Milano, scioperano le mense ma non per gli immigrati

Niente pasti ai bimbi delle scuole, ma il cibo sarà garantito nelle strutture dove mangiano gli stranieri

Milano - Due tramezzini farciti con mozzarella e pomodoro e budino al cioccolato, rigorosamente equo solidale. Questo il menù previsto per i 65mila bambini delle scuole dell'infanzia e delle primarie di Milano, per le giornate di lunedì e martedì prossimo. Niente menu e pasti speciali per chi ha richiesto la dieta etico-religiosa o sanitaria. Questi 10.973 bambini dovranno portarsi da casa il cibo adatto loro.

Non sarà così per tutti gli utenti di Milano Ristorazione, la municipalizzata che serve pasti anche a bambini ed educatori ospitati nelle Case vacanze, alle residenze assistenziali per anziani, agli ospiti dei centri di accoglienza, ai richiedenti asilo e rifugiati, ai centri multiservizi anziani e ai centri diurni per disabili, considerati dal Comune «fasce protette». Per loro sarà garantito, come prevede il contratto di servizio siglato tra il Comune di Milano e Milano Ristorazione spa, appunto, il cosiddetto «pasto di emergenza» (il 26 ottobre, giorno dello sciopero, era composto da pasta in bianco e tonno in scatola) diverso dal menù abituale, ma comunque migliore rispetto a due fette di pane confezionato con pomodoro e mozzarella, riservato a bambini che frequentano materne ed elementari a tempo pieno. Non solo, non sarà nemmeno servita la frutta a metà mattina perché il personale che la distribuisce sarà riunito in assemblea.

Ma non per tutti, appunto: «L'erogazione del servizio per i Centri di Prima Accoglienza - recita il contratto - avrà luogo per tutti i giorni dell'anno e comprenderà colazione, pranzo e cena». «Come previsto dal Contratto di Servizio tra Comune di Milano e Milano Ristorazione - il comunicato dell'azienda - lunedì 12 e martedì 13 saranno garantiti i servizi di ristorazione per le fasce protette: nidi d'infanzia, Rsa, Case Vacanza, Sprar, Cma e Cdd (servizi minimi essenziali riconosciuti dalla legislazione)». La legge di riferimento sono le «norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali» che al punto 18 cita i servizi educativi e scolastici.

A lasciare perplessi in questa vicenda, fatto salvo che a Milano siamo al secondo sciopero in poco più di due settimane, è il criterio utilizzato dalla legge per definire le «fasce deboli». Non si capisce perché, infatti, un bambino di due anni sia più «debole» di uno di tre, che certamente durante un'intera giornata spesa alla materna avrà bisogno di molte energie. Stesso discorso per un bambino di 6 anni che frequenta il tempo pieno: non ci capisce come possa affrontare l'intera giornata di scuola con soli due tramezzini nello stomaco. Ma tant'è: il bambino tra i 6 e i 10 anni è considerato per legge, e per il Comune di Milano, più forte di un giovane immigrato che magari passa le sue giornate seduto su una panchina.

Commenti
Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Ven, 09/11/2018 - 10:20

In una parola... CAGASOTTO

strade-italiane

Ven, 09/11/2018 - 10:33

Se non è una guerra agli italiani questa.....

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 09/11/2018 - 10:36

Mi sembra giusto, altrimenti i padroni africani si infuriano e poi interviene Afroitalian Power della Kyenge e son dolori e denunce per tutti.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Ven, 09/11/2018 - 10:44

Mi fate vomitare.

lento

Ven, 09/11/2018 - 10:46

Vengono prima i clandestini neri: Come vengono trattati gli animali "che non hanno la parola"cosi i clandestini ! Se questo non e' razzismo all'incontrario allora cose'?

Gianni11

Ven, 09/11/2018 - 10:49

Ma si capisce, no? Ai komunisti contano di piu' le loro "risorze" che i bambini italiani. I bambini italiani saranno " fascisti".

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 09/11/2018 - 10:51

... mi sembra normale, i bambini(specialmente quelli italiani)non servono alla causa dei clandestini importati dai comunisti in italia per arricchirsi e per ciò possono stare digiuni, gli invasori no quelli devono mangiare, in modo che la caritas, le coop, le onlus, le ong insieme al pd possono fare la cresta!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 09/11/2018 - 10:51

La stupidità di questo articolo è disarmante. E' una legge dello Stato a stabilire chi è in categoria "protetta" e chi no, non certo il Comune di Milano o qualsiasi altro quindi ... Salviniiiiiiiiiii!!!! C'è una legge da cambiareeeee!!! ... Un'ultima considerazione riguarda il fatto che se si dovesse chiedere ai bambini se preferiscono pasta in bianco e tonno o tramezzino e budino chissà cosa rispondono!

