Mentana sull'allontanamento della Berlinguer dal Tg3: "Ordine partito dall'alto"

Enrico Mentana su Facebook si scaglia contro Matteo Renzi, che sarebbe l'uomo dietro all'allontanamento di Bianca Berlinguer dal Tg3. "In vista del referendum? Direi di... Sì"

"Noi paghiamo la Rai nella bolletta della luce, ma le mani sull'interruttore sono sempre le stesse", sceglie l'ironia Enrico Mentana per commentare l'epurazione dal Tg 3 del direttore Bianca Berlinguer. Un bltiz estivo compiuto dal direttore generale Rai per fare un regalo al presidente del Consiglio Matteo Renzi in vista del referendum costituzionale di ottobre. Il direttore del Tg la7 non usa mezza termini e, senza mai nominare Renzi, scrive che l'ordine "è partito dall'alto". A far propendere Mentana per questa tesi c'è il fatto che nei palinsesti di Rai 3 non ci sia traccia di un programma "risarcitorio" per la Berlinguer.

"Questa storia del cambio di direttori nei tg Rai è tristissima e pacchiana insieme", scrive Mentana sulla sua pagina Facebook. "È chiaro che l'obiettivo era rimuovere Bianca Berlinguer dal tg3. Ed è chiaro che i top manager Rai questo obiettivo proprio non se lo erano prefisso, tanto è vero che poche settimane fa sono stati presentati i palinsesti della nuova stagione, senza tenere conto di un possibile spazio 'risarcitorio' per lei. Insomma, l'ordine è venuto improvviso e da fuori".

La connessione dell'allontanamento della giornalista con il referendum costituzionale è inevitabile. E per mascherare l'epurazione i dg Rai avrebbero deciso di allontanare anche il direttore del Tg2. "In vista del referendum? Direi proprio di... sì. Ma per non farla troppo evidente si è pensato di non sostituire solo lei. Quindi via anche Masi dal tg2, così, per compagnia, per dimostrare alla Commissione di Vigilanza che non è un fatto personale, e politico. Una foglia di Fico, insomma".

"Quelli dell'opposizione strepiteranno per il colpo contro i sostenitori del no referendario - conclude Mentana -, quelli della maggioranza diranno che la Berlinguer era lì da 7 anni e cambiarla non è un delitto, e nessuno si filerà il povero Masi, danno collaterale di una guerra politica, che conferma al di là di ogni sarcasmo che tutti noi paghiamo la Rai nella bolletta della luce, ma le mani sull'interruttore sono sempre le stesse".

Il rapporto tra Partito Democratico e Tg3 è stato sempre piuttosto teso, tanto che Matteo Renzi a più riprese in passato aveva assicurato: "Nessun editto bulgaro". Ma la scadenza di ottobre è ormai incombente e il presidente del Consiglio ha puntato tutto sul referendum. E Bianca Berlinguer, che non si è allineata alla corrente del Sì al referendum, sarebbe un personaggio scomodo in vista dell'appuntamento referendario.

Commenti

tempeste54

Mer, 03/08/2016 - 14:28

Ma cosa credono Renzi e i suoi scagnozzi che cambiando i direttori dei tg il mio no al referendum diventerà un si? Ma cosa avete al posto del cervello, l' acqua sporca?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 03/08/2016 - 14:55

Una delle poche persone presentabili della sinistra viene cacciata da Renzi per non essersi piegata alle sue direttive di disinformazione politica. Il nuovo regime - marchiato "Banca Etruria" - si avvia verso il regime, un nuovo fascismo governato da personaggi moralmente e culturalmente inaccettabili. La riforma costituzionale ne è la fotografia.

cameo44

Mer, 03/08/2016 - 15:48

Ci parlano ancora di democrazia e libertà? Renzi è l'asso piglia tutto si comporta come i peggiori dittatori non lascia spazio a nessuno ha occupato tutto ciò che cera da occupare non ha rispet to per nessuno si comporta da despota ed insulta tutti coloro i quali la pensano diversamente da lui ora siamo alla epurazione ha dimendicato quanto detto: " LA POLITICA FUORI DALLA RAI" come sempre non mantiene quanto detto

frabelli1

Mer, 03/08/2016 - 16:04

Sarebbe una mossa epocale se la Berlinguer andasse a Mediaset.

Ritratto di Peppino1952

Peppino1952

Mer, 03/08/2016 - 16:30

Ma cosa c'è da commentare. Se gli italiani voteranno si al referendum piangeremo tutti lacrime amare, la Costituzione diverrà carta straccia. Ma se in piena democrazia (???)si prendono decisioni da regime totalitario figurarsi senza la garanzia della Costituzione e del bilanciamento dei poteri dove finiremo. Meditate gente, meditate.

baio57

Mer, 03/08/2016 - 16:53

Epurazioni "sinistre" , comunque sia per me il TG3 è come non esistesse quindi : "chissenefregaaaa!!!"

paolo b

Mer, 03/08/2016 - 16:56

02121940 Una delle poche persone presentabili della sinistra viene cacciata da Renzi per non essersi piegata alle sue direttive di disinformazione politica. non facciamo ridere la Berlinguer è una campionessa della disinformazione politica per anni ha attaccato Berlusconi solo per denigrarlo, ora tocca a lei così capirà "forse"

ex d.c.

Mer, 03/08/2016 - 17:03

La Berlinguer manca così tanto?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 03/08/2016 - 17:08

renzi ne ha fatta una giusta.

Ritratto di perigo

perigo

Mer, 03/08/2016 - 17:30

Immaginate se lo avesse fatto Berlusconi?!? Questo qui, dall'alto della sua inamovibilità, garantita dall'Europa della Merkel e da un presidente della Repubblica scodinzolante, sta distruggendo le fondamenta delle regole democratiche in questo Paese.

dakia

Mer, 03/08/2016 - 17:30

Chi di spada ferisce...ci sono tanti giornalisti che non fanno giornalismo, ma ultimamente la Berlinguer non era male, la trovavo con più professionalità, meno schierata.

giosafat

Mer, 03/08/2016 - 17:44

Possono anche rinverdire antiche romane usanze e nominare pure qualche cavallo nei posti che contano....ma per me la rai continuerà a non esistere, tempo fiato e soldi sprecati. Votate e fate votare NO!

sparviero51

Mer, 03/08/2016 - 18:04

....E MENO MALE, I COMUNISTI CI HANNO ROTTO I "00" . PER QUANTO CONCERNE LE LAMENTELE DI MENTANA LE POSTA PERCHÉ È UN SUO SODALE !!!

aldoroma

Mer, 03/08/2016 - 18:22

viva la democrazia che non esiste più

Ritratto di dvxfer66

dvxfer66

Mer, 03/08/2016 - 19:11

Renzi ha capito,si agita,ride ma sa che il tempo scorre veloce, ai voglia a girare con il nuovo aereo ma il biglietto seconda classe per Rignano di sola andata è pronto,l'inchiostro è ancora caldo.Ora le proverà tutte e questa dei direttori dei tg è la prima poi ci saranno i contratti dei dipendenti pubblici poi pensionati ma credo e spero che gli italiani questa volta il biglietto glielo pagheranno volentieri manca solo la data

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 03/08/2016 - 19:19

L'assenza in rai della berlinguer non mi preoccupa: non guardo mai la rai! Candidamente: non me frega un ciufolo. Frottolo usa la democrazia come gli conviene meglio. Chi non si appecorona viene condannato all'esilio. Punto.