Il nemico è in casa e ora nel mirino potrebbe esserci Roma

Un'altra falla nei servizi segreti d'Oltralpe. E ora sale l'allerta per il rischio di un attacco al cuore della cristianità

L'urlo di guerra «Allah o akbar» (Dio è grande), che ha insanguinato Parigi dimostra che il terrore islamico è arrivato fino a casa nostra, annidandosi con diverse squadre di fuoco nella capitale francese. Un'incredibile falla nei servizi di sicurezza, che non sono stati capaci di capire in tempo cosa sarebbe accaduto. Sicuramente è il più grave attacco nel cuore dell'Europa da parte dei seguaci della guerra santa. Dalla Siria, dall'Irak e ancora prima dal Mali e dal deserto del Sahara erano arrivate esplicite minacce alla Grandeur, che non si è mai tirata indietro nella guerra al terrorismo e da poche settimane aveva cominciato a bombardare le postazioni dello Stato islamico nel crogiuolo siriano.Purtroppo i servizi francesi hanno più volte negli ultimi anni fatto cilecca a cominciare da Mohmmed Merha, il ragazzino che ha fatto strage di ebrei e soldati per strada e dal sanguinoso attacco alla redazione del giornale satirico Charlie Hebdo. Tutti i terroristi coinvolti in questi clamorosi attacchi erano conosciuti ai servizi, in diversi casi avevano un passato in carcere e viaggiavano per il Medio Oriente in cerca di contatti e addestramento. Non ci sarà da stupirsi se nella carneficina di Parigi salteranno fuori dei boia islamici ben noti alle forze dell'ordine con esperienze jihadiste alle spalle.L'aspetto più clamoroso è la pianificazione multipla dell'attacco nella capitale francese in perfetto stile Al Qaida. Un'operazione del genere deve essere pianificata, organizzata militarmente con un certo numero di mujaheddin votati alla morte, armi e munizioni, che i terroristi non possono portarsi o fare arrivare dalla Siria o dall'Irak. Tutto è avvenuto in Francia, a Parigi e nessun informatore o sistema di intercettazione e controllo elettronico dell'antiterrorismo si è accorto di cosa stava bollendo in pentola.La Francia non è l'unico paese europeo nel mirino. Il Califfato l'ha giurata da tempo all'Inghilterra, dove sono continui negli ultimi mesi, gli allarmi per possibili attacchi, anche se non delle dimensioni di Parigi. La Germania è in stato di allerta per i suoi foreign fighters, i volontari della guerra santa che sono andati a combattere in Afghanistan, Siria, Iraq e minacciano ripetutamente di attaccare sul territorio tedesco. Anche i paesi del Nord Europa sono a rischio come ha dimostrato la rete scoperta 48 ore fa dai Ros dei carabinieri, che coinvolgeva mullah Krekar, una vecchia conoscenza del jihadismo internazionale. L'Italia è nel mirino per la nostra linea anti bandiere nere, ma pure per la presenza del Papa. In vista dell'Anno Santo siamo un obiettivo a rischio e molto molle per la quasi impossibilità di difendere Roma da un attacco multiplo come quello parigino. Solo la prevenzione può salvarci, ma in Francia si è aperta una grave falla, che ha dimostrato l'abilità dei terroristi a non farsi scoprire. Una fonte dei servizi italiani ha dichiarato a il Giornale che «un attacco a Roma, cuore della cristianità è solo una questione di tempo».

Commenti
Ritratto di Never_a-Dhimmi

Never_a-Dhimmi

Sab, 14/11/2015 - 08:31

Sveglia! Questo non è che l'ennesimo regalo all'occidente, accecato dal "politicamente corretto", di quei tanti che, per dirla con la lingua biforcuta del politicamente corretto, "non hanno capito la religione della pace" e portano in Europa quel che c'è in tutto il mondo maomettano: violenza e suprematismo sugli infedeli. E il papa li aiuta...

Ritratto di Situation

Situation

Sab, 14/11/2015 - 09:01

come dissi in altra occasione, BENVENGA un bell'ATTENTATONE anche a Roma, no, non a Roma ma in Vaticano. Non sono impazzito, lo dico solo perché sarebbe la morte dell'ISIS. Il mondo si coalizzerebbe e manderebbe due milioni di soldati di terra per togliere il problema per sempre. Ricordate che quando le BR sequestrarono Moro, fecero il loro più grande errore: "puntare" troppo in alto. Le nostre FdO allora incapaci di qualsiasi cosa per anni di terrore da Piazza Fontana, sgominarono le BR in poche settimane. Lo sapevano fare ma non avevano gli ordini per farlo.

@ollel63

Sab, 14/11/2015 - 09:17

qui in Italia non bastava renzi, è arrivato pure l'aiutante aegentino di bianco vestito fiancheggiatore dell'islam e quaquaraqua. Siamo proprio ben messi!

little hawks

Sab, 14/11/2015 - 09:20

@Omar el Muktar, gradirei sapere, se possibile, dove si legge nel Corano che questi personaggi in nero e cintura esplosiva hanno sbagliato, perché io non riesco a trovarlo. Come si può uccidere gente innocente, famiglie al ristorante, ragazzi in discoteca et similia? La prego di aiutarmi a capire come fa il Papa a dire che l'Islam è una religione di pace.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 14/11/2015 - 09:21

argentino non scappare però! rimani al vaticano a difendere il tuo staterello, non dartela a gambe levate!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 14/11/2015 - 09:29

Da Messina a Merano boicotta il mussulmano.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 14/11/2015 - 09:36

tempo fa qualche lettore imbec.ille e ce ne sono molti, disse che molte webcam in città non è democrazia questi controlli non è libertà, io invece vorrei che la polizia li in Italia mi mettesse una web cam video e controllasse chi entra e chi esce come nelle banche il fatto è che costa soldi bisogna pagare per questo servizio ma voi siete dei poveri cxxxxxi ... e pagherete come sta pagando la Francia

giolio

Sab, 14/11/2015 - 09:39

little hawks..... non capisco proprio come una persona da lei citata le possa spiegare qualcosa

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 14/11/2015 - 09:45

ma quale argentino , il Papa è più italiano di voi..Little hawks, sul Corano non c'è scritto che bisogna commettere crimini, questi altri sono criminali, neppure c'è scritto che la donna deve essere schiava dell'uomo , sottomessa si questo l o dice anche la Bibbia ma non schiava, non si può condannare una religione ma chi la cambia per i suoi piacere, dobbiamo condannare la religione cristiana per colpa dei religiosi assassini della Inquisizione? Diceva questo Cristo? Io dico di no, così è per la religione musulmana.,.

Adinel

Sab, 14/11/2015 - 09:45

Ma il vaticano; una volta tanto non ê capace di rimanere nel silenzio della preghiera??? invece di fare danni?!Pure il governo??? Poi peró abbiamo bisogno al governo di pesone che prendano decisioni vere di destra! Ê ora di finirla con il Buonismo , che ci porta allo sfascio.!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 14/11/2015 - 09:52

Il vaticano è tranquillo,francesco ha amici.