Mediaset, Vivendi al 20% E il governo alza la voce: "Scalata inappropriata"

Calenda: «Monitoriamo la situazione». E i pm di Milano aprono un dossier sui francesi

Un comunicato ufficiale arrivato in serata per dire che la scalata francese a Mediaset è «ostile» e condotta con modalità inappropriate. Da bocciare, quindi. Poco dopo la nota di Vivendi nella quale il gruppo francese ha annunciato di avere raggiunto la soglia del 20% del capitale sociale, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha assicurato che il governo «monitorerà con attenzione» la scalata di Vincent Bolloré e ha così sposato la tesi del gruppo italiano, che considera l'operazione sulle sue azioni come ostile e illegittima. Una vicenda su cui, da ieri, indaga la procura di Milano, che dopo l'esposto presentato da Fininvest ha aperto un fascicolo contro ignoti per manipolazione del mercato.

Il primo atto del governo Gentiloni, dunque, è una difesa della media company controllata dalla Fininvest. «Non sembra davvero che quello che potrebbe apparire come un tentativo, del tutto inaspettato, di scalata ostile a uno dei più grandi gruppi media italiani, sia il modo più appropriato di procedere per rafforzare la propria presenza in Italia», dice il ministro.

Sembrerebbe quindi confermata le lettura di chi aveva visto in un passaggio del discorso di Gentiloni di martedì sull'Italia che «non è aperta a scorribande», la premessa a una mossa dell'esecutivo in difesa della controllata di Fininvest e, più in generale, uno stop al tentativo del finanziere bretone di conquistare un altro importante asset dell'economia italiana. Non è una difesa dell'italianità fine a se stessa, ma le modalità della scalata che in due giorni ha portato Vivendi dal 3% al 20% di Mediaset, non sono piaciute. «Gli investimenti stranieri sono sempre benvenuti», quando «però si tratta di un'azienda che opera in un campo strategico», il «modo in cui si procede non è irrilevante».

L'allarme al governo è alto e già martedì al ministero allo Sviluppo si stava studiando una presa di posizione. La nota è arrivata ieri a mercati chiusi. Vale la reciprocità e a Parigi la difesa degli asset strategici è un principio «assertivamente difeso», ha sottolineato Calenda. Il ministro assicura «l'assoluto rispetto del governo italiano per le regole di mercato», ma avverte che l'esecutivo seguirà le prossime mosse. Un messaggio difficile da ignorare per il gruppo francese.

L'iniziativa di Calenda è condivisa e politicamente ha raccolto un sostegno bipartisan. Lorenzo Guerini, vicesegretario del Pd, ieri a Porta a Porta si è schierato in difesa di Mediaset. «È una grande azienda, dovremo studiare come governo azioni che possano mettere in sicurezza un patrimonio italiano. È scalata ostile, mi pare. Serve grande responsabilità». Anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, prima dell'intervento di Calenda, aveva parlato dei settori strategici italiani che finiscono «nelle mani degli stranieri».

Prima del ministro e del Pd, il centrodestra aveva chiesto al governo una presa di posizione. «Abbiamo già subito tante rapine, il vero problema è la necessità di rafforzare e difendere il sistema Italia», aveva spiegato il capogruppo di Forza Italia al Senato Paolo Romani, ex viceministro delle Comunicazioni. In difesa di Mediaset anche il segretario della Lega Matteo Salvini: «Governo e organismi di controllo si sveglino e intervengano! Non può continuare ad andare avanti la svendita di aziende strategiche».

Commenti

blackindustry

Gio, 15/12/2016 - 10:16

Sempre peggio, e nessuno fa concretamente niente... Mi chiedo come sia possibile che in Italia facciano shopping a buon mercato, qualcuno glielo consentira' credo...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 15/12/2016 - 10:24

Ucci ucci, sento odor di italianucci!

