Minacce e boicottaggi: la dura vita in Toscana della sindaca leghista

A Cascina le intimidazioni della sinistra: "Esponete un cartello contro questi razzisti"

La storica vittoria della sindaca leghista Susanna Ceccardi spaventa la sinistra di Cascina (Pisa) che, evidentemente a corto di argomenti concreti, ora passa alle minacce. Sta girando un volantino su Facebook e tra i negozi della cittadina toscana, con uno slogan inequivocabile con tanto di hashtag: #boicottacascina.

Dopo la risciacquata che la giovane ha dato alla sinistra locale che governava da 70 anni, gli antagonisti rossi passano alla riscossa con un bel «iniziamo a metterci la faccia». E il comunicato continua: «Avete votato i razzisti? Eravate liberi di farlo! E io sono libero di portare i miei soldi da un'altra parte. Gli esercizi cascianesi vogliono continuare a fare affari? Espongano un bel cartello che non hanno votato candidati razzisti. Fate girare». Un messaggio inquietante sia per i contenuti che per i metodi, vagamente mafiosi. Viene, infatti, da chiedersi che cosa accadrebbe, secondo gli autorevoli mittenti di questo volantino, agli esercizi che si rifiutassero di esporre questo delirante manifesto fuori dai loro negozi, magari proprio perché domenica hanno votato la candidata del Carroccio. Non una razzista, come dicono loro, ma semplicemente una candidata, democraticamente eletta dal popolo. Che cosa significa poi «vogliono continuare a fare affari?» che se non fanno come dicono loro, potrebbe accadergli qualcosa? Il fatto è che Susanna Ceccardi, dal basso dei suoi 29 anni, fa paura. Nessuno ci avrebbe scommesso un euro bucato fino a quindici giorni fa, eppure la «ragazzetta» snobbata dal sindaco uscente del Pd, poi sconfitto, Alessio Antonelli (ha ottenuto appena 101 voti in più del suo sfidante), è diventata grande. È la prima sindaca leghista a guidare un'amministrazione toscana. Mai nessuna donna prima di lei (solo un sindaco del Carroccio nel 1999 a Bagni di Lucca), come nel 2011, quando venne eletta consigliere comunale, anche in quel caso la prima nella provincia di Pisa. Nel ruolo di mosca bianca, anzi «verde», si trova benissimo e va avanti per la sua strada: «In molti, in questi anni, mi prendevano in giro. Gli stessi che, oggi, sono stati sconfitti». Quegli sconfitti che le stanno mettendo sale nel serbatoio, facendo girare messaggi intimidatori rivolti ai commercianti. La Ceccardi aveva già ricevuto minacce quando sei mesi fa su Facebook contestò la canzone Imagine di John Lennon: l'8 gennaio 1.300 bambini cantarono il brano sotto al municipio in occasione di una festa organizzata dal Comune con le scuole. Un'idea del sindaco Antonelli. «Cosa dice la canzone? - scrisse la Ceccardi in un post che ebbe più di mille condivisioni - Dice immagina... Immagina un mondo senza religione, senza paradiso, senza proprietà privata. Qualcuno lo ha immaginato davvero questo mondo, e lo ha realizzato. Si chiama comunismo e ha fatto milioni di morti. La musica sarà anche carina, ma le parole sono aberranti. Andrebbe spiegato ai bambini che sono stati usati per questa ennesima pagliacciata». Ceccardi venne minacciata. Oggi però è diventata sindaco. E le minacce continuano. «Come si cambiano le cose? Come mi ha insegnato Salvini: con il coraggio». E lei, per ora, sta dimostrando di averne da vendere.

Commenti

semprecontrario

Gio, 23/06/2016 - 09:08

i piddini sanno fare sol questo

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 23/06/2016 - 09:22

Penso di averlo scritto che non avrebbe avuta vita facile.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 23/06/2016 - 09:29

Ma noooo?Sono solo consigli "democratici" dei pd.oti

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Gio, 23/06/2016 - 09:44

contro la Lega c'e' un odio che non esiste contro nessun'altro partito politico. Questo dimostra che la Lega purtroppo e' la sola e vera forza anti-sistema. Se parli di autodeterminazione ti possono anche eliminare fisicamente.

il corsaro nero

Gio, 23/06/2016 - 10:02

Questa è la democrazia dei sxxxxxxxxxi!

Emiliotoscana

Gio, 23/06/2016 - 10:12

Sono toscana e purtroppo conosco da troppo tempo i comunisti,ora si chiamano democratici e questa è la balla più grossa. Quando perdono i comuni rossi chi subentra dopo poco è la causa dei debiti e delle cose non fatte. Vedi Amps Livorno 40 Ml di debiti. Attenti ai dirigenti che comandano nel comune da una vita, BUON LAVORO.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Gio, 23/06/2016 - 10:12

"Si chiama comunismo e ha fatto milioni di morti." Hanno creduto in quella roba li ed ora gli è rimasto l'orgoglio di fare la spesa alla COOP , di comportarsi in modo politically correct ed ora il loro "Migliore" si chiama Renzi , poverini..... Troppo fascisti per cambiare, sono pure discriminatori verso i loro paesani!

