Medjugorje come il Sinodo Derby tra vescovi sulle visioni

Sulle apparizioni della Madonna reazioni opposte. I progressisti come Schönborn le accettano. Al contrario i conservatori come Müller arrivano a vietare i raduni

Oggi Vicka Ivankovic, la prima veggente di Medjugorje, non parteciperà al raduno dei devoti delle apparizioni mariane a Fiuggi. Lo farà, invece, domani a Palestrina, pochi chilometri lontano. La differenza sta nel diverso comportamento adottato dai vescovi delle due diocesi. Una, quella di Anagni-Alatri che comprende il territorio di Fiuggi, è governata da monsignor Lorenzo Loppa, l'altra, quella di Palestrina, è sotto la giurisdizione di monsignor Domenico Sigalini. Comportamenti opposti di fronte al medesimo fatto religioso e in territori confinanti tra loro.

Quello di oggi e domani è uno dei numerosi incontri di preghiera che periodicamente si tengono in Italia cui partecipano migliaia di devoti delle apparizioni mariane che avvengono con cadenza abituale a Medjugorje (Bosnia-Erzegovina) fin dal 24 marzo 1981. Essendo i fenomeni tuttora in corso, la Chiesa non si è ancora definitivamente pronunciata. Nel 1991 la Conferenza episcopale jugoslava ha diffuso una dichiarazione di «non constat de supernaturalitate».

Nel 2010 la Santa Sede ha istituito una Commissione internazionale di studio presieduta dal cardinale Camillo Ruini che nel febbraio scorso ha consegnato le proprie conclusioni alla Congregazione per la dottrina della fede. Nell'ottobre 2013 l'arcivescovo Gherard Müller, prefetto della Congregazione, aveva inviato una lettera molto severa al nunzio apostolico negli Stati Uniti Carlo Maria Viganò nella quale richiamava il pronunciamento dei vescovi slavi («Sulla base delle ricerche che sono state condotte, non è possibile affermare che ci siano state apparizioni o rivelazioni soprannaturali») e diffidava fedeli e religiosi dalla partecipazione a un incontro con Ivan Dragicevic, un altro dei veggenti.

Come rivela il mensile «Medjugorje»in un servizio del numero di metà novembre, il 22 ottobre Müller ha spedito una lettera analoga a quella di un anno fa ai vescovi delle diocesi di Anagni-Alatri e di Palestrina.

Da qui il diverso comportamento dei due prelati: monsignor Loppa, assai ligio al dettato del prefetto della Congregazione, monsignor Sigalini, più indipendente.

«In conformità con le “Norme per procedere nel discernimento di presunte apparizioni e rivelazioni“, la Congregazione per la dottrina della fede sta continuando l'esame degli aspetti dottrinali e disciplinari dei fatti di Medjugorje», ha premesso il vescovo di Fiuggi.

Poi, citando il solito pronunciamento dei vescovi slavi del 1991, ha stabilito che «non è consentito al clero e ai fedeli di nessuna diocesi partecipare a incontri, conferenze o celebrazioni pubbliche per evitare confusione e scandalo». Diversa la reazione di monsignor Sigalini alla lettera di Müller: «Io a quell'incontro ci vado», ha confidato alla rivista «Medjugorje». «Questa preghiera a Fiuggi la faccio, perchè la mia gente prega così, indipendentemente dalla soprannaturalità o meno riconosciuta al fenomeno di Medjugorje. A me interessa l'incontro con Maria e la fede della gente».

Insomma, i fedeli di Medjugorje sono obbedienti ma anche tenaci. E confidano anche nel favore di altre alte gerarchie.

Il cardinale Christoph Schönborn, per esempio. Il primate di Vienna, che è stato a Medjugorje per il capodanno 2010 e di recente ha espresso il desiderio di tornarci, sta pensando di ospitare un raduno nella cattedrale di Santo Stefano con Ivan Dragicevic nel prossimo mese di gennaio. Vedremo se lo realizzerà davvero. Ma la sensazione è che, Müller da una parte, Schönborn dall'altra, su Medjugorje si riproducano gli stessi schieramenti già visti al recente Sinodo sulla famiglia.

