Nuove regole per i migranti: "Chi chiede asilo dovrà lavorare"

Il ministro Marco Minniti mercoledì presenterà in Parlamento una proposta per rivedere le regole per la richiesta di asilo in Italia

Nuove regole per ottenere l'asilo in Italia. Mercoledì il ministro dell'Interno Marco Minniti andrà in Parlamento per illustrare il suo piano per razionalizzare il sistema dell'accoglienza ai migranti. Una delle principali novità riguarda il lavoro dei richiedenti protezione internazionale: dopo aver presentato la domanda di asilo, mentre aspettano che la Commissione territoriale valuti le loro storie, gli immigrati dovranno svolgere lavoli socialmente utili.

Secondo quanto scrive il Corriere, Minniti avrebbe messo a punto queste nuove misure per riuscire in maniera più efficiente di quanto fatto fino ad ora a distinguere tra profughi (che devono essere accolti) e clandestini (destinati al rimpatrio). Ed è proprio su questo punto che si gioca la vera partita. Minniti nei giorni scorsi è andato in Libia e Tunisia per trattare con i governi locali sui rimpatri. I Paesi africani sarebbero pronti ad riprendersi i migranti irregolari sbarcati in Italia in cambio di aiuti economici. Ma la (nuova) linea dell'Italia ha bisogno dell'appoggio Europeo, anche per questo il ministro dell'Interno è volato in Germania per trovare una sponda nella Merkel.

Quando un migrante sbarcherà in Italia verrà dichiarato "sedicente" rispetto alle generalità da lui dichiarate. Sarà compito delle Commissioni poi verificare se corrispondono a verità. Nel frattempo, visto che l'attesa media per essere valutati dalle Commissioni è di 12 mesi, il richiedente asilo verrà inserito in un piano di lavori socialmente utili: chi partecipa potrà ottenere con più facilità lo status di rifugiato. In realtà già oggi i migranti inseriti nelle strutture di accoglienza dovrebbero seguire un corso di italiano per poter sperare di ottenere un documento di accoglienza umanitaria, ma spesso e volentieri pochi partecipano veramente alle lezioni.

Una proposta che però non piace al leader della Lega Nord, Matteo Salvini: "Con quattro milioni di italiani disoccupati tra cui molti laureati e diplomati - dice - preferirei che gli stage e i quattrini spesi per essi fossero usati prima per gli italiani". "Dopo tre anni danno ragione alla lega - aggiunge intervistato da Radio Capital - mi hanno dato del razzista ma ora anche il governo del Pd parla di controlli, di centri di espulsione, di respingimenti. Farli lavorare o accelerare le pratiche di espulsione è un palliativo, il problema è che ogni anno partono duecento mila clandestini dall'Africa, bisogna spostare la frontiera al di là del mediterraneo".

ll piano del Viminale riguarda ovviamente anche i nuovi Cie. Le strutture per l'espulsione degli irregolari dovrebbero essere di grandezza massima di 100 posti, avranno la polizia all'interno e l'esercito all'esterno, mentre per verificare il rispetto dei diritti degli immigrati ci sarà un "garante". L'obiettivo è quello di facilitare i rimpatri, fino ad oggi praticamente inattivi. Di sicuro verranno utilizzati i Cie già attivi: Roma, Torino, Crotone e Caltanissetta. Nelle altre regioni si sta lavorando per trovare le strutture adeguate che siano lontane dai centri città e vicino ad un aeroporto.

Infine novità dovrebbero arrivare anche sul tema dei ricorsi al diniego all'asilo e il reato di clandestinità. In entrambi i casi l'obiettivo è quello di snellire le procedure e evitare che i migranti in attesa del primo e secondo grado di giudizio possano richiedere di rimanere in Italia fino a sentenza definitiva. Spesso accade infatti che lo Stato natale conceda il rimpatrio che però non può essere effettuato perché occorre attendere il pronunciamento del giudice. E così, come rivelato da Giuseppe De Lorenzo su ilGiornale, gli irregolari scompaiono dalla vista. Andando a infoltire le fila dei migranti fantasma.

