Il ministro Trenta sposta il marito in "conflitto d'interessi"

Il primo provvedimento del neoministro alla Difesa, Elisabetta Trenta? Spostare il marito in "conflitto d'interessi"

Il governo avrebbe già risolto il primo "conflitto di interessi" che rischiava di gettare un'ombra sulla Difesa. Il primo atto del neoministro Elisabetta Trenta, infatti, sarebbe stato quello di chiedee il trasferimento del capitano Passarelli - suo marito - da ufficiale addetto alla segreteria del vice direttore nazionale degli armamenti all'ufficio Affari Generali, come rivela l'Ansa citata da Huffington Post.

Uno spostamento "per questioni di opportunità", rivelano fonti vicine al ministro, agli Affari Generali, nonostante "non si sia mai occupato di acquisti o contratti". Ma si tratta di una mossa che non dribbla del tutto le critiche. "La decisione della neoministra della Difesa Trenta di trasferire di ufficio il marito, capitano dell'esercito impiegato presso il ministero, è la conferma che le nostre denunce di conflitto di interessi erano pienamente fondate, sebbene siano state accolte nel totale silenzio del premier Conte, dei vice Di Maio e Salvini e dei maggiori esponenti M5s, a partire da Grillo e Di Battista", accusa infatti Michele Anzaldi (Pd), "Ma siamo di fronte ad un semplice palliativo che serve a confondere ancora di più le acque: la ministra faccia chiarezza sui suoi rapporti con il settore privato della guerra, sulle attività di reclutamento di mercenari da parte della società per cui lavora da 21 anni e sui suoi rapporti con i servizi segreti".

Commenti

fifaus

Lun, 04/06/2018 - 22:53

Da che pulpito...proprio senza pudore!

Popi46

Mar, 05/06/2018 - 06:32

Ho sempre considerato il “conflitto di interessi” una bandiera ideologica impugnata dalla intellighentia di sinistra nella sua feroce lotta contro Berlusconi. Essere proprietario di alcuni (e seguiti) mezzi di informazione nell’era di Internet non mi è mai sembrato un limite alla mia capacità di valutare i fatti secondo le “mie” idee. Comunque il conflitto di interessi tocca tutti coloro che lavorano nel “pubblico”,a cominciare dal semplice impiegato che,ad es, dovendo rilasciare un certificato di residenza, all’amico lo consegna in mezza giornata,allo sconosciuto dopo tre giorni...

Duka

Mar, 05/06/2018 - 07:25

In questo nuovo governo tutti cercano di mettersi in prima fila e crearsi visibilità. Trovo strano che il ministero tra i più importanti per i cittadini e cioè la Sanità Pubblica sia assente eppure di problemi in sanità ce ne sono a iosa a partire dalla base . Mah, farà la preziosa o non sa che pesci pigliare?

gabriella.trasmondi

Mar, 05/06/2018 - 07:34

quasi quasi rimpiango la Pinotti.

audionova

Mar, 05/06/2018 - 09:17

e che misura porta di mutande?

Lexius

Mar, 05/06/2018 - 19:08

Considerando la "ministra", il suo maritino non dovrebbe essere un capitano trentenne ma probabilmente un ex maresciallo "imbucato" al Ministero o un già dipendente civile dello stesso ministero che, come lei, risulti nella "riserva " , o comunque un "richiamato" che ha preso il grado dopo un corso di poco più di un mese con le "stellette". In ogni caso l'opportunità sarebbe toglierlo dal Ministero e mandarlo in ufficio o caserma periferica, ad occuparsi di fogli matricolari .