"È una norma europea a difesa dell'ambiente Ai cittadini non costerà più di 3 euro l'anno"

Versari, presidente dell'associazione di categoria, spiega il prelievo sugli shopper

Roma Il settore degli imballaggi plastici compostabili in Italia vale oltre 350 milioni di fatturato e dà lavoro a circa 4mila addetti impiegati dalle oltre 150 aziende del comparto. L'introduzione del contributo fisso sui sacchetti dell'ortofrutta ha generato alcune polemiche sulle quali Marco Versari, presidente di Assobioplastiche che riunisce e aziende del settore vuole fare chiarezza.

Presidente Versari, perché da ieri è in vigore questo nuovo tributo?

«Assobioplastiche rappresenta oltre il 90% delle resine prodotte nel mondo associando multinazionali come Basf, Biofed e gruppo Sphere. L'Italia, sin dal 2006, ha emanato un complesso di norme innovative e intelligenti che integrano la raccolta differenziata dell'umido con le bioplastiche. Stiamo producendo e consumando troppe buste della spesa che non sempre si possono riciclare e vengono. L'obbligo di utilizzare sacchetti biodegradabili per le buste della spesa, introdotto dal ministro Prestigiacomo, ha creato una discontinuità fortissima nel mercato dando slancio alle industrie occidentali nella produzione di un oggetto che veniva in gran parte prodotto in Paesi dell'Estremo Oriente come Cina, Taiwan, Corea e Vietnam»

Perché si è giunti a imporre una sorta di minitassa?

«La direttiva Ue, approvata nel 2014 con una forte partecipazione ei parlamentari italiani a partire dall'onorevole Gardini (di Fi; ndr), si basa sulla diminuzione dei consumi obbligando gli Stati membri e a fare in modo che le buste venissero pagate. In merito ai sacchetti dell'ortofrutta il recepimento è stato effettuato con il decreto Mezzogiorno perché il nostro Paese era in ritardo sui sacchetti dell'ortofrutta e rischiava pesanti multe. In ogni caso, non si tratta di una tassa, ma di un obbligo comunitario perché il cittadino deve cessare di pensare che questi sacchetti siano senza valore e che non rappresentino un problema ambientale».

Che risvolti ci saranno per i consumatori e per le aziende del settore?

«Innanzitutto stiamo parlando di 8-10 miliardi di pezzi la cui produzione sarà esclusivamente italiana determinando grandi investimenti e la creazione di nuovi posti di lavoro. La tecnologia delle bioplastiche, infatti, valorizza l'industria italiana. Per quanto riguarda i cittadini, posso affermare che non ammetteremo in nessun modo speculazioni. Siamo in contatto con le associazioni dei consumatori cui abbiamo chiesto di segnalare eventuali comportamenti scorretti che sarebbero inaccettabili anche perché sarebbero le aziende a essere penalizzate. Molte catene di supermercati si posizioneranno nella fascia di prezzo 1-2 centesimi e, poiché il consumo medio annuo è di 100-150 sacchetti a testa, parliamo di un impatto che oscilla tra 1 e 3 euro a persona».

Ma non è un «aiutino» alle vostre aziende?

«Sono regole europee. Una multinazionale nostra associata come Basf non permetterebbe la creazione di asimmetrie tra i diversi mercati. Da parte nostra devo sottolineare che questa normativa europea ha reso la tecnologia italiana leader in Francia e in Spagna. Infine ricordo che tutti i governi che si sono succeduti dal 2006 a oggi si sono adoperati per questa legislazione».

Ma non si potevano favorire anche le meno costose plastiche oxo-degradabili?

«È polietilene normale con l'aggiunta di un additivo: non rispetta gli standard ambientali. Sono produzioni cinesi spesso introdotte surrettiziamente sul mercato. Ecco perché occorre far rispettare la nuova legge».

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 02/01/2018 - 08:26

e avanti pure con "lo vuole l'europa!"!! ma una legge,dicasi una a favore dei cittadini,che dia anziche' togliere,i panzone della Ue la sanno fare???