Commenti

roberto.morici

Lun, 16/01/2017 - 09:25

Contemporaneamente i nostri disoccupati saranno espulsi dall'Italia e spediti all'estero a cercare lavoro...

venco

Lun, 16/01/2017 - 09:25

E' meglio non farli lavorare, fanno poco e pretendono tanto, chi ha lavorato nell'assistenza a questi ha detto che è meglio non fargli far niente.

paolonardi

Lun, 16/01/2017 - 09:25

Quale lavoro se non c'e' per i nostri giovani che dovrebbero meritare un occhio di riguardo, a meno che Minniti pensi ai lavori socialmente utili ovvero un parcheggio per non far niente se non giustificare uno stipendio e un lasciapassare per un'accoglienza.

piazzapulita52

Lun, 16/01/2017 - 09:26

Tutto fumo negli occhi! Non cambierà assolutamente niente! I veri profughi, una volta terminata la guerra nei loro paesi, devono tornarsene a casa sua! I clandestini, che sono circa il 95%, devono essere immediatamente rispediti da dove sono venuti! Lavorare in Italia? Ma se i nostri giovani sono costretti a fuggire all'estero per trovare lavoro! Figuriamoci se c'è porto per i clandestini! Ripeto, tutto fumo negli occhi e la situazione continuerà drammaticamente a peggiorare!

steacanessa

Lun, 16/01/2017 - 09:27

Minniti ha evidentemente capito che la terza narice serve a ventilare il neurone che vaga solitario nel suo capace cranio, ma se non agisce rapidamente aumenteranno i morti sui barconi, i delinquenti e i potenziali terroristi. Vada da orlandino e facciano immediata richiesta del reato di clandestinità e tolgano immediatamente dalle mani dei magistrati il potere decisionale (sarà brutto formalmente, ma indispensabile sino a che si leggeranno iniziative folli di troppi magistrati).

steacanessa

Lun, 16/01/2017 - 09:30

Ho dimenticato il lavoro ai richiedenti asili. Quale lavoro che non c'è?

LuPiFrance

Lun, 16/01/2017 - 09:30

Si li manderanno a lavorare alle coop , alle feste unità oppure riesumeranno i lavori socialmente futili?

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 16/01/2017 - 09:40

MI SEMBRA IL MINIMO. PECCATO CHE POSTI DI LAVORO NON CE NE SONO

nopolcorrect

Lun, 16/01/2017 - 09:44

"le fila dei migranti fantasma." E' facilissimo incontrare i "fantasmi" fuori dei supermercati e in generale per strada a chiedere l'elemosina insieme agli zingari. Quanto ai lavori socialmente utili, i "fratelli nostri in cerca di felicità" (Bergoglio) puliscano almeno i cessi dei posti dove sono accolti.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 16/01/2017 - 09:51

Siamo alla follia! Abbiamo 4 milioni di disoccupati e vogliamo far lavorare gli immigrati?

istituto

Lun, 16/01/2017 - 09:52

Per chi parteciperà ai lavori socialmente utili sarà più facile ottenere lo status di rifugiato. E che significa ? Che se uno non ha diritto allo status ma partecipa ai lavori socialmente utili glie lo danno più facilmente ?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 16/01/2017 - 09:59

E far lavorare PRIMA quei 4,6 milioni di italiani indigenti, quelli che si stanno avvicinando a quella soglia (circa 4 mln), i 3 mln di disoccupati no, vero? Fate proprio schifo. Fermare questi sbarchi "infiniti"? M.P.C.!

istituto

Lun, 16/01/2017 - 10:02

Il radiogiornale radio 1 delle 08:00 di questa mattina ha detto anche che in questa proposta di legge c'è anche la possibilità per il richiedente status rifugiato LAUREATO in attesa di risposta ,la possibilità di effettuare STAGES presso Aziende convenzionate. Avremo così l'ennesima DISCRIMINAZIONE verso gli italiani ( laureati ma non NERI O MEDIORIENTALI, perché a loro NO questi STAGES ? ) E poi ,sparsa la voce qualunque CLANDESTINO con un misero DIPLOMA si fiondera' in Italia visto che a questo punto sarà facilissimo ottenere STATUS RIFUGIATO e LAVORO insieme. Pazzia !!!! L'unica risposta è quella FORTE alle prossime elezioni , voto a chi ha SEMPRE DIFESO GLI ITALIANI.

