Messaggi di odio sul web contro Liliana Segre

Sono più di 200 i messaggi di odio razziale che ogni giorno riceve sul web la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto. Solidarietà da tutto il mondo politico

Sono più di 200 i messaggi di odio razziale che riceve ogni giorno la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto. Lo rivela il quotidiano Repubblica che oggi ha pubblicato i dati dell’Osservatorio antisemitismo, anticipando così il tema del convegno che si terrà lunedì allo Iulm di Milano, intitolato “Dal Binario 21 ad Auschwitz. Il linguaggio dell’odio: incontro con Liliana Segre”.

"Questa (...) ebrea di m. si chiama Liliana Segre, chiedetevi che cazzo ha fatto (così è scritto, senza h, Ndr) per diventare senatrice a vita stipendiata da noi ed è pro invasione? Hitler non ai (ancora senza h) fatto bene il tuo mestiere”, si legge su Repubblica. La Segre, 89 anni, fu arrestata e deportata ad Auschwitz appena 13enne e venne liberata a Malchow nel 1945 durante l’avanzata russa che portò anche alla liberazione del campo di concentramento nella Polonia occupata dai nazisti.

Il mondo politico ha subito espresso la sua solidarietà nei confronti della senatrice a vita. La presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, dice che "i messaggi carichi di odio" verso la Segre "sono un insulto alla storia e alle istituzioni di un Paese che sul rifiuto dell'antisemitismo e sul ripudio della violenza ha eretto la sua architettura democratica e ritrovato la pace, la libertà e il progresso". Il segretario del Pd Nicola Zingaretti si dice "schifato. Non trovo termine più adatto per commentare i continui insulti che la senatrice Liliana Segre riceve ogni giorno in rete". Secondo lui si questi insulti antisemiti o di
genere "non possono passare più inosservati". Anna Maria Bernini, capogruppo in Senato di Forza Italia parla di "un degrado umano che va combattuto e condannato con tutte le armi della ragione".

Davide Faraone, capogruppo di Italia Viva a Palazzo Madama, propone che la Segre diventi presidente della nascente commissione straordinaria per il contrasto a intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio. Il leghista Roberto Calderoli, invece, si schiera dalla parte della Segre "sempre e comunque, e contro ogni rigurgito antisemita" e confida "che la Polizia Postale individui questi personaggi e scattino le adeguate sanzioni per il massimo loro previsto". Calderoli rivela di ricevere anche lui delle mail con minacce e conclude: "non riesco ad accettare insulti verso nessun avversario politico e ancora di più non li posso accettare verso una grande donna come Liliana Segre". Il ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramonti, invece, in un tweet, ha descritto la Segre come colei "rappresenta l'Italia della memoria e delle fondazioni ideali della nostra società contemporanea" e si è detto "contento di poterla incontrare a breve per parlare di storia, intercultura e tolleranza".

Commenti
Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 26/10/2019 - 17:33

Parliamo di Foibe. #IoNonDimentico #IoNonScordo #PerNonDimenticare le #Foibe

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 26/10/2019 - 17:42

a me dispiace che la signora debba ricevere odio: non se lo merita! ma anche lei deve capire che continuare a sostenere la sinistra, è un male! ancora di piu oggi, visto che solo la sinistra ci chiede di pagare altre tasse, come se non ne avessimo abbastanza.... allora, la signora Segre, con tutto il rispetto che diamo , deve dimettersi da senatrice!

scurzone

Sab, 26/10/2019 - 17:43

Mi chiedo come faccia certa gente a guardarsi allo specchio e a parlare ai propri figli, pensando quelle orribile cose che posta!

Popi46

Sab, 26/10/2019 - 17:59

Più conosco il web,più mi rendo conto di quanta spazzatura sparga nel mondo. Detto questo, non voglio divieti di alcun genere, è bene che ci si renda conto di quanto verminaio contenga la “pancia” dei bipedi umani.....

venco

Sab, 26/10/2019 - 18:48

Tanti ebrei come la Segre sono ambigui, sono per le porte aperte a tutti, sono per l'accoglienza dei clandestini islamici, che poi al momento opportuno si riverseranno per primi contro di loro.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 26/10/2019 - 18:59

Non conosco la Segre. Non la so Senatrice a vita, carica che mi auguro venga cancellata, non per Lei naturalmente, ma per principio. Chi comanda deve essere sempre il Popolo! Comunque sia, da Senatrice a vita dovrebbe evitare di fare politica. Dovrebbe essere al di sopra delle Parti!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 26/10/2019 - 19:29

Se sono messaggi di Odio, """Sono stati scritti perchè ha fatto o detto qualcosa che non doveva dire in pubblico!!! MOLTA GENTE, PERCHÈ È RICCA, VORREBBE DIRE CIÒ CHE VUOLE, ED ESSERE PROTETTA DALLA GIUSTIZIA COMPLICE, MMA PER FORTUNA CI SONO DEI LIMITI DA AMBOLE PARTI"""!!!

