Milano a passo d'uomo: stangate auto e scooter

Città nel caos per i cantieri, ma il Comune farà pagare l'ingresso in centro pure a moto e veicoli gpl e metano

Milano La beffa dei provvedimenti per la mobilità. Succede che a Milano i provvedimenti pensati «per rendere più facile la vita ai milanesi che si muovono, districandosi nel traffico» si traducano in nuove tasse. Premessa: da circa sei mesi si sono aperti in città i cantieri per la realizzazione di M4, la nuova linea della metropolitana che attraversa Milano da Est a Ovest. Il che significa strade interrotte, mezzi pubblici deviati o cancellati, cittadini che ogni giorno si trovano imbottigliati nel traffico. Ovunque. Da Est a Ovest, in centro come in periferia. Da luglio il centro storico ha visto i primi stravolgimenti alla viabilità, che hanno avuto a settembre, con la ripresa della routine, un impatto devastante sulla circolazione. Per fluidificare il traffico nella Cerchia dei Bastioni (come se le periferie non subissero stravolgimenti) lunedì il sindaco Beppe Sala e l'assessore alla Mobilità Marco Granelli hanno colto la palla al balzo e annunciato una serie di provvedimenti «per rendere più facile la vita ai milanesi che si muovono, districandosi nel traffico congestionato a causa dei cantieri di M4». Tradotto: rendere, se possibile, più cara la vita ai milanesi introducendo nuove gabelle.

Da febbraio, infatti, pagheranno l'ingresso nella Cerchia dei Bastioni (5 euro) anche i veicoli a gpl e a metano, che fino ad ora erano esentati. Stiamo parlando di 8.300 ingressi al giorno da parte dei veicoli gpl e di 4.150 quelli dei veicoli a metano. Il motivo? «I mezzi gpl e metano producono le stesse emissioni di un mezzo benzina o diesel di pari classe euro». Ma Area C (C come «congestion») era nata nel 2012 come un provvedimento anti traffico e non anti inquinamento, come invece sta facendo credere la giunta Sala. Sembra un nominalismo ma non lo è: il succo è una nuova tassa. In sostanza: se nel 2012, anno di nascita di Area C, i veicoli gpl e metano erano più «ecologici», ora non lo sono più. Peccato, poi, che gli stessi mezzi non siano considerati inquinanti dal Ministero dell'Ambiente e dallo stesso Comune di Milano, che ha aderito all'iniziativa ICBI Iniziativa Carburanti a Basso Impatto. L'accordo di programma siglato da 674 comuni, tra cui appunto il Comune di Milano, prevede uno stanziamento di 1,8 milioni di euro per il 2016 per chi trasforma l'auto a metano o gpl. «Su Area C Sala parla di scelta coraggiosa. E dove sarebbe il coraggio? Forse nel far pagare il pedaggio da febbraio anche ai veicoli alimentati a metano, gpl e bifuel? - attacca Mariastella Gelmini coordinatrice lombarda di Forza Italia -. Ma i milanesi capiscono che questa giunta, come la precedente, vuole solo fare cassa».

Tra i provvedimenti introdotti anche il divieto di ingresso ai diesel Euro 3 dei residenti del centro (i diesel euro 3 sono banditi dalla cerchia): fino al 15 ottobre 2017 potranno accedere 40 volte gratis, poi non potranno più entrare. Da febbraio sarà vietato l'ingresso ad Area C anche per i diesel Euro 4 senza fap (filtro antiparticolato). Tra i 100 e i 200 euro è la tariffa richiesta (da febbraio) ai bus turistici Euro 5 e 4 per entrare in centro, contro i 5 euro che pagavano attualmente.

L'assessore alla Mobilità del Comune Marco Granelli ha preannunciato che il prossimo step sarà la tassazione - pardon, l'applicazione del ticket - anche alle due ruote. Il motivo? «Anche moto e motorini contribuiscono alle emissioni di Pm10». Peccato che se si parla di traffico non si può certo dire che moto e motorini creino congestione, anzi. Certamente contribuiranno a fare cassa.