Giulio42

Lun, 16/01/2017 - 10:03

Perché per noi servono dodici mesi per verificare se il richiedente ha diritto ad essere accolto mentre per gli altri paesi europei ne bastano solo tre ? Chi fa domanda, dovrebbe essere lui a presentare i documenti necessari per l'accoglienza. Quella della perdita dei documenti, è una grossa balla perché non è possibile che tutti ne siano senza. Sono le nostre regole da burocrati che servono ad allungare i tempi e permettere alle varie organizzazioni di lucrare sui richiedenti asilo.

antonmessina

Lun, 16/01/2017 - 10:03

fosse vero ! ma temo sia un'altra farsa alla renzi ! e poi non dice cosa fare del paio di milioni di clandestini che circolano indisturbati in italia a disturbare (minimo) gli italiani

timoty martin

Lun, 16/01/2017 - 10:05

Ottimo, meglio tardi che mai. Ma, a parte avanzare tante pretese, cosa sanno fare?

Un Lettore

Lun, 16/01/2017 - 10:22

Invece dei nuovi aiuti economici richiesti si potrebbe rispondere al ricatto ventilando la possibilità di azzerare gli attuali!

MaxSelva

Lun, 16/01/2017 - 10:26

1- come fa una commissione italiana a scoprire da dove viene questo tipo ? dovrebbe essere il paese di origine a certificare e farsi carico con il supporto internazionale di "pagare" le vittime di danni o attacchi terroristici fara' questa persona. 2- ma se il lavoro non c'e' per gli italiani come fa ad esserci per gli stranieri ? senza razzismo, oggi servono dei super-laureati, la maggior parte di questi e' letterato in messe coraniche. 3- ma i sindacati ed le sinistre non dovrebbero mettersi dalla parte dei lavoratori che vedranno i loro salari abbassarsi dal flusso di mano d'opera a basso costo ?

Lapecheronza

Lun, 16/01/2017 - 10:37

E se marcano visita li puniamo e gli stacchiamo il wi-fi ?

ectario

Lun, 16/01/2017 - 10:52

Dopo 3-4 anni di fancazzismo puro, costati ai nostri figli decine di MLD, sti incapaci ipocriti comunistoidi si accorgono che navi, vitto, alloggio, vestiario, mancette, assistenza sanitaria, autobus gratis, corsi vari e.... zocco..le - per un valore reale che supera certamente €.2.000 ogni mese a individuo, non va bene (come sempre tardi, iattura di comunisti!). Questa cifra non se la possono permettere qualche 20-30 milioni di italiani che sgobbano dalla mattina alla sera. Tutti sti paraculi d'Africa si vengono a fare le vacanze gratis, sono arroganti e fanno PURE casino. Un sonoro vaffa a questa falsa ed ipocrita "accoglienza". I sinistri ci hanno reso lo zimbello del mondo e non riescono proprio ad imparare che dovrebbero governare l'Italia, tutta.

Pensobene

Lun, 16/01/2017 - 11:01

Ma quali lavori possono fare se non togliendoli ai lavoratori italiani disoccupati? E poi se nei centri di accoglienza non sanno fare neanche le loro pulizie, cosa ci possiamo aspettare, almeno nella maggiore parte dei casi? E poi perché ci dobbiamo far ricattare dai paesi di provenienza?

gneo58

Lun, 16/01/2017 - 11:03

lavoro ? quale ? quello che non c'e' neppure per i nostri ? - buffoni !

unosolo

Lun, 16/01/2017 - 11:05

deve avvisare l'Alfano , questo neo ministro rischia di far fallire le coop finanziate appositamente in cambio di tessere , il lavoro ? sconosciuto ai ministri che mai hanno messo i paletti nonostante i danni e le spese che si devono affrontare per mantenere in piedi certe strutture che chi occupa neanche le mantiene pulite e decorose , speriamo che il ministro ci riesca almeno per evitare nulla facenti e sempre in giro creando solo delinquenza,,,,

georgi

Lun, 16/01/2017 - 11:07

poi...trovate per ogni musulmano ''profugo'' una moglie italiana.

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 16/01/2017 - 11:09

Lavori socialmente utili..? della serie fai qualcosa così fai finta di lavorare. e ti paghiamo pure. altro che paradiso..questo è il mondo dei balocchi. tanto Ci siamo NOI che PAGHIAMO.

