Mps boom: +58% in una settimana E Renzi insiste: «Futuro bellissimo»

La Borsa punta sul rilancio (+13% ieri). Il nodo Stato azionista

Cinzia Meoni

Monte Paschi mette il turbo in Piazza Affari in attesa del consiglio di amministrazione che lunedì darà il via libera all'operazione di rilancio e approverà i conti del trimestre: il titolo, che tra il 5 e il 17 ottobre era rimasto immobile a 0,17 euro, ieri ha chiuso la seduta in rialzo a 0,27 euro, con un balzo del 13 per cento. In una settimana il balzo raggiunge i 58% punti percentuali (+44,5% nell'ultimo mese).

Vorticosi gli scambi: sono passati di mano 348mila pezzi, pari sei volte la media giornaliera dei tre mesi e al 12% circa del capitale di Rocca Salimbeni. In quattro giorni è così stato scambiato il 56% del Monte. È peraltro vero che, per puntare una fiche sul salvataggio, l'ennesimo, di Mps e mettere nel proprio portafoglio una manciata di titoli senesi, basta l'equivalente di quanto occorre per tentare la fortuna con un «Gratta e Vinci». Negli ultimi 11 anni, in effetti, Rocca Salimbeni ha bruciato in Borsa, aumenti compresi, una trentina di miliardi.

Mentre il mercato continua a interrogarsi sulle misure che saranno previste dal nuovo piano industriale firmato dall'ad Marco Morelli, oltre che sulla agognata discesa in campo dei grandi investitori esteri (dai fondi sovrani del Medio Oriente ai fondi di investimento Usa) a sostegno del maxi-aumento di capitale in programma (cinque miliardi l'importo massimo previsto), il premier Matteo Renzi non ha voluto far mancare il suo sostengo morale al gruppo. «Mps ha uno straordinario passato e avrà uno straordinario futuro», ha intervenuto ieri il presidente del consiglio a Bruxelles. Dall'ultima volta che Renzi è intervenuto in termini così fiduciosi sul destino di Rocca Salimbeni, dicendo che scommettere su Mps sarebbe stato «un affare», il titolo ha perso i due terzi del suo valore in Borsa: il 21 gennaio scorso, infatti, l'azione quotava 73 centesimi, contro i 27 centesimi di ieri.

Senza contare quanto sia inopportuno per il premier intervenire su una società quotata, di cui lo stesso Stato è diventato il primo azionista con il 4%, come conseguenza dei Monti bond. Il punto cruciale è infatti non sollevare neppure il dubbio di un'eventuale asimmetria informativa. Ragionamento questo che vale ancora di più se, come nel salvataggio della Rocca, sono coinvolti anche due ex ministri della Repubblica. Vittorio Grilli ricopre infatti un ruolo chiave nel Paese per Jp Morgan, la banca d'affari americana che ha firmato, con Mediobanca il piano all'esame del cda di lunedì. L'ex capo azienda di Intesa Sanpaolo e ministro del governo Monti, Corrado Passera ha invece proposto un percorso alternativo, che il vertice di Mps si è riservato di vagliare. «Quale tra gli ex ministri si preferisce non è un mio problema», ha commentato il premier per poi concludere: «Quello che mi interessa è che i correntisti siano salvi e che ci sia spazio di azione in futuro per Mps come per altre banche. Ma questo lo abbiamo sempre fatto: nessun correntista ha perso un centesimo». Peccato che, proprio un anno fa, siano stati travolti dalla crisi dei loro istituti gli obbligazionisti subordinati e gli azionisti di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti, che si sono visti azzerare i loro titoli per un totale di 3,4 miliardi.

Commenti
Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 22/10/2016 - 08:59

Avrete tutti notato che ci indicano sempre un futuro glorioso, ma intanto ce lo teniamo ben piantato nel...retropresente.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 22/10/2016 - 09:17

Se Renzi mettesse lo stesso impegno che usa per le banche anche per l'evasione fiscale o la disoccupazione giovanile staremmo meglio della Svizzera.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 22/10/2016 - 09:18

giocano con le bolle

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 22/10/2016 - 09:20

Voglio proprio vedere chi si scandalizzerà quando, tra pochi mesi, i soci veri delle "povere" banche "bisognose" si spartiranno dividendi faraonici. Voglio proprio vedere!

routier

Sab, 22/10/2016 - 10:11

Purtroppo c'è sempre qualche ingenuo che crede nelle "strane" alchimie dell' economia bancaria, dove a guadagnare sono i soliti noti ed a perdere, quelli che, nonostante i pregressi, continuano a mettere i soldi in certe banche.

flip

Sab, 22/10/2016 - 11:23

il titolo MPS è salito? chi ha comperato? non il normale cliente che si è fatto furbo. allora i titolo l' hanno comperato loro stessi sperando che i boccaloni ci siano. mi auguro per "chi ha comperato" che il titolo rimanga com' è oggi o salga ancora. ma ne dubito. Il titolo è salito? allora vendiamo e ci guadagniamo qualche cosa. SPECULATORI PATETICI. il mps è cotto.