Gianfranco__

Gio, 15/12/2016 - 10:35

se uno lascia le azioni sul mercato è evidente che qualcun altro può acquistarle, si chiama legge di mercato.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 15/12/2016 - 10:43

E' il mercato bellezza! Sono davvero curioso di vedere che s'inventeranno per ostacolare Bolloré. Le azioni sono sul mercato per chi le vuole comprare, se sono richieste il loro prezzo sale (+41% in pochi giorni per la gioia degli azionisti). L'operazione di Bollorè è assolutamente lecita e la politica non dovrebbe metterci il becco. Mediaset non è un'azienda strategica per il paese quindi non c'è alcun motivo oggettivo perché la politica italiana si prenda in carico di difendere gli interessi personalissimi della famiglia Berlusconi.

mzee3

Gio, 15/12/2016 - 10:45

Che i ragazzini ricoperti d'oro fossero degli incapaci lo si sapeva era solo una questione di tempo per dimostrarlo e il tempo è arrivato. Non hanno mai iniziato dal basso e non sanno cosa significhi fatica di vivere e realizzare cose concrete. Hanno avuto sempre qualcuno che levasse loro le castagne dal fuoco e le decisioni sono sempre state prese da altri. Spero tanto che vengano messi nella condizione di fare da soli e allora vedremo cosa sanno fare!

mzee3

Gio, 15/12/2016 - 10:54

blackindustry ma lei sa cosa significa libero mercato? Lei conosce le regole del mercato? Per caso pretende che lo Stato aiuti questi magnaccia ? Non si domanda come mai nessuno imponga regole ferree per colpire chi delocalizzazione delle aziende (veda cosa ha detto Tramp!). Si ricorda la famosa italianità dell'Alitalia voluta dal capostipite di questa famigerata famiglia? Chi ha pagato i costi dell'Alitalia in nome dell'italianità? In quota parte anche lei! Pertanto non faccia il qualunquista e si informi sia sulle regole del mercato e si domandi perché i maggiori brands italiani sono stati venduti all'estero. Glielo dico io perché! Perché i cialtroni italiani guadagnano di più in finanza senza costruire nulla.

mzee3

Gio, 15/12/2016 - 10:59

Grave errore che il governo alzi la voce. Si era già capito tutto quando il capostipite di questa famigerata famiglia aveva fatto intendere che se vinceva il si al referendum ci sarebbero potuto essere problemi per le sue aziende. Che vergogna! Ancora una volta l'ex cavaliere si mette in ginocchio facendo finta di pianegere per fregare il governo.

nerinaneri

Gio, 15/12/2016 - 11:18

...ma la destra non dovrebbe essere liberista? non dovrebbe essere per il mercato? o quando si va attaccato al vs duce\banana ponete subito dei distinguo?...

robylandia

Gio, 15/12/2016 - 11:30

paese dei balocchi.... tutti si indignano per l'operazione vivendi nei confronti di mediaset, aziende private e non statali. Scambi azionari sono all'ordine del giorno in tutti i mercati. Nessuno si è invece stupito della vendita di Telecom del pacchetto azioniario di maggioranza a vivendi dove lì, esistevano dati altamente sensibili per il ns. paese....PAGLIACCI.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 15/12/2016 - 11:35

Occasione ghiottissima ed imperdibile , per Gentiloni, di far sparire l'opposizione (Dio sa quanto reale) di FI.

Atlantico

Gio, 15/12/2016 - 11:59

E dire che una volta, sul Giornale, era tutto un inno alle 'sacre leggi del mercato', alla 'giusta avidità virtuosa degli investitori in borsa' e le parole 'liberale', 'liberista' e 'mercato' venivano fuori ogni due per tre.