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 02/01/2018 - 08:45

Sempre la nostra cara ue......ci vuole bene perchè è eologica e spenderemo 3 euro all'anno in più, le carte bancomat già dall'anno scorso sono tassate ad 1 euro al giorno, adesso gli aumenti ingiustificati della luce gas e probabilmente anzi sicuramente anche il telfono e di conseguenza aumenteranno I beni primary quali pane latte verdue e frautta ...e già vuoi non pagare l'amenteo della benzian visto che per il rasporto viene ustao il mezzo...di conseguenza un aumento INGIUSTIFICATO si traduce per noi una moltiplicazione per almeno 5 volte ...caro goveron attuale vuoi che il 4 marzo voto per voi ? fatevi un esame di coscienza se ce l'avete!

gigetto50

Mar, 02/01/2018 - 08:45

....ovvio che forse tanti commercianti arrotonderanno....immagino che i supermercati adotteranno un software alla cassa che in automatico e contestuale al prezzo merce include anche il prezzo sacchetto.....ma i piccoli rivenditori....2 cent.....mah....

gigetto50

Mar, 02/01/2018 - 08:50

....ma se le Americhe, l' Africa, l'Asia non adotteranno le stesse misure, é perfettamente inutile che l'Europa faccia, come al solito, la prima della classe stratartassando come sempre i suoi cittadini...

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 02/01/2018 - 08:53

torneremo a fare la spesa dell'ortofrutta alle bancarelle del mercato

MOSTARDELLIS

Mar, 02/01/2018 - 09:07

Certo, sempre e comunque l'Europa....moltiplicate 3 euro per 60 milioni...

Giorgio Rubiu

Mar, 02/01/2018 - 09:13

"Lo vuole l'Europa"! E se noi volessimo smettere di essere nella UE potremmo usare tutte le buste non biodegradabili che ci pare? Lo fanno in India, Cina, Sud America e chissà quanti altri paesi che con la UE non hanno nulla a che fare e se ne fregano altamente dello sforzo che dovrebbero fare per salvare l'ambiente. Non è una questione di costi aumentati (che in realtà sono irrisori) è una questione di inutilità della cosa pichè il nostro sforzo non costituirà nessun cambiamento fin che non sarà fatto da tutti.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 02/01/2018 - 09:21

Mo devo pure mantenere aziende private. Per legge. Perché non dite in banca di accreditarci sacchetti della spesa invece di soldi?

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 02/01/2018 - 09:23

Ma perché devo darli a una piddina ?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/01/2018 - 09:39

Mi piace questa frase:"lo vuole l'europa"(fra l'altro enfatizzata,gestita a piacimento,secondo i casi...)!!!!A parte questo,a parte il salasso economico,su cui non entro nel merito,rimane il fatto che queste buste "biodegradabili" sono la più grande cavolata "ecologica",mai inventata!!! Le buste di "plastica"NORMALI,sono composte da POLIETILENE O POLIPROPILENE,materiali,che possono BENISSIMO essere riciclati,teoricamente per infinite volte,essere quindi immessi nel circuito,di riutilizzo,per un'infinità di manufatti,e,alla "più disperata",essere utilizzate in impianti di "pirolisi"(che in italia non esistono,chissà perchè!!!),e trasformate in "gas" o "gasolio"....Queste "biodegradabili" sono una IATTURA,perchè se finiscono fra quelle NORMALI,finiscono per "degradare" il prodotto!!!Devono per forza finire in impianti speciali,o finire in discarica!!!Sono un DISASTRO!!!!

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 02/01/2018 - 09:54

Quando devono farci digerire un aumento la colpa è sempre di una norma europea. Allora che cosa ci stiamo a fare in Europa ?

Duka

Mar, 02/01/2018 - 10:08

Quando dicono :"lo chiede l'Europa" è la stessa cosa quando da noi si appellano alla costituzione. Pensare che persino i presidenti della repubblica hanno gestito la costituzione a proprio uso e consumo-

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 02/01/2018 - 10:19

Si, certo non ci costerà più di tre euro lanno, ma ad ingrassare con € 3 x 30.000.000 di italiani......come minimo, fate voi i conti se questa non é una rapina! U.E. ? Unione Estorsori questo é ! LADRONI LADRONI LADRONI.

sebas

Mar, 02/01/2018 - 10:25

Continuano a raccontare frottole: NON ESISTE ALCUNA NORMA EUROPEA CHE OBBLIGA L'UTULIZZO DI MATERIALI COMPOSTABILI PER LE BUSTE DELL'ORTOFRUTTA (INFATTI IN NESSUN ALTRO STATO DELL'UNIONE VENGONO UTILIZZATE)!

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Mar, 02/01/2018 - 10:34

Fusse ca fusse che sia un sistema per far incassare ai vari "supermercati" soldini in più?

