"Mein Kampf" a scuola, arrivano gli ispettori

Il ministero indaga sulle letture. Studenti e prof: «Spiegheremo che quel libro ci fa riflettere»

La loro «colpa»? Aver «analizzato criticamente» stralci del Mein Kampf «contestualizzandone il messaggio nell'ambito dell'attività curricolare». Tradotto dal burocratese: hanno studiato il «libro nero» di Adolf Hitler per comprendere meglio l'orrore del nazismo.

Studenti e docente di Italiano del liceo di Potenza meriterebbero un encomio, invece saranno tenuti a «dare chiarimenti» agli ispettori del ministero dell'Istruzione spediti da viale Trastevere per accertare «eventuali responsabilità». A non essere piaciuto al ministro Stefania Giannini (che voci di corridoio danno per non confermata nel prossimo governo) è la «dichiarazione di lettura» dei liceali potentini che, rispondendo ai un questionario del Miur, hanno indicato il Mein Kampf tra le letture «gradite» durante l'anno scolastico. «L'equivoco probabilmente è nato su quel gradito - spiega al Giornale un docente del liceo finito nella bufera -. L'idea di analizzare il testo hitleriano ci è venuta anche sull'onda delle polemiche nate all'indomani dell'iniziativa editoriale del Giornale che, tempo fa, abbinò il quotidiano all'acquisto del Mein Kampf». «In classe - sottolinea il docente - ci chiedemmo: è giusto mettere al bando un libro, soprattutto se la sua lettura può aiutarci a comprendere meglio fenomeni storici come il dramma dell'Olocausto?». Ovviamente la risposta fu «no», è così l'operazione «analisi del testo» ha avuto inizio. «Rispondendo al questionario del Miur - aggiunge uno studente - non pensavamo di scatenare una polemica, ma solo di far conto di un'iniziativa lodevole e che ci sta arricchendo culturalmente».

Peccato che al ministero la pensino diversamente, tanto da aver deciso l'invio degli ispettori, procedura che di solito viene adottata quando si commettono gravi negligenze o irregolarità tali da mettere qualcuno «sotto processo» (disciplinare). Roba da far rivoltare nella tomba Indro Montanelli, che in un articolo apparso sul Corriere della Sera del 27 novembre 1999, invitava «a distribuire la biografia di Hitler nelle scuole per educare i giovani a combattere il neonazismo». «Toccasse a me precisava Montanelli (ma forse debbo ringraziare Dio che a me non sia toccato nulla) il Mein Kampf, che oltretutto è scritto da cani, lo farei leggere nelle scuole. E distribuire davanti agli stadi ai tifosi che sventolano le bandiere con la svastica».

Il ministero dell'Istruzione prenda nota e invii gli ispettori magari nelle scuole che cadono a pezzi.

Commenti

Lapecheronza

Dom, 11/12/2016 - 11:29

Leggere la torre di guardia implica essere del testimoni di Geova ? Allora leggere il corano implica cosa ? Essere dei terroristi kamikaze ? La lettura serve alla riflessione nel bene e nel male. Se è questo il pensiero, allora perchè non vietare anche la lettura Marx visto che Stalin ne ha fatti fuori oltre 60 di milioni ?

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 11/12/2016 - 11:44

----l'unico dubbio che ho in realtà- è che questi ragazzi nella compilazione del questionario siano stati per così dire teleguidati--perchè se voi andate per strada a chiedere ai giovani cosa sia il Mein Kampf--state pur certi che vi rispondono dicendo che si tratta di una torta al cioccolato---hasta

lilli58

Dom, 11/12/2016 - 12:40

e te pareva! apertura mentale zero!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Dom, 11/12/2016 - 14:52

Un libro purtroppo vietato in italia.

il veniero

Dom, 11/12/2016 - 15:01

e se fosse stato il Manifesto ? ( non ho simpatie naziste ) ma i milioni di morti giustificati dal libro di Marx ... sono accettabili effetti collaterali x chi lo ritiene diverso dal nazifascismo .

Ritratto di Tora

Tora

Dom, 11/12/2016 - 16:36

Innanzitutto occorre ricordare che il "Mein Kampf", nonostante le censure e la diffamazione sistematica, è uno dei libri più letti da sempre. In secondo luogo bisognerebbe leggerlo prima di giudicarlo, possibilmente nella versione originale, non contraffatta, e nella lingua originale. Dubito che Indro Montanelli conoscesse così bene il tedesco da potersi permettere di giudicare uno scritto che a parere di altri è quasi un capolavoro. Sfido poi chiunque a cercare nel testo anche un minimo accenno a ipotesi di sterminio di qualsiasi razza o persona. E' invece un libro sconcertante nella sua modernità, potrebbe essere stato appena scritto, segno che le cause del disastro economico europeo alle quali faceva riferimento "l'autore", non sono state debellate. La malafede e l'ipocrisia imperano e chiedere onestà intellettuale è pressoché impossibile...evitate almeno di considerare chiunque uno stupido.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Dom, 11/12/2016 - 17:09

Subito ispettori a raffica in tutte le scuole coraniche ed in tutte le moschee, ufficiali o clandestine!

moshe

Dom, 11/12/2016 - 20:10

... mandate gli ispettori a controllare i musulmani !!!

sparviero51

Dom, 11/12/2016 - 21:11

BUFFONI !!!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 11/12/2016 - 23:08

(2) Decidere quali siano le letture consentite o meno è una prerogativa dei regimi totalitari. Nazismo e comunismo sono esempi storici di questa cultura di Stato. Voler imporre agli studenti perfino i gusti letterari ed i libri da leggere è un modo di controllare la scuola, l’educazione dei giovani e l’opinione pubblica, ed imporre il pensiero unico politicamente corretto. Strategia del controllo totale dell’informazione e dei media che stanno mettendo in atto da tempo. Questa è l’ennesima conferma che stiamo vivendo in un regime mascherato da democrazia.

Popi46

Lun, 12/12/2016 - 07:16

@Sparviero51- Buffoni? Logiche conseguenze del pensiero unico politicamente corretto.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 12/12/2016 - 08:23

Ognuno è libero di dire ciò che il pensiero unico indica. Non sia mai si usi il cervello... arriva l'ispettore.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 12/12/2016 - 08:59

Si è scritto da cani ma è pieno di suggestive digressioni e illuminanti propositi. Dove suggestivo sta per macabro, semplicistico e confusionario; illuminante come un cocktail di alcol e pasticche a stomaco vuoto. Eppure è vero, bandire un libro è come nascondere la chiave della cassaforte e scordare dove sta. Libera lettura insomma...

Lapecheronza

Lun, 12/12/2016 - 09:29

@elkid - questo in realtà è il suo unico dubbio ?!

Ritratto di host8965

host8965

Lun, 12/12/2016 - 09:43

Si va bene, è uno scandalo eccetera eccetera. Però sciacquatevi la bocca prima di mettervi in bocca Montanelli visto cosa è diventato questo giornale.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 12/12/2016 - 09:44

giustamente ha fatto la quasi ex ministra della koltura.. da leggere ed imparare a memoria ci sono gli scritti di ilic,pol-pot ed il libretto di mao.ACCHHH SOOOO!!!

cir

Lun, 12/12/2016 - 17:11

mi sa che mariosirio ha letto il talmud....