Altoviti

Gio, 15/12/2016 - 12:08

Mah! A sinistra si saranno accordati con i francesi per fare star buono Berlusconi, certo non lo dicono ufficialemente. Non bisogna mai accettare il ricatto. Comunque l'Italia s'è venduta tutto e è ytroppo tardi per far finta di svegliarsi, quando hanno privatizzato sapevano che era per regalare le aziende ai tedeschi e agli anglo-americani, i nostri governanti sono pilotati dall'estero.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 15/12/2016 - 12:10

---è vero ---per le aziende quotate funziona così---ma le aziende non sono tutte uguali--ci sono quelle che diffondono il pensiero e formano le idee---ripeto--in questa storia l'italia sconta la mancanza di una legge seria sul conflitto di interessi--perchè in nessun paese che si rispetti sarebbe concesso a chi ha già il controllo della maggiore compagnia telefonica di quel paese di acquisire anche le televisioni----hasta

Libertà75

Gio, 15/12/2016 - 12:21

sinceramente la vedo molto dura per Bollorè, ma per carità, magari ha tanti soci per fare questo... staremo a vedere... per quanto riguarda il Governo, l'interessamento lo trovo legittimo e naturale, fa il Governo del Paese, non solo il passacarte della UE... detto questo, doveva intervenire anche su Telecom, sul trasferimento di Fca e altre operazioni che hanno indebolito il nostro potenziale finanziario privato

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Gio, 15/12/2016 - 12:36

Questo è il mondo degli affari, che non guarda in faccia a nessuno. Nemmeno a Berlusconi. Di cosa poi ci si meravigli, chiamandola "scalata ostile", è tutta da capire, se non contradddicendo l'anima stessa del liberismo.

soldellavvenire

Gio, 15/12/2016 - 12:46

bella nemesi burlesquoni costretto a chiedere aiuto ancora una volta ai comunisti

trailblazer

Gio, 15/12/2016 - 12:46

A quando un editoriale del Giornale per chiedere interventi di stato?

nova.invicta

Gio, 15/12/2016 - 13:09

le possibilità sono quattro: 1. cacciare fuori i soldi e comprare azioni; 2. chiedere un prestito al loro principale estorsore, de benedetti;) 3. chiedere l'aiutino ai russi tramite l'amico Putin in ottica anti-UE specie dopo le ultime uscite dei nEUROsignorotti contro i media russi o filorussi; 4. visti i rialzi azionari vendere e fre cassa visto che ormai mediaset gli rema contro, vedi la posizione a vavore del SI al referendum.

Libertà75

Gio, 15/12/2016 - 13:33

@elkid, lei continua a parlare di concentrazione che è cosa diversa da leggi sul conflitto di interessi. Sulla concentrazione esiste già l'autorità europea antitrust, evidentemente Bollorè ha santi certi in paradiso a Bruxelles. Per quanto riguarda il suo appunto Telecom-Mediaset, per questa vicenda già esiste l'antitrust italiano che potrebbe bocciare proprio per quello che dice lei. Non serve una legge, basta la sentenza dell'antitrust.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 15/12/2016 - 13:47

-----scipione scalcagnato---tieni presente però che se berlusconi e bollorè firmano un accordo perchè bollorè compri il 100 per cento delle quote premium e poi lo stesso bollorè strappa il contratto facendo precipitare tutte le azioni mediaset per poi comprarsele a prezzo stracciato--di certo non sta facendo l'amico---ed occorre pure vedere se in questa strategia da "raider" si siano rispettati tutti i crismi della legalità----

Libertà75

Gio, 15/12/2016 - 13:52

in realtà qua non c'è nulla di "è il mercato bellezza", pare che nel caso di mediaset ci sia la clausola del 5% massimo annuale, quindi le quote sopra dovrebbero essere acquistabili solo tramite OPA oppure finiscono per perdere diritto di voto... per questo i Berlusconis sostengono l'illegittimità... staremo a vedere

Albius50

Gio, 15/12/2016 - 13:56

Ma siete sicuri che chiede AIUTO ai SINISTRI anzi questo è il momento buono x far entrare i CINESI che così possono spazzare anche VIVENDI e soci.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/12/2016 - 13:58

Senti i commenti degli schifosissimi tifosi di sinistra. Si inventano di tutto, pur di giustificare il loro odio verso una persona che li ha ostacolati nella loro marcia gestione dello Stato per 20 anni. Brucerebbero l'Italia, pur di vedere lui e le sue aziende bruciare. Infami. E poi danno del razzista a tutti gli altri. loro sono i primi e tra i peggiori.