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 02/01/2018 - 10:36

facendo bene i conti vi accorgerete che sono circa 13 euro l'anno che detto cosi sono nulla ma per 10.000.000 di famiglie fa 130 milioni annui da dividere con la Novamont e i giudici? Zitti! Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di gammasan

gammasan

Mar, 02/01/2018 - 10:41

La solita tattica per fare soldi: chiedere a 50.000.000 di persone un soldino a testa: dopotutto che fatica è pagare un soldino, non si rifiuta nessuno. Alla fine chi raccoglie si arricchisce...

mork

Mar, 02/01/2018 - 10:44

italiota e si farebbe sicuramente la scelta migliore, non solo per l'ortofrutta,ma il problema resta. anche la piccola distribuzione è soggetta a tutto ciò

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 02/01/2018 - 10:45

il "ce lo chiede l'Europa" equivale al tristemente famoso "ordine del Fuhrer" con cui si chiedeva di compiere ogni sorta di nefandezze. comunque basta portare capaci sacche di stoffa e fargli marameo

kayak65

Mar, 02/01/2018 - 10:46

Anche l"Europa fa spegnere le ns 8 centrali a carbone mentre in Germania ne rimangono 80 in servizio come quelle nucleari francesi...ora pure i sacchetti dopo i clandestini perché lo dice il trattato di Dublino!

leo_polemico

Mar, 02/01/2018 - 10:47

Voglio proprio vedere comne si comportereranno nei vari supermercati se, all'acquisto successivo, arrivo con i sacchetti ecologici usati e recuperati dalla spesa precedente. Verrò multato e indagato da equitalia per "evasione"?

VittorioMar

Mar, 02/01/2018 - 10:48

...il costo del sacchetto E' SOLO PER SVIARE GLI AUMENTI DEI PRODOTTI E LA RIDUZIONE DEL LORO CONTENUTO !!..CONTROLLATE PER CREDERE !!..non si aumenta l'IVA SI RIDUCE LA QUANTITA'!!!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 02/01/2018 - 10:55

Quando ero giovane andava di moda una conzoncina che diceva : "la colpa non é mia, la colpa é del baion". Oggi il ritornello ha modificato "baion" in UE.......

flip

Mar, 02/01/2018 - 11:11

Balle al cubo! l'assobioplastica raglia sonoramente. nel conto industriale del prodotto "bio" sono compresi tutti gli elementi della produzione+gli oneri fiscali vari+l' utile che si vuol conseguire + tante altri costi. pertanto il costo del "sacchetto" è GIA' comprensivo di questo baLzello. che poi grava anche sul prezzo di vendita del prodotto. QUANTE VOLTE LO DOBBIAMO PAGARE?. portate il sacchetto da casa!

pmario

Mar, 02/01/2018 - 11:23

Un po'troppo ottimista il presidente di Assobioplastiche, ma è chiaro tira acqua al suo mulino. Intanto il numero di sacchetti sarà superiore a 300/anno se necessita separare tutte le varietà e si considerano carne, pesce, salumi e pane. Il costo poi potrà variare da un esercizio all'altro ed arrivare anche a 10 cent. Perchè non ammettere il riutilizzo ? Perchè non usare buste di carta come già si fa per certi alimenti. Semplice perchè gli amici degli amici non guadagnerebbero abbbastanza,altro che difesa dell'ambiente. Mai pensato che molte persone in difficoltà comprano 2 carote, 3 o 4 patate, .. Per loro si che si farà sentire la nuova tassa.

cgf

Mar, 02/01/2018 - 11:29

Questa tassa è a difesa della burocrazia e posti di lavoro inutili e dispendiosi. Questo per la natura stessa della tassa che è inutile e dispendiosa, inutile perché non salvaguarderà l'ambiente, dispendiosa perché gestirla costerà più di quanto farà incassare. Senza calcolare lo stesso verbo sostituito con doppia zeta. Poi una domanda, ma non è proprio lega ambiente quella contro gli OGM? il mais da cui si deriva la materia prima... ovviamente essendo obblighi=maggioreproduzione invece tutto ok? Come sarebbe bello poter dire dove andranno i proventi di quella tassa...

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 02/01/2018 - 11:38

Mi pare che il nuovo provvedimento violi la libertà di concorrenza e sia in contrasto con costituzione e trattato di Roma, codacons e compagni faranno un. El ricorso al tar e alle altre sedi competenti?