allagrande

Sab, 22/10/2016 - 11:29

i correntisti non hanno perso un centesimo. si tratta di clienti che tengono i fondi sul conto corrente. obbligazionisti e soprattutto azionisti sono un altra cosa. Rischiano e se va bene guadagnano, se va male perdono. Dovrebbero saperlo già in partenza.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 22/10/2016 - 11:51

Sarà un futuro bellissimo per le banche e direttori e vicedirettori questo sicuramente.

giosafat

Sab, 22/10/2016 - 12:20

Da cliente di Antonveneta mi sono trovato, mio malgrado, cliente del Monte e il futuro è 'talmente bellissimo' che ho provveduto ad azzerare il conto e a migrare vestro altri lidi, mgari altrettanto insicuri ma più puliti. E da quel che sento la fuga sta diventando corposa. Ciaone.....

puntopresa10

Sab, 22/10/2016 - 12:37

Ti dicono sempre:studia sodo,prendi ottimi voti e trova un posto fisso.Non imparano niente sul denaro,ma molto su chi si approfitta della loro ingenuità,finendo per faticare come degli schiavi per tutta l'esistenza.Il processo si tramanda alla generazione seguente di grandi lavoratori.Questa è la corsa del topo.Vi siete accorti che date il vostro denaro a persone che alla bene meglio prendono 1500 euro al mese.Consulenti finanziari che ti vendono prodotti come i piazzisti,ma che non ti danno mai una dritta come guadagnare in velocità,che ti dicono che non è per te,che è roba per ricchi,solamente perché non lo sanno fare e ti rubano i soldi per darli ai ricchi.

celuk

Sab, 22/10/2016 - 12:47

ha parlato renzi... ora MPS fa la fine della sonda marziana...

lawless

Sab, 22/10/2016 - 14:41

dimostrazione lampante di come i burattinai muovono i fili a livello internazionale: fanno resuscitare i morti! (si fa per dire, il morto vero che c'è stato non è dato ancora di sapere del perché è morto)

antipifferaio

Sab, 22/10/2016 - 14:59

E' l'economia dei clic...ovvero il nulla assoluto. Spostano capitali, cioè numerini sul monitor di qua e di la'. I Giornaloni ne danno notizie (e risalto) ma solo perchè un impiegato di banca nominato a governare l'Italia esulta...così il gioco per i fessi è fatto. Una virgola spostata e ll futuro è rosa. Ormai viviamo nella casa degli specchi...e degli spettri....Quando la casa crollerà per mancanza di "manutenzione" allora ci ritroveremo a contatto col mondo esterno e la nuda realtà...

unosolo

Sab, 22/10/2016 - 16:22

esistono cordate che fanno bello il cattivo tempo , ne sono convinto e forse dopo il consiglio ,,,,,,,

miky2010

Sab, 22/10/2016 - 16:49

CONTINUA LE STRANE ALCHIMIE FINANZIARE DELLA BORSA, E DEI GRANDI IMBROGLIONI FINANZIARI!! MA COSA E' CAMBIATO RISPETTO AD UNA SETTIMANA FA' PER GIUSTIFICARE U SIMILE RIALZO SE NON QUALCHE "FUGA" DI INFORMAZIONI RISERVATE SU QUALCHE ENNESIMO AIUTINO DI STATO!! CHE FARA' ARRICCHIRE I SOLITI AMICI!! SCOMMETTIAMO CHE.....

cgf

Sab, 22/10/2016 - 18:40

lunedì il titolo precipita, Renzi ha gufato

flip

Dom, 23/10/2016 - 08:53

allagrande. come fa a dire o pensare che i correntisti non hanno perso un centesimo? I correntisti sono i polli delle banche. sono solo da spennare. Provi a depositare il suo gruzzolo in qualche banca. Lei ha solo un numero, (il saldo) i suoi soldi sono subito venduti e poi lo imbrogliano con la scusa di acquistare la loro "sicura" carta igienica. Con questo, coprono il prelievo (furto) e lei ha solo cartaccia .Lei ha depositato denaro fresco ma non lo rivedrà più! Oltretutto, fra cliente e banca, non esiste un contratto di compravendita di denaro. E' la banca che detta le sue condizioni!. Lei,come tutti, fa solo la parte del pollo da spennare e diciamo anche grazie. Quanto scritto è solo un piccolissimo "modus operandi" della banche. Ci sono comportamenti anche più truffaldini nei confronti dei clienti . Le banche comprano e vendono denaro e lo sanno fare molto, ma molto bene.Il tutto con il placet della Banca d'Italia che dirige l'orchestra!

portuense

Sab, 03/12/2016 - 07:43

NON è CHE OGGI SI FANNO POCHI FIGLI, SE NE FACEVANO TROPPI PRIMA. con tutti i giovani disoccupati in giro dicono di farne altri, incredibile. la razza umana meno c'è nè meglio è.