LuPiFrance

Lun, 16/01/2017 - 11:12

Come precedentemente scritto i compagni riesumeranno i lavori socialmente inutili di infausta memoria , in vista altro ladrocinio PD x coop.

Keplero17

Lun, 16/01/2017 - 11:22

Mi sembra un'ottima cosa, così si assumeranno meno italiani e le coop guadagneranno di più. Tenete duro tanto fino al 2018 non si vota.

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 16/01/2017 - 11:23

Chissà cosa ne pensano il 30% dei giovani italiani che non riescono a trovare lavoro.

lambi65

Lun, 16/01/2017 - 11:29

è contro il diritto internazionale, non puoi obbligarli a lavorare ma mantenerli e permettere il ricongiungimento dei familiari fino alla terza generazione con sostegno economico! Ricordo che la sinistra si è strappata le vesti di dosso perchè questi diritti fossero garantiti! esempio in tre anni 500.000 immigrati, loro hanno diritto al ricongiungimento dei genitori (nonni) e dei figli (nipoti), circa 2-3 milioni in più e così via.

aitanhouse

Lun, 16/01/2017 - 11:41

L.S.U., chi poi dovrebbe gestire questi lavoratori? secondo l'andazzo attuale toccherebbe alle cooperative,ovvero dalla padella alla brace! siamo quasi all'ultimo atto della tragedia italiana;si cercano soluzioni che ormai appartengono alla follia,non si vuole dire agli italiani che questi migranti non andranno più via per motivi elettorali, non si vogliono danneggiare coop e soci, non si vuole varare una legge che snellisca le procedure di espulsioni eliminando i 3 gradi di giudizio. Soluzione finale: facciamo finta di metterli a lavorare.A questo punto tutti ,proprio tutti ,chiederanno asilo e faranno da calamita per tutti quelli che ancora non hanno deciso di partire. Bene ha fatto l'europa a chiederci di rientrare dei 3 miliari e passa: siamo una massa di stupidi che merita questo trattamento dopo aver speso 4 miliardi per i clandestini.

Blueray

Lun, 16/01/2017 - 11:42

"La (nuova) linea dell'Italia ha bisogno dell'appoggio Europeo". Se si chiede permesso all'inizio, il piano è già fallito. Prima si agisce, poi si discute (sempreché ci sia la volontà di far qualcosa). Se si mettono in mano all'Ue i problemi nostri, ognuno vorrà metter lingua per condizionarci.

maurizio50

Lun, 16/01/2017 - 11:51

Poche storie. I clandestini, come arrivano, vanno bloccati nei Centri di riconoscimento ed espulsione. Chi non ha diritto deve essere rimandato indietro entro un mese. Chi arriva senza documenti va rimandato al paese di origine dichiarata. Il resto sono storie che servono solo a far guadagnare soldi ai compagni e agli amici dei compagni!!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 16/01/2017 - 12:01

Vi spiego come funzionerà la cosa: tutto sarà deciso dalle "commissioni", ovviamente composte da politicamente corretti sindacalizzati, che affideranno missioni di grande valore alle famiglie "migranti". Non so, tipo portare una stoffa di seta a scuola per le ricerchine dei bambini o aiutare un'ora alla settimana a parlare arabo. In cambio, oltre ai soliti sussidi e assegni familiari e bonus bebè e affitti e spese e utenze e scuole e mense e sanità pagati, i "migranti" avranno anche uno stipendio da aggiungere al resto. Commissioni contente, governo ignaro, italiani che pagano. Come sempre. Sic et simpliciter.

sesterzio

Lun, 16/01/2017 - 12:07

Finalmente un ministro con le idee chiare e non un farfallone come un tipo di nostra conoscenza.Chi non lavora non mangia;chi non ha diritto di accoglienza se ne torna a casina sua.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 16/01/2017 - 12:47

Perchè non creare lavoro libertà e democrazia nei loro Paesi? Vi rendete conto che sono decenni che diamo accoglienza a gente che "secondo voi" scappa da situazioni di guerra insostenibili ma nulla viene fatto per consentire una vita "civile". E' ora che l'Europa e tutto l'Occidente si occupi dell'Africa e dei suoi "despota".

Una-mattina-mi-...