Ritratto di FraBru

FraBru

Sab, 26/10/2019 - 19:36

Ma la non eletta senatrice è la sola parlamentare, che riceve messaggi d'odio, o l'odio antisemita conta più di ogni altra offesa o messaggio d'odio? E da chi li riceve poi tali messaggi, solo da neo-nazi-fascio-razisti, o c'é pure qualche islamico e fischiatore della brigata ebraica?

Edith Frolla

Sab, 26/10/2019 - 19:45

Gli insulti vanno sempre condannati, ma è lecito chiedersi perché gli ebrei, che sono lo 0,005% della popolazione italiana, debbono sempre aver garantiti uno o più senatori a vita.

ilrompiballe

Sab, 26/10/2019 - 19:47

In uno Stato normale non dovrebbe essere difficile smascherare e punire. La libertà di espressione non è libertà d'insulto. Nemmeno quando si fa attività politica, vero signor Zingaretti?

REX2

Sab, 26/10/2019 - 19:54

Solidarietà alla Senatrice Liliana Segre.

Ritratto di akamai66

akamai66

Sab, 26/10/2019 - 19:55

Il web è lo specchio dell'umanità. Detto ciò il rispetto dovrebbe essere per TUTTI, a prescindere: NON si deve fare contro gli Ebrei ma neppure contro chi Ebreo non è. Vi risulta che sia così?

giovanni951

Sab, 26/10/2019 - 20:16

questa donna non la sopporto proprio.

maurizio-macold

Sab, 26/10/2019 - 20:19

Signor GIUBRA63 (17:33), io le dico che non bisogna dimenticare i lager nazisti e fascisti, le foibe, le atrocita' commesse dai nostri connazionali nella ex Jugoslavia, in Albania, in Grecia, e quelle commesse in Italia dai nazisti, dai fascisti e dai comunisti. Ma soprattutto mi chiedo perche' lei invece di solidarizzare con la signora Liliana Segre scrive un post che trasuda ODIO.

Dordolio

Sab, 26/10/2019 - 20:21

Non so che scriva la gente a questa donna. Nè chi questa gente sia. So solo però che se anche le scrivessi una lettera cortese elencandole punto per punto cosa non apprezzo del suo impegno e del suo modo di muoversi avrei la DIGOS fuori dalla porta in 10 minuti. Ripeto: lettera cortese, ossequiosa e documentata....

astarte

Sab, 26/10/2019 - 20:52

@dordolio, ma dove crede di essere, nella Corea del Nord? L'Italia garantisce ancora la libertà di opinione, è solo la libertà di insulto che per fortuna ogni tanto - non sempre - viene ancor stigmatizzata; tanto più se è insulto anonimo di chi si nasconde dietro qualche nickname e insegue le sue ossessioni ossessionando gli altri.

Totonno58

Sab, 26/10/2019 - 21:00

In galera questi farabutti...e pieno appoggio a Gabrielli che vuole impedire che nella polizia abbiano visibilità gli smanettoni da social!!

ziobeppe1951

Sab, 26/10/2019 - 21:02

Manigold...chi trasuda odio..sei proprio tu..basta leggere i tuoi ragli

cecco61

Sab, 26/10/2019 - 21:10

La Segre vota a sinistra, appoggia in Italia gli amici e Kompagni dei fedayn che vogliono distruggere Israele e in cambio viene eletta senatrice a vita (e incassa i nostri soldini). Viva l'immigrazione ma in Israele costruiscono un muro. Se fosse meno ambigua per il vil denaro probabilmente riceverebbe meno insulti. Le fanno compagnia tutte le comunità ebraiche italiane. La Dureghello, a Roma, lista "Per Israele" boccia la Nirenstein come ambasciatrice perché di destra, e va a braccetto con quelli che finanziano i palestinesi per lanciare razzi e uccidere civili proprio in Israele. Complimenti per la coerenza. Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso.