gigi0000

Gio, 15/12/2016 - 14:11

le balle sulle regole del mercato troverebbero riscontro se non fossero stati creati tutti gli ostacoli possibili ed immaginabili a Berlusconi ed alle sue aziende, con le scuse più ridicole, improbabili e disparate, al solo scopo di fargli dispetti. Anche ora, Mediaset potrebbe aumentare le proprie quote solo del 5% annuo. Magari qualcuno ci ha guadagnato, in tutti questi anni ed ancora, favorendo sempre l'ingresso di capitali stranieri nei gioielli dell'imprenditoria italica. Se vi fosse una giustizia divina, tutti i cialtroni dovrebbero avere la peste bubbonica.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 15/12/2016 - 14:13

Il governo stia lontano dagli affari privati e dal mercato, se ci fossero problemi o irregolarità ci pensano le authority.

lavieenrose

Gio, 15/12/2016 - 14:15

ma perchè non dire chiaro e tondo che la rovina del paese è iniziata con la svendita voluta da Prodi degli assets industriali strategici del Paese? Come non ricordare le vicende dell'IRI? Hanno distrutto la chimica, la metallurgia, lindustria farmaceutica per dare tutto in mano ai finanzieri da strapazzo della sinistra, De Benedetti, Monte Paschi ecc... e adesso ne paghiamo i risultati. Un Paese moderno non esiste senza industria e smettiamola con la nuova palla del turismo e dell'agfroalimentare. Ottima cosa, ma non bastano senza industria di base strategica.

Masci gina

Gio, 15/12/2016 - 14:17

L'ignoranza non ha limiti. Mi dite per favore dov'e' la strategicita' di Mediaset? Quale asset e' per il paese? Una azienda strategica per l'Italia e' la RAI (azienda di Stato), non Mediaset azienda privata della famiglia Berlusconi. Strategica per il paese era la BNL che e' finita (meno male) nella mani di BNPParibas che non ha licenziato nessuno ed oggi' e' una realata' che chiude con bilanci in utile con oltre 20 mila dipendenti.Perche' lo Stato Italiano dovrebbe bloccare la scalata di una azienda se viene fatta nell'ambito della legalita'? Diverso e' l'illegalita' se ci sono state manipolazioni per dapprima far crollare il prezzo delle azioni per poi riacquistarle a prezzi scontati.

Atlantico

Gio, 15/12/2016 - 14:19

Il maggior player televisivo spagnolo è Telecinco. A chi appartiene secondo voi ?

lavieenrose

Gio, 15/12/2016 - 14:19

Cavaliere, mi illumina sui rapporti tra Bollorè, De Benendetti, Veronica, Barbara? Io un serio pensierino sulle beghe per l'eredità in famiglia ce lo farei. Dio ci salvi Marina, lunga vita alla regina di casa Berlusconi perchè mi sa che la pargola di Veronica ha la stoffa delle sorellastre di Cenerentola.

Albius50

Gio, 15/12/2016 - 14:20

Forse girano sempre i soliti VELENI comunque se Berlusconi molla lui e la sua famiglia NON VANNO CERTO IN ROVINA ma siamo noi ITALIANI che stiamo diventando i VU CUMPRA della UE ogni giorno che passa.

batpas

Gio, 15/12/2016 - 14:29

Tutto pare corretto, tuttavia acquistare il 17% di una società come Mediaset in 2 sedute di borsa, con un incremento del titolo solo al 31%, pare molto, ma molto poco probabile. in tali contesti, il titolo per essere reperito nella misura del 17% avrebbe dovuto schizzare al 70-80%. Qualcosa non torna e forse gli acquisti sono avvenuti fuori borsa con modalità preorganizzate.

babi29

Gio, 15/12/2016 - 14:53

caro silvio tu non puoi comprare altre azioni contattami le compro io per te. proteggiamo le aziende italiane dai francesi che stanno comprando tutto e lo distruggono vedi vicenda ocean io mi rendo disponibile!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 15/12/2016 - 14:55