Lun, 16/01/2017 - 12:59

E' UNA COSA CHE SI PUO' FARE SOLO DOPO CHE IL LAVORO E' STATO DATO AI MILIONI DI DISOCCUPATI ITALIANI. ALTRIMENTI SI TRATTA DI DISCRIMINAZIONE RAZZIALE E VA PERSEGUITA, come dice la kyenge.

igiulp

Lun, 16/01/2017 - 13:10

Se il lavoro esiste, meglio darlo ai nostri disoccupati. Questi, se spalano la neve per una mattinata si sentono autorizzati a chiedere la cittadinanza a vita.

Willer09

Lun, 16/01/2017 - 13:14

12 mesi per la valutazione sono troppi. max 3 mesi e poi fuori dai confini Nazionali!!! Nel frattempo, che sgorghino i tombini, taglino le piante, ecc.....

Opaline67

Lun, 16/01/2017 - 13:24

AHAHAHAHAH!! MI CI VIEN DA RIDERE! LI VOGLIO VEDERE ALL'OPERA I NOSTRI GOVERNI BURATTINO...NEPPURE SE LI VEDO CI CREDO! SAREBBE STATA LA COSA PIU' NORMALE E DOVUTA DEL PIANETA FAR LAVORARE QUESTI PESI MORTI ANZICHE' FARLI PEDALARE A VUOTO SU BICI RUBATE E LASCIARLI SPIPPOLARE 24 ORE AL GIORNO SU ASSURDI SMARTPHONES A DANNO DI CHI PAGA LE TASSE. SIN DA QUANDO HA AVUTO INIZIO L'INVASIONE, SPESATI DI TUTTO E VEZZEGGIATI COME SONO SEMPRE STATI DAI NOSTRI INFAMI PROGRESSISTI,COME MINIMO AVREMMO DOVUTO AVERE SPIAGGE, PARCHI PUBBLICI E COSTE RIGOROSAMENTE PULITE! QUANTOMENO LA RAMAZZA IN MANO AVREBBERO DOVUTO METTER LORO! D'ALTRA PARTE SE IO FOSSI OSPITE IN CASA ALTRUI MAI POTREI SOGNARMI DI FARMI SERVIRE E RIVERIRE MA IO SONO CIVILE E LORO NO E CHI LI AIUTA E BLANDISCE LO SA DOVE PUO' CACCIARSI LE "RIPERCUSSIONI POST-IMPERIALISMO" ??

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 16/01/2017 - 13:27

Magnifico. Mi iscrivo al PD, metto su una cooperativa per andare a scopare il mare, mi prendo tot abbronzati e pure un contributo dello stato inventato per l'occasione. Ragazzi, vacanze ai tropici per il resto dei miei giorni e villa vicino a quella di Grillo.

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 16/01/2017 - 13:38

si,al posto degli italiani

Malacappa

Lun, 16/01/2017 - 13:44

Farli lavorare?dove se non sanno far niente poi non c'e' lavoro per gli italiani no no no bisogna sbatterli fuori e' l'unica soluzione.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 16/01/2017 - 13:48

Dobbiamo smettere di andare a prenderci i "migranti" a poche miglia dalle coste libiche, così rendendo impossibile la continuazione dell'impiego dei pericolosi canotti. E poi dobbiamo respingere dalle acque territoriali le navi di migranti in grado di proseguire la navigazione.

macommmestiamo

Lun, 16/01/2017 - 13:51

ogni giorno con queste notizie mi rendo conto in che mani siamo. ma possibile che nopn esista modo di farli internare questi alfanolesi?

manfredog

Lun, 16/01/2017 - 13:56

Benissimo; così il 'sinistrume' si darà da fare e farà in modo di trovare lavori a questi clandestini (tranne poche eccezioni), guadagnandoci, piuttosto che agli italiani, e loro continueranno a rubare (SI, RUBARE) lavoro a noi, facendosi 'meglio' sfruttare dai 'datori di lavoro' (tanto per gli stranieri anche metà compenso del nostro è sempre conveniente) e tornando indietro di cento anni sui diritti dei lavoratori, mandando in fumo decine di anni di lotte sindacali che, anche se per interessi soprattutto occulti, qualcosa hanno fatto, se pur favoriti dalla ricchezza del capitalismo (altrimenti..!!). mg.