Cheyenne

Ven, 09/11/2018 - 10:54

ITALIA UN PAESE DI MATTI. POTREMMO ESSERE I PRIMI AL MONDO E SIAMO INVECE NEL TERZO MONDO

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 09/11/2018 - 11:01

"Milano, scioperano le mense ma non per gli immigrati... e bambini ed educatori ospitati nelle Case vacanze, alle residenze assistenziali per anziani, agli ospiti dei centri di accoglienza, ai richiedenti asilo e rifugiati, ai centri multiservizi anziani e ai centri diurni per disabili". Insomma... mangiano tutti tranne i bimbi dell'asilo e delle elementari che dovranno accontentarsi di tramezzini e budino, ma a voi preme "indignare" i vostri lettori facendo presente che anche gli immigrati mangeranno!

Geegrobot

Ven, 09/11/2018 - 11:09

Grazie a gente col pensiero profondo come Elkid

buri

Ven, 09/11/2018 - 11:11

incredibile, i responsabili di questi fatti andrebbero perseguiti penalmente

oracolodidelfo

Ven, 09/11/2018 - 11:11

Salvini intervieni a livello statale. O tutti mangiano o non mangia nessuno! Per quale motivazione scioperano gli addetti di Milano Ristorazione? Yusuf al Salah vergogna!

Boxster65

Ven, 09/11/2018 - 11:12

Finchè ci sarà il sindaco Salah, le cose continueranno ad andare allo sfascio.

Royfree

Ven, 09/11/2018 - 11:12

Ogni giorno la conferma che viviamo in un paese di mxxxa e che, chi può, non pagare le tasse è un atto dovuto e giustificato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 09/11/2018 - 11:17

Giusto le risorse bisogna trattarle bene,ci portano lavoro e soldi e parecchi furti e stupri di donne con omicidio.L'intelligenza della sinistra è forse più arretrata del medio evo,non esiste stato dove comandano i komunisti che vedi la gente ridere.

noside863

Ven, 09/11/2018 - 11:20

Cheyenne per me è che siamo un popolo di ignoranti.

titina

Ven, 09/11/2018 - 11:21

Cioè : prima gli immigrati.

Fjr

Ven, 09/11/2018 - 11:29

Così sono sicuri che non ci saranno nuove leve di italiani a fare le pulci ai rossi,

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 09/11/2018 - 11:30

Ma gli sta bene, se lo sono voluto, che continuino a votare pd..

mariod6

Ven, 09/11/2018 - 11:30

Gli operatori di questa organizzazione non hanno figli a scuola ma certamente il cervello all'ammasso. date a mangiare ai caproni ed ai loro soci, mediatori culturali, interpreti, sostenitori, assistenti ecc. I bambini italiani o no possono anche arrangiarsi, mica moriranno se non mangiano per una mattina !!! Il caprone invece si !!!! Magari..!!!!

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 09/11/2018 - 11:33

Mantenere una massa di oltre 700.000 immigrati clandestini, per la maggior parte senza identità, o con un'identità auto certificata, perché la prima cosa che fanno è buttare i documenti, può portare a una ribellione degli stessi, se li lasci senza mangiare. Speriamo che il corposo taglio dei guadagni alle coop rosse e le false onlus clericali, metta un grosso bastone fra le ruote ai falsi buonisti, con i soldi degli altri. La pacchia è finalmente FINITA. Grazie Salvini.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Ven, 09/11/2018 - 11:37

@MIKI59 ho il tuo stesso voltastomaco

karlo999

Ven, 09/11/2018 - 11:38

VERGOGNA!!!!!!Neppure i bambini hanno diritti superiori ai PARASSITI!!!!Siamo messi proprio male.

steluc

Ven, 09/11/2018 - 11:47

Beh , i milanesi han votato per Sala e la sx , quindi loro e i loro figli saranno sicuramente entusiasti di cedere le loro Kcl per il bene supremo, l’integrazione, l’inclusione, l’interiezione, l’intercultura, cittadini ( a digiuno ) del mondo unitevi contro i rassismi e i fassisti che pretendono che i bambini mangino , un atto reazionario!

Morker83

Ven, 09/11/2018 - 11:50

Anche ai rifugiati e ai richiedenti asilo non viene dato il pasto. Leggete prima di commentare. Solo nei centri di prima accoglienza viene garantito il pasto. E nei centri di prima accoglienza non ci sono solo stranieri.

antonioarezzo

Ven, 09/11/2018 - 12:36

GODETEVI SALA MASSA DI DECEREBRATI PIDIOTI....

albyblack

Ven, 09/11/2018 - 12:37

il punto è che sono solo "Il Giornale" e pochi altri 'media' a fornire queste notizie. In questo modo, la cosiddetta 'opinione pubblica' non sa, è tenuta all'oscuro. E situazioni come quelle descritte nell'articolo permangono. Poi, se qualcuno osa dire qualcosa, i soliti buonisti-masochisti ti danno del "razzista". Ormai qui è un razzismo al contrario

lappola

Ven, 09/11/2018 - 12:54

Sempre peggio andiamo. Ogni volta peggio della volta prima. Proprio ci vogliono portare alla rivoluzione. Arriverà, se continua di questo passo arriverà, e allora ....

Malacappa

Ven, 09/11/2018 - 13:50

Chiaro facciamo morire di fame gli italiani le risorse non si toccano loro si sono importanti