Mr. Eataly asfalta la Camusso: "Non siamo più ai tempi di Fidel"

Farinetti dà una lezione di economia alla Cgil: "L'aumento del salario? Dipende dai margini che le aziende sono in grado di avere"

Oscar Farinetti le canta a Susanna Camusso. Già infastidito dallo sciopero dello shopping, proclamato ieri dalla segretaria generale della Cgil, mister Eataly si è ulteriormente risentito per le parole accusatorie di Susanna Camusso contro i supermercati. La leader della Cgil se l'è presa, in particolar modo, con la Coop: "Pensa soltanto al profitto". Ma il renziano Farinetti ci ha comunque tenuto a prendere le parti della categoria ricordandole che "non siamo più ai tempi di Fidel Castro e Che Guevara".

Ieri mattina i sindacati sono scesi al fianco dei lavoratori della grande distribuzione per protestare per il mancato rinnovo del contratto collettivo e chiedono un aumento di 85 euro lordi al mese. Per il fondatore della catena Eataly, intervistato da Repubblica, i salari possono aumentare soltanto se crescono i profitti delle aziende: "L’unica strada per aumentare i salari è quella di far salire le esportazioni aumentando la qualità e la produttività - spiega - dobbiamo fare i conti con aziende che hanno margini ancora molto esigui. Dobbiamo tenere conto che mentre ciascuna parte persegue il suo interesse intorno c’è un contesto. Quel contesto imporrebbe a tutti di abbassare i toni e cercare delle soluzioni nell’interesse generale". E, anche se i lavoratori chiedono un aumento di 85 euro lordi, per Farinetti tutto dipende dai margini che le aziende sono in grado di avere. "Non siamo più ai tempi di Fidel Castro - fa notare - vinta la rivoluzione Castro nominò Che Guevara ministro dell’economia. A Guevara dissero: 'I lavoratori sono alla fame. Non hanno soldi'. E lui rispose: 'Stampiamoli'. Noi non possiamo stampare i soldi".

Commenti

vince50_19

Dom, 20/12/2015 - 12:44

Toh! .. L'amico fidato del rottamatore..

giovanni951

Dom, 20/12/2015 - 12:59

bisognerebbe asfaltare anche farinetti......lo schifo dei turni assurdi che fanno nei centri comnerciali / supermarket dovrebbe farvi vergognare. Ma cosa credete, che tenendo aperto nei giornfestivi vendete di piú?

mariolino50

Dom, 20/12/2015 - 13:01

Lui dovrebbe stare zitto, con i prezzi che fa i margini li ha di sicuro, altrimenti avrebbe già chiuso.

wrights

Dom, 20/12/2015 - 13:05

Non potendo stampare i soldi, certi personaggi d'oggi se ne "appropriano", logicamente sempre quelli degli altri. Le Banche e certi "imprenditori", insegnano. Farinetti, ma anche Fiorito (per par condicio), li vedo bene a ministri dell'economia e delle finanze!!!!!!!

macchiapam

Dom, 20/12/2015 - 13:11

Farinetti ha ragione: si possono aumentare i salari se e nella misura in cui l'economia generale del sistema lo consente. Il salario non è una variabile indipendente; ma se per tale lo si tratta, poi le imprese vanno a gambe all'aria, e i primi a soffrirne sono i lavoratori. Camusso: non sono più i tempi di Di Vittorio!

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 20/12/2015 - 13:38

Il problema della signora camusso e di tutti i segretari delle varie sigle sindacali è serio, molto serio! loro non lavorano, i loro soldini provengono agli iscritti non dal lavoro. Pertanto quando indicono scioperi sanno benissimo che non ci perderanno niente. A perderci sono solo quei lavoratori che aderiscono allo sciopero. Visto che questi sindacalisti raramente hanno lavorato, non sanno che più si lavora più si guadagna!!! Chi lavora anche il sabato e la domenica non è che non sia pagato, anzi è pagato di più. Ovviamente chi, come i segretari delle sigle sindacali, non ha alcuna idea di come funziona il mondo del lavoro queste cose o non le sa o fa finta di non saperle. C'è un mare di gente che aspetta con ansia le festività per guadagnare un po' di più e questa strana gentaglia li invita a scioperare quindi a non guadagnare!!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 20/12/2015 - 13:51

