenze.

vottorio

Dom, 03/11/2019 - 22:07

Berlusconi farebbe bene a querelarlo e, così, vedremo cosa succede.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Dom, 03/11/2019 - 22:25

Che quereli, noi aspettiamo sulla riva del fiume di vedere come va a finire :-)

Abit

Dom, 03/11/2019 - 22:34

Gringo :Lei è matto come il dr Di Matteo!

K#B

Dom, 03/11/2019 - 22:36

Boh, se riferirsi e citare sentenze passate in giudicato è infangare, beh il problema non è certo Di Matteo....strano che gli addetti ai lavori definiscano infangare la narrazione di fatti suffragati da sentenze passate in giudicato.....

killkoms

Dom, 03/11/2019 - 22:39

pir landi,ha solo messo assime pezzi di indagini che non sono arrivati a nulla!

peter46

Dom, 03/11/2019 - 22:45

vottorio...e se poi passa in parlamento la nuova 'imprescrittibilità' della 'prescrizione' proposta da Bonafede,come la mettiamo tornando daccapo?'Non svegliare il can che dorme',che tanto a Berlusconi ste parole in libera uscita,pur se 'confermate' da sentenze passate in giudicato(NB:e nessuno del suo partito nè dei suoi amici s'è denudato davanti il tribunale che ha condannato Dell'Utri x chiedere l'assoluzione ,e pochi o forse nessuno gli ha portato le arance in carcere)non gli fanno nè caldo nè freddo...buon per noi che il tempo del 'martirio' porta voti è da mò che è 'tramontato'...domani anche st'articolo ....'passerà in cavalleria' e con pochi 'abbocconi'.

vinvince

Dom, 03/11/2019 - 22:51

La sinistra mi sembra un po’ alla frutta !!!

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Dom, 03/11/2019 - 23:11

Quali sono le fonti da cui Di Matteo ha tratto le sue accuse?

Sempreverde

Lun, 04/11/2019 - 00:21

Beh tra 3 mesi o 6 o anche 1 anno ci sarà un nuovo governo e allora occorrerà riformare la magistratura e la RAI. Solo così risolveremo i problemi del paese.

Gattagrigia

Lun, 04/11/2019 - 01:19

La commissione Segre è mettere un bavaglio alla libertà di espressione, ricordare e citare sentenze passate in giudicato è infangare. Due pesi e due misure, questa è la nuova “democrazia” alla quale aspira il 35% degli italiani e tutto per la paura di una minima percentuale di immigrati. Mi sembra un prezzo troppo alto da pagare

ex d.c.

Lun, 04/11/2019 - 01:19

Siamo noi elettori che con i nostri voti dovevamo fermare la prepotenza della Magistratura. Inizialmente usata dalla SN contro gli avversari è diventata dittatoriale

papik40

Lun, 04/11/2019 - 05:53

In un paese civile un magistrato, oltretutto membro del CSM, non solo non dovrebbe rievocare la sentenza passata in giudicato ma non dovrebbe in assoluto coinvolgere/insinuare nessuna altra persona che, guarda caso, non e' stata minimamente condannata in via definitiva per gli infamanti reati di mafia che il magistrato lascia intendere. Il Dott. Di Matteo lasci la magistratura e da libero cittadino dica tutto quello che vuole e faccia la propaganda politica che gli aggrada! Cio' che ha fatto ieri in TV e' un'oltraggio ai principi deontologici dei magistrati che devono parlare solo con le sentenze ed essere ed apparire indipendenti dalla politica! Ma in Italia si sa il "diritto e la giustizia" sono optional per i magistrati di SX e oggetto di sanzioni per quelli di DX

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 04/11/2019 - 08:14

voi forse pensavate che questo presunto magistrato si sia accomodato su quella bella poltrona per che è bravo?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 04/11/2019 - 08:22

«Una lettura che i magistrati italiani non si perdono proprio mai è quella dei "Quaderni del Consiglio superiore della magistratura" sulla disciplina. In quelle pagine hanno trovato, nero su bianco, l'elenco dei loro doveri: correttezza, diligenza, imparzialità, operosità. Il riserbo, quello veniva per ultimo e dunque, si sono detti, era certamente il meno importante. Così, hanno deciso in massa di ignorarlo.» (Da L'ultracasta dei magistrati)

Gatto Giotto

Lun, 04/11/2019 - 08:51

Pensa che Nino Di Matteo fosse una persona intelligente... invece è solo il solito mediocre che con il suo atteggiamento getta discredito sull'intera magistratura. Speriamo venga denunciato.

Scirocco

Lun, 04/11/2019 - 08:56

Fulgido esempio di toga italiana! Ma dove vogliamo andare con una magistratura di questo genere? Dato che è un NOSTRO dipendente, profumatamente pagato da NOI, sarebbe opportuno richiederne l'immediato licenziamento.