27Adriano

Mar, 02/01/2018 - 11:44

Chi ingrasseremo con la nuova tassa? Sarà qualche inutile idiota italiano o europeo?

teoalfieri

Mar, 02/01/2018 - 11:55

quanti mentecatti che vanno contro il governo non capendo che questa piccola tassa serve eccome! Troppa plastica in giro! Forse riusciremo a capire che la plastica è nemica dell'ambiente più di ogni altra cosa... sono felice di pagarla e smettetela di prendervela con l'Europa... se non ci fosse l'Europa avremmo ancora i danni prodotti dalla destra nel ventennio tristemente noto.. tra Bossi e Berlusconi e Fini! Uno finito in disgrazia per i furti del partito l'altro in attesa dell'Europa per l'assoluzione e il terzo messo da parte in maniera triste e indecorosa

teoalfieri

Mar, 02/01/2018 - 11:58

leo_polemico ma per favore...va al parco a giocare... invece di scrivere belinate... magari fumi pure... 20 centesimi di sigaretta non batti ciglio ma per 3 cents ti infervori... mah...

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 02/01/2018 - 12:01

penso dovrà essere salvaguardato il diritto a non utilizzare il sacchetto e a non pagarlo, nel caso io decida di provvedere altrimenti. riciclando o utilizzandone uno per tutto..-senza imposizioni ma con libera scelta di ognuno mi può stare anche bene.

Tarantasio

Mar, 02/01/2018 - 12:12

all'uscita dal negozio o supermercato ricordate bene le parole di tal MARCO VERSARI, presidente di Assobioplastiche, il quale distribuirà numero ''8-10 miliardi'' di sacchetti ogni anno... grazie MARCO VERSARI, grazieinfinite ...

LucaLiv

Mar, 02/01/2018 - 12:17

per forza l'europa deve stratassare i propri cittadini, altrimenti come farebbe a mantenere lo sfarzo di bruxelles, strasburgo e corti varie... come farebbero le segretarie se non avessero l'apposa scrivania con "cambio scarpa" incorporato... ma che ne sapete voi popolino...

frank173

Mar, 02/01/2018 - 12:18

3 euro di qua, 4 di là.....ci state svenando. Ma, prima o poi...lascio ai lettori immaginarsi quello che succederà.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 02/01/2018 - 12:21

3 euro a persona per 60 milioni sono 180 milioni di euro almeno regalati all'azienda amica di RENZI. Spiegatemi poi perché non li posso riciclare ? Non sarebbe stato ancora più ecologico ? Si poteva fare uno shopper standard da riutilizzare infinite volte. Vergogna PD !

petra

Mar, 02/01/2018 - 12:22

Ma quali 3 Euro. Con 3 Euro si pagano 2,8 buste la settimana di frutta e verdura. Vi bastano?

petra

Mar, 02/01/2018 - 12:24

Leo_polemico Ho sentito dire che PER LEGGE non sono riutilizzabili i sacchetti.

Ritratto di duliano

duliano

Mar, 02/01/2018 - 12:29

Quando si tratta di rapinare gli italiani, tirano sempre in ballo lo vuole l'europa, quando si tratta invece di risparmiare o riprendersi un po' dei milioni di euro che versiamo alla Merkel & co. sempre zitti!!!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 02/01/2018 - 12:48

Quello che mi indigna è che i 2 - 3 centesimi non sono il costo del sacchetto, ma uno dei tanti balzelli che servono a pagare l'inefficienza dello stato. Vi è mai capitato, ad uno sportello pubblico, di trovarvi al cospetto di uno che vi chiede il "diritto di segreteria" e pensare che serva solamente a pagare il suo stipendio e che non ci fosse lui a chiedervelo, il diritto di segreteria non sarebbe necessario? Ecco cosa intendo per inefficienza dello stato. Sekhmet.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 02/01/2018 - 12:51

Gabelle europee, stipendi italiani, la metà ovvio.