@gigi0000. Mentre preparo l'elenco delle leggi "ad aziendam" fatte dai governi di tutti i colori a favore di Mediaset (oppure a sfavore dei suoi concorrenti) tu protresti, gentilmente, indicarmi solo uno che sia uno degli ostacoli possibili ed immaginabili che avrebbe subito il povero biscione?

babi29

Gio, 15/12/2016 - 14:55

@El Presidente mediaset non strategica? ma dove vivi sai quanta gente ci lavora? senza parlare dell'operazione di aggiotaggio che è talmente èpalese da essere assurda... ma indaga la procura di Milano e la rossa svende il posto di lavoro degli italiani pur di danneggiare la famiglia Berlusconi

babi29

Gio, 15/12/2016 - 14:55

@El Presidente mediaset non strategica? ma dove vivi sai quanta gente ci lavora? senza parlare dell'operazione di aggiottaggio che è talmente èpalese da essere assurda... ma indaga la procura di Milano e la rossa svende il posto di lavoro degli italiani pur di danneggiare la famiglia Berlusconi

babi29

Gio, 15/12/2016 - 15:00

@Agrippina hahahahah bella battuta ho sporto denuncia per violazione della privacy al garante almeno 5 volte sai che ha fatto? jnulla le telefonate moleste nonostante cambio di numero iscrizione al registro opposizioni ecc sono aumentate adesso anche alle 8 del mattino o alle 10 di sera! hahahah lòe authority ahahahaha

Albius50

Gio, 15/12/2016 - 15:50

Una battuta finale x dire FINE ITALIA il Biscione ALFAROMEO ora è AngloOlandeseUSA, il biscione dell'INTER ora è CINESE, e ora il biscione MEDIASET anche lui è in via di ESPORTAZIONE.

Libertà75

Gio, 15/12/2016 - 16:03

@el presidente, le basti ricordare i referendum che gli allora "DS" promossero per depotenziare mediaset. Bocciati dagli italiani perché ritennero la dimensione di mediaset compatibile con la loro percezione di democrazia. Mentre prepara quelle di mediaset, può preparare anche quelle di de benedetti? Almeno per un briciolo di onestà intellettuale. Attendiamo gentilmente

Atlantico

Gio, 15/12/2016 - 16:14

La disinformazione di certi lettori è davvero imbarazzante. Telecom è certamente strategica come pochissime altre aziende italiane ( certamente più di chi produce televisione ed ha moltissimi dipendenti. Sapete chi è il suo azionista di maggioranza ? Vivendi. Prima di digitare, collegate il cervello.

epc

Gio, 15/12/2016 - 16:16

E daje.... Si continua a non capire il punto (e qui devo rendere merito al lettore Elkid ed al suo secondo post). Qui non è questione di italianità, nè di libero mercato (di cui il sottoscritto è SEMPRE strenuo difensore), nè di proprietà privata (in cui lo Stato non deve siffare il naso), nè di copnflitto di interesse. E' questione di un reato penale che si chiama AGGIOTAGGIO, che consiste nel far crollare il valore delle azioni di una società per poi comprarle a basso prezzo. Le cavolate dette da Gentiloni e Calenda servono solo a creare confusione.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 15/12/2016 - 17:37

----epc ----hai perfettamente ragione---però le televisioni di un paese è meglio che rimangano ad imprenditori di quel paese (anche se schierati e vabbè)---altrimenti si corre il rischio che ogni volta che si vada a votare --il paese estero che ha le televisioni italiane possa in qualche modo prendere posizione e spingere per una parte---cioè l'industria televisiva non è come che ne so l'industria del latte for istance--la sua strategicità sta proprio nella sua peculiarità--ecco perchè il governo se ne deve occupare--sul possibile aggiotaggio anch'io credo ci sia stato --ed il confa e piersilvio hanno fatto la figura degli allocchi--hasta