nunavut

Sab, 26/10/2019 - 21:17

@ maurizio-macold 18:25 Non credo che siano le tue generalità = chiedi ad altri quello che tu non fai ?? bravo sempre uguali voi esseri superiori ed acculturati.Par la signora se non avesse accettao quel posto a vita pagato egregiamente da tutti e senza esternarsi troppo alla tv sono certo che avrebbe vissuto più tranqueilla e serena,il troppo stufa pur essendo UNA PARTE DELLA VERITÀ,perché non ha mai parlato dichiarando che pure in Russia ci fu un olocausto quasi contemporaneo a quello tedesco? non li bruciavano ma li facevano morire di stenti e fame in Siberia? come numeri siamo quasi =i

semelor

Sab, 26/10/2019 - 21:30

Penso che oltre alla Signora Segre, ebrea, si dovrebbe ricordare altri olocausti. I Khmer rossi, Pol Pot in Cambogia hanno martoriato la popolazione, massacrandone almeno un terzo in nome di un loro sogno politico, non è da meno di quello che fecero i tedeschi nei confronti degli ebrei. Eppure, mentre la storia della Germania e della condanna dei suoi dirigenti criminali è stata ben stampata nel fondo della nostra coscienza, la storia dei massacri cambogiani viene ignorata, viene messa da parte e lentamente cancellata dalla memoria.

Ritratto di mailaico

mailaico

Sab, 26/10/2019 - 22:00

W ISRAELE. I PALESTINESI SONO FECCIA!

Homunculus

Sab, 26/10/2019 - 22:19

E' giusto che la memoria dell'Olocausto sia preservata come uno dei massimi crimini della storia, ma va anche detto che gli ebrei italiani, nonostante quella barbarie contro la civiltà che furono le leggi razziali del 1938, sono vissuti relativamente al sicuro finché l'Italia, dopo l'Armistizio del 1943, non è stata occupata militarmente dai tedeschi. Credo che in quel periodo gli italiani trucidati prima dai tedeschi e poi, nel 1945, dai partigiani comunisti non siano di meno, ed ugualmente degni di essere ricordati, degli ebrei italiani deportati nei campi di concentramento e mai ritornati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 26/10/2019 - 22:21

@maurizio-macold - furbacchione, anche tu se metti nome vero e soprattutto indirizzo. Prova per credere.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Sab, 26/10/2019 - 22:22

Non la ammiro. Ha usato la sua disgrazia e la tragedia del suo popolo per camparci sopra. Non mi sembra che ad alcun sopravvissuto alle purghe e stragi di Stalin, Tito, Mao o Castro sia stato dato ugual modo di approfittarne.

faman

Sab, 26/10/2019 - 22:48

veramente schifato dalla maggioranza dei commenti. un covo di fascistoidi razzisti vergognosi. Altri massacri, ad esempio le foibe, vanno certamente ricordati con maggiore evidenza, ma non essere presi a pretesto per seminare odio.

ulio1974

Sab, 26/10/2019 - 23:15

il ministro Fioramonti incontrerà a breve la Segre per parlare di storia, intercultura e tolleranza. Nello specifico:storia, quella di cappuccetto rosso. Intercultura: gli farà domande sull'Inter. Tolleranza: gli chiederà se è allergico al glutine. QUesto perchè questo è il livello d'intelligenza del ministro.

Dordolio

Sab, 26/10/2019 - 23:22

Astarte, ma lei dove vive? Ma ha capito DI CHI SI PARLA? Ma è informato? Lo sa o non lo sa che ci sono soggetti - in tutta Europa - che per aver mosso critiche (NON INSULTI SCOMPOSTI) relative a una certa visione di comodo della storia sono in galera? Colpiti da legislazioni speciali diffuse e del tutto coincidenti solo per aver mosso DEI DUBBI DOCUMENTATI? Altro che Corea del Nord. Lì almeno non hanno la presunzione di vivere in libertà e democrazia. Provi lei a CONTESTARE sui fatti e sulla narrativa la Segre. E il gabbio si aprirà anche per lei. Senza sconti. Pure se è stato educato e cortese nei di lei confronti. Provi.

vottorio

Sab, 26/10/2019 - 23:47

Piena solidarietà alla signora Segre per gli insulti razziali ricevuti. Ma resta inconcepibile che se ha avuto la sorte di scampare all'eccidio debba essere nominata "senatore a vita" e con tanto di profumata retribuzione: viene premiata la "fortuna". In ogni caso il senatore a vita deve essere un riconoscimento onorifico per meriti specifici, senza diritto di voto e senza retribuzione.

Ritratto di vraie55

vraie55

Dom, 27/10/2019 - 00:14

200 al giorno fa 73.000 all'anno... X 90 anni (arrotondo} fa 6.500.000.. (se nessuno ha scritto piu' volte). Un italiano su 10!... e non e' detto che gli altri nove la amino. Forse semplicemente la Signora difetta di.. indifferenziata empatia?

rawlivic

Dom, 27/10/2019 - 05:14

ringraziate I social, perche' se non sfogassero li, gli stessi personaggi le starebbero sotto casa. E comunque, in effetti, che ha mai fatto questa giudea per essere senatrice?