DuralexItalia

Lun, 16/01/2017 - 13:57

E' già un passo avanti rispetto alla "epopea" migratoria (senza se e senza ma?) di Napolitano-Letta-Renzi-Alfano con l'appoggio esterno di Bergoglio-Boldrini-Mattarella. Però e c'è un però: quale lavoro intende il ministro Minniti? Quello dei lavori socialmente utili è da sempre un calmieratore di tensioni sociali ed abbattimento delle povertà per lavoratori espulsi da aziende in crisi o strati di popolazione non abbiente e disagiati e quindi? Competizione tra fasce di povertà endogena versus esogena? L'Italia vive un momento economico tale per permettersi quali numeri di richiedenti asilo-lavoratori? Sarebbe interessante vedere qualche statistica a proposito...

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 16/01/2017 - 14:15

Minniti, dopo la batosta subita al referendum, cerca di recuperare credibilità ad un governo che sta distruggendo l'Italia. Ma è tardi, il danno lo hanno fatto e, davanti agli italiani ed alla storia, dovranno assumersi in toto la responsabilità di aver tradito l'Italia. Non dobbiamo discutere di come utilizzare gli immigrati, semplicemente "non devono arrivare". Né lavori socialmente utili né altro: “non li vogliamo”. Punto. Invece che affrontare il problema alla radice continuano a rigirarci intorno. Come ho detto spesso, quando si trova la casa allagata, la prima cosa da fare è chiudere l’acqua, non discutere su quali secchi e stracci usare per asciugare. Una metafora che di recente usa anche Salvini e qualche eurodeputato, ma io lo dico e lo scrivo da dieci anni. Il nostro rubinetto si chiama “immigrazione clandestina” e la prima ed urgente soluzione è chiudere quel rubinetto: fermare l’invasione, non discutere sugli stracci.

lappola

Lun, 16/01/2017 - 14:17

Mah ... Sarà ... Io ci vedo più rischi che soluzioni. Intanto se li metti a lavorare vogliono più diritti. Poi i diritti non glie li togli mai più. Poi addirittura li metti nelle aziende con la scusa degli stages che comunque sottraggono posti di lavoro dove già ce ne sono a insufficienza. Infine li paghi ancora. A minniti ... ti ricordi la serie VISITORS ? riguardala bene, ci vuoi proprio portare a quel punto? Prima di iniziare, pensa piuttosto a come dovrai comportarti con coloro che dopo aver lavorato un anno risulteranno non avere il diritto di asilo ... misericordia per tutti? così annulli le espulsioni e te li tieni tutti. Complimenti da Sergio, da Francesco, da Laura, non da me.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 16/01/2017 - 14:21

E ricordiamoci che uno Stato ha il dovere di difendere e tutelare i cittadini, la nazione, il proprio territorio; non quello di fare beneficenza ed opere umanitarie e, ancora meno, risolvere problemi economici o politici di altri popoli e Stati. Non spetta a noi, non è scritto da nessuna parte, risolvere i problemi del terzo mondo. Non spetta a noi imporre i diritti umani dove non li vogliono. Non è compito nostro risolvere i problemi economici dell’Africa. La carità e la beneficenza lasciamola ai filantropi, missionari, associazioni di volontariato, pie dame della carità; sono scelte personali ed etiche, non possono essere imposizioni collettive. La scelta di dare l’8 per mille alla Chiesa o ad altre associazioni è del tutto volontaria, non obbligatoria. Così deve essere l’accoglienza di flussi migratori. La carità non è competenza dello Stato e non può essere imposta. Non si può essere buoni per legge. Ficcatevelo bene in testa.

