La Meloni ci mette la faccia: "Nessuno tradirà il mandato"

La leader di Fdi mette il nome nel simbolo e lancia la campagna elettorale: «Al primo punto gli italiani»

Roma - La parola chiave, che emerge con decisione dall'assemblea di Fratelli d'Italia tenutasi a Bologna, è «unità». Il presidente Giorgia Meloni ha elogiato l'unità e la compattezza del centrodestra alla vigilia di questa lunga campagna elettorale. E ha pronosticato che sarà proprio la compattezza e l'unità della coalizione la carta vincente. E compatta è stata la stessa assemblea (cinquecento delegati) che ha votato all'unanimità il simbolo elettorale del partito. «Chi mi conosce - ha commentato la Meloni - sa che non amo questo simbolo. Non rende giustizia al lavoro di centinaia di militanti ma in questi tempi funziona così». Una piccola concessione, questa, in vista della vittoria di cui appare più che sicura. I sondaggi danno il suo partito tra il 5 e il 7%, ma la Meloni è convinta che si possa fare di più. «Non voglio partecipare alla gara di chi la spara più grossa in campagna elettorale. Io ci voglio arrivare al governo di questo Paese - ha ricordato - e non intendo quindi perdere la faccia con promesse che non posso mantenere». Poi ha spiegato all'assemblea che non c'è stata la rincorsa a trovare volti spendibili della società civile. «Penso non ci sia niente - ha precisato - di più civile che occuparsi della politica». Poi dalla sala congressi dell'hotel Royal Carlton ha lanciato una proposta: chiamare tutti i candidati del centrodestra a un pubblico impegno di responsabilità, con promessa di non «tradire» il vincolo di mandato. «Per quanto riguarda Fratelli d'Italia - ha sottolineato - posso mettere la mano sul fuoco che nessuno dei nostri candidati tradirà il mandato». E soprattutto si impegneranno in quelle che sono le linee guida del partito. «Il primo punto sarà: gli italiani». Soprattutto alla luce di quanto successo in queste ore in Germania dove la nuova «grande coalizione» sembra essere nata proprio cancellando l'accordo precedentemente preso di assorbire parte dei migranti che sbarcano sulle nostre coste. «Inaudito - ha tuonato la Meloni - Ecco la famosa credibilità dell'Italia come garantita dagli ultimi governi fantoccio!» Poi serve una difesa della natalità e la tutela di forze armate e del made in Italy. Ha pure aggiunto che la legge Fornero può essere migliorata ma che bisogna comunque pensare ai giovani. «Il miglior sistema pensionistico - ha sentenziato - è quello uguale per tutte le generazioni». Per quanto riguarda il nodo delle candidature alle regionali, la Meloni si dice convinta che ci vuole tempo: «Se serve un giorno in più per trovare una sintesi non importa. Possiamo vincere anche nel Lazio e in Friuli e Molise. I candidati devono essere sintesi reale della coalizione». Sulle candidature nei collegi uninominali, invece, non arretra di un centimetro. La cosiddetta «quarta gamba» deve abbandonare l'idea di proporre le candidature di chi ha lavorato negli ultimi governi di centrosinistra nei collegi uninominali. «Per loro ci sono sempre le liste del proporzionale».

Commenti

cespugliando

Dom, 14/01/2018 - 09:17

Nessuno tradirà mandato è una grande cazzata, come quella del M5S. Peccato che facciano finta di non saperlo: è solo anticostituzionale!

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 14/01/2018 - 09:26

Spero che questa unità e compattezza sia "vera". Mi sembra che Berlusconi voglia,come al solito, dettare legge sulla coalizione e ammorbidire alcuni temi di riforme. Mi riferisco per esempio al job act che Salvini vuole eliminare ma Berlusconi vuole ritoccare,così come la legge Fornero, così come sul tema giustizia dove il buonismo del PD ci porta alla rovina. In conclusione,nonostante le dichiarazioni,Berlusconi dà l'impressione di essere più vicino a Renzi che a FdI e alla Lega.

piazzapulita52

Dom, 14/01/2018 - 09:46

TUTTE BALLE!!! ALLE PROSSIME ELEZIONI USERO' LA SCHEDA ELETTORALE AL POSTO DELLA CARTA IGIENICA!!!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Dom, 14/01/2018 - 10:31

@piazzapulita52, ognuno e' libero ,nel rispetto degli altri, di fare cio' che crede pero' se davvero seguira' nella sua scelta spero proprio sia consequente e si astenga in futuro dal commentare la politica del nostro paese.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 14/01/2018 - 10:37

La quarta gamba di sicuro, e forse anche parte di fi, i famosi "responsabili".

Ritratto di dlux

dlux

Dom, 14/01/2018 - 11:02

Cara Giorgia, non è all'interno di Fratelli d'Italia che devi guardare, piuttosto tra le fila dei nostri alleati ed in particolare tra quelle di FI, sempre pronta al tradimento delle promesse elettorali e sempre disponibile al dialogo con l'avversario politico (per non dire il nemico), disinteressandosi dell'impatto sull'elettorato e della caduta in picchiata di credibilità, coerenza ed affidabilità così come di consensi. E' un film già visto, del quale tuttora si stenta a ricordare il finale...speriamo bene!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 14/01/2018 - 11:54

@Koerentia - sono d'accordo, glielo avevo scritto anch'io in un altro articolo. Oggi dice sempre e solo quello.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 14/01/2018 - 12:07

@dlux - Concordo Pienamente.Con l'occasione vorrei dire una cosa a coloro che dicono di non andare a votare:"LORO VOGLIONO QUESTO, MA, DOPO NON CI LAMENTIAMO SE FARANNO I CAVOLI LORO.L'UNICO DICO L'UNICO NOSTRO POTERE E' IL VOTO.VANNO IN ALTRI PARTITI, MA POI I NODI TORNANO AL PETTINE.FINI E COMPAGNI DOCET.SALUTI

sibieski

Dom, 14/01/2018 - 12:11

Spero la Meloni nuovo premier..è l'unico uomo con le p....

Gianni11

Dom, 14/01/2018 - 12:21

Solo Salvini merita il voto, ma se per mandare avanti Salvini bisogna votare pure la Meloni e Berlusconi, cosi' sia.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 14/01/2018 - 13:23

Un elettorato intelligente, (che però a sinistra non è mai esistito), che mai e poi mai, voterà coloro che non rispettano le promesse elettorali, sarebbe sufficiente ad eliminare sul nascere ogni cambio di casacca. Solo con il nostro voto, legge o non legge si può eliminare dalla politica chi tradisce gli elettori, che devono votare solo i programmi, non le ideologie.

seccatissimo

Lun, 15/01/2018 - 02:28

Trovo la Meloni un personaggio molto in gamba ed uno dei pochissimi politici non politicanti, con le palle. Tuttavia ho trovato incomprensibile e parecchio squalificante il suo giudizio molto negativo per quanto riguarda il referendum del 22 ottobre u.s., avente lo scopo di ottenere una maggiore autonomia della Lombardia e del Veneto!