"Nessun antisemitismo, volevo offendere Fiano"

Dopo le polemiche per il suo post contro Fiano, Corsaro spiega: "Usando una sua fotografia, volevo dargli del 'testa di cazzo'". E attacca i "sacerdoti del politicamente corretto"

Nessun intento antisemita nel post pubblicato su facebook contro Emanuele Fiano. Anzi, chi ha sollevato la polemica lo ha fatto in maniera strumentale. Massimo Corsaro, al centro di una dura polemica dopo un post su Facebook, spiega all'agenzia Agi il significato delle proprie parole. L'obiettivo del post era proprio il parlamentare del Pd a cui, spiega l'esponente del gruppo di Fitto, "usando una sua fotografia, volevo dargli del 'testa di cazzo'".

"Sono tristemente dispiaciuto, benché non sorpreso, che sia nata la solita orchestrata speculazione riguardo il mio post sul collega Fiano". Ai microfoni dell'Agi Corsaro, parlamentare di Direzione Italia, si difende dalle accuse: "È fin troppo ovvio che nella mia battuta, certamente, e volutamente, indigesta ai sacerdoti del politicamente corretto... non vi è e non vi può essere alcuna forma né volontà di antisemitismo, o peggio ancora di coinvolgimento della comunità ebraica in un attacco esclusivo, circoscritto alla figura del deputato piddino che - lui sì - maggiore rispetto dovrebbe portare alla storia da cui proviene, evitando di immiserirla in quotidiane speculazioni a uso personale". "E se per davvero qualcuno, in buona fede, ha frainteso la mia espressione, solo verso quel qualcuno mi scuso".

Corsaro di di aver "piuttosto inteso, con un linguaggio 'forte' come - purtroppo o per fortuna - si usa sui social, ed usando una sua fotografia, dargli del 'testa di cazzo'". E rilancia: "Alzi la mano chi non l'ha mai pensato di nessuno". "Ed io lo penso di Fiano, di cui ricordo l'impegno ad impedire che a Milano ogni anno migliaia di giovani si incontrino per commemorare la figura di un diciassettenne, Sergio Ramelli, che adulto non è mai diventato perché suoi sodali politici d'un triste passato gli strapparono la vita a suon di colpi di chiave inglese sulla testa". "Questo, e nessun altro, il mio intendimento - conclude - alla sinistra che rivolta la frittata per celare gli effetti del suo fallimento culturale, appuntamento nelle sedi politiche per argomentati confronti".

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 12/07/2017 - 16:13

la prossima volta digli semplicemente che è una testa di cxxxo..così non se la prende più questo beduino rosso...

cir

Mer, 12/07/2017 - 16:46

Corsaro sei un grande!!!

Dordolio

Mer, 12/07/2017 - 17:49

Insultato sottolineando che è ebreo. Ma quando lo facevano con Brunetta rammentando la sua bassa statura andava bene a tutti, vero?

Norberth

Gio, 13/07/2017 - 00:42

Dice il saggio: dimmi di chi non si può parlare, ti dirò chi è che comanda. Lo sappiamo tutti molto bene chi comanda il Mondo. Dubbi ??

justic2015

Gio, 13/07/2017 - 03:22

La verità gli fa male lo sai nessuno lo può giudicare nemmeno tu che canzone meravigliosa.

Ritratto di max2006

max2006

Gio, 13/07/2017 - 09:58

Un avversario politico che è ebreo non va insultato in quanto tale ma solo perche è un avversario politico cosa che Massimo Corsaro intendeva fare sicuramente. Purtroppo Corsaro è caduto in un trappolone mediatico che non porterà assolutamente bene a lui e anche a noi di destra. Detto questo io farei come diceva Fantozzi alla moglie:"Pina ma chi se ne frega....."

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 13/07/2017 - 10:27

Meravigliose queste equazioni.Ormai possiamo giustificare di tutto, il fascismo italiano con il comunismo sovietico o con le brigate rosse.Usare il cervello no?Il fascismo è e resta la dittuatura che in questo paese e non i un altro, ha provocato centinaia di migliaia di morti, tra carcere,confino,tortura ed infine guerra.Il terrorismo è stata la vigliaccata che ha causato morti anch'esso e un periodo di paure e violenza sempre in questo paese.Infine il comunismo sovietico è una roba che fortunatamente non ci ha riguardato e con cui ci fanno i conti i russi.Adesso potete anche riprendere il vostro insipido minestrone estivo.

il_griso

Gio, 13/07/2017 - 11:40

Così gli elettori si renderanno conto di che razza di "genio" hanno mandato in Parlamento...certo non è l'unico...ma se almeno gli avessero insegnato la storia ed anche l'educazione...

Dordolio

Gio, 13/07/2017 - 22:07

Non capisco questo Fiano. Se uno gli ricorda che è ebreo non gli va bene. Ma quando ce lo ricorda lui stesso si inorgoglisce della circostanza. Bisognerebbe che facesse pace con se stesso.