Commenti
Ritratto di spider54

spider54

Sab, 08/11/2014 - 10:08

Medjugorje non il solo posto dove stanno Avvenendo Visioni della Madonna Perche' tanto accanimento contro questo paesino?

marinaio

Sab, 08/11/2014 - 10:45

Per spider54. L'accanimento non è contro il paesino, ma contro quelli che danno credito a una esaltata che dice di vedere la Madonna. E poi, se si crede nella Madonna, perchè farsi migliaia di Km. quando ognuno di noi la può trovare nel proprio cuore?

linoalo1

Sab, 08/11/2014 - 11:00

Anch'io,senza andare là,ho delle Visioni continue!Le mie,però,sono senz'altro degli incubi!Infatti vedo Renzi dappertutto!Cosa vuol dire?Lino.

marinaio

Sab, 08/11/2014 - 11:01

PER LA REDAZIONE: Ma non li mettete affatto i commenti. O li pubblicate in tempo reale o è meglio non metterli proprio!!!!

Beaufou

Sab, 08/11/2014 - 11:31

marinaio: ma non hanno tutti il diritto di fare ciò che meglio credono? Se uno vuol farsi migliaia di chilometri, non è affar suo? E perché ci si deve accanire "contro quelli che danno credito a una esaltata che dice di vedere la Madonna"? Ognuno dà credito a chi vuole, marinaio, o deve prima chiedere il suo parere?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 08/11/2014 - 11:34

Nel 2014,sulla Terra,ci sono ancora milioni di persone che credono a queste fanfaluche,ed ad altre simili...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 08/11/2014 - 11:38

Non sono interessato a dispute sui visionari.

Ritratto di spider54

spider54

Sab, 08/11/2014 - 11:55

x marinaio A Medjugorje non e' una sola la veggente ma ve ne sono altre e inoltre ci stati tanti Miracoli

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Sab, 08/11/2014 - 12:40

SONO QUESTE LE COSE CHE ALLONTANANO DALLA FEDE, I FANATISMI SONO DELETERI ALLA FEDE, MA NON A QUANTO FANNO GUADAGNARE AL PAESELLO.

simone64

Sab, 08/11/2014 - 13:00

io non ci credo. Punto. Ognuno è' libero di pensare,fare e vedere quello che più gli fa comodo. Per esempio, i nostrani radiocristiani (radiomaria) sono liberi di farsi spennare da questi jugos, cittadini fatti di materiali di 2ª scelta

xgerico

Sab, 08/11/2014 - 13:15

Venite in casa mia, oggi ho sbattuto un ginocchio, e di madonne ne ho viste tante!

squalotigre

Sab, 08/11/2014 - 13:20

La Madonna uno la può trovare nel proprio cuore, verissimo. Allora perché si fanno tantissimi chilometri per andare a Lourdes o a Fatima, luoghi che la Chiesa riconosce essere stati visitati dalla Madonna? Perché dovrebbero essere visionarie le veggenti di Medjugorje e non i pastorelli di Fatima o Santa Bernardette? Il Vangelo dice che l'albero si riconosce dai frutti. Ed i frutti a Medjugorje sono rappresentati sia dalle migliaia di conversioni, sia dai milioni di pellegrini che si raccolgono a recitare il santo Rosario, sia dalle guarigioni alcune inspiegabili che si sono verificate. Nessuno è obbligato a credere, ma che a non credere siano Vescovi e Cardinali è scandaloso. D'altronde ci sono anche Vescovi che non credono al diavolo e quindi non credono al Vangelo.

gio 42

Sab, 08/11/2014 - 19:55

Buonasera, non mi risulta che RADIOMARIA spenni la gente. Anzi è l'unica radio che non fa pubblicità. E non c'è nessuno, e nessuna legge c'è obbliga l'ascoltatore a farsi spennare. Per il resto giustamente lei è libero di credere a quello che vuole, ma non è libero di raccontare bugie. Saluti

xgerico

Dom, 09/11/2014 - 12:29

@gio 42-19:55 - Fa la pubblicità alla Madonna, e raccoglie i "proventi" nella chiesa!

simone64

Lun, 10/11/2014 - 12:22

gio 42 - non e' radiomaria che spenna i suoi ascoltatori ma i visionari jugoslavi. Loro si' che raccontano bugie e vivono di fandonie a spese delle comunità cattolica