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 23/06/2016 - 10:15

Sinistra, Democrazia - Termini incompatibili fra loro.

Libertà75

Gio, 23/06/2016 - 10:45

mi sembra chiaro che gli elettori PD si dichiarino antidemocratici e xenofobi... se Renzi fosse uno statista scioglierebbe il PD stesso

swiller

Gio, 23/06/2016 - 10:51

Dove c'è sinistra regna delinquenza e criminalità.

gneo58

Gio, 23/06/2016 - 10:53

bisogna capirli, sono "democratici"il rispetto per la democrazia e le opinioni diverse altrui e' una priorita'. Battute a parte da cio' si evince la testa marcia di tanta gente che chissa' perche' vota pd

nordest

Gio, 23/06/2016 - 10:55

È normale che una leghista in Tosca abbia un vita dura : stai lavorando in un covo di vipere perdi più rosse.

buri

Gio, 23/06/2016 - 10:56

il fascismo rosso in azione, cosa aspetta la magistratura ad intervenire? ma fprse il rosso è garanzia di impunità

montenotte

Gio, 23/06/2016 - 11:02

Credevo che la mafia fosse confinata solo in Sicilia. Ma in questo caso penso che il PD di Cascina abbia preso appunti. Forse è meglio togliere la parola Democratico dal simbolo almeno uno è più tranquillo.

nordest

Gio, 23/06/2016 - 11:04

Ma dove la libertà di voto questi comunisti sono proprio dei miserabili ; rubano distruggono il loro paese è ancora vogliono essere applauditi e votati ,pura follia.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 23/06/2016 - 11:09

Un classico. I kattokomunisti, razzisti al contrario, NON sanno perdere. Non si rassegnano al voto POPOLARE loro, che del POPOLO hanno sempre fatto la propria bandiera. Gli abitanti di Cascina hanno scelto e se NON hanno scelto voi DOPO 70 ANNI, un motivo ci sarà. Invece del lamento, chiedetevi il perchè e RASSEGNATEVI. Questa e' l'onda lunga che vi spazzerà via. Gli elettore non hanno l'anello al naso, come credete.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 23/06/2016 - 13:27

se passo da Cascina vado a fare spesa.

routier

Gio, 23/06/2016 - 14:57

E' la "democrazia" in versione PD! Tipo: se state con noi, allora siete intelligenti, democratici, colti e civili. Se siete nostri avversari, allora siete dei trogloditi, razzisti, xenofobi, nazisti, ignoranti e antidemocratici. Il giudizio è servito! Ma come ha già detto qualcuno, gli elettori non hanno l'anello al naso.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 23/06/2016 - 16:37

io voglio fermarmi un week end a Cascina. Mangiare, bere e passeggiare per il Paese. Sono convinto che ora e' bello

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 23/06/2016 - 17:05

Il discorso che fanno, che bisogna esporre un cartello antirazzista, a Cascina, per continuare a vendere i prodotti è certamente intimidatorio e discriminatorio, ognuno vota per chi gli pare, senza essere discriminato. Tuttavia, anche questa Ceccardi mi sembra un bel tipetto. La canzone "Imagine" di John Lennon sarà pure comunisteggiante, anti-nazionalista, pacifista, ecc., tuttavia non si riferisce a nessun regime statale comunista in particolare, è una specie di sogno ad occhi aperti in una società ideale che l'autore riteneva migliore. Non si passa da "Imagine" allo stalinismo, tanto per capirsi. E poi "Imagine" è considerata una delle più belle canzoni che siano mai state scritte in assoluto. Lo dico perché non vorrei che la Ceccardi, da nuova sindaca leghista, finisca per essere intollerante e vietasse in Comune le canzoni che a lei non piacciono, commettendo lo stesso errore che stanno commettendo i suoi oppositori.

Cascinesedoc

Gio, 23/06/2016 - 21:46

Io che sono cascinese posso dirvi che tutto il paese compreso il parroco erano indignati che per le vacanze natalizie i bambini non avessero cantato come tutti gli anni precedenti canzoni a tema il tutto per non turbare la sensibilità dei bambini islamici. Cascina fino a qualche anno fà era un oasi felice , adesso ogni notte ci sono furti basta leggere i giornali locali per rendersene conto. Campi nomadi abusivi lungo la superstrada pisa firenze e come ciliegina sulla torta un paio di mesi fa gli abitanti di una piccola frazione si sono svegliati una mattina e si sono trovati un agriturismo semifallito trasformato in centro di accoglienza con 35 immigrati buttati li in un recinto. Non meno importante è da segnalare che i posti in comune, partecipate,e società amiche se le sono tramandate di padre in figlio e oggi ai nipoti e naturalmente agli amici. Scusate la lungaggine