Jon

Dom, 27/10/2019 - 07:24

Beh..Salvini ne riceve di piu'..E ALLORA?? Non li legga.. si crede forse privilegiata ed al di fuori delle critiche??

napolinano

Dom, 27/10/2019 - 07:59

Una cosa e' chiara, gli unici ebrei che piacciono ai "kompagni lacrime di coccodrillo", sono quelli che sono passati dai campi di hitler. Tutti gli altri a partire da quelli che vivono in israele, a quelli sterminati da stalin e a quelli che finiscono vittime dei musulmani,sono nemici da combattere. La segre piu' che ad essere ebrea deve la loro solidarieta' pelosa al fatto di essere comunista, ca va san dire.

buonaparte

Dom, 27/10/2019 - 08:59

HOMUNCULUS .. scrivi cose giuste e poco conosciute . mussolini fu costretto a fare le leggi razziali su insistenza di hitler.pochi sanno che la prima volta che hiltler parlò a mussolini di voler confinare gli ebrei in una regione di europa il duce si offri di accoglierli in italia,perchè era un popolo che ammirava perchè molto colto che avrebbe arricchito l'italia.pochi sanno che hitler non voleva eliminare gli ebrei ,ma confinarli in uno stato a sud est dell'europa finita la guerra e che a dare l'idea di ucciderli fu del gran mufti di gerusalemme palestinese.ora si parla dell'isis e dello stao che aveva fatto tra siria e iraq ,ma già nella seconda guerra mondiale i palestinesi avevano fatto uno stato simile appoggiati da hitler.dopo la cadura dell'impero dittatoriale in russia hanno aperto gli archivi con tutti i documenti presi dai russi a berlino nel 45.VA RISCRITTA LA STORIA

caren

Dom, 27/10/2019 - 09:52

Il rispetto si deve a tutti. Rispetto per l'Olocausto, rispetto per i milioni di ebrei morti, rispetto per i sopravvissuti, rispetto per tutti i morti di guerre, dittature ecc.. Però c'è un limite a tutto. Qual è questo limite? Smetterla col continuo tam-tam, smetterla con l'esposizione mediatica ad ogni piè sospinto. Questi atteggiamenti, secondo me, non fanno altro che creare reazioni negative, ed indispettiscono la gente ancor di più.

Papilla47

Dom, 27/10/2019 - 10:20

Proprio perchè è storia recente e abbastanza documentata bisogna fare attenzione a quanto si afferma. Lì hanno cominciato a dare addosso boicottando i negozi degli ebrei quì si comincia a dire di vietare il voto agli anziani. La stessa conclusione?

VittorioMar

Dom, 27/10/2019 - 10:23

..dicono che il giorno 28 p.v. ci sarà una Cerimonia a MILANO presente anche il PdR...sulla strada del ritorno, alla prima Traversa, giri a destra verso TRIESTE...in località poco conosciuta "BASOVIZZA " per il Tempo di un CAFFE'...anche quelli avrebbero necessita' di un RICORDO ..UN FIORE ..UNA PRECE...erano ITALIANI anche loro....!!..ma non credo che Avvertirà questa SENSIBILITA' ISTITUZIONALE !!....PECCATO !!

justic2015

Dom, 27/10/2019 - 19:19

Ci avete gonfiato le palle quanto due angurie con queste sxxxxxxxe notizie sempre a scapito dei santi ebreine finitela siete noiose.

justic2015

Dom, 27/10/2019 - 19:21

Avete rotto le palle con questi personaggi elite in giro sempre per pubblicità siete noiose.

astarte

Sab, 02/11/2019 - 21:57

Dordolio, faccia nomi luoghi e date di detenzione dei soggetti detenuti nell'Europa di oggi per reato di opinione, prego. Il suo è un delirio, spero se ne renda conto, altrimenti si trasferisca dove il carcere per i reati di opinione c'è davvero, così capisce di che cosa si parla. Aspetto documentazione.

astarte

Sab, 02/11/2019 - 22:03

@nunavut, provi a fare un ragionamento: se lei fosse un curdo, parlerebbe delle atrocità delle foibe o forse parlerebbe di quello che hanno fatto a suoi e che ha visto coi suoi occhi? Ecco, io propendo per la seconda ipotesi. Il che non significa affatto che il curdo ritenga che nessun'altra etnia sia mai stata perseguitata e che lui solo sia vittima di atrocità. Mi apre elementare, alla portata di chiunque sia onesto con se stesso e in grado di ragionare. Solgenitzin denunciava i lager stalinisti, un cileno denuncia Pinochet, un ebreo sopravvissuto denuncia i nazisti: non è difficile da capire.