La metà della birra se la bevono le tasse

Aumentano le accise, produttori in piazza contro il governo. Così si affossa un settore che vale 3,2 miliardi e 136mila posti

Le rivoluzioni partono dalle piccole cose. L'indipendenza americana iniziò con quello che i contemporanei classificherebbero come un happening situazionista anni Settanta oppure un più attuale flash mob . Un manipolo di coloni stufi del dominio britannico si presentò nel porto di Boston. Erano vestiti da indiani, nel senso di nativi, e si misero a gettare casse di prezioso tè della Compagnia delle indie nell'Oceano. Quella italiana forse non sarà segnata da una bottiglia di birra anti tasse o da una raccolta di firme dei disc jokey .

Però il fatto che si muovano settori così refrattari a ideologie e quindi non sospettabili di finalità politiche, non può che fare riflettere su un sistema fiscale che si propone di orientare il comportamenti dei contribuenti attraverso stangate fiscali. Che arriva a sanzionare i gusti in fatto di bevande e anche di musica e finisce per penalizzare chi produce, crea lavoro e ricchezza per tutti.

Ieri la protesta di AssoBirra in piazza Montecitorio. I produttori si sono distinti offrendo ai passanti una bottiglia da collezione. Una chiara con un'etichetta anti tasse. «Fisc-Ale, la birra che paghi due volte». L'obiettivo è fare sapere agli italiani che quando si bevono una chiara o una weiss , magari per accompagnare una pizza, lasciano al fisco la metà del prezzo pagato. Molto più di quanto pensino. Soltanto il 27% (3 su 10) sa che vengono applicate delle accise alle bevande alcoliche mentre quasi nessuno sa di pagarle quando beve una birra (5%).

Insomma, 9 italiani su 10 - sottolinea AssoBirra - quando bevono una birra, non sanno di pagare un balzello che in 15 mesi sono aumentati del +30% e rischia di crescere ulteriormente, grazie alle varie clausole di salvaguardia che pendono. Una toppa che i governi applicano sempre più spesso a leggi con coperture traballanti. Gli italiani pensano che la pressione fiscale sulla birra sia sotto il 50%, mentre «oggi un sorso su due della nostra birra», spiegano i produttori, «se lo beve il fisco!».

A sostegno della campagna AssoBirra ha lanciato il tag #rivogliolamiabirra «con l'obiettivo di ridare slancio alla nostra battaglia per far ridurre questa tassa tanto odiata». Le adesioni sono raccolte online in un sito: www.salvalatuabirra.it .

Situazione molto simile anche sull'intrattenimento musicale. Qualche giorno fa, la notizia che uno dei più importanti festival mondiali di musica elettronica da ballo, il Sensation Italy , è stato cancellato per un eccesso di tasse. Ora le associazioni dei disc jokey hanno promosso una petizione per cambiare il regime fiscale che - sempre a fin di bene - fa pagare alla musica registrata, quindi anche a quella elettronica, quasi il 50%, quindi il doppio rispetto a quanto paga quella live.

L'obiettivo è favorire la musica «vera» a forza di tasse. Ma il legislatore non ha fatto i conti con il fatto che, a partire dagli anni Novanta, è difficile distinguere il confine tra i due modi di suonare. L'elettronica ha fuso i due mondi, ma non per il fisco, probabilmente tarato su mangiadischi e orchestrine.

Spiegano le associazioni A-Dj, Aid, Anpad, AssoDj, Silb-Fipe che hanno promosso la raccolta di firme: «Organizzare un evento musicale con un Dj è più oneroso, da un punto di vista amministrativo e tributario, di quanto lo sia uno con un artista che suona dal vivo». L'effetto è che i disc jokey italiani vengono pagati meno dei colleghi che hanno la fortuna di lavorare altrove. Per sfuggire, emigrano, insieme agli imprenditori dell'intrattenimento. A scapito, di chi vuole ballare e anche del fisco.

Commenti
Ritratto di illuso

illuso

Gio, 19/03/2015 - 08:47

Avanti così, tassate anche l'aria che respiriamo così avrete fatto l'en plein. Siete vampiri, iene e avvoltoi.

Klotz1960

Gio, 19/03/2015 - 08:49

I compagni non afferrano che con tali tasse distrutggono posti di lavoro e ricchezza, Anche perche' oggi lItalia produce ottime birre.