Se aumentassero i margini si potrebbero pagare stipendi un pó più alti, VERO, VERISSIMO...ma se diminuissero o si azzerassero i magna magna col loro partito di riferimento gli stipendi potrebbero aumentare di molto.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Dom, 20/12/2015 - 14:31

Farinetti non siamo neanche ai tempi di Stalin come il tuo amico Renzi crede ... ma vi rendete conto di come sono trattati quelli che lavorano nei centri commerciali ? evidentemente no .... ne i pidioti nè tantomeno i sindacati e la Camusso .... ma questi si rendono conto che il 90% hanno il contratto a tempo determinato e che se fanno sciopero non hanno neanche quello ? e se hanno il contratto a tempo indeterminato alla Renzi è ancora peggio .... luned' mattina sarebbero tutti licenziati !!!

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 20/12/2015 - 14:36

scassa domenica 20 dicembre 2015 Oscar Farinetti,Susanna tuta panna Camusso ,due perle della stessa ostrica ovvero :" il Bue che dà del cornuto all'Asino " !!!!!!!!!!!!!scassa.

biglorenzo

Dom, 20/12/2015 - 15:03

mi fa specie difendere Farinetti ma mi mette ancor più a disagio navigare in questo mare di camussiani convinti. La CGL è un sindacato sempre volto all'indietro, all'involuzione. Sarebbe ora di capire (cari ragazzi) che non ha più senso che 400.000 persone alzino e abbassino le saracinesche alla stessa ora degli stessi giorni. Non esistono solo loro, ma anche 60 milioni di consumatori ALCUNI DEI QUALI PER VIVERE VANNO PERFINO A LAVORARE e che quindi potrebbero distribuire meglio il loro tempo. Le associazioni di categoria dei commercianti se fossero intelligenti proporrebbero dei turni, i sindacati se fossero intelligenti contrattuabilizzerebbero delle adesioni volontarie, in modo che in Italia la distribuzione (come la scuola i comuni o la giustizia) non siano fatti per i commessi (o per i professori o epr gli impiegati o per i giudici) ma per i cittadini.

joecivitanova

Dom, 20/12/2015 - 15:36

Che grande economista mr. Farinetta. Lo proporrei, senza indugio, per il Nobel all'economia. Lui che compra lo stesso prodotto al minimo prezzo e lo rivende al massimo, è solo un commerciante più furbo di tanti altri e che grazie alla politica è riuscito ad entrare meglio nei mercati, tutto qui. Ma lasci perdere l'economia, per favore. Di quali margini parla! Di quelli a cui sono passati coloro che, con lo stipendio fisso gli è toccato andare dalla lira all'euro e nel giro di pochi anni hanno visto quasi raddoppiare il costo della vita (favorevole all'inizio solo a chi produceva e vendeva), mentre lo stipendio è rimasto pressoché stabile? Lasci perdere Clarinetti... e paghi meglio i suoi lavoratori che di margini (e di argini) Lei ne ha in abbondanza. Un caro saluto a tutti. Giuseppe.

aldoroma

Dom, 20/12/2015 - 15:49

Farinetti dimentica una cosa la democrazia

Edmond Dantes

Dom, 20/12/2015 - 16:19

La Camusso è ferma al paleolitico, ma i sermoni di un imprenditore organico alla cupola Toscana che governa possono incantare solo i Republicones, devoti di san DeBenedetto da Sankt Moritz.

Efesto

Dom, 20/12/2015 - 16:27

I sindacati si debbono rendere conto della trasformazione che il passare del millennio ha provocato. Non ci sono più vacche da mungere che danno latte a prescindere. Persino Menenio Agrippa se ne era accorto. Il lavoratore è intrinsecamente un pezzo della struttura produttiva che muore quando anche un qualsiasi altro pezzo decade. Quindi i sigg. sindacati facciano uno sforzetto, entrino nei consigli di amministrazione e controllino quanto "bollito" c'è da suddividere invece di fare populismo a vanvera.

cianciano

Dom, 20/12/2015 - 16:31

.....giustissimo si aumentano i salari se l'azienda fa buoni utili.....nel settore pubblico invece, visto che sono sempre in deficit, bisogna abbassarli...... come sempre a questi si da, togliendo ai privati (che con il loro vero sudore mantengono gli scansafatiche che timbrano e vanno altrove... o no!!!!)....

