Meloni contro il Gay Pride: "Il diritto più importante è avere un padre e una madre"

Il leader di Fratelli d'Italia critica le istanze dell'onda arcobaleno che ha sfilato sabato in tutt'Italia

"Ha ragione il sottosegretario alle Pari Opportunità Vincenzo Spadafora a dire che i 'diritti in Italia non si perderanno': il più importante di questi è il sacrosanto diritto di un bambino ad avere un padre e una madre". Così Giorgia Meloni, su Facebook, dice la sua in materia di famiglia, al termine della giornata dell'orgoglio omosessuale, tenutasi in tutt'Italia sabato 30 giugno.

Il leader di Fratelli d'Italia, dunque, aggiunge: "FdI chiede al governo un impegno chiaro per difendere questo diritto e sancirlo in Costituzione. Perché nel silenzio del legislatore, l’ideologia di certi tribunali e di certi sindaci sta sostanzialmente autorizzando la pratica dell’utero in affitto e l’adozione da parte delle coppie omosessuali".

Meloni difende la famiglia tradizionale

Le parole della Meloni suonano chiaramente come un invito all'esecutivo Conte a uscire dall'ambiguità in materia, soprattutto in seguito alle dichiarazioni del sottosegretario alle Pari Opportunità Spadafora, che ha partecipato al Gay Pride di Pompei. Queste le parole dell'esponente del Movimento 5 Stelle: "Sono qui per testimoniare il mio sostegno e quello del governo. So che in una parte del governo non c’è la stessa sensibilità ma l’Italia non tornerà indietro, non si perderanno i diritti conquistati".

Un'uscita che non è piacuta né al ministro (leghista) della Famiglia Lorenzo Fontana - "La famiglia che riconosciamo e che sosterremo, anche economicamente, è quella sancita e tutelata dalla Costituzione" - né, appunto, a Giorgia Meloni, che rilancia il suo impegno a difesa della cosiddetta famiglia tradizionale.

Commenti
Ritratto di frank60

frank60

Lun, 02/07/2018 - 10:57

Essere Gay è Cool!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 02/07/2018 - 11:06

Povera meloni, svuotata da salvini, non conta più nulla, cerca di mettersi in mostra a destra ma nessuno se la fila.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 02/07/2018 - 11:27

@Agrippina, se può parlare ancora la sboldra che ormai vale come una cicca calpestata .............

Giorgio1952

Lun, 02/07/2018 - 11:31

La Meloni ha perso un'altra occasione per stare zitta, non conta nulla politicamente con il suo scarso 4% dei voti, non è laureata e non ha mai lavorato in vita sua, come tanti politici è “giornalista professionista” ma quando mai ha pubblicato qualche articolo? Inizia il suo impegno politico nel 1992 a 15 anni aderendo al Fronte della Gioventù; alleata del Cav il quale stranamente non le ha mai detto come fatto con i penta stellati, che non ha uno straccio di una laurea, non ha mai lavorato ed è una professionista della politica, quelli che a Berlusconi “fanno schifo”.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 02/07/2018 - 11:54

Brava Meloni!...Un'altro 4% che si aggiunge al "mucchio",degli Italiani "normali" sul tema!...Non ho ancora sentito la voce del CAV?....@Giorgio1952:..lei per caso è laureato?....Laureato in "buon senso"?

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 02/07/2018 - 12:29

-si parla di fenomeni risibili ed estremamente piccoli-partiamo dalla percentuale di gay in una popolazione-secondo il rapporto Kinsey è una percentuale compresa tra il 5 ed il 10 per cento di un campione di popolazione-ma di questa percentuale di gay-ben il 90 per cento ed oltre se ne infischia sia dell'adozione tanto più dell'utero in affitto-sono contrario all'adozione da parte dei gay-però parimenti-se il modello deve essere padre e madre-sono contrario anche all'adozione da parte di un uomo etero single o di una donna etero single-che numericamente sono una marea rispetto ai gay-allo stesso modo sono contrario all'utero in affitto-ma anche qui-per ogni coppia gay che ricorre all'utero in affitto vi sono mille coppie etero che fanno altrettanto-è questa l'ipocrisia-si vuole rispettare il modello padre e madre e l'indecenza di strappare un bambino a chi per 9 mesi lo porta in grembo?-lo si faccia con tutti-a rimetterci saranno soprattutto gli etero-swag

tonipier

Lun, 02/07/2018 - 12:32

" IL PROBLEMA DELLA OMOSESSUALITA' QUALCUNO PENSA DI ADOTTARE UN CAGNOLINO?" Posso garantire che non lo sono, sono esseri umani viventi...meritano rispetto sotto tutti i punti di vista educativo, non di capricci di megalomania..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/07/2018 - 12:40

@Agrippina - perchè dici che non va bene avere u npadre e una madre? Ti hanno fatto proprio il lavaggio del cervello i komunisti. Peggio per te. Non ti biasimo. Sei conciata proprio male.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/07/2018 - 12:41

@Giorgio1952 - ecco un altro ciabattone che non gli sta bene se tutto hanno un padre e una madre. Con i vosrti pensieri farneticanti da invasati komunisti dove volete andare? Mi sembrate dei miserabili. Ancora scrivi qui, signor falso e bugiardo?

jaguar

Lun, 02/07/2018 - 13:09

La normalità è la famiglia tradizionale costituita da padre, madre e figli, assolutamente insensato consentire alle coppie gay l'adozione di un bambino.

tormalinaner

Lun, 02/07/2018 - 13:13

La solita buffonata dei fascisti LGBT che ci vogliono imporre le loro perversioni.

donzaucker

Lun, 02/07/2018 - 14:15

"FdI chiede al governo un impegno chiaro per difendere questo diritto e sancirlo in Costituzione." Oibò cara la mia Meloni e adesso chi glielo dice agli orfani che sono tutti fuori legge?

ciruzzu

Lun, 02/07/2018 - 14:46

Comprare solo i prodotti che nelle loro immagini sulle etichette, e nei loro reclam ,esaltino la famiglia normale, fatta da un uomo padre da una donna madre e dai figli.

ciruzzu

Lun, 02/07/2018 - 14:51

rapporto Kinsey è una percentuale compresa tra il 5 ed il 10% di gay???????????? ma in che mondo ho vissuto??? I ghei che ruotavano in Italia al massimo arrivano al 2% e non abito in Iran ma a Genova

Oscuro

Lun, 02/07/2018 - 14:58

Non sono gli orfani fuorilegge, è indecente e contro natura, consentire a 2 uomini o 2 donne , che in natura non possono concepire un figlio, di poterne adottare. Sono gay, niente da dire, siano felici tra di loro e basta.