Ritratto di laghee100

laghee100

Lun, 16/01/2017 - 14:26

Cento anni fa il ghiaietto per i giardini ed i cimiteri non lo facevano con i frantoi, ma con apposite pesanti mazze di ferro battendo manuakmente i sassi per 8 ore al giorno | Questo e' l'unico lavoro che potrebbero fare questi fancazzisti ! Con il risultato che dopo un paio di giorni prenderebbero di loro spontanea volonta' il primo aereo che li porterebbe a casa !

rasna

Lun, 16/01/2017 - 14:31

A parte l'inattuabilita' del progetto stante l'elevato numero di immigrati che dovrebbero fare qualcosa e il conseguente alto numero di controllori che dovrebbe assicurare che lo facciano,io mi domando, perche' dobbiamo andare dalla merkel per avere il beneplacito di una tale decisione? Che c'azzecca? direbbe uno dei nostri politici piu' famosi. Mica glieli facciamo fare in baviera questi lavori. Che c'entra lei con un immigrato che pulisce un parco giochi in Puglia? Questo mi domando e questo mi fa piu' tristezza.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 16/01/2017 - 14:38

Lavoreranno come nei posti pubblici, faranno finta di lavorare. Appena vedono come si fa...

effecal

Lun, 16/01/2017 - 14:55

le cooperative si fregano le mani nuovi affari all'orizzonte.

Ritratto di Scassa

Scassa

Lun, 16/01/2017 - 15:03

scassa lunedi 16 gennaio 2017 Keplero17 temo che il tanto atteso anno 2018 arriverà sicuramente per tutti ma non per le elezioni ! La sinistra ha ,con protervia e malafede,riuscita ad azzannare il potere e lei pensa che se lo faccia togliere con leale e onesto confronto ? Io ,che non sono nessuno,penso proprio di no ,visto cosa sono capaci di fare ,correi i sindacati,.......E SENZA VERGOGNA ALCUNA !!!!!!!!!!!scassa.

checciazzecca

Lun, 16/01/2017 - 15:19

sai quanti italiani farebbero qualsiasi cosa per un pasto caldo? se poi si fanno male hanno la pensione? sai quanti giudici troveranno per riscattare i minuti di finta fatica? intanto subiamo la procedura di inflazione. A quando la confisca di tutto ai ministri? al tribunale del popolo?

titina

Lun, 16/01/2017 - 15:57

'mmazza quanti posti di lavoro ci sono!

VittorioMar

Lun, 16/01/2017 - 16:14

...anche il Ministro MINNITI sta iniziando bene...SPERIAMO SOLO CHE NON SI PERDA PER STRADA come qualcuno prima dilui,...!!!

Siciliano1

Lun, 16/01/2017 - 16:31

Ancora offese all'intelligenza Italiana.! Leggo e sento solo minchiate. Ma basta. Siamo seri. Ma soprattutto voi ministri, il mondo vi vede e state certi che non fate bella figura.

Libertà75

Lun, 16/01/2017 - 16:39

quindi se sei straniero ti danno lavoro, casa, assistenza sociale, poi ti cambiano gli orari delle piscine, ti trovano luoghi di culto, ecc... se sei italiano? beh sei un demente razzista ed egoista

Ritratto di Mike0

Mike0

Lun, 16/01/2017 - 17:07

Sarebbe meglio che così, ma non va bene comunque. VANNO ESPULSI TUTTI I CLANDESTINI e ripristinato il reato di clandestinità!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Lun, 16/01/2017 - 17:43

perchè non chiediamo semplicemente che un profugo debba chiedere asilo alle nostre ambasciate (così si le fa lavorare almeno un pochino) PRIMA di partire (ovviamente salvo casi disperati); così si potrebbe fare a casa sua, nel posto migliore, identificazione e verifica dei requisiti con tutti i dati del caso facilmente disponibili. Difficile????

perseveranza

Lun, 16/01/2017 - 17:52

In questo momento in Italia ci sono almeno 500.000 (cinquecentomila) irregolari non aventi diritto asilo ma che sono qui e dagli italiani mantenuti. Prima di parlare dunque di altro si proceda alla immediata espulsione con riaccompagnamento al Paese di origine dei citati clandestini. Se Minniti non procede con massicci rimpatri dimostra di essere esattamente sulla stessa linea di Alfano e del precedente governo. Cosa che mi aspetto.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 16/01/2017 - 18:35

vi AVEVO AVVERTITO CHE VI SOSTITUIRANNO, LE MULTINAZIONALI LI ASSUMERANNO EVITANDO I SOSTI DI TRASPORTO DALLA CINA CHE DIVERRA' UNA POTENZA ECONOMICA E MILITARE MONDIALE. AVETE POCO TEMPO PER FAR CAMBIARE LE COSE , MOLTO POCO TEMPO

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 16/01/2017 - 19:02

Il discorso mi sembra puerile : un tempo si diceva chi non lavora non mangia.Quindi chi ha escogitato questa banalità è solo ridicolo.Il problema è che lavoro dare ad una mano d'opera spesso non qualificata ; inoltre l'Italia ha bisogno di mano d'opera non qualificata esssendo un paese incapace di creare posti di lavoro?

tomasmac1

Lun, 16/01/2017 - 19:06

Se non c è lavoro per gli italiani che conoscono un mestiere cosa gli facciamo fare a questi che oltre a non averne voglia per natura,non sanno fare niente.