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 20/12/2015 - 17:14

Ma questo è quel famoso "gastronomo" accusato tempo fa di vendere prodotti avariati (!!!!) tra l'altro a prezzi stratosferici fatti apposta per GONZI radical chic che pensano di aver acquistato prodotti di lusso per poi tirarsella? Poveri fessi.

Ritratto di pinox

Anonimo (non verificato)

orso bruno

Dom, 20/12/2015 - 17:33

Fino a qualche tempo fa questi discorsi li facevano solamente gli odiati padroni.....

canaletto

Dom, 20/12/2015 - 17:40

MA VAI LADRO ANCHE TE ATTACCATO AL CULO DI RENZI. SFRUTTI UN MARCHIO DI MxxxA SOLO PER SOLDI

Adolph

Dom, 20/12/2015 - 17:52

Non avrei mai pensato di dirlo ma piuttosto che dar ragione a quel faccendiere di "farinetta" grido w la camusso .

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 20/12/2015 - 17:54

con quello che ha guadagnato all'expo grazie all'appalto gentimente concesso senza gara dal suo compagno di merende nonchè presidente del consiglio e primo ganassa dell'ex repubblica italiana, chissà che bello stipendione che paga ai suoi dipendenti!!!

terzino

Dom, 20/12/2015 - 18:06

stiamo peggio

Linucs

Dom, 20/12/2015 - 18:34

Stampare soldi è sempre meglio di ammazzare la gente o rinchiuderla nei campi di lavoro forzato, quindi anche Fidel si era un po' ammorbidito vedo.

Anonimo (non verificato)

paviglianitum

Dom, 20/12/2015 - 19:27

DIVERTENTE COME ORMAI SUL GIORNALE DEL CENTRO DESTRA I COMMENTATORI DIFENDONO PERSINO I SINDACATI PIU' ESTREMI. CHE BRUTTA FINE HA FATTO IL GIORNALE. FINITO NELLE MANI DEI COMUNISTI

giovanni951

Dom, 20/12/2015 - 20:02

paviglianitum: qui ognuno ragiona con la propria testa non come nel pd dove tutti seguono il loro miserabile leader

fabrivfr

Dom, 20/12/2015 - 20:55

Ma che titolo è ".... asfalta ...."?!?!?!? Ma siete giornalisti o frequentatori di social?!?!?

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

paviglianitum

Dom, 20/12/2015 - 23:15

@giovanni951, certo che ognuno può ragionare con la propria testa, qualcuno può anche scrivere "viva marx viva lenin viva mao tse tung". il fatto è che ormai a voler essere per forza contro renzi si finisce per stare dalla parte di quelli veramente di sinistra, anzi sinistri comunisti. fate vobis

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 21/12/2015 - 00:23

Ha ragione il trinariciuto compagno Farinetti. Oramai i il comunismo è stato sotterrato dal CAPITALCOMUNISMO. Ne sa qualcosa D'Alema con la sua fattoria agricola. Bertinotti con il suo "rustico con piscina" in Toscana. Veltroni con il suo appartamento a New York. Per non parlare dello squalo capitalista svizzero tessera n° 1 del PD e di tutti coloro che si sono arricchiti con le lotte comuniste in questa DEPRECABILE SOCIETÀ CAPITALISTA.

zucca100

Lun, 21/12/2015 - 01:58

Ha ragione paviglianitum Sallusti komunista renziano ballista frocio islamista

Ritratto di luigin54

luigin54

Lun, 21/12/2015 - 06:31

si professa di sinistra ma è solo la parte dove tiene il portafoglio. SxxxxxO A VITA.

G M

Lun, 21/12/2015 - 08:43

Sì ragiona così, perché da tempo ormai si è assunto il PIL come parametro del benessere collettivo. A che serve il PIL se poi le persone diventano meri oggetti di produzione e non hanno più il tempo per coltivare la propria interiorità e i propri hobbies, cioè quelle attività non remunerate che soddisfano le inclinazioni personali. In sostanza Farinetti auspica che, in nome del totem PIL, le persone si riducano a "schiavi salariati", mentre lui che fa l'imprenditore, può permettersi la qualsiasi dal momento che sono gli altri che lavorano per lui!

piertrim

Lun, 21/12/2015 - 11:38

Da lui proprio non ce l'aspettavamo, con i baffoni alla Stalin che si ritrova.