Tommaso_ve

Lun, 04/11/2019 - 08:59

Ricordo ai MITOMANI che Forza Italia fu fondata 18 gennaio 1994, Roma. Quali sarebbero i termini del patto scellerato??? Traffico di cannoli siciliani? E poi??? ---NULLA---VUOTO PNEUMATICO--- Dal 1994 in poi? Di Matteo: abbiamo un imprenditore colluso con la mafia Presidente del Consiglio... e??? Non succede niente? Ma proprio niente? Manco un bacetto? Un cannolo, una pasta, un arancino... niente!!! Detto questo mi sarei aspettato che Di Matteo spiegasse per quali motivazioni sia stato escluso dal Pull Antimafia? Eh? Che cattivoni (e invidiosi) questi del Pull...

FedericoMarini

Lun, 04/11/2019 - 09:36

BERLUSCONI DEVE SUBITO SPORGERE QUERELA PER DIFFAMAZIONE CONTRO NINO DI MATTEO.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 04/11/2019 - 10:38

Non è ammissibile che tale toga rossa vada nella nostra TV, (perché la paghiamo noi, e paghiamo anche lui), a diffamare pubblicamente le persone. Berlusconi, se ha gli attributi ancora funzionanti, deve subito sporgere querela contro il togato rosso.

Sempreverde

Lun, 04/11/2019 - 10:47

Questo si chiama diffamazione a mezzo pubblico. Pubblico pagato amche da me e mi rifiuto che miei soldi vengano spesi per diffamare chiunque.

Giorgio Colomba

Lun, 04/11/2019 - 11:08

Rai: di tutto, di pus.

mcm3

Lun, 04/11/2019 - 11:30

FedericoMarini, non penso possa farlo

Libertà75

Lun, 04/11/2019 - 11:30

concorso esterno in associazione mafiosa? un reato non previsto dal nostro ordinamento giuridico, come tale ogni garantista lo deve considerare

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Lun, 04/11/2019 - 11:35

per arrivare a questi livelli vuol dire che si sentono prossimi all'estinzione, mi stupisce non abbiano tirato dentro anche Salvini

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Lun, 04/11/2019 - 11:43

Cari esponenti di FI.... avete ululato alla luna al passaggio della commissione Segre con la motivazione che limiterebbe la libertà di espressione (no comment!!!!) e poi vi indignate se un PM ricorda delle "SENTENZE PASSATE IN GIUDICATO"?????? I partiti di entrambi gli schieramenti si lanciano in continuazione frecciate riguardo scandali, indagini in corso, sentenze a carico degli uni o degli altri, quindi non vedo dove sia il problema se il PM Di Matteo ricorda delle "SENTENZE PASSATE IN GIUDICATO", anche se di diversi anni fa. A mio parere è invece giustissimo che qualcuno ricordi quanto accaduto in passato, sia che riguardi la destra sia che riguardi la sinistra. Troppe sono le persone che hanno memoria corta in merito a fatti accaduti in passato. E vivadio che ci siano persone disposte a ricordare questi eventi, tanto come il PM Di Matteo, come Liliana Segre riguardo la shoah e i campi di concentramento nazisti.

VittorioMar

Lun, 04/11/2019 - 11:43

..la RAI deve essere PRIVATIZZATA e sostenersi come la CONCORRENZA..non col nostro "CANONE QUOTIDIANO"....E' CONCORRENZA SLEALE...c'é un COMMISSARIO mi pare ...cosa FA'?..E' retribuito dai Contribuenti Italiani PERCHE' ????

nexux

Lun, 04/11/2019 - 11:55

matarella ci sei? zzzzzzzz

roliboni258

Lun, 04/11/2019 - 12:02

riforma della giustizia,la prima cosa da fare con il nuovo governo

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 04/11/2019 - 12:20

Va subito denunciato alla Commissione Segre per istigazione all'odio e per fake news!

steacanessa

Lun, 04/11/2019 - 12:58

Nuovo ennesimo intervento magistrale vergognoso. Il pisolo del colle quando si degnerà di intervenire in qualità di presidente del csm? Ritengo mai visto che i magistrati che sgarrano sono sinistri.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Lun, 04/11/2019 - 13:11

Nunziatella, Tu e questo "Signore" in cerca di pubblicità, prima di parlare di Berlusconi, devi sciacquarti la bocca con ipoclorito di sodio. Cordialmente

buonaparte

Lun, 04/11/2019 - 14:35

CHI PAGA IL PIZZO PER LAVORARE E SOPRAVVIVERE IN SICILIA NON PUO ESSERE CONSIDERATO UNA PERSONA CHE FA CONCORSO ESTERNO ALLA MAFIA.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 04/11/2019 - 15:17

«Come in tutte le altre pubbliche attività, anche nella giustizia c'è un dieci per cento di autentici eroi pronti a sacrificarle carriera e vita, ma senza voce in un coro di "gaglioffi" che c'è da ringraziare Dio quando sono mossi soltanto da smania di protagonismo.» Indro Montanelli, CorSera agosto 1998..

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Lun, 04/11/2019 - 23:13

La visita psicoattitudinale è ciò che Magistratura teme maggiormente.