Mps, decreto spostato al Senato. Forza Italia: "Procedura irrituale"

Il dl Salva banche era stato presentato alla Camera, ma è stato ritirato e ripresentato in Senato. Brunetta: "Siamo preoccupati"

Il decreto Salva banche, approvato dal Consiglio dei ministri prima di Natale per il salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, doveva iniziare il suo iter in Parlamento dalla Camera, ma è stato oggi passato al Senato.

La decisione non è stata ancora ufficializzata, ma è stata rivelata da fonti parlamentari. E desta già qualche preoccupazione soprattutto in Forza Italia. "Dopo che il testo è stato annunciato alla Camera lo scorso giovedì 28 dicembre, veniamo a sapere che due giorni dopo, il 30 dicembre, il governo ha ritirato il provvedimento, spostandone l'esame al Senato", denuncia Renato Brunetta, "Presentare un provvedimento in un ramo del Parlamento per poi ritirarlo e depositarlo nell'altro costituisce un'operazione procedurale alquanto anomala e irrituale. Sfugge la ratio di un simile atteggiamento, soprattutto perché il governo, cambiando idea, ha scelto di incardinare il testo proprio al Senato, dove i numeri che ha la maggioranza sono sicuramente meno certi e legati a rapporti, come quello con Ala, non ancora del tutto chiari".

Dietro la decisione ci sarebbero quindi dei motivi poltici e in particolare "o la volontà di forzare la propria maggioranza o, ancora peggio, quella di cercare l'incidente di percorso; il tutto, sulla pelle dei risparmiatori, su un tema che, è bene ricordarlo, risulta essere cruciale ed esistenziale per la tenuta del Paese", come sottolinea ancora Brunetta.

Commenti
Ritratto di Opera13

Opera13

Lun, 02/01/2017 - 21:16

Che fallisca.

VittorioMar

Lun, 02/01/2017 - 21:46

...DECRETO INUTILE..!!....è come dare acqua e zucchero ad un agonizzante!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 02/01/2017 - 23:52

Quindi? Dopo questa costruttiva critica, cosa faranno Brunetta e i suoi compagni, lo voteranno o no? Io temo di sì e sono certo che non risolverà nulla, se non indebitarci TUTTI ancora di più. Ma ai nostri cosiddetti governanti poco importa.

claudioarmc

Mar, 03/01/2017 - 08:06

Gli amici degli amici vanno tutelati

unosolo

Mar, 03/01/2017 - 08:46

sprecare miliardi per incompetenza e spreco di certi banchieri amici e compagni , soldi del popolo e dei pensionati veri che finiscono nel PD o fiancheggiatori e derivati del giglio magico, si devono classificare come tali , i soldi sprecati prima dal Monti Bond e ancora oggi insistono a fomentare scialo politico , devono solo abbandonarli al loro destino , sprechi enormi su stipendi e proprietà oltre ai lussuosi divertimenti che si sono creati con gli anni , ladri , non sono stati capaci a creare ricchezza ma solo i loro lussuosi diritti , a casa , la banca deve essere venduta anche ad un solo euro , solo cosi si potrà salvarla e ridre fiducia alle banche tutte,.,.