SanSilvioDaArcore

Gio, 19/03/2015 - 09:14

Se la metà della birra che bevo va in tasse pago già abbastanza allora... dovrebbero scontarmi resto ajahahahha P.S. i dj per come la vedo io è già tanto che vengono pagati...

vince50

Gio, 19/03/2015 - 09:15

Pretesti molto pretestuosi per tentare di giustificare la continua richiesta di pizzo legale.Se non gli bastano mai noi dobbiamo contribuire,in che modo vengono sputtanati?non ha importanza,basta spremersi.

Marzio00

Gio, 19/03/2015 - 09:39

Se aumenti le tasse in modo indiscriminato c'è il serio rischio di deprimere i consumi, dite che questi aumenti di tasse e gabelle hanno toccato anche altri settori (vedi l'iva del combustibile pallet). Ringraziamo la classe politica!

Beaufou

Gio, 19/03/2015 - 09:44

Consiglio ai fabbricanti di birra: so che non è facile, e forse hanno codice merceologico diverso dalla birra, ma mettetevi a vendere Kalashnikov e relative munizioni. Fra un po' si venderanno come i panini.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 19/03/2015 - 09:46

Questo forse potrebbe giustificare in parte il prezzo folle raggiunto dalle birre artigianali italiane. Sicuramente molte sono buone, ma a metà del prezzo mi bevo volentieri una birra belga trappista industriale. Anche su quella ci sono le accise, giusto?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 19/03/2015 - 09:51

beh ho pagato una birra 15 euro/litro in una birreria dove la producevano, quando trovi al supermercato birre di marca ad meno di 3 euro al litro. Io non so, non penso che quelle di marca facciano schifo aldilà degli aromi e sapori quasi impercepibili.

Libertà75

Gio, 19/03/2015 - 10:14

Tutto regolare, più disoccupati e più sarà colpa di Berlusconi... Fra 20 anni, le persone poco intelligenti diranno che è ancora colpa di Berlusconi.

Ritratto di mirosky

mirosky

Gio, 19/03/2015 - 10:31

klotz1960,se per "compagni" intende i comunisti,la informo che non c'è nemmeno l'onbra dei comunisti nell'attuale governo..

moshe

Gio, 19/03/2015 - 11:17

Chissà cosa ne pensa il cialtrone che si vanta di non mettere tasse! Questo governo di m...a è alla canna del gas, sta in piedi solo massacrando gli italiani.

plaunad

Gio, 19/03/2015 - 12:23

Meglio, cosí si berrá piú vino che é roba nostra.

glasnost

Gio, 19/03/2015 - 12:28

@mirosky : si vergognano di ammettere di esserlo, ma i comunisti ci sono, altroché se ci sono.

agosvac

Gio, 19/03/2015 - 13:27

Non c'è dubbio che oggi in Italia ci sono produttori di birra, anche artigianali, che rappresentano l'eccellenza nel mondo. Ma perché fare rimarcare le accise sulla birra quando quelle sulla benzina sono ancora più gravi e colpiscono molte più persone??? Il problema dell'Italia non è la crisi bensì il fatto che la crisi perduri perché il nostro beneamato Governo la fa perdurare!!! Se solo si prendessero un po' di soldi sprecati nella Pubblica Amministrazione e li si usassero per diminuire le tasse, la crisi finirebbe presto. Purtroppo questo il Governo non lo può fare perché dalla P.A. prende quei voti necessari per sostenerlo!!!!! La P.A., infatti, è tutta di sinistra!!!!!!!!! E' come il cagnolino che per giocare cerca di mordersi la propria coda: gira in tondo e non conclude niente, ma, almeno, è divertente. Questo Governo non è per niente divertente, è delinquenziale.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 19/03/2015 - 14:02

ma i sinistri, lo stato, il governo è costituito da decerebrati o da killer con l'intento di UCCIDERE L'ITALIA??? se tassi fino ad impoverire, non fai girare i soldi, riduci i consumi LE TASSE ERGO GLI STIPENDI DI VOI PAPPONI, POI DOVE LI PRENDETE???? dalla UE??? VI HANNO ORDINATO DI SUICIDARVI E DI SUICIDARCI?? CHI?

Mapagolio

Gio, 19/03/2015 - 14:21

Non e' forse ora di capire che l'unico movimento che vi puo' aiutare sono i 5 stelle hanno un difetto non rubano e sono onesti,si abbasserebbero le tasse se piu' nessuno ruba.Imparate a votare.

luigi.muzzi

Gio, 19/03/2015 - 14:36

si sà che i compagni piace andare in balera con l'orchestra di liscio e bere lambrusco... il resto è solo da tassare.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 19/03/2015 - 17:17

Mapagolio il problema è che sono un pò "zecche" manettare leccagiudici(e con questa cd giustizia non è certo un merito) e ambigui con l'immigrazione..