Commenti

lucaverdini

Mer, 12/10/2016 - 09:03

Sono d´accordo con il provvedimento, si usi meno l ´auto e di piu´i mezzi pubblici

Ritratto di italiota

italiota

Mer, 12/10/2016 - 09:04

è tutto un magna-magna. Del resto i vari dirigenti comunali devono essere mantenuti pure loro, come i politici, alle spalle dei contribuenti. Peraltro tassare i motoveicoli è davvero assurdo...poi vedi certi TIR in giro per Milano che inquinano in modo assurdo e nessuno che li ferma

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 12/10/2016 - 09:06

A Milano sono bravi a fare "cassa". Paghiamo di tutto e di più. Paghiamo anche per chi non paga.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 12/10/2016 - 09:22

milano ha votato per un sinistronzo. pagate, pagate. e votate ancora pd alle prossime elezioni ahahah

alberto_his

Mer, 12/10/2016 - 09:24

Effettivamente motoveicoli e veicoli gpl/metano erano discriminati: ora ci si è ricondotti a condizioni di parità. Si faccia buon uso di questo introito supplementare.

steacanessa

Mer, 12/10/2016 - 09:37

I merenderi sono bravissimi con i soldi degli altri. Che bellinoni gli abitanti di Milano!

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 12/10/2016 - 09:37

Perchè non configurare il reato di truffa visto che molti automobilisti sono stati indotti a cambiar veicolo proprio perchè certi di poter circolare in zona a traffico limitato con autovettura "ecologica".

Fjr

Mer, 12/10/2016 - 09:56

Bel sindaco,così sono capaci tutti a far soldi

carpa1

Mer, 12/10/2016 - 10:08

Una cosa è certa: se i milanesi (intesi come residenti e non certo i DOC) hanno scelto ancora la sx significa che i pirla non sono solo coloro che albergano nelle stanze comunali. Godeteveli e arrivederci alle prossime elezioni dove sarete pronti a farvi abbindolare di nuovo.

linoalo1

Mer, 12/10/2016 - 10:35

Quale migliore occasione per utilizzare Mezzi Pubblici????

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 12/10/2016 - 11:17

...forse il Sindaco ha tanta "indimenticabile"nostalgia di Pontresina che vuole trasformare il centro in una salubre area di aria di montagna, nella quale al posto della neve e dell'ossigeno scendono Fiocchi di euro per adagiarsi dolcemente sulle casse rosse sempre in rosso senza risultati degni di nota.....comunisti travestiti.... Cari milanesi, carissima(per viverci) Milano, li avete voluti ancora una volta, Pisapia non vi è bastato, ora teneteveli, magari, alla gauche cachemire, che frequenta e vive il quadrilatero, Sala costruirà intorno una rete antiuomo per evitare contatti con il proletariato extra casta.

Ritratto di wilcoyote53

wilcoyote53

Mer, 12/10/2016 - 11:22

Facile fare i gay con le natiche altrui

fer 44

Mer, 12/10/2016 - 11:27

Milanesi!!!! Avete votato Sala o non avete votato? PEDALATE ORA!!!!!

gianpet

Mer, 12/10/2016 - 12:14

Ditemi che è una bufala...Per pietà !

releone13

Mer, 12/10/2016 - 13:40

....milano è perfettamente servita con i servizi pubblici, per cui li usino.....se vogliono usare l'auto, paghino.....meno mezzi a motore meno inquinamento, per cui va benissimo.

LUCATRAMIL

Mer, 12/10/2016 - 14:03

Sala vuol già togliere i tram da Bonaparte, quindi è nel solco anti tram di chi ha soppresso il 33 in Porpora, ha bloccato gli scambi a sx, imposto il distanziamento alle fermate anche dove ci stanno 2 tram (tanto perdiamo tempo noi, mica loro con l'auto blu), non ha varao nuove linee ecc. Eppoi la polvere dei freni crea più Pm10 del carburante (infati da Euro0 a euro6 non è cambiato nulla. Quindi usare solo TPL no motoclicli nè auto