Ritratto di 8Rgt

8Rgt

Lun, 16/01/2017 - 19:27

Iniziate a fargli fare i SERVIZI come in caserma: pulizia camerate e servizi igienici, corvee cucina, e tutto quanto. Invece di 35 euro al giorno pagati alla coop, 8-10 euro devono bastare e avanzare.

piazzapulita52

Lun, 16/01/2017 - 20:11

Chi chiede asilo senza averne il diritto, e quindi tutti i clandestini volutamente fatti venire in Italia, dovrebbe essere messo in galera e poi rispedito senza tanti discorsi da dove è venuto! E insieme a loro quei traditori della patria che, per lucrare, li hanno fatti venire ad infettare il nostro paese! W ORBAN, un grande uomo che vuole bene al suo popolo ed alla sua patria! Qualcuno dei crani nostrani dovrebbe seguire il suo esempio per porre fine a questa tragedia epocale!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 16/01/2017 - 20:29

Schiavismo moderno..... che toglierà lavoro agli italiani e al contempo realizzerà il piano massonico della distruzione etnica dei popoli europei.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 16/01/2017 - 20:34

Supponiamo che lavorino bene (ciò che è IMPOSSIBILE).... credete che un imprenditore assumerà un giovane italiano cui deve pagare lo stipendio quando può assumere lo SCHIAVO africano a costo 0?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 16/01/2017 - 20:36

Pagheremo le tasse per far togliere il lavoro ai nostri giovani e darlo a chi non farà nulla di buono, ingrassando le schifose coop cattocomuniste

magnum357

Lun, 16/01/2017 - 20:57

Cosi' scatenano una ulteriore guerra tra poveri, che deficienti !!!!!!

moammhedd

Lun, 16/01/2017 - 21:28

gentilmente ,vorrei sapere dove

tRHC

Lun, 16/01/2017 - 21:52

e che lavoro dovrebbero fare??? D0ve??? Minniti brutta copia di dalema ma politicamente uguali...IMBROGLIONI!!!!

lupo1963

Lun, 16/01/2017 - 22:57

Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 16/01/2017 - 22:59

Intanto continuiamo a buttare miliardi di euro andandoli addirittura a prenderli sulle coste africane con navi, aerei, elicotteri, motovedette e personale vario. Poi buttiamo miliardi per mantenerli nelle varie strutture e negli hotel. Poi buttiamo miliardi per riparare i danni che questi "signori" provocano distruggendo e incendiando i luoghi dove sono accolti. Poi continuiamo a subire l'illegalità che questi ci portano ossia stupri, omicidi, rapine, spaccio, prostituzione ecc.ecc. Poi continuiamo a farci ricattare dai Paesi africani perché se li riprendano elargendo loro "aiuti economici". E invece di trarre vantaggio dagli errori del passato si continua a commetterne altri. La vogliamo capire una volta per tutte che l'unica soluzione è quella di sbarrare le frontiere? Ma sul mare come si fa? Le navi del programma Triton di Frontex cambino programma e si chiamino: "Non passa lo straniero". Fine!

01Claude45

Lun, 16/01/2017 - 23:01

Tutti coloro che NON HANNO DOCUMENTI già di fronte alle coste africane vanno lasciati sui barconi e rispediti alla terra di partenza.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 17/01/2017 - 00:40

@moammhedd - non chiedere dove, comincia a lavorare intanto.

mila

Mar, 17/01/2017 - 04:51

Dipende dai lavori "utili" che gli darebbero da fare. Io gli farei pulire i gabinetti, sistemare i rifiuti tossici, asfaltare le strade nel Sud ecc.

il sorpasso

Mar, 17/01/2017 - 07:43

Diamo il lavoro agli italiani e basta!