Iena_Plinsky

Mar, 02/01/2018 - 13:17

FACT CHECKING. Io sono all'estero, zona Euro zona EU e fino ad oggi ho i sacchetti per la frutta gratis.

gigetto50

Mar, 02/01/2018 - 13:20

...tristemente noto...ventennio? Meglio informarsi bene sul colore dei governi che si sono susseguiti in quel ventennio...prima di scrivere....

gigetto50

Mar, 02/01/2018 - 13:36

.....il ventennio di Berlusconi etc? Informarsi bene sul colore dei governi che si sono susseguiti in quei 20 anni....prima di scrivere....

ortensia

Mar, 02/01/2018 - 13:58

Questo signore ci scaglia alla grande nel far di conto.Delle due una: o e'debole in matematica o non ce la racconta giusta. Stamattina alla ipercoop di sacchetti ne ho usati 5, ed e' stato solo un inizio avendo ancora in casa tante provviste. Ma mi facci il piacere, direbbe toto',siamo uomini o caporali?+

cicciosenzaluce

Mar, 02/01/2018 - 14:07

non sapete fare nemmeno i conti,oppure fate il giuoco dei supermercati.Se si fa la spesa una volta alla settimana,e si adeporano almeno 20 sacchetti,tra frutta,verdure,formaggi,e altro,a due cent. ( ma non erano 10? )sono 40 cent.per 52 settimane,fa 24 euro e non 3.Io capisco che siete abituati ai vostri imbecilli,e potete scivere quello che volete,ma cercate di dare almeno queste informazioni,giuste.

cicciosenzaluce

Mar, 02/01/2018 - 14:10

ma poi,quando l`Europa vi avvantaggia,allora forza Europa,cialtroni!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 02/01/2018 - 14:10

A ME QUESTA STORIA CHE I SACCHETTI LI VUOLE L;EUROPA NON MI VA GIU!PERCHE QUI IN GERMANIA PER I SACCHETTI DI PLASTICA NON SI PAGA NIENTE!É QUESTO E DA QUANDO SONO STATI INTRODOTTI NEI SUPERMERCATI! IO HO L;IMPRESSIONE CHE QUI QUALCUNO SI RIEMPIRA LE TASCHE!.

carpa1

Mar, 02/01/2018 - 14:17

E la piantino con la storia del "ce lo chiede l'europa". Vogliono sostituire le buste in plastica con quelle biodegradabili (solo al 90% fra l'altro)? Lo facciano, ma non ci scassino i maroni con tutto il resto; si tratta di un'ennesima subdola imposta sotto forma di obbligo, per i commercianti, di farla pagare e che compaia pertanto nello scontrino. Sappiamo benissimo che anche ora non sono gratuite in quanto, sicuro al 100%, il costo viene comunque spalmato nelle spese generali o sul costo dell'ortofrutta (da che mondo è mondo nessun commerciante ha mai regalato nulla a nessuno). Trattasi quindi di un provvedimento che lascia il tempo che trova salvo dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, di quante idiozie vengono partorite dalle seghe mentali di funzionari e parlamentari europei che non sanno più come ammazzare il tempo.

mariod6

Mar, 02/01/2018 - 17:11

Altro stipendiato dal PD. Guarda caso l'azienda che ha l'80% del mercato del biodegradabile è dell'amica di Renzi ed il venditore di pentole ha fatto fare una sosta apposta a Novara per un incontro a porte chiuse con la sua amica. Guarda caso subito dopo salta fuori la norma nascosta nel decreto per il Mezzogiorno !!!! Che combinazione !!!!

guerrinofe

Mar, 02/01/2018 - 17:13

DEGRADABILE O NO .Pesando "tara-merce" il sacchetto si paga già,! A questi pusillanimi dei cittadini non interessa propprio nulla. ANZI!

cgf

Mer, 03/01/2018 - 17:45

io avevo fatto due conti, tenuto conto anche che mediamente manco dall'Italia per almeno 90 giorni all'anno, io e mia moglie CHE USIAMO SOLO VERDURA FRESCA, andremo a spendere dai 20 ai 30 euro, altro che 3 euro!!

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 03/01/2018 - 18:48

Egregio Versari una famiglia medi fa acquisti al supermercato dalle 3 alle 5 volte con 3 o 4 acquisti di verdure e frutta. Questo fa una media di 15 sacchetti per 30 centesimi a settimana, 1,2 euro al mese che fanno più di 12 euro l'anno moltiplichi per 15 milioni di famiglie ed avrà un totale di tutto rispetto 180 milioni di euro con un aumento dell'immondizia che non è da sottovalutare in un paese dove gli inceneritori si contano sulle dita di una mano. Non scriva castronerie per difendere quel governo di cacca. Qui non pago un centesimo di yuan per la raccolta differenziata che viene fatta da un addetto stipendiato da chi lavora con il riciclo mentre il resto viene usato per riscaldare più della metà delle abitazioni di Linyi. Mao Li